Home Tags Posts tagged with "Volley Salento Olimpius Parabita"

Volley Salento Olimpius Parabita

matino-volley-mister-marcello-inguscioMatino. I “draghi blu” dell’Olimpius-Volley Matino ritornano in campo (prima gara sabato 9, alle 17.30, contro il Campi Salentina presso il palazzetto tensostatico di Alezio). Gli atleti di Marcello Inguscio (foto) affrontano la “Prima divisione” conquistata nella passata stagione con 13 vittorie su 13 partite.  «Quest’anno ci sono molte squadre competitive perchè molti giocatori di alto livello hanno scelto di disputare campionati di categoria inferiore, date le difficoltà economiche che anche lo sport sta attraversando», afferma Inguscio.

La rosa della società (frutto dell’unione con l’Olimpius Parabita) si è arricchita con  Sergio D’Amico, Roberto Torsello ed Alessandro Bellisario (tutti di Casarano) e Davide Sabato di Parabita, già conoscenze di coach Inguscio. Unico neo la perdurante assenza di un impianto adeguato a Matino: anche quest’anno la squadra è costretta ad allenarsi ed a giocare nella vicina Alezio grazie alla collaborazione con Biagio Primiceri, responsabile del “Volley Alezio”.

by -
0 2098

Asia Cogliandro

Alezio.  A soli 17 anni sogna già la seria A e la Nazionale di pallavolo. Trasferitasi in Piemonte proprio per inseguire il suo sogno “sotto rete”, Asia  Cogliandro milita da diversi anni nell’Asti Volley, in B1, nel ruolo di “centrale”. Pare proprio che la ragazza di Alezio abbia ereditato le doti dalla madre, Alessandra Toscano, che negli anni ‘90 è stata un punto di forza dell’“Olimpius Parabita” allora in serie B. «La serie A e la nazionale sono i miei sogni più ambiti – dice Asia – e spero  che un giorno potrò raggiungerli anche se dovrò allenarmi duramente». Nelle scorse stagioni, la giovane ha partecipato anche ad alcuni provini per le selezioni del team nazionale in vista dei campionati mondiali ed europei tra le “under 16”. «Se mi trovo qui – conclude Asia – non è solo merito mio, ma anche dei miei genitori che hanno sempre assecondato le mie scelte e mi hanno sostenuta». Oltre alla pallavolo, nel suo curriculum c’è anche una breve parentesi nell’atletica leggera: nel 2011 si è qualificata seconda nel campionato italiano di salto in alto mentre l’anno dopo ha condiviso a pari merito il primo posto sempre nella stessa disciplina, ma in ambito regionale. «Asia è una ragazza molto intraprendente e le auguro di arrivare molto in alto», afferma la madre.

NP

by -
0 1316

Matino. Parte bene la nuova avventura dell’Olimpius Parabita-Volley Matino con tre vittorie nelle prime tre gare disputate nel campionato di Seconda divisione maschile. Della squadra quest’anno, fanno parte molti nomi storici del gruppo “Volley Matino”, alcuni  dei quali hanno seguito l’allenatore Marcello Inguscio che lo scorso anno ha guidato il Casarano nel campionato di serie D. Presenti all’appello dunque Massimo Ozza e Simone Maggio, i due centrali originari di Ugento, i laterali Francesco Venuti e Giorgio Cavalera, il centrale Paolo Caroppo ed i palleggiatori Mattia Bruno, Andrea De Santis e Alberto Micaletto.

«Sono contento di poter contare sul loro apporto in ogni occasione», afferma Inguscio riferendosi alle “difficoltà” nel dover gestire i tre palleggiatori, tutti di ottimo livello. “Intoccabile” nel suo ruolo rimane, secondo l’allenatore, il libero Marco Gianfreda (di Taviano), anche lui vecchia conoscenza, così come Mattia De Vitis di Ruffano, arrivato tre anni fa a Matino come libero e trasformato da Inguscio in ala. A dare man forte ad un gruppo già ben assortito sono arrivati a stagione iniziata Vincenzo Petruccelli e Ugo Cortese, che ricoprono rispettivamente il ruolo di opposto e laterale. «Le società Olimpius Parabita e Volley Matino hanno grandi ambizioni e contiamo molto sul gruppo», conclude Inguscio.

  MAQ

by -
0 751

Foto di gruppo delle atlete dell’Olimpus Parabita

Parabita. Archiviata la retrocessione in serie D di volley femminile a conclusione della stagione agonistica 2010/2011, il club Volley Salento Olimpius Parabita guarda già al futuro. E nonostante la “sconfitta sportiva” del declassamento di categoria non fa drammi, proiettando il proprio impegno per la valorizzazione del suo vero tesoro, il settore giovanile.

Un settore che per due bienni ha conquistato il “Marchio di qualità”, il prestigioso riconoscimento che la Federazione italiana pallavolo assegna a livello nazionale in base al numero di tesserati, ai risultati ed alle qualifiche professionali delle società e dei loro tecnici.

«Siamo costantemente al lavoro – conferma Barbara Giaffreda, allenatrice del settore giovanile del sodalizio parabitano – con l’obiettivo di reclutare e soprattutto formare giovani atleti che facciano dello sport un diversivo sano e salutare e che li allontani dalle deviazioni giovanili. Nel contempo, diamo loro la prospettiva di poter affacciarsi nella prima squadra, favorendo l’esperienza sul campo, a livello sportivo come a livello personale di crescita».

La squadra parabitana allenata da Giuseppe Giaffreda ha subito la retrocessione all’ultimo punto della gara spareggio decisiva per la salvezza contro il Putignano, ma ha dimostrato di avere una buona intelaiatura sulla quale costruire la nuova avventura in serie D.

In prima squadra per il prossimo anno verranno promosse le migliori atlete che in questa stagione hanno preso parte ai tornei giovanili di under 18, 16, 14 e 12, ovvero le più promettenti giocatrici di un vivaio che in totale coinvolge oltre cento ragazze (e ragazzi) selezionati nei vari centri giovanili promossi nell’ambito dei un’attività a livello scolastico avviato in collaborazione con le associazioni di paesi limitrofi.

DG

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...