Rapina nella farmacia del presidente

di -
0 549

Tuglie. Anche la farmacia della famiglia Gabellone è finita nel mirino dei malviventi. Situato ad una decina di metri di distanza dalla centralissima piazza Garibaldi, e dagli uffici del comando di Polizia municipale, l’esercizio è di proprietà degli eredi di Leonardo Gabellone, padre dell’attuale presidente della Provincia Antonio,» presente al momento dell’irruzione.

Ad entrare in azione due malviventi a bordo di una Fiat Uno, di colore verde o grigio scuro, che dopo aver fermato l’auto al centro della strada hanno hanno fatto ingresso all’interno della farmacia con un’arma in pugno ed indossando un passamontagna facendosi consegnare i circa 400 euro che erano nel registratore di cassa.  Nella farmacia c’era anche un cliente al quale i rapinatori, non contenti del bottino racimolato, hanno chiesto di consegnare il denaro che aveva con sè (pari a circa 300 euro).

«E’ stata una scena agghiacciante; tutto si è svolto in pochi istanti, ma sono stati attimi infiniti», afferma Gabellone ricordando i momenti che ha vissuto durante la rapina.

«Quando ho sentito le voci minacciose dei malviventi, mi sono avvicinato al bancone e sono rimasto impietrito alla vista delle pistole. Erano in due, vestiti in uguale modo e molto alti. Erano determinati e si muovevano in perfetta sintonia: uno di loro si è avvicinato molto di più al bancone; il complice invece è rimasto vicino l’ingresso, per controllare la situazione e tenere sotto scacco il cliente che era presente in quel momento. Il mio pensiero – afferma ancora il presidente – era se intervenire o meno, ma ho preferito non muovermi e tacere per non mettere a repentaglio l’incolumità di tutti noi che eravamo sotto il “fuoco incrociato”».

I carabinieri della stazione di Sannicola, guidati dal maresciallo Luca Russo, conducono le indagini per risalire all’identità dei malviventi e assicurarli alla giustizia.

Federica Sabato

Commenta la notizia!