Home Tags Posts tagged with "SCUOLA PRIMARIA"

SCUOLA PRIMARIA

Collepasso – Il Gruppo Aido (Associazione italiana donatori organi) di Collepasso compie 30 anni, essendo nato nel marzo 1988. Il Gruppo è oggi intitolato al compianto prof. Salvatore “Totò” Ria, prematuramente scomparso nel Natale 2014. I suoi reni, fegato e cornee, espiantati presso l’ospedale di Casarano, furono donati a persone in attesa di trapianto. Questo atto di generosità commosse allora tutto il paese.

Giovedì 12 aprile alle ore 19 l’Aido, in collaborazione con la Fidas (donatori di sangue) e con il patrocinio del Comune di Collepasso, festeggia la ricorrenza con un incontro pubblico presso l’auditorium della parrocchia “Cristo Re”. Dopo il saluto di Donato Fracasso (foto a sinistra), presidente del gruppo sin dalla sua costituzione, e del sindaco Paolo Menozzi, verranno proiettati i video “Da una vita spezzata rinasce nuova vita” e “Ti Voglio Donare”, rispettivamente commentati da Federica De Prezzo e dal dottor Giancarlo Negro. Seguiranno le testimonianze del “trapiantato” Luca Bonatesta e della mamma Rosetta (foto sopra), che nello scorso ottobre fece dono al figlio di un rene con un’operazione effettuata presso l’ospedale “Giustinianeo” di Padova; una bella storia di amore materno e di “resurrezione” per il figlio, che ha suscitato vasta eco e tanta commozione. Seguirà la premiazione dei vincitori del concorso intitolato al prof. Ria “Il dono che vale la vita”, rivolto ai ragazzi delle classi III della Scuola primaria di primo grado e IV e V anno dell’Istituto tecnico “A. De Viti De Marco” di Collepasso (filiale di Casarano). La famiglia del prof. Ria ha finanziato il primo premio, mentre per il secondo e terzo hanno contribuito tre aziende commerciali locali, la filiale della Banca popolare pugliese e l’Amministrazione comunale. L’incontro sarà concluso dal vicepresidente regionale Aido, Pino Neglia. Per l’occasione verrà distribuito un opuscolo commemorativo contenente vari articoli sul tema della donazione di organi, sui generosi atti avvenuti nel paese e i trenta anni di attività dell’associazione.

“Siamo soddisfatti dell’attività del nostro gruppo – afferma il presidente Donato Fracasso -. In questi trenta anni abbiamo sempre cercato di sensibilizzare ed informare sul valore della donazione e della solidarietà; promosso iniziative, dibattiti e convegni con esperti; spiegato quanto sia importante il dono degli organi per salvare tante persone. Con il contributo di tutti e la collaborazione delle altre associazioni speriamo di migliorare ancora. Il nostro lavoro sta dando risultati positivi e vi è maggiore conoscenza e maturazione dei cittadini sulle tematiche della donazione di organi. Faremo di tutto perché soprattutto i giovani vengano coinvolti su queste tematiche, come abbiamo fatto con il concorso intitolato a Totò Ria, che fu nostro socio sin dalla costituzione, al quale abbiamo ritenuto doveroso intitolare il Gruppo comunale per ricordare il suo nobile e generoso atto di donazione”.

P.G.

 

CASARANO – La scuola primaria di via IV Novembre di Casarano si aggiudica il concorso nazionale “GreenVision – Guarda che bello”. A sbaragliare la concorrenza delle altre 622 classi sparse per l’Italia sono state le sezioni A e B della seconda, che hanno presentato un book di disegni, un power point e due cartelloni. L’istituto diretto da Rita Augusta Primiceri verrà premiato con una dotazione di materiali per la didattica per un valore di mille euro. Sui 4.475 elaborati ricevuti, la giuria ha premiato i lavori degli alunni della scuola primaria che fa capo al Polo tre. “Guarda che bello” è un progetto di educazione alla salute della vista promosso dal Consorzio ottico italiano-Gruppo GreenVision, consorzio senza fini di lucro di centri ottici, con il patrocinio dell’Associazione italiana medici oculisti (Aimo).

«Il progetto – spiegano i promotori – ha messo gratuitamente a disposizione di insegnanti e famiglie attività giocose e strumenti didattici per portare l’attenzione dei bambini sul mondo di luce e colori che si apre ai loro occhi e sensibilizzarli sui corretti comportamenti visivi». Il concorso legato al progetto chiedeva alle classi di preparare elaborati creativi che raccontassero quello che i bambini hanno scoperto sul tema della visione. Partecipando al concorso le classi hanno contribuito con una donazione di 10 euro, per un totale di 6.250 euro, al progetto benefico “Ridare la luce” a favore dei Paesi africani dove più gravi sono i problemi visivi.

GALLIPOLI. Dopo Carmiano, in visita questa mattina a “Piazzasalento” le quinte classi, sezioni A e B, della frazione Magliano, accompagnate dalle insegnanti Maria Centonze, Marylin Caione, Annarita Miglietta Sozzo, Catia Manca. Dopo la visita del centro storico, accompagnati dalla guida Massimo Mudoni, gli scolari si sono incontrati col direttore Fernando D’Aprile, cui hanno rivolto domande e soddisfatto loro curiosità, prima di riprendere il treno per tornare a casa.

L’ingresso dell’Asilo nido di via Macchiaioli

TAVIANO. Manca davvero poco alla fine dei lavori all’Asilo nido e alla Scuola primaria di via Macchiaioli. Nell’edificio scolastico, infatti, sono stati eseguiti lavori di riqualificazione e ristrutturazione, messa in sicurezza e adeguamento a norma dei vari impianti.
È dall’inizio di settembre che la ditta incaricata ha lavorato in maniera intensiva per cercare di finire quanto prima i lavori e venire incontro alle famiglie che si servono della struttura per i propri figlioli. Con la fine dei lavori dovrebbero, pertanto, cessare i disagi dei genitori che dall’inizio dell’anno scolastico hanno dovuto appoggiarsi ad un asilo privato convenzionato con il Comune.

«Ci dispiace per questi disagi causati dai lavori alla struttura scolastica – tiene a precisare il sindaco, Carlo Portaccio – ma questi interventi erano improcrastinabili e non potevamo effettuarli in estate, in quanto il Ministero ha approvato il progetto alla fine dell’estate. Era un’opera attesa da tempo e ci siamo prodigati per preparare il progetto e inserirlo nelle opere da cantierizzare». E continua: «Adesso, comunque, si spera che i disagi siano finiti e che le famiglie possano trovare una bella scuola che sappia accogliere, in un ambiente più confortevole e soprattutto più sicuro, i loro figli. Siamo convinti che la crescita sociale di una comunità passi anche e soprattutto dall’attenzione che una Amministrazione pone ai bisogni delle famiglie».

Era da tempo, ormai, che l’Amministrazione comunale aveva intenzione di effettuare una seria manutenzione straordinaria all’edificio di via Macchiaioli, composto da una sezione di Scuola primaria e, soprattutto, dall’Asilo nido che dalla sua inaugurazione, oltre 20 anni fa, ha saputo accogliere molti neonati nei loro primi mesi di vita. I lavori, possibili con un finanziamento di 137mila euro del Ministero dell’Istruzione più un mutuo con Cassa depositi e prestiti di 38mila, sono stati eseguiti dalla Teknosolare di Taviano che ha provveduto ad un vero e proprio restyling  delle aule, delle cucine e degli ambienti di gioco della struttura.

Maddalena Castagnaro

SANNICOLA. “La città perfetta” è quella immaginata e disegnata dai bambini delle classi quarte e quinte della primaria in occasione dell’evento “Presidio del libro-Verbamanent” per la “Giornata della Memoria”.  I bambini  hanno letto e approfondito il libro “Re Matteuccio”di  Janusz Korczak, una favola scritta dal pedagogista polacco che morì nel campo di concentramento nazista di Trzeblinka non avendo voluto abbandonare gli orfanelli di cui si prendeva cura. In “Re Matteuccio” un bambino, divenuto re, crea una città a misura di bambino e una Carta dei diritti del bambino.

«Convinte che la scuola, come ambiente educativo e di apprendimento, debba tradurre nella pratica quotidiana i diritti sanciti sulla Carta e allontanare il pericolo che restino fragili e precari, abbiamo poi dato voce ai bambini chiedendo loro, attraverso una creativa attività laboratoriale di dare voce ai loro desideri per realizzare una Città a misura di bambini» affermano le maestre che hanno seguito il progetto Mariagrazia Aloisi, Maria Rosco e Marisa Sponziello. La città perfetta, per le generazioni che crescono è colorata e caratterizzata da “immensi prati verdi per far giocare bambini e animali, un ospedale per gli animali, parchi fioriti, giardini pubblici, uno zoo, cinema e teatro per i bambini, un orto urbano, una piccola città per cani, piste ciclabili, un Bimbo bar per dare dolcezze ai bambini, una pista per il pattinaggio e una per il galoppo, un pulmann per portare i nonni al mare, una piscina comunale, un parco giochi dove i bambini possano giocare in pace con gli amici e gli animali, un ospedale per bambini malati, un campo da calcio con l’erbetta, un’area per lo sport, una pista per pattinaggio, una scuola di musica, un parco naturale per conservare la natura e uno per animali”.
Per i bambini è, inoltre, necessario far rinascere il “Parco delle ninfee” posto sulla scalinata della scuola media, nei pressi della materna, che ospitava uno stagno con piante acquatiche e pesci.

by -
0 1082

Adele Polo direttrice scuola primaria galatoneGALATONE. “Se la mangi, ti frutta” è lo slogan del programma europeo ‘Frutta nelle scuole’ che anche quest’anno approda  nella Primaria del Polo 1. «Il programma – spiega la dirigente Adele Polo (foto) – ha come fine quello di stimolare, attraverso l’azione didattica ed educativa, l’assunzione da parte degli alunni di frutta e verdura fresca, per promuovere abitudini alimentari sane e mirate a combattere la crescente obesità tra i bambini». A tal fine è prevista la fornitura gratuita, per ogni alunno, di frutta e verdura fresca, scelte principalmente in base alla stagionalità e ottenute con metodi di produzione certificata, da distribuitre sia intera che sotto forma di spremuta o centrifuga, già selezionate e da consumare al momento della somministrazione. Sono previsti inoltre laboratori, giochi e una serie di proposte dove i bambini potranno sperimentare l’esplorazione e la conoscenza. Non mancheranno poi materiali informativi e incontri con esperti del settore per dare maggiore efficacia all’attività educativa.

Scuola-Elementare-via-MazziniMELISSANO. Ennesimo atto vandalico perpetrato ai danni dell’Istituto comprensivo di Melissano. Nella notte, un gruppo di malviventi ha forzato una porta di ferro con maniglione antipanico sita nel lato sinistro dell’edificio, probabilmente utilizzando una flessibile, ed è entrato nei locali dell’edificio di via Mazzini ove si svolgono le lezioni per i bambini della primaria. Sempre nello stesso edificio, provvisoriamente, alloggiano anche i bambini della scuola dell’infanzia, in attesa che si completino i lavori di ristrutturazione della propria sede.

Per il resto, si tratta di un copione, purtroppo, già visto altre volte, sia nelle scuole di Melissano, che in quelle della provincia. Aule a soqquadro, armadietti forzati alla ricerca di beni di valore, alcuni notebook sottratti, danni nell’ufficio della presidenza e, in generale, ovunque. L’immobile è sprovvisto d’impianto di sorveglianza.

Il sindaco Roberto Falconieri ha emesso un’ordinanza in cui si prescrive la chiusura dell’immobile per oggi, 7 gennaio, e domani, 8. Si ritornerà regolarmente alle lezioni, salvo ulteriori sorprese, venerdì 9.

Solo nei mesi scorsi, sono stati tre i furti messi a segno nella sede della secondaria di via Felline. Nella notte è stata la volta della primaria. Il fatto ha alzato ancora di più il livello d’allarme sociale nella comunità melissanese. Solo negli ultimi giorni, infatti, in paese si è registrato l’incendio (probabilmente doloso) di tre automobili in via Pietro Bianchi (il fuoco sarebbe partito da una delle tre, intaccando, man mano, le altre due autovetture, sospinto dalla forza del vento da Nord) e una rapina in un supermercato di via Cavour, conclusasi, per fortuna, senza danni a cose e a persone.

by -
0 1069

SECLÌ. Due coinvolgenti progetti della scuola Primaria  hanno segnato l’inizio del nuovo anno nell’ambito del progetto-accoglienza: “Noi…in volo…come gli aquiloni” (foto), con il lancio di messaggi di amicizia nella villetta comunale e “La festa dei nonni”, lo scorso giovedì con il coinvolgimento, accanto ai piccoli scolari ed ai loro genitori, degli emozionatissimi nonni.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...