Casarano – Alla vista dei carabinieri sbatte la testa contro il muro e tenta di divincolarsi con calci e pugni, offendendo i militari con frasi minacciose. Il 50enne L.T. nato a Torremaggiore (provincia di Foggia), residente ad Ugento ma domiciliato a Casarano ha fatto incetta di denunce in seguito ad una perquisizione domiciliare svolta dai carabinieri della locale Stazione insieme ai colleghi del Nucleo radiomobile. L’uomo aveva in casa la macchina impastatrice che era stata rubata lo scorso martedì 11 settembre, intorno alle 14, dalla parrocchia del Cuore immacolato di Maria di contrada Botte.

Droga e munizioni Oltre a ciò, occultati all’interno dell’abitazione i carabinieri hanno trovato due cartucce calibro 7.65, una dose da 0,2 grammi di marijuana ed un’altra da 0,5 grammi di cocaina. L’uomo è stato poi bloccato fisicamente dai militari intervenuti per evitare che continuasse con i suoi gesti autolesionistici. Nei suoi confronti le denunce per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate, ricettazione e detenzione abusiva di munizioni.

Pubblicità

Commenta la notizia!