Tassa sui rifiuti? Qui cala

by -
0 825

Taurisano. Se c’è una tassa che i cittadini pagano più controvoglia di altre, questa è senz’altro la Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani. Per una serie di motivi: perché collegata all’idea degli scarti, alle cose inutili da buttare, o perché, se si sono impegnati nella raccolta differenziata, aspettano invano un riconoscimento che tradotto in soldoni significa riduzione dell’importo da pagare. Con i tempi che corrono, con la netta diminuzione delle risorse statali, i Comuni devono puntare sulle proprie forze cioè su una oculata gestione delle casse comunali senza gravare molto sui cittadini.

In questo contesto fa notizia (positiva) che a Taurisano sia diminuita la Tarsu sia per la prima che per la seconda casa. Per la prima, la tassa è di 1,75 euro al mq, per la seconda di 1,21.  Inferiore, quindi, a quella in vigore nei paesi vicini: per esempio a Casarano (2,99 euro), a Ugento (2,48), a Miggiano ( 1,84). E quello che è più importante è la percentuale del costo che la tassa riesce a coprire, cioè il  99%.

Come è stata possibile questa inversione di tendenza? Lo spiega l’assessore all’Ambiente, Francesco Damiano: «Grazie ad un attento, responsabile, serio e soprattutto lungimirante lavoro di recupero del sommerso, oggi Taurisano è nelle condizioni di potersi permettere il “lusso” di abbassare le tasse e di realizzare quel tanto auspicato principio del “Pagare tutti per pagare meno”».

Nel corso infatti del 2009-10, quindi durante l’amministrazione Guidano, sono stati mandati 1.475 avvisi di accertamento che hanno fatto recuperare al Comune più di 800mila euro. L’accertamento, inoltre, ha permesso l’aggiornamento della base imponibile.

Potrebbe aprirsi anche un’ulteriore possibilità di contenere il costo della Tarsu, col potenziamento della raccolta differenziata che a Taurisano si è attestata sul 30%. «È solo attraverso il potenziamento della differenziata – continua l’assessore –  che potrà essere possibile conferire meno rifiuti in discarica, aumentando il riciclo e il riuso dei rifiuti differenziati, riducendo considerevolmente l’impatto ambientale e permettendo a tutti i cittadini considerevoli risparmi sulle cartelle di pagamento»

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!