Quel farmacista di tutto il paese

by -
0 728

Leonardo Gabellone

Tuglie. Gentile, onesto ed un gran lavoratore. Con queste parole l’intera comunità di Tuglie ama ricordare il dottor Leonardo Gabellone, lo “storico” farmacista che ha esercitato la sua professione, con amore e dedizione, per oltre quarant’anni, in via Plebiscito.

Si è spento nella sua casa a Tuglie, nel centro del paese, lunedì nove gennaio circondato dall’affetto della moglie, la signora Elsa, e dei figli Antonio, presidente della Provincia di Lecce, Giovanni e Maria Rosaria. Un’intera comunità, quella tugliese, che si è unita per rendere l’ultimo onore al farmacista “semplice e disponibile” con tutti.

Per questo, un fiume di gente ha preso parte ai funerali che si sono svolti nella Chiesa matrice di Tuglie e che hanno visto la partecipazione di tantissima gente comune ed anche di tanti politici, amministratori e dirigenti provinciali che hanno voluto manifestare la loro sincera vicinanza in questo giorno di dolore, al presidente Antonio Gabellone.

Nato a Sannicola il 14 novembre del 1925, il dottor Leonardo Gabellone si è impegnato rigorosamente, sin da giovane, nello studio. Il suo obiettivo prefissato era quello di diventare un farmacista. Dopo la laurea, iniziano le prime soddisfazioni personali. Infatti, comincia a lavorare come dipendente in una farmacia del suo paese. Dopo alcuni mesi, però, decide di trasferirsi in Molise, precisamente in provincia di Campobasso, per lavorare in una nuova farmacia.

Le soddisfazioni crescevano sempre di più così come le nuove offerte lavorative con la proposta di incarichi allettanti. Nonostante ciò, il giovane dottore  decide definitivamente di ritornare a Tuglie, il paese d’origine della madre e della nonna. Da quel giorno e, per oltre quarant’anni, è stato il farmacista di tutti i tugliesi impegnato con costanza non solo nella sua attività lavorativa, ma anche nel sociale del proprio paese.

La moglie Elsa ed i figli Antonio, Giovanni e Maria Rosaria lo ricordano come un uomo semplice, cordiale ed onesto, amante della sua famiglia e del suo lavoro, pilastri fondamentali della sua vita. Questo è anche il ricordo di tutti i tugliesi che, dal nove gennaio, hanno perso una delle figure più carismatiche dell’intera comunità cittadina.

Giampiero Pisanello

Commenta la notizia!