Home Tags Posts tagged with "villaggio del fanciullo"

villaggio del fanciullo

by -
0 1211

Gallipoli – L’ex Villaggio del fanciullo è destinato, almeno per ora, a restare tale, cioè un immobile storico in una posizione invidiabile sul lungomare Galileo Galiei, semivuoto, tranne gli uffici del Centro per l’impiego ed un paio di famiglie di senza casa che lì hanno trovato riparo. Il Comune ha preso atto l’11 settembre scorso che anche il secondo tentativo di vendere la struttura, in parte malmessa, è andato a vuoto. La prima si era conclusa negativamente nel maggio scorso; la seconda il 22 agosto, giorno della scadenza per la presentazione di eventuali offerte da parte di imprenditori e società; il 24 la commissione ne ha preso atto. Aste deserte, insomma, senza alcun partecipante per una risorsa la cui vendita figura nel bilancio comunale in corso con la previsione di una cospicua somma in entrata.

Cosa accadrà adesso? Non essendo mutata la volontà dell’Amministrazione comunale, gli uffici procederanno come previsto dalle leggi in materia, cioè con il metodo della trattativa privata, come previsto del restonella determinazione dirigenziale del 10 aprile scorso.

Sara Vita Felline

I Malfattori

MATINODivertimento e solidarietà per la serata organizzata domenica 23 luglio,alle 21, presso il Villaggio del fanciullo di Matino. Anspi e Triacorda propongono il cabaret dei Malfattori e altre sorprese, tra le quali la prevista partecipazione del talento di casa Sara Vita Felline, per sostenere l’ospedale pediatrico del Salento. “Insieme per regalare un sorriso” è il titolo della manifestazione. Il biglietto (tre euro in prevendita, quattro all’ingresso) comprende il posto a sedere durante lo spettacolo e la partecipazione all’estrazione dei premi messi in palio grazie alla disponibilità di alcuni sponsor.   

MATINO. Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro “Scuola, famiglia, territorio: un’alleanza vincente”. Nel titolo l’essenza del progetto che è quella, come affermato dal professor Cosimo Mudoni, “di dare ai nostri bambini tutte le opportunità di cui hanno bisogno per la formazione integrale della loro personalità”. Due anni fa nasceva il progetto “A scuola di emozioni”, concretizzatosi in poco tempo attraverso un protocollo d’intesa tra l’Istituto comprensivo diretto da Giovanna Marchio e le associazioni “Villaggio del fanciullo” e “Autori matinesi” presiedute rispettivamente da don Primaldo Gioffreda, animatore dell’iniziativa, e Mudoni. Oggi quell’idea supporta buona parte delle attività scolastiche attraverso il lavoro di insegnanti e volontari che hanno aderito, in maniera gratuita al progetto, coordinati dalla psicologa Luana Rizzo e dallo stesso Mudoni.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 560

partita della pace nel mondo2MATINO. “Villaggio del fanciullo maturi” contro “Africa united” è stata “La partita della “Partita della pace nel mondo” organizzata per portare un messaggio di pace e condivisione e per dimostrare che si può essere fratelli con lingue e fedi diverse. Di competitivo, in verità, c’è stato molto poco. Ad organizzare l’incontro Gianfranco Quintana per l’oratorio Villaggio del Fanciullo e Antonio Perrone per la cooperativa sociale “Polvere di stelle”. ha vinto l’Africa united ma c’è già aria di rivincita.

villaggio del fanciullo - matinoDon Primaldo Gioffreda - matino  (2)MATINO. Nuovo finanziamento per il Villaggio del Fanciullo in arrivo dalla Regione Puglia. L’oratorio della parrocchia San Giorgio martire (nella foto don Primaldo Gioffreda) risulta, infatti, tra i vincitori (al 13º posto su 77 domande ammesse) del bando promosso nel 2013 dall’Ente regionale relativo al sostegno agli oratori parrocchiali per i comuni con popolazione inferiore a 15 mila abitanti. Il progetto, redatto dall’architetto Massimo Rizzo, ammonta a circa 68mila euro, di cui 50mila finanziati dalla Regione e la restante parte a carico dell’ente beneficiario e interesserà, così come previsto dal bando, l’adeguamento alle norme di sicurezza, l’eliminazione delle barriere architettoniche e gli ampliamenti. In particolare la struttura sarà dotata di un ascensore per accedere al piano superiore.
Finanziato anche, per  48mila 750 euro il progetto d’intervento presentato dalla parrocchia San Martino di Tours di Taviano, mentre sono stati ammessi, ma non finanziati, i progetti dell’associazione Ausiliatrice di Taurisano, della parrocchia Santa Maria delle Grazie di Sannicola e di un altro oratorio matinese  il circolo Anspi “B.M. Teresa di Calcutta della parrocchia Sacro Cuore.

L'inagurazione con il vescovo Filograna

L’inagurazione con il vescovo Filograna

MATINO. Non poteva mancare nel progetto “Villaggio” e, infatti, è arrivato. Si chiama “La voce del Villaggio del fanciullo” ed è un periodico d’informazione della parrocchia San Giorgio. Nella quattro facciate del primo numero si parla di progetti, obiettivi, bilanci e auguri. «Il nostro impegno nasce dalla volontà di accompagnare le nuove generazioni nel loro cammino di vita e di fede utilizzando, in modo critico e intelligente, le nuove tecnologie trasformandole in opportunità e sostenendo le famiglie che chiedono aiuto e consiglio» così, don Primaldo Gioffreda parroco della parrocchia e responsabile del progetto, riassume l’attività del centro, coordinato da Cosimo Mudoni, costituitosi nel 2012 come sezione territoriale dell’Anspi.

Il Villaggio come centro di aggregazione si pone quindi a fianco delle famiglie, ma anche a sostegno dell’istituzione scolastico. Caposaldo di tutte le attività promosse è il concetto del laboratorio, il Villaggio diventa così una fucina creativa nella quale si insegna attraverso il fare e attraverso cui si sviluppano le capacità espressive e cognitive dei ragazzi. Lo spiega meglio, attraverso le pagine del periodico, la specialista Luana Rizzo che opera nel centro: «È dimostrato che i bambini privati nei primi anni di vita delle possibilità di avere interazione con i coetanei e con gli adulti subiscono un ritardo nello sviluppo psico-motorio». Sono cinque i settori già sviluppati: sport, in particolare calcetto, per i bambini dai sei ai 13 anni; musica, con lezioni di batteria, chitarra, pianoforte e strumenti a fiato; manualità, con lezioni di creatività e taglio e cucito; intarsio, su legno e la recitazione teatrale.

A rendere possibile tutto ciò è la dedizione di numerosi volontari e delle insegnanti che operano per i giovani del “Fanciullo”: Stefania De Matteis, Roberta Giuri, Luana Rizzo, Alessandra Romano e Lucia Romano. Nei mesi scorsi la struttura, in occasione della Festa del Villaggio, è stata visitata anche da don Gino Ruperto, vicario generale della diocesi Nardò-Gallipoli, e dal vescovo Fernando Filograna il quale ha giudicato il progetto come “centro d’eccellenza per l’intera comunità”.

MATINO. Doppio trofeo per la squadra del “Sacro Cuore” nell’ottavo torneo interparrocchiale, durante il quale è stato dedicato un minuto di silenzio a Salvatore Vignacastrisi e Erika Delle Castelle, due giovani prematuramente scomparsi.
La squadra ha vinto sull’erbetta del “Villaggio del Fanciullo” nelle categorie “Adulti” e “Primavera” (nella foto sopra), seguita dalle parrocchie “San Giorgio” e “Santa Famiglia” (vincitrice nel 2013). Un titolo che torna dopo cinque anni e che lascia al secondo posto la squadra “di casa”, ovvero la parrocchia “San Giorgio” che non è ancora riuscita a vincere.
Non solo trofei per il Sacro Cuore che in questa ottava edizione ha stravinto conquistando anche i titoli di miglior capocannoniere e miglior portiere: per la categoria “Primavera” sono rispettivamente Paolo Romano e Riccardo De Luca, mentre per la categoria “adulti” Mattia Marsano e Paolo De Blasi.

by -
0 59

Villaggio del Fanciullo – Matino

MATINO. L’oratorio Anspi “Villaggio del Fanciullo”organizza per domenica 25 maggio un torneo di ping-pong.  Due sono le categorie in gara: “Ragazzi” per i nati dal 1997 al 2000 e “Senior” per i nati fino al ’96. Il torneo, alla sua prima edizione, si svolgerà presso la struttura del “Villaggio del Fanciullo” a Matino. Le iscrizioni possono essere effettuate entro il 23 maggio (quota 2 euro) contattando Rosario Romano al numero 3400722378 oppure scrivendo a rosarioromano88@virgilio.it.

 

by -
0 1315

I lavori all’area fatiscente dell’edificio

Matino. Continua a crescere il “Villaggio del fanciullo”. Nelle scorse settimane, infatti, si è dato via alla ricostruzione del padiglione laterale dell’edificio che, per le condizioni fatiscenti in cui versava, venne completamente demolito durante i lavori di ristrutturazione che hanno interessato la struttura circa cinque anni fa.

Nel progetto di costruzione della nuova ala è prevista l’installazione di un ascensore per lo spostamento dei soggetti con disabilità ed il collegamento con le aule del primo piano.

Si è giunti dunque quasi alla fine di un lungo percorso voluto, con impegno e fatica da don Primaldo Gioffreda che ormai da circa dieci anni guida la comunità della parrocchia San Giorgio. Sin dal suo insediamento, il parroco ha, infatti, ben compreso l’utilità e le potenzialità del Villaggio del Fanciullo (sito sulla parte alta di Matino, nelle vicinanze del canale “Universo”) tanto da volerlo riportare alla sua funzione originaria, quella per la quale era stato costruito intorno agli anni ’60.

Buona parte del suo progetto è già stata realizzata. L’oratorio circolo Anspi “Villaggio del fanciullo” è entrato in funzione già nella scorsa estate con i campus estivi ed oggi ospita circa 120 ragazzi, impegnati in varie attività a carattere didattico e ricreativo tra le quali i laboratori d’inglese, musica, ricamo e decoupage mentre prossimamente verrà avviata anche la scuola calcio per i ragazzi dai 6 ai 15 anni.

«Tutte le attività sono gestite da volontari. Il loro supporto – sottolinea Don Primaldo – è fondamentale sia per quanto riguarda l’esecuzione dei lavori, sia per i laboratori dedicati ai ragazzi».

Oltre all’ultimazione dell’edificio con la costruzione della nuova area, si provvederà presto anche all’installazione dell’erbetta sul campo antistante l’edificio, ma il futuro per il centro sembra essere in continuo cambiamento: «Insieme alle persone che mi sono vicino – conclude Don Primaldo- vorremmo trasformare questo centro in uno struttura socio-assistenziale dedicata ai minori, producendo, così, oltre ad una funzione sociale anche diverse opportunità di lavoro di cui c’è molto bisogno».

Maria A. Quintana

by -
0 1100

La pastorale a Matino

Matino. Dopo il successo della prima edizione di “Aria di Natale – ricordando un angelo” organizzato presso la chiesa di San Giorgio dall’associazione “Arco della pietà” e dal “Concerto bandistico San Giorgio”, diretto da Francesca Felline, per ricordare il giovane Giovanni Anastasia, prematuramente scomparso in un incidente stradale sulla strada Provinciale per Taviano, tante sono le iniziative natalizie a Matino che coinvolgono diverse associazioni cittadine.

Lo stesso concerto “San Giorgio”, in collaborazione con il circolo musicale “V. Papadia”, partecipa alla “Pastorale della solidarietà” (chiude il 24) organizzata dal circolo Anspi “Villaggio del Fanciullo”. Il presidente del circolo, don Primaldo Gioffreda e il vicepresidente, Piero Romano, hanno pensato ai più bisognosi, raccogliendo beni alimentari che verranno offerti alle famiglie della parrocchia San Giorgio.

Inaugurato anche “Matinfiera” a cui hanno preso parte diverse associazioni, tra cui “Novass”, “Villaggio del Fanciullo”, “Amici di Nico” e tante altre: il mercatino solidale di via Piave, organizzato dal Comune, si concluderà il 23.

Dopo il Natale, l’associazione “Fratres” allestirà una “Megatombolata”, il 29 dicembre presso l’ex “Ecoerbe” a partire dalle 20. Il giorno seguente il “Comitato festa San Giorgio” animerà piazza Municipio con la “Notte Magica”: si potrà tentare la fortuna con la lotteria e divertirsi tra zampognari, maghi, artisti di strada, “pittule” e buon vino.

Il primo gennaio, ritorna il tradizionale concerto di Capodanno, alle 20 presso la chiesa San Giorgio, con l’orchestra del circolo musicale “V. Papadia”, diretta dal maestro Sergio Carluccio. Prima di chiudere le feste con l’Epifania, altri due appuntamenti: il 5 gennaio il gruppo teatrale “I giullari del Marchese” ripropone la commedia in vernacolo matinese “Per Amore – Dramma amoroso moderno”, a partire dalle 20 presso il Villaggio del Fanciullo. Sempre al Villaggio la “Befana per le famiglie” che il giorno seguente, alle 19, accoglierà bambini e genitori per salutare le feste e divertirsi insieme giocando a tombola.

Per tutto il periodo, infine,  presso la sede del Comitato festa, in via Roma, si può ammirare il presepe in stile napoletano.

Maria Antonietta Quintana

by -
0 993

L'educazione stradale per i più piccoli

Matino. Non poteva che essere una grande festa quella organizzata in occasione dell’inaugurazione del Villaggio del fanciullo, la struttura appena rimessa a nuovo dopo decenni di abbandono. Sono stati in tanti i matinesi che non hanno voluto perdere la  serata insieme ai circa cento  ragazzi che hanno partecipato ai due mesi di campus estivo, organizzato dalla parrocchia San Giorgio.

La serata è iniziata con la benedizione della statua della Madonna posta all’entrata del Villaggio. A celebrare il rito don Gino, parroco di Chiesanuova, paese d’origine di don Primaldo Gioffreda che ormai da circa dieci anni guida la comunità della parrocchia San Giorgio.

Subito dopo recite, canti e balli nel campo esterno preparate dai due gruppi che in questi mesi hanno animato il villaggio, ovvero i bambini dai 6 agli 8 anni e i ragazzi dai 9 agli 11. I primi hanno proposto il tema dei colori mentre i secondi hanno presentato il tema dell’educazione stradale. Per tutti loro un’estate da ricordere anche per la partecipazione ai vari laboratori di decoupage, pittura su stoffa, tamburello e pizzica con  gli oggetti realizzati messi in vendita per raccogliere fondi destinati al completamento del Villaggio stesso.

Quasi un lavoro a tempo pieno per i piccoli, che non sarebbe stato possibile realizzare, senza l’aiuto dei volontari che più volte Don Primaldo ha voluto ringraziare. «È anche per merito di tutti i volontari che mi hanno sostenuto in tutti questi anni se oggi siamo qui seguendo l’economia della formica, risaprmiando pian piano per rimettere in piedi il nostro Villaggio», ha affermato il parroco. Alla struttura, in realtà,  manca ancora un pezzo, ovvero la parte sinistra dell’edificio che non è stata ancora ristrutturata e per il cui completamento  occorrono circa 50mila.

Al termine dell’estate don Primaldo non ha, però, intenzione di chiudere le porte della rinata struttura, divenuta in breve tempo già centro di riferimento per tanti. «Quello che vorrei fare attraverso l’aiuto anche delle istituzioni – ha spiegato il parroco- è accogliere i giovani che a livello scolastico o sociale presentano qualche difficoltà, offrendo il servizio del doposcuola gratuito, oppure insegnando loro attività manuali, accrescendo e sfruttando le doti innate di ciascun ragazzo».

Maria Antonietta Quintana

by -
0 2128

Matino. Ci sono voluti circa cinque anni per rimettere in sesto ciò che rimaneva dell’ormai “vecchio” Villaggio del fanciullo, la struttura che sorge sulla zona alta di Matino nelle vicinanze del canale “Universo”.

Da quando è arrivato a Matino, quasi dieci anni fa, don Primaldo Gioffreda, parroco della parrocchia di San Giorgio, ha iniziato a lavorare proprio per ridare al paese il suo villaggio.

«È stata un’impresa fare tutto da soli, ma ci siamo riusciti» afferma con soddisfazione il parroco, che proprio da queste pagine, circa un anno fa aveva lanciato un appello per chiedere sostegno economico a quanti, come lui, credevano nella possibilità di recuperare la struttura che risale agli anni ’60 e che è stata utilizzata quale centro di ritrovo per i giovani, come sede di PaeseRadio e centro di accoglienza.

Quell’appello è stato ascoltato e oggi, grazie anche a coloro che hanno contribuito con piccole o grandi offerte, il Villaggio del fanciullo è ormai recuperato.

L’opera è stata, infatti, realizzata grazie ai fondi della parrocchia, alle offerte e ad un finanziamento regionale di 104mila euro, per una spesa complessiva che fino ad ora ammonta a circa 200mila euro. Il progetto di restauro è stato redatto dagli architetti Massimo Rizzo, Gabriella Serrangeli e Giorgio Romano, che hanno puntato sul recupero della struttura già esistente. I primi lavori, infatti, hanno interessato la sala centrale su cui è stato necessario intervenire con urgenza, per evitarne la demolizione. Successivamente è stato realizzato il campetto esterno, i servizi, le docce, i vari impianti e le tre aule. Resta ancora da ricostruire una delle torri laterali che è stato necessario demolire, perché eccessivamente danneggiata da anni di abbandono.

Di recente la struttura ha ospitato un campus estivo con oltre 100 ragazzi impegnati in attività ricreative.

Maria Antonietta Quintana

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...