La collina seduce “corpo e mente”

di -
0 482

Uno scorcio di Alliste

Alliste. Messo in standby il ritmo frenetico della vita quotidiana, sono andati alla (lenta) scoperta del Salento…a piedi. È passato anche da Alliste, alcune domeniche fa, il gruppo ecoescurisonistico Sts (SpeleotrekkingSalento) del presidente Riccardo Rella.

Gli amanti di queste lunghe camminate si sono ritrovati alle 10 presso il bar Kallistos e c’è da dire che hanno spaccato il minuto, pur provenendo alcuni da paesi non proprio limitrofi, come Lecce e Ostuni.

Ma la maggior parte di loro è abituata a “camminare sulle proprie gambe”, oramai, da quasi vent’anni (il gruppo è nato nel 1993) e lo fa ogni domenica. Itinerari fuori provincia, torrentismo, speleologia. Ce n’è per tutti i gusti in questa “palestra aperta nella magica ammirazione e bellezza del territorio, nel rispetto totale del creato”, come si legge sul sito Internet del gruppo. «Siamo qui per ristorare corpo e mente dallo stress di ogni giorno – hanno detto alcuni partecipanti dell’ultimo percorso dell’anno – e non solo. Per approfondire con calma, appunto, quella conoscenza del territorio salentino che noi locali ci vantiamo di possedere, ma in realtà così non è».

Ma il voler andare a fondo nelle questioni, si sa, spesso porta alla luce delle verità sgradite: «Due sono i problemi principali del Salento: – ha rimarcato il presidente Rella – le discariche di rifiuti a cielo aperto e il processo di urbanizzazione che sta andando avanti ad una velocità tale che presto sparirà l’ambiente rurale, fiore all’occhiello del nostro territorio».

RR

Commenta la notizia!