Home Tags Posts tagged with "violenza"

violenza

Ospedale di Casarano

Racale – Come una catena interminabile e infrangibile anche oggi, Giornata  internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – Orange the World – i bollettini dei carabinieri della provincia registrano altri due episodi di maltrattamenti in famiglia finiti – per ora – con la donna in ospedale. Il primo a Racale: alle 4 circa i carabinieri della stazione locale sono andati in casa di Cosimo Corvaglia, 41 anni, cogliendolo sul fatto. L’uomo poco prima aveva aggredito con calci e pugni la convivente; le prime cure alla donna sono state prestate dal servizio “118”, prima di arrivare all’ospedale di Casarano. Prognosi medica di cinque giorni per “vari traumi contusivi al capo, al volto e al costato”, come si legge nel referto dei sanitari. Nel corso della perquisizione domiciliare, ad aggravare la situazione di Corvaglia, è spuntato dal garage un fucile da caccia marca Benelli con matricola abrasa e cinque cartucce per la stessa arma. L’arma è stata sequestrata, l’uomo è finito in carcere a Lecce per detenzione illegale di armi e munizioni e maltrattamenti in famiglia. Ha trovato riparo in una casa protetta del Sud Salento insieme alla figlia di 10 anni invece la moglie di Diber Nato, 44 anni, di nazionalità albanese. Ad intervenire nella casa di Soleto della coppia sono stati i militi che ieri sera sono stati allertati. Con il “118” la donna è stata trasportata all’ospedale di Galatina; riscontrate ferite guaribili in tre giorni. La donna ha raccontato di aggressioni verbali, percosse e minacce quasi quotidiane con una denuncia ufficiale. L’aggressore è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

LECCE – Ha vissuto un vero e proprio incubo la donna che circa tre settimane fa si è presentata, terrorizzata, negli uffici della Questura di Lecce per raccontare la sua storia. Una vera e propria escalation di violenza e minacce ad opera del compagno, irrefrenabile anche dinanzi ai figli minori. Dopo aver verificato fatti ed episodi, la donna è stata collocata in una struttura protetta insieme agli stessi figli. Ad arrestare l’uomo sono intervenuti, quest’oggi, gli agenti della Squadra mobile conducendo il violento nel carcere di Borgo San Nicola. A rendere non più tollerabile la convivenza sono state le tante privazioni, anche su beni di prima necessità, e i gesti violenti commessi quotidianamente e senza scrupolo anche davanti agli occhi dei figli. Gli stessi minori venivano, inoltre, continuamente presi di mira dall’uomo con ingiurie e vessazioni.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...