Tuglie “bocciata”, resta a Collepasso la sede del Comprensivo

scuola secondaria  via nino bixio tugliemarino campa dirigente scolastico TuglieTUGLIE. La sede amministrativa e la dirigenza dell’Istituto comprensivo scolastico di Collepasso-Tuglie restano nel primo centro. A deciderlo è stata la Giunta regionale che lo ha comunicato, lo scorso 20 gennaio, nella delibera avente per oggetto il “Piano regionale del dimensionento della rete scolastica”.
Viene, dunque, bocciata la proposta della Provincia che,  prendendo atto di quanto deciso dal Consiglio comunale di Tuglie nella delibera 185 del 2014, chiedeva che la sede direzionale e amministrativa fosse riportata a  Tuglie, pur nelle more del ricorso presentato al Tar avverso le determinazioni assunte dalla Regione in merito al dimensionamento. A  motivare la proposta il fatto che “il numero degli alunni frequentanti le scuole di Tuglie nell’anno scolastico in corso è pari a 515 contro i 499 di Collepasso; dall’anno scolastico 2011-2012 il numero degli alunni di Collepasso ha avuto una forte riduzione passando dai 579 ai 499, mentre quello di Tuglie è rimasto sostanzialmente lo stesso; l’edificio di via Nino Bixio, sede della passata direzione, è stato oggetto di lavori di efficientamento energetico, messa a norma e adeguamento funzionale”.

Non solo, i locali comprendono anche uffici amministrativi tali da poter ospitare tutto il personale e sono attrezzati con strumenti informatici e telematici di ultima generazione. «La decisione della Giunta regionale – afferma il dirigente scolastico, Marino Campa  –  mi sembra logica ed opportuna, in quanto non è pensabile di poter spostare ogni due o tre anni la sede amministrativa e dirigenziale da un paese all’altro sol perché è diminuita di qualche decina di alunni la popolazione scolastica di un paese. Per poter  offrire un buon servizio alle comunità è necessario anche garantire stabilità e continuità didattico, funzionale ed amministrativa».

Commenta la notizia!