Tornado del 19 novembre: a Galatone cimitero chiuso per otto giorni

IMG_6826

GALATONE. Circa mille alberi sradicati, migliaia di metri di muri di cinta abbattuti, pesanti danni alle colture. E, come se non bastasse, il camposanto messo a soqquadro: oggi il sindaco Livio Nisi, con un’ordinanza, ha stabilito che il cimitero resterà chiuso per otto giorni. Anche a Galatone si contano i danni, dunque, a due giorni dalla terribile tempesta con epicentro a Gallipoli.

Come il sindaco della “Città Bella” Francesco Errico, anche qui il primo cittadino ha chiesto alla Regione il riconoscimento dello stato di calamità naturale e la concessione di fondi per far fronte all’emergenza. Intanto Nisi, dopo aver convocato la Giunta comunale, ha predisposto lo stanziamento di 30mila euro utili per effettuare gli interventi più urgenti.

Proprio allo scopo di valutare le varie priorità, nella giornata di oggi sono continuati i sopralluoghi, presso gli immobili comunali e privati, ad opera dell’Unità di crisi costituitasi e così formata: polizia municipale, associazione di Protezione civile e Ufficio tecnico comunale.

Commenta la notizia!