Home Tags Posts tagged with "vora casarano"

vora casarano

by -
0 838

CASARANO. Torna l’incubo incendi presso la Vora di Casarano. poche ore fa, in un pomeriggio torrido, le fiamme sono ritornate nei bacini sud dell’area utilizzata per le acque reflue del depuratore. Sul posto, per primi, i volontari della locale Protezione civile. La situazione appare sotto controllo (il vento porta il fumo lontano dalla città) malgrado l’ampio fronte delle fiamme. Lo scorso anno l’intera zona venne messa in sicurezza proprio per impedire il ripetersi dei drammatici roghi del 2010 e del 2011 che andarono avanti per giorni.

CASARANO.  Si preannuncia un’estate all’insegna della sicurezza quella del 2014 per i bacini della Vora. Gli incendi che hanno devastato l’area negli anni scorsi (su tutti quelli del 2010 e del 2011) non dovrebbero ripetersi alla luce degli interventi messi in atto in questi giorni dall’Acquedotto pugliese, ente gestore del sito fino ad alcuni anni fa utilizzato quale recapito finale delle acque reflue dell’attiguo depuratore comunale. “Pura depurazioni srl”, la società controllata da AQP impegnata nelle operazioni di concerto con l’Ufficio tecnico comunale, ha messo in atto una serie di interventi per scongiurare l’emergenza degli altri anni che arrivò ad interessare anche i comuni di Matino, Taviano, Melissano e Ugento, lì dove si propagò il fumo tossico sprigionatosi dalla vegetazione presente nei bacini.

L’alto terrapieno tutto intorno il perimetro della Vora dovrebbe essere già sufficiente ad impedire nuovi incendi; in ogni caso ruspe e trattori hanno eliminato la vegetazione e dissodato il terreno allo scopo di evitare l’altro pericolo dovuto al propagarsi del fuoco nel sottosuolo. Quest’ultima, infatti, è stata nel passato la maggiore insidia contro la quale poco o nulla poterono persino gli   aerei “Canadair” della Protezione civile impegnati in ripetuti lanci di acqua.

L’obiettivo dichiarato degli interventi in atto è, però, non solo quello di “mitigare il rischio incendi” ma anche di rendere i bacini fruibili in caso di emergenze. Allo stato attuale, infatti, le acque depurate vanno a disperdersi lungo il canale del Raho sino a quello dei Samari. Per evitare di mettere a rischio, seppur a livello potenziale, il mare di Gallipoli (dove sfocia il “Samari”), la Regione ha, infatti, imposto di ripristinare la funzionalità dei bacini.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...