Tricase ricorda la rivolta delle tabacchine: il liceo “Comi” in prima fila

Tricase – Nella mattinata di oggi si è svolta in piazza Pisanelli la celebrazione con cui, ogni anno, la città di Tricase celebra il ricordo delle vittime che, durante il periodo fascista, difesero i propri diritti e il proprio lavoro aderendo ad uno sciopero, ritenuto a quell’epoca, un reato di particolare rilevanza. Quell’evento passò alla storia “la rivolta di Tricase” o “la rivolta delle tabacchine” che si concluse tragicamente con un bilancio di 5 morti e 50 feriti. Alla commemorazione erano presenti il sindaco Carlo Chiuri,  gli amministratori comunali ed una delegazione del Liceo statale “Girolamo Comi” di Tricase accompagnata dal professor Giovanni Carità il quale afferma: «Il 15 maggio 1935 segna nella comunità del Capo di Leuca un evento tragico che ha condizionato le vicende successive, almeno fino al 25 Aprile del 1945, anno in cui fu deposta la lapide commemorativa. Ho voluto che i ragazzi partecipassero alla commemorazione perché è importante conservare la memoria di ciò che è stato affinché non si ripeta».

.

Commenta la notizia!