Home Tags Posts tagged with "William Greco"

William Greco

Nardò – Giovane musicista neretino tra i venti selezionati italiani per un mese di residenza artistica a Vienna. Si tratta del pianista William Greco (foto), classe 1987, scelto dall’Associazione italiana musicisti di Jazz per prender parte a un’importante iniziativa che mira alla crescita dei nuovi talenti dello Stivale. L’annuncio dei vincitori risale allo scorso marzo (durante un incontro alla presenza dell’allora Ministro per i Beni culturali Dario Franceschini e del musicista Paolo Fresu) ma la partenza per l’Austria è prevista in questi giorni.

Dal 14 giugno al 15 luglio infatti Greco e i suoi colleghi saranno ospiti dell’Istituto italiano di cultura di Vienna. Qui il talento neretino, oltre a lavorare su una sua composizione originale, vivrà gli ambienti musicali viennesi sotto la guida del direttore d’orchestra Georg Gräwe. Fino ad arrivare alle esibizioni dal vivo: il 21 giugno Greco suonerà in un recital nell’Auditorium dell’Istituto di cultura nell’ambito del Festival “EunicMusikfest in Wien” e il 25 giugno alle 15.30 si esibirà al pianoforte nella Casa di detenzione femminile di Schwarzau. Inoltre sarà protagonista dell’Hauskonzert “Schubert e jazz”, concerto in un’abitazione privata viennese incentrato sul grande compositore austriaco.

Nonostante la giovane età, Greco ha già un ricco curriculum artistico e si è esibito in teatri e jazz-club italiani ed esteri con Paolo Fresu, Raffaele Casarano, Giuliano Sangiorgi, Marco Bardoscia, Peppe Servillo, Fiorella Mannoia, Roberto Vecchioni, Franco Simone, Gaetano Partipilo, Luca Aquino, Attilio Zanchi e altri. L’ultimo successo è di poche settimane fa. Nel Beneventano ha conquistato il Primo Premio assoluto al Premio Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato” nel concorso internazionale di esecuzione musicale “Città di Airola”. Già artista residente all’Istituto Italiano di Cultura a Parigi nel 2016, Greco è allo stesso tempo un concertista classico e un compositore e improvvisatore jazz, sempre in bilico fra queste due anime. Discografia: nell’ottobre 2015 esce “Corale”, suo primo album solista che spazia dalla musica classica al jazz. Ad ottobre 2017 invece viene pubblicato “Lumina”, dieci brani prodotti dall’etichetta discografica TǔK Music di Paolo Fresu.

 

 

 


Questo messaggio e’ stato analizzato con Libra ESVA ed e’ risultato non infetto.
Clicca qui per segnalarlo come spam.
Clicca qui per metterlo in blacklist

by -
0 874

williamgreco05_midNardò. Il racconto della nascita di un’opera d’arte, della crescita di un musicista tra classica e jazz: il pianista neritino William Greco ha presentato alla sua città “Corale”, il suo primo lavoro discografico. Lo ha fatto il 19 novembre presso il Chiostro dei Carmelitani, in occasione dell’iniziativa organizzata dalla libreria “I Volatori” con la collaborazione del Centro servizi culturali e l’assessorato comunale alla Cultura. Nel corso dell’incontro, che ha visto l’intervento dell’assessore alla Cultura Mino Natalizio, William Greco dialogando con il giornalista Giuseppe Tarantino, ha “raccontato” delle sue esperienze musicali e delle suggestioni ed ispirazioni che hanno portato alla scelta e alla composizione dei brani  contenuti nel disco. Un racconto in libertà, accompagnato da alcune “dimostrazioni pratiche” alla tastiera, che hanno appassionato il pubblico. Nella realizzazione di “Corale”, prodotto da “Workin’ label”, William ha cercato di modellare un percorso frutto della sintesi naturale di tutte le sue esperienze musicali. Ciò che pervade tutta l’opera è la Melodia non in un senso moderno e consumistico, ma nel più alto significato del termine. Da interprete classico, oltre che jazzista, il giovane pianista salentino (29 anni compiuti il 16 novembre) concepisce tutta la musica fortemente legata al canto: di conseguenza il fraseggio, la gestione delle linee melodiche, diventano dominanti anche nei passaggi più ostici e virtuosistici. A questa concezione musicale è affine il titolo del disco: “Corale”, che è anche il titolo di una delle composizioni originali. La sezione ritmica è affidata al contrabbassista Marco Bardoscia, abituale “compagno” di lavoro e a Massimo Manzi, batterista che tratta i suoi strumenti come fossero un’intera orchestra. Collaborano alle registrazioni il sassofonista Raffaele Casarano e la voce di Carla Casarano.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...