Tiggiano, “Spaghetti western” nella biblioteca di comunità dal sapore country

1576

Tiggiano – L’atmosfera di un Salento terra di confine, con la sua vocazione agricola e comunitaria, quell’essere estrema periferia abitata da artisti e solitari: da qui, dall’immaginario country del territorio, nasce il progetto “Spaghetti (w)eastern” presentato dal Comune e finanziato con 550.000 euro all’interno del bando “Community Library” della Regione Puglia.

Il progetto porterà a una serie di interventi di riqualificazione e riallestimento dell’intera struttura di Palazzo Serafini Sauli (meglio noto come Palazzo Baronale), al fine di migliorare la vivibilità degli ambienti e renderli più confortevoli, luminosi, accessibili e tali da ospitare attività rivolte a un pubblico diversificato per interessi e fasce d’età. In questi spazi prenderà corpo una nuova biblioteca di comunità che avrà al centro la storia, l’arte e la vita country del luogo, creando un rapporto osmotico con il centro abitato e con il contesto architettonico in cui è inserita. Le altre realtà già esistenti all’interno di Palazzo Baronale – cioè la biblioteca comunale del polo SAC Porta d’Oriente e il giardino esterno con apiario e orto didattico gestiti dalla cooperativa Terrarossa; l’allestimento permanente sulla civiltà contadina – andranno a integrarsi con la biblioteca di comunità e formeranno con essa un unicum culturale diffuso.

Novità assoluta, invece, sarà la creazione all’interno del Palazzo di un museo dedicato al genere cinematografico dello Spaghetti western, che ispira il nome del progetto e che ha già trovato l’appoggio (espresso in una lettera d’intenti) da parte dei coniugi del cinema hollywoodiano Helen Mirren e Taylor Hackford, proprietari a Tiggiano di una masseria in località Matine.

Pubblicità
Pubblicità