Trasparenza sopra ogni cosa

di -
0 508

Casarano. L’associazione “Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato” rilancia l’idea della costituzione di un pool civico di vigilanza in ogni ambito sanitario con l’obiettivo di vigilare sugli appalti.

«Su questo argomento – ha precisato il presidente regionale di “Cittadinanzattiva”, Anna Maria De Filippi – il nostro movimento, su iniziativa del segretario regionale Tonino D’Angelo, in collaborazione con l’associazione “Libera-nomi e numeri contro le mafie”, sta spingendo per l’istituzione di un pool civico da attivare in ogni Asl che vigili sugli appalti. Si tratta di una battaglia per la trasparenza e la partecipazione».

È stato lo stesso D’Angelo, nei giorni scorsi, a ribadire in modo netto la posizione del movimento. «Facendo seguito agli arresti recenti nella Asl di Foggia e ad altri “scandali” in altre Asl – ha sostenuto il segretario – ho chiesto un incontro all’assessore regionale alla salute e al presidente Vendola, finalizzato alla costruzione di un pool che, in un rapporto privilegiato con altri soggetti istituzionali e sociali, permetta di prevenire e reprimere, tramite gli organi competenti in ambito giudiziario, i comitati affaristico-malavitosi, cancrena che, ove non estirpata, sopravvivrà ad ogni cambio di governo».

D’Angelo non ha potuto non rilevare che «è rimasta inevasa la richiesta di costruire un pool di cittadini, lavoratori, volontari e non, che si sono distinti per indipendenza, autonomia ed attenzione al bene comune, e che dall’audit civico è emersa l’assenza della valutazione civica negli appalti in ogni Asl, sottolineando che la Puglia non ha investito sulla partecipazione civica negli appalti e forniture delle Asl»; il segretario regionale, inoltre, ha voluto sottolineare e confermare che “Cittadinanzattiva” «si costituirà parte civile in tutti i processi che evidenziano corruzione, sprechi, malasanità, perpetrati sulla pelle dei malati e dei cittadini pugliesi».

Intanto, saranno terminati a breve i lavori relativi al reparto che ospiterà l’Unità operativa di Psichiatria, in procinto di essere trasferita da Gagliano del Capo al “Ferrari” di Casarano. Lo ha confermato lo stesso commissario straordinario dell’Asl di Lecce, Paola Ciannamea, che tempo fa è stata a Casarano per affrontare alcuni importanti nodi per il futuro dell’ospedale casaranese.

L’incontro è servito anche per sbloccare la situazione in riferimento alla creazione di un’astanteria nel Pronto Soccorso e all’ultimazione dei lavori relativi all’ascensore che si trova nei pressi dell’ingresso principale. II commissario, tra l’altro, ha assicurato che si sta progressivamente sbloccando la situazione circa i vari appalti legati ai cantieri aperti nell’ospedale di Casarano.
L’attenzione dei cittadini e delle istituzioni nei confronti del “Ferrari” continua così ad essere molto vigile.

Commenta la notizia!