Home Tags Posts tagged with "vanini casarano"

vanini casarano

by -
0 1798

CASARANO. Musica e teatro per il primo giorno da “liceali”. Questa l’accoglienza riservata dal “Vanini” ai ragazzi iscritti alle classi del primo anno nel primo giorno di scuola. Nell’auditorium della sede centrale di via Reno, al saluto della dirigente Maria Grazia Attanasi ha fatto seguito l’esecuzione di alcuni brani musicali a cura della gruppo musicale del liceo (per il “Vanini music welcome”) e l’intervento di Francesco Piccolo della Compagnia teatrale “La Busacca”.

by -
0 2331

Casarano – “Quando ho ricevuto la notizia del conferimento del premio nazionale  “Donna dell’Anno 2017” ho provato grande sorpresa e stupore.  Ho appreso in seguito che il premio è stato istituito nel 2006 con lo scopo di segnalare quelle personalità salentine che, con il loro impegno, hanno recato lustro e prestigio al nostro territorio. E’ stato, perciò, un grande onore per me essere menzionata quale rappresentante dell’universo femminile poiché, ancora oggi, si lotta per la piena affermazione   delle donne, per il loro ruolo sociale e professionale”: è il primo commento della professoressa Maria Grazia Attanasi, dirigente del liceo scientifico e linguistico “Vanini” di Casarano. “Ancora più lusingata – prosegue la dirigente – per il fatto che il premio è sostenuto da numerosi comuni salentini, tra i quali Andrano, Castro, Copertino, Cutrofiano, Melendugno, Monteroni di Lecce, Nardò, Parabita, Porto Cesareo, Sanarica, Squinzano, Taviano, Tuglie, Veglie”.

Emozionata è in effetti apparsa la premiata durante la cerimonia svoltasi a Taviano dove la dirigente ha ricevuto il  riconoscimento dalle mani del Sindaco, Giuseppe Tanisi, alla presenza di numerosi amici, docenti, studenti del “Vanini”; gli attori della compagnia “La Busacca” di Casarano hanno nell’occasione messo in scena la “Mandragola” di Machiavelli.

“Ho ascoltato con  attenzione la motivazione al premio che ha colto i molteplici aspetti del delicato ruolo del dirigente scolastico. In ogni parola – sottolinea la professoressa Attanasi – ho riconosciuto la fatica e la passione di molti colleghi e colleghe con i quali condivido giornalmente ansie e responsabilità”. Un lavoro corale e quindi un merito corale?  “Certo – risponde la dirigente – John Donne scriveva che nessun uomo è un’isola, completa in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto. Ecco perché il riconoscimento va esteso a tutti coloro che lavorano, collaborano, interagiscono  con il ‘Vanini’ di Casarano. Se esso è oggi  è presidio di educazione, formazione  e crescita dei giovani, è dovuto al lavoro corale e all’esercizio democratico di condivisione e collegialità. Penso all’infaticabile lavoro dei miei diretti collaboratori, allo staff della dirigenza, ai coordinatori di dipartimento, di classe, a tutti i docenti, ai genitori, al personale di segreteria. Una comunità di pratiche che si riconosce – conclude la dirigente – in un’unica visione e missione e condivide obiettivi comuni realizzando progetti  di grande valore educativo e sociale”.

Casarano 1.indd

Da sinistra Lorenzo Viva, Stefano Murrieri, Marco Primiceri e Davide Schito. Sotto Aurora Legittimo

aurora legittimo a destra con francesca legittimo CASARANO. L’eccellenza e di casa al “Vanini”. In attesa che l’alunna della II B Aurora Legittimo partecipi, il 18 marzo a Firenze, alle finali delle Olimpiadi di Italiano, nella categoria Junior, lo scorso 19 febbraio, Lorenzo Viva (di Ruffano), Stefano Murrieri (di Melissano), Marco Primiceri (di Casarano), Fracesca Saveria Rossetti (di Ugento) e Davide Schito (di Casarano), coordinati dal professore Luigi Moretti, hanno preso parte alla 15ª edizione del Gran premio di Matematica applicata, nella sede dell’Università cattolica del Sacro Cuore.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

giornatamemoriaCASARANO. Letture, dibattiti e laboratori teatrali per commemorare le vittime dell’Olocausto e riflettere con consapevolezza su quello che è avvenuto poco più di 70 anni fa. Tante anche quest’anno le iniziative promosse dagli Istituti superiori di Casarano per celebrare il Giorno della Memoria. Martedì 26 gennaio alle ore 9:30 presso l’Auditorium del Liceo Scientifico G. C. Vanini si svolgerà “La Giornata della Memoria” – Readings e Musica del gruppo musicale” Vanini Ensemble” messa a punto dal Vanini Café, il progetto che vede un gruppo di ragazzi appassionati alla lettura riunirsi ogni mercoledì pomeriggio per leggere e commentare diversi libri e per approfondire l’epoca storica in cui è ambientato il romanzo. Ospite d’onore dell’evento di martedì sarà la scrittrice milanese Elena Rausa che per l’occasione presenterà il suo libro “Marta nella corrente”, una storia che, sullo sfondo della Milano degli anni Ottanta, mette in risalto la sofferenza dei sopravvissuti che in tutti gli anni della loro vita si sono portati nel cuore la tragedia della Shoah. Nell’incontro la scrittrice Elena Rausa racconterà come nasce il suo romanzo e proporrà dei brani accompagnati dalla musica del gruppo del Vanini.

L’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Meucci” organizza un’iniziativa dal titolo “La Giornata dell’ Eccellenza e della Memoria-Testimoniare la dignità, testimoniare la vita”, in programma per martedì 26 febbraio (ore 9:00) presso l’Aula Magna dell’Istituto, sita in Via Pendino. Oltre agli interventi dei relatori, che si soffermeranno su alcuni aspetti relativi alle deportazioni di civili e militari italiani all’interno dei lager nazi-fascisti dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 e sul destino di molti ebrei scampati alla Shoah, il programma prevede la premiazione degli studenti del “Meucci” che si sono distinti nel corso del precedente anno scolastico.

DSC03758Hanno scoperto come è bello e utile fare delle esperienze, ognuno per proprio conto, nel campo della natura, degli equilibri da preservare, degli sprechi da abolire, poi incontrarsi e scambiarsi suggerimenti e correttivi. I liceali del “Galilei” di Nardò e i loro compagni del “Vanini” di Casarano hanno fatto questo, incontrandosi in redazione dopo aver letto gli uni degli altri sul giornale.
Come ridurre la circolazione delle bottigliette di plastica a scuola; in che modo contribuire a contenere il buco dell’ozono, attuando una campagna di risparmio energetico aula per aula, corridoio per corridoio; come togliere di mezzo gli insetticidi (che costano oltre tutto) e tenere lontane le zanzare con “Bat box”, casette per pipistrelli. Loro lo sanno fare, con il sostegno di docenti e di tecnici esterni alla scuola. E i risultati, economici e ambientali, non sono certo mancati.

by -
0 1817

vanini-insidemaria grazia attanasi - preside vaniniCASARANO. Liceo scientifico sempre più “social” con il progetto “Vanini inside”. Grazie all’impegno di alcuni studenti del quinto anno, ed al progetto di alternanza scuola-lavoro svolto in collaborazione con l’agenzia “Japigia servizi internet” e con la supervisione del professor Agostino Giovanni Margari, la scuola diretta da Maria Grazia Attanasi è sempre più “in rete”. Il gruppo Facebook “Vanini inside” è stato creato per coinvolgere e rendere più partecipi alle attività scolastiche ed extrascolastiche, studenti, docenti e genitori: sul gruppo verranno “postate” non solo informazioni, iniziative, circolari ed avvisi, ma anche notizie curiose e video d’attualità. Ma per rendere le comunicazioni più veloci e capillari c’è anche un account su Twitter. La gestione dei social è affidata a Giulia Garofalo, Martina Primiceri, Francesco Bono, Alberto Manni, Maurizio Olivares, Manuel Leopizzi, Simone Malagnino, Alberto Pisanello, Raffaella Mattiello, Emanuele Sabato, Simona Bortone, Giorgia Milone, Eleonora De Marco, Maria Vittoria Franza, Martina Giaccari, Desirèe Massaro, Michela Mauro, Roberta Reho, Francesca Romano, Alessio Troisio, Giorgia Vincenti, Lorenzo Mangione Aurora Rizzo e Antonio Toma.

liceo vanini 28.11.2015liceo vanini colletta alimentare 28.11.15CASARANO. Educazione stradale, clownterapia, collette alimentari, sensibilizzazione alla donazione di organi, incontri con personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo. Questo il menù dei recenti appuntamenti promossi dal liceo scientifico “Vanini” diretto da Maria Grazia Attanasi. Dopo l’apertura del “Vanini cafè” con Piero Dorfles (il 5 novembre), il 16 novembre, c’è stato un momento di sensibilizzazione sulla donazione degli organi, con il medico Giancarlo Negro, nel corso del quale si sono registrate moltissime adesioni. Il 26 novembre, Nabil Salameh, voce e leader dei Radiodervish, ha incontrato gli studenti, in un appuntamento organizzato dal “Vanini” e dal Liceo Docet, per un momento di riflessione sulla strage di Parigi, ma non solo. Infine, il 28 novembre, si è svolta un’assemblea d’istituto decisamente sui generis.

«Durante la prima assemblea d’istituto, abbiamo dimostrato – dicono i rappresentati di istituto – come si possano organizzare giornate volte alla condivisione, all’impegno e al divertimento in una simbiosi armonica. Un “Vanini” propositivo, aperto e solidale che ci ha fatto davvero sentire componenti di una stessa comunità. Ringraziamo tutti gli alunni per la partecipazione e il supporto, “La squadra del sorriso” per aver lanciato un messaggio di solidarietà attraverso il sorriso e il gioco, l’associazione onlus “L’Albatro” per aver condiviso con noi le proprie esperienze e i propri sogni, la protezione civile “Angels” di Matino per aver tenuto un corso di educazione stradale e primo soccorso, i professori che ci hanno coadiuvato nella colletta alimentare fuori dalla scuola e i professori che si sono impegnati durante la giornata. Un ringraziamento anche a TelloDj per aver riempito la mattinata con la sua musica. Questo è solo l’inizio».

20760CASARANO. Appuntamento d’autore questo pomeriggio al Liceo scientifico “Vanini” di Casarano. Nell’auditorium dell’istituto diretto da Maria Grazia Attanasi alle 16,30 sarà presente il giornalista e critico letterario Piero Dorfles (foto). Sua la cura di diversi programmi radiofonici e televisivi tra i quali “Per un pugno di libri” su Rai 3, del quale è anche co-conduttore.

by -
0 1754

marco stefanelliSono soddisfatto della mia esperienza generale a scuola, sia in termini di opportunità offertemi che in termini di conoscenze (e fantomatiche competenze) acquisite, al di là ovviamente del fattore umano che non è mancato e del quale non posso assolutamente lamentarmi. Sono ancora emozionato per il mio risultato che, modestia a parte, io (e forse solo io) non davo assolutamente per scontato. Ora frequenterò Fisica all’Università del Salento, con l’obiettivo di prendere il dottorato di ricerca in Fisica delle relazioni fondamentali e con la speranza, un giorno, di diventare un ricercatore presso un istituto di ricerca di un certo spessore, ad esempio il CERN (che ho avuto la fortuna di visitare pochi mesi fa grazie ad un’iniziativa congiunta dell’Unisalento e del Vanini) e non nascondo che nel cassetto, tra i vari sogni, c’è anche un bel Nobel per la Fisica. Rimettendo per un attimo i piedi per terra, però, credo che per i prossimi mesi mi limiterò semplicemente a godermi un po’ di (spero meritato) riposo.

liceo scientifico vaninimaria grazia attanasi - preside vaniniCASARANO. La sicurezza è di casa al Liceo scientifico “Giulio Cesare Vanini”. La giuria del 13ª edizione del concorso “Primi in sicurezza”, intitolato “Tutti in Rap (Ridurre anzi prevenire”, promosso da Anmil e dal mensile “Okay!”, ha selezionato la classe III F del “Vanini” tra i premiati. «Desideriamo sottolineare – fanno sapere gli organizzatori – l’importanza ed il significato di questo riconoscimento ritenuto a livello nazionale tra i più prestigiosi ed autorevoli sul tema della prevenzione del drammatico fenomeno degli incidenti sui luoghi di lavoro. I premi sono stati attribuiti da una giuria di esperti sulla base di un’attenta valutazione di migliaia di elaborati tra i quali si sono distinti i 12 selezionati per aver rispettato il tema per originalità, per contenuto, per significato didattico ed anche per le modalità complessive di presentazione».

Alla cerimonia del 4 giugno, alle 10.30, nella prestigiosa cornice della sala della comunicazione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, partecipano anche il presidente nazionale Anmil Franco Bettoni e il sottosegretario di Stato Gabriele Toccafondi. Solo quattro gli istituti premiati nella sezione dedicata alla scuola secondaria di secondo grado, due laziali (Cassino e Roma) e due pugliesi. Tra questi (con Sava) c’è il liceo casaranese, i cui alunni hanno realizzato una video-testimonianza dal titolo “Lavoro come libertà”. Intanto Marina Mazzeo si è classificata al terzo posto della fase regionale dei  Giochi della Chimica e Giorgia Parrotta al 14° posto nella fase regionale delle Olimpiadi di Scienze naturali. Entrambe le ragazze sono della quinta F.

Nabil Salameh con la dirigente dello scientifico Maria Grazia Attanasi e Lucia Saracino, responsabile del Liceo docet

CASARANO. Una borsa di studio per promuovere il dialogo tra i popoli. A lanciare l’iniziativa è stato il Liceo Docet a seguito dell’incontro con il leader dei Radiodervish, Nabil Salameh, tenutosi il 5 marzo nell’aula magna del “Vanini” e organizzato dal Docet e dal Liceo scientifico, presieduti rispettivamente da Lucia Saracino e Maria Grazia Attanasi. Il Liceo Docet, in collaborazione con la cattedra di Diritti umani dell’Università del Salento e con il Liceo scientifico, ha messo a disposizione tre borse di studio per gli studenti del “Vanini” e degli istituti comprensivi che, avendo partecipato all’incontro, produrranno un elaborato sulle tematiche affrontate da Nabil. A consegnare le borse di studio sarà lo stesso artista palestinese in un successivo appuntamento.
Nabil ha portato la sua personale testimonianza in un evento dal titolo “Stay human”, motto con il quale il giornalista pacifista Vittorio Arrigoni terminava i suoi articoli, nonché titolo di una canzone dei Radiodervish. «Stay human – spiega Nabil – è una sfida per gli uomini a rimanere umani, nonostante le condizioni dell’occupazione palestinese e di tutte le occupazioni».

vanini progetto lions sicurezza stradaleCASARANO. Con l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi ad assumere i giusti comportamenti alla guida dei propri veicoli, il “Leo club Casarano”, con il presidente Lorenzo De Marco ed il socio Giuseppe Cataldi (di Matino), in collaborazione con i “Lions” di Casarano ha organizzato un progetto rivolto agli studenti del liceo scientifico linguistico “Giulio Cesare Vanini”, al quale hanno partecipato prevalentemente le classi seconde e quarte. Il dibattito sul sempre più attuale argomento della sicurezza stradale, tenutosi mercoledì 18 febbraio presso l’istituto diretto dalla professoressa Maria Grazia Attanasi, si è poi concluso con un simpatico concorso fotografico con il quale i partecipanti sono stati invitati a pubblicare il proprio “selfie” a tema su facebook contraddistinto dall’hastag #VaniniSafetySelfie.

A ricevere il maggior numero di “mi piace”, e di conseguenza a vincere il concorso, sono state Irene Peluso di Ugento e Michela Mauro di Taviano (da sinistra nella foto). Il mercoledì successivo, le due studentesse della IV M hanno ricevuto in premio un voucher per un corso di guida sicura durante il convegno “Progetto Martina”, sempre presso il “Vanini”, nel  quale si è parlato della sensibilizzazione alla lotta e alla prevenzione dei tumori, con la presenza del dottor Massimo Gravante e del dottor Roberto Lupo, rispettivamente dermatologo e ginecologo.

SONY DSCmaria grazia attanasi - preside vaniniCASARANO. È stato il campione europeo di salto triplo Daniele Greco (di Galatone) ad inaugurare i nuovi impianti sportivi del liceo scientifico linguistico “Vanini” durante l’ultimo degli “open day” proposti dall’istituto diretto dalla professoressa Maria Grazia Attanasi (foto). Fiore all’occhiello dell’intero progetto di efficientamento energetico dell’intera struttura di via Reno, i nuovi impianti consistono in una pista di atletica a quattro corsie lunga, in una pedana per i salti in estensione, una per il getto del peso e una per il salto in alto, e in un campo di calcetto in erba sintetica dotato di impianto di illuminazione.
Al taglio del nastro presenti anche l’ingegner Luigi Antonio Contaldi e l’architetto Marco Lazzari (i due progettisti), il vice-presidente della Regione Loredana Capone, il presidente della Provincia Antonio Gabellone e il vice-sindaco Adamo Fracasso, il presidente provinciale Fidal Sergio Perchia ed il dirigente del settore Patrimonio della Provincia Rocco Merico.

L’intero complesso sportivo è dedicato a Gianfranco Frascaro, primo professore di Educazione fisica del liceo, scomparso alcuni anni fa. Le nuove strutture dedicate all’atletica del liceo casaranese rappresentano un’assoluta novità nel panorama provinciale. Ad eccezione della sola Lecce, infatti, vi è la completa assenza di simili impianti sportivi e questo ha portato la Federazione di Atletica provinciale ed il liceo ad istituire un protocollo di intesa che permetterà alle società sportive giovanili di poter usufruire degli impianti del liceo. «Vedere realizzato un progetto simile – ammette Raimondo Orsini (di Matino), professore di educazione fisica del “Vanini”, allenatore di Greco e responsabile tecnico della federazione – è motivo di grande soddisfazione. Non escludiamo l’uso dei nuovi impianti anche per l’organizzazione di eventi sportivi per il sud Salento e, con ogni probabilità, anche Daniele si allenerà qui, durante la sua riabilitazione».

by -
0 1361

liceo venini nuovo campoCASARANO. Il liceo scientifico “Vanini” di Casarano, diretto da Maria Grazia Attanasi, apre le porte ai ragazzi delle scuole medie, e ai loro genitori, in occasione degli open days previsti nel progetto di orientamento “Sopra…la…media”. Il primo incotro domenica 11 gennaio, quando professori e alunni hanno accolto circa 200 visitatori, i quali sono stati informati delle iniziative in programma e e hanno visto le strutture e i laboratori del liceo. Quello andato in scena, però, è stato una sorta di anticipazione dell’altro open day, che si terrà il 20 gennaio a partire dalle ore 16. Il ricco programma dell’evento permetterà la partecipazione ai laboratori curati dai vari docenti: “Fisica…mente” (con Antonio Santoro), “Matematica…mente”(Giuseppe Isernia), “L’informatica in un click” (Francesco Spagnolo), “Approccio al latino con il metodo natura” (Claudia Costantino), “Do you speak English? Laboratorio di lingua inglese” (Vincenzo Sammarco e Michele Resta), “Moi, j’adore…Laboratorio di lingua francese” (Dominique Mazzotta), “Bis später! Laboratorio di lingua tedesca” (Annalisa Santantonio e Claudia Litti), “Buenos días… Laboratorio di lingua spagnola” (Annalisa Aspriello e Gascon Gonzalo Diana), “Il Vanini e i nuovi impianti sportivi: Gioca con noi!” (Tommaso Toma, Raimondo Orsini, Giuseppe Fattizzo, Antonella Orlando, Anna Maria Quintana).
Proprio i nuovi impianti sportivi (foto) saranno poi ufficialmente inaugurati l’8 febbraio alle ore 10, nel terzo open day durante il quale, oltre alle consuete visite, si svolgeranno tornei, gare a squadre e individuali.

CASARANO. La tragedia parigina dell’attentato al giornale satirico “Charlie Hebdo” non lascia indifferenti i ragazzi e le ragazze del Liceo “Vanini” di Casarano, che hanno realizzato un flash mob per ricordare le vittime di ieri e per schierarsi apertamente a favore della libertà d’espressione.
Stamattina, alle 11:00, la campanella dell’istituto è suonata anticipatamente rispetto al normale orario delle lezioni: ognuno degli alunni, con l’appoggio della dirigente Maria Grazia Attanasi che ha autorizzato il tutto, ha scritto su un foglio di carta un pensiero a proprio piacimento, proprio per rimarcare il bisogno e l’importanza della libera espressione. Frasi brevi, citazioni, riflessioni, qualche disegno. Punti di vista molto diversi tra essi, individuali e di gruppo, che sono stati appesi alle porte di ogni classe, insieme ad una matita spezzata per ogni aula.
“Guardando i TG – spiega Susanna Gatto, Presidente del Comitato Studentesco, da cui è partita l’idea – mi sono resa conto che dovevamo realizzare qualche iniziativa, perchè la scuola è il mezzo fondamentale per trasmettere dei messaggi.” E gli alunni, e anche i docenti, hanno risposto bene alla sollecitazione dei propri rappresentanti: “Bisogna, di fronte a queste cose, dimostrare sensibilità e non rimanere indifferenti. E’ doveroso informare e creare discussione” conclude la Gatto.

Un “Caffè in Piazza” in verde brillante, quello della natura, degli squilibri e degli sprechi, con alcuni rimedi, piccoli ma efficaci. Magicamente e casualmente tutti gli ospiti hanno parlato di cose collegate ad un tenace filo di futuro, magari migliore di questo presente. Oltre alla lotta all’anidride carbonica e agli sprechi energetici, di cui si stanno occupando da un paio di anni gli studenti del “Galilei” di Nardò, ed all’iniziativa sul risparmio di bottigliette di plastica contenenti bevande, col sistema di un rubinetto e di un solo contenitore per alunno in atto al “Vanini” di Casarano, i discorsi hanno poi toccato l’idea di una web radio dell’istituto casaranese, le nuove ed ecologiche forme di turismo che tanto piacciono a milioni di europei, le frustrazioni di un cittadino di Alezio che ha installato impianti termici più rispettosi dell’ambiente e si vede risucchiati i risparmi da tasse, permessi e controlli.  Infine, dall’ambiente alla salute e alla organizzazione sanitaria nell’arco jonico con alcuni esponenti politici di Casarano. Insomma un caffè in piena regola, intorno a cui s’intrecciano chiacchere, spunti, idee e scambi inattesi.

Accompagnati dall’ingegnere Pantaleo Pagliula, tecnico esterno del “Galilei” di Nardò, il “gruppo degli energetici”  hanno fatto il punto sulla loro battaglia perchè il buco dell’ozono non si allarghi ancora e per raggiungere concreti risparmi economici. Il loro progetto “La mia scuola sostenibile” è entrato in una nuova fase, con il richiamo diretto alle proprie famiglie perchè badino ai contatori ed ai consumi immotivati. I loro compagni del “Vanini” di Casarano, con i quali si sono incontrati giorni prima a Nardò, hanno illustrato il progetto “Acquamat”, per ridurre la plastica in circolazione, e il “Bat box”, i “nidi” per pipistrelli voraci divoratori di zanzare (altro che insetticidi): dopo due anni di preparazione dell’habitat ideale, i volatili sono arrivati ed ora “il metodo economico e naturale” può andare a regime. Da Nardò a Casarano, grazie ai dirigenti dei due istituti (Emilia Fracella e  Maria Grazia Attanasi) e del professore di Fisica Antonio Santoro di Taurisano (di cui gli studenti parlano con vero entusiasmo), gli esempi hanno attirato l’attenzione di altri partecipanti al “Caffè”, come il giornalista radiofonico di programmi d’intrattenimento su Telenorba Paolo Foresio di Lecce, che ha voluto vedere da vicino come funziona questa esperienza. Con lui i ragazzi del “Vanini” si ritroveranno per valutare la fattibilità di una web radio della scuola.

L’attenzione si è poi spostata sul cicloturismo. Giulia Tenuzzo di Casarano, tra i creatori di “Salentobicitour”, ha parlato anche dei risultati del primo anno (oltre 400 turisti provenienti dal Centro e Nord Europa) e le prospettive (18 milioni di persone interessate). Il filo delle possibilità di lavoro che offrono l’ambiente e lo sport ha così avvolto i giovani ospiti, insieme agli odori, sapori, colori di questa terra. Ci sarà pure un motivo se vengono dalla California per vedere da vicino questa tendenza: lo ha fatto Amanda Scott Terry, che  ha conosciuto Salentobicitour su  internet e ha attivato lo scambio collaborazione/soggiorno.

Con Jacopo Sabato, del “Vanini”, rappresentante votatissimo al Consiglio regionale dei giovani, e con Fernando Martinelli, Patrizia Cristaldi e Franco De Santis, tutti e tre di Casarano e di Sel, si è discusso sull’ipotesi di aiuti finanziari di aziende private alle scuole. De Santis e Cristaldi hanno poi manifestato il loro appoggio al polo ospedaliero unico con Casarano e Gallipoli, ipotesi lanciata da questo giornale e che ha trovato ala fine anche il consenso dell’Asl. Infine Luigi Pizzileo di Alezio, amante dell’ambiente, ha raccontato questo paradosso: ha impiantato in casa una nuova caldaia col riciclo dei fumi; rispamio annuo di 150 euro circa ma spese per controlli, contributi e tasse varie pari  e addirittura superiori al risparmio realizzato. Incredibile ma vero.

by -
0 775

CASARANO. Gli studenti del liceo scientifico “Vanini” hanno preso parte, lo scorso 8 ottobre, all’“International cosmic day 2014” organizzato, in tutto il mondo, dai principali laboratori di ricerca. Presso il dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università del Salento, unico ateneo italiano partecipante all’iniziativa insieme alla Sapienza di Roma, i liceali (nelle foto) hanno avuto un contatto, quanto mai ravvicinato, al mondo della ricerca ed ai metodi sperimentali delle astro-particelle. Accompagnati dalla professoressa Elena Evangelista, hanno ascoltato la lezione introduttiva del professor Lorenzo Perrone prima di essere chiamati ad adoperare due rilevatori per misurare il flusso dei raggi cosmici a diverse inclinazioni angolari, I dati rilevati sono poi stati analizzati e discussi con i ragazzi ed i ricercatori di Ginevra, Shangai e Berlino. Quanto prodotto nel corso della giornata andrà a confluire in una pubblicazione di carattere internazionale nella quale i liceali del “Vanini” avranno un ruolo non secondario.

by -
0 3394

liceo vanini a londraCASARANO. Che lo studio sia “strumento per costruire la propria libertà, ma soprattutto occasione privilegiata di capire la vita” è risaputo; ma che grazie ad esso si possa meritare una vacanza studio di tre settimane all’estero è stata una forte motivazione quest’anno per gli studenti del Liceo scientifico “G. C. Vanini” di Casarano. Le graduatorie pubblicate a giugno hanno segnalato i 30 allievi più meritevoli del liceo, divisi tra Scientifico e Linguistico: Matteo Viscoti, Sara Orsini, Marina Mazzeo, Maria Ferrari, Giorgia Persico, Martina Primiceri , Katia Nucci , Martina Grecuccio e Giulia Garofalo di Casarano; Francesca Antonaci  e Giulia Azzella di Matino; Sofia Passaseo e Francesco Russo di Ruffano; Arianna Barba, Davide Manco, Nico Preite, Caterina Cavalera, Francesca Ponzetta e Maria Rita De Giorgi di Ugento; Alessio Manco e Jacopo Cotardo di Taurisano; Francesca Malagnino e Sofia Margari di Melissano; Gabriella Mazzeo di Racale; Francesca Rovito e Angelica D’Amico di Acquarica del Capo; Alexandra Casarano, Erika Lecci e Michela Arnò di Taviano e Allegra Caputo di Gallipoli.

Gli studenti, selezionati in base alla media scolastica, ai voti in condotta e in lingua straniera, rispettivamente inglese per lo scientifico e tedesco per il linguistico, coordinati dalla British School di Maglie e accompagnati dai professori del loro istituto, sono partiti il 23 agosto. Lo Scientifico è stato accolto dal prestigioso Goldsmiths College di Londra, fondato nel 1891, facente parte dell’University of London. Il Linguistico è ospitato dall’hotel A&O Berlin Hauptbahnhof e frequenterà la DID Berlin, scuola che si è aggiudicata 4 volte il premio Ltm Star Award per l’insegnamento della lingua tedesca. I “Vaniniani” hanno l’opportunità di frequentare un corso di 60 ore, volto al conseguimento di una certificazione linguistica di livello C1 e allo sviluppo delle abilità di mediazione e di comprensione interculturale. Saranno inoltre coinvolti in attività sportive, ludiche e turistiche. I ragazzi stanno raccontando in diretta la loro esperienza tramite il diario di viaggio consultabile sul sito del liceo.

La Dirigente scolastica Maria Grazia Attanasi commenta: “ La Commissione Europea promuove e sostiene da sempre la mobilità di giovani e studenti attraverso lo sviluppo di specifici programmi e iniziative. E’ questo il caso degli stage programmati dal Liceo scientifico linguistico G. C. Vanini  che hanno ottenuto il finanziamento europeo. Vivere un’esperienza di studio e soggiorno all’estero rappresenta per molti dei  nostri ragazzi la prima occasione di contatto con una realtà straniera. E’ un’esperienza importante che induce a confrontarsi con una cultura e una lingua diverse, ma anche a mettersi alla prova in un contesto culturale e sociale  molto lontano dal proprio. Viaggiare è una scuola di umiltà, fa toccare con mano i limiti della propria comprensione, la precarietà degli schemi e degli strumenti con cui una persona o una cultura presumono di capire o giudicano un’altra. I giovani che hanno l’opportunità di vivere esperienze di questo tipo maturano sensibilità, apertura mentale che difficilmente si possono acquisire sui libri di scuola. Si parte con il proprio carico d’idee e di sicurezze, ma le situazioni, le necessarie digressioni, il nuovo rapporto con la diversità dell’ambiente rende il giovane poco assertivo, ben capace di mediare, lo induce ad accogliere più che respingere a trasformare se stesso in qualcosa di diverso rispetto a quello che era.  E’ l’uomo di Musil o  “l’oltre uomo” di Nietzsche, quello che  rompe i limiti e  i legami,  che scopre la precarietà del mondo iniziando così a disgregare la propria identità producendone un’altra molto più profonda.”

by -
0 782

vanini al mediashow melfi 2014 (2)CASARANO. La 14ª edizione dell’Olimpiade della Multimedialità, “Mediashow 2014”, organizzata dal liceo scientifico “Federico II” di Melfi ha avuto come protagoniste due ragazze del liceo scientifico “Vanini” di Casarano, Federica Fracasso di Ugento e Azzurra Brogna di Matino. Federica si è classificata al quarto posto con il filmato “La bellezza, cibo che nutre l’anima”. Azzurra ha realizzato uno spot pubblicitario sulla street art.

by -
0 1552

studenti vaniniCASARANO. Una sorta di “rito collettivo” per esorcizzare paure e darsi coraggio. È la “notte prima degli esami” dei maturandi del liceo Scientifico “Vanini” di Casarano che martedì sera (intorno alle 21) si sono dati appuntamento per trascorrere insieme una notte “particolare” a poche ore dalla prima prova degli esami di maturità. Dove ritrovarsi? Ovviamente di fronte al liceo, in via Reno, “il posto più conosciuto e più comune a tutti noi”, come hanno scritto alcuni ragazzi su Facebook. Il ritrovo riprende l’esperienza già vissuta dai liceali dello scorso anno.

by -
0 780

CASARANO. “L’educazione tra pari per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse” è il tema dell’incontro in programma mercoledì 4 giugno, dalle 10 alle 13, nell’aula magna del liceo Scientifico “Vanini” di Casarano. La giornata informativa è promossa dal Sert e dai consultori familiari del Distretto socio-sanitario di Casarano in collaborazione con le scuole superiori della città e con il patrocinio dell’Ufficio per il Piano sociale di zona dell’Ambito di Casarano. L’iniziativa permetterà di presentare il progetto a tema realizzato dai ragazzi delle terze classi dei vari istituti superiori. All’ingresso verranno distribuiti gadget ed opuscoli informativi.

by -
0 1046

 

CASARANO. Nelle giornate dal 28 al 30 marzo si è svolta la 14esima edizione dell’Olimpiade della Multimedialità, manifestazione organizzata dal liceo scientifico “Federico II” di Melfi (Potenza) con il patrocinio del ministero dell’Istruzione, della Regione Basilicata, della Provincia di Potenza, dell’Università di Basilicata e dei Comuni di Melfi e di Lavello. Alla manifestazione hanno partecipato circa 150 studenti provenienti da tutta Italia, ma anche da Cina, Ungheria e Albania. L’Olimpiade della multimedialità lucana ha abbinato l’esaltazione del valore della cultura umanistica e quello della nuova scienza dei nativi digitali. A vincere il Mediashow 2014, con la realizzazione di un lavoro multimediale a mo’ di “short pubblicitario” della durata di tre minuti è stata una studentessa di origini marocchine Naijim Kaouthar, da tempo residente a Prato, al secondo posto una concorrente di Jesi (Ancona) e al terzo posto una studentessa di Pecs (Ungheria).

La Puglia, con diverse scuole partecipanti, ha visto la studentessa Federica Fracasso della classe VC del liceo scientifico-linguistico “Vanini” di Casarano raggiungere una quarta posizione con il filmato dal titolo “La bellezza, cibo che nutre l’anima”. Federica, che è di Ugento, ha ricevuto un premio di 200 euro, una stampa rappresentante la cattedrale di Melfi e la possibilità di seguire un corso multimediale avanzato assegnato da parte della massima autorità nel campo delle certificazioni informatiche: «L’esperienza è stata molto interessante perché mi ha permesso di vivere intensamente i tre giorni con alunni di ogni parte d’Italia e non, costituendo un buon banco di prova per il prossimo esame di stato al quale parteciperò. Il confronto con gli altri alunni non solo è stato emozionante, ma ha costituito anche un ricco di scambio di nozioni tecniche su nuovi modi di utilizzare il videoediting».

Insieme a Federica ha partecipato al concorso anche Azzurra Brogna della classe IV AL dello stesso liceo con il filmato dal nome “La grande bellezza della nuova arte” uno short pubblicitario sulla Street art. Le due ragazze sono state accompagnate dal loro “preparatore tecnico” il prof. Luigi Moretti da anni impegnato in concorsi nazionali. «Le ragazze sono state eccezionali, i lavori di ottima fattura. Federica non è nuova a premi nazionali (nell’anno scolastico precedente è arrivata terza con altri compagni di classe al concorso “Green Technologies Award” ndr). Per Azzurra ci sarà tempo il prossimo anno per vedere maturare le grandi doti creative in suo possesso» ha commentato il docente.

by -
0 3682

CASARANO.È un periodo dell’anno molto intenso per gli studenti del liceo scientifico “Giulio Cesare Vanini”. Oltre ai consueti impegni didattici, i ragazzi dell’istituto casaranese hanno preso parte con lusinghieri successi alle selezioni per le Olimpiadi di italiano che hanno coinvolto un gruppo di 200 alunni, da cui sono emersi 30 allievi (Andrea Panico, Valentina De Nigris, Benedetta Ferrari, Arianna Barba, Luca Tornisello, Sofia Passaseo, Diego D’Anna, Matilde Schirinzi, Cosimo Piscopo, Vandro Jesus Vergari, Enrico Fracasso, Paola Ciullo, Valentina Coppola, Elena Galati, Luca Manzo, Pasquale Sergi, Chiara Maria De Micheli, Daniela Liviello, Giorgio Trianni, Andreina Casarano, Alessia De Donatis, Giulia Greco, Francesca Cataldo, Paola De Santis, Lorenzo Provenzano, Simone Olimpio, Claudia Fasano, Gloria Caputo, Emanuela Caputo e  Giada Meli) i quali hanno sostenuto un’ulteriore selezione in contemporanea con gli altri studenti di tutte le scuole italiane.

A superare la prova sono stati Andrea Panico (II B) e Valentina De Nigris (IV H) che il 13 di marzo, si cimenteranno nelle selezioni regionali a Bari. Alla seconda fase delle Olimpiadi di fisica, invece, hanno partecipato Marco Fuso (5B), Rossella Stefanelli (5BS), Matteo Viscoti (4E), Simone Olimpio (4H), Jacopo Romano (5B) e Mauro Sansone (4F), con questi ultimi due che sono stati premiati presso il dipartimento di matematica e fisica “Ennio De Giorgi” dell’Università del Salento.

E proprio per ciò che concerne l’università, il liceo diretto da Maria Grazia Attanasi ha avviato i corsi di esercitazione per affrontare i test di ammissione alle facoltà di Medicina, Odontoiatria e per le discipline sanitarie e il 25 marzo accompagnerà gli studenti presso l’Università del Salento per la sessione anticipata dei test di ingresso ai corsi di laurea scientifici, accessibili ai ragazzi del quarto e del quinto anno delle scuole superiori. Intanto, in occasione della festa della donna, l’8 marzo si terrà un’assemblea d’istituto a tema a cui parteciperanno i Radiofreccia, la tribute band nata in onore del rocker italiano Luciano Ligabue.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...