Tutte in Agorà. Marzo di informazione e prevenzione a Racale

Donne-in-Agora

Cristiana Baldassarre e Francesca Pastore

RACALE. Uno staff qualificato ed una linea telefonica di pronto intervento attiva 24 ore su 24 per prevenire e combattere ogni forma di violenza e maltrattamento su donne e minori. Sono alcuni dei servizi offerti dal Centro antiviolenza “Il Melograno” di Parabita, in via Stomeo (zona 167), gestito dalla Comunità “San Francesco” in convenzione con l’Ambito territoriale sociale di Gallipoli.
Cristiana Baldassarre e Francesca Pastore, rispettivamente psicologa e assistente sociale de “Il Melograno”, hanno illustrato i servizi gratuiti offerti dalla loro organizzazione nel corso della prima tappa del ciclo d’incontri “Donne in agorà” (8 marzo, Centro polifunzionale di via Piave), dedicato all’informazione e alla prevenzione per la donna, organizzato da Comune, Consulta giovanile, Commissione per le Pari opportunità e associazioni “Misericordie Racale” e “Ape Gabriele Toma”.

Il Centro, attivo a Parabita dal 2012 sotto la direzione della dottoressa Antonia Cairo, offre consulenze e percorsi psicoterapeutici per creare una rete di prevenzione e contrasto a femminicidi, stalking, bullismo e ad ogni forma di sopraffazione che troppo spesso incancrenisce la vita di donne e minori. Di concerto con scuole, consultori e altre realtà già operanti nel settore, il Centro antiviolenza fornisce assistenza psicologica e legale, trattamenti terapeutici, percorsi di reinserimento sociale e lavorativo, e, dove possibile, anche rieducazione e recupero degli aguzzini. A disposizione per i casi più gravi, anche una casa rifugio per le vittime dove trovare protezione in modo anonimo e sicuro. Questi i numeri del Centro, attivi h24: 0833-509470, 328-8212906.

I prossimi incontri di “Donne in agorà”: il 15 marzo si parlerà di prevenzione per il tumore al seno, il 22 di manovre di disostruzione pediatriche e prevenzione d’incidenti domestici, il 26 di buone pratiche di prevenzione primaria, il 29 di procreazione medicalmente assistita. Agli incontri interverranno molti esperti dei vari ambiti: il dott. Giuseppe Serravezza, direttore della struttura complessa oncologica ospedali di CasaranoGallipoli; il dott. Antonio Luperto che dirige l’Unità operativa di fisiopatologia della riproduzione e Centro di procreazione assistita presso l’ospedale di Nardò; il dott. Antonio De Lorenzis dell’Unità operativa Radiologia senologica dell’ospedale “Ferrari” di Casarano.

Commenta la notizia!