Home Tags Posts tagged with "PROGETTO RIQUALIFICAZIONE PAESAGGIO COSTIERO"

PROGETTO RIQUALIFICAZIONE PAESAGGIO COSTIERO

GALLIPOLI. Un milione di euro da impiegare entro il 2015 per tutelare e rilanciare la natura lungo la litoranea che da Gallipoli arriva alle marine di Alliste, passando per Taviano e Racale. La Regione ha detto “sì” alla riqualificazione del paesaggio costiero progettato unitariamente dai quattro Comuni (tra i primi cinque in classifica). Il protocollo d’intesa, con cui si attua un altro pezzo del Piano teritoriale regionale, è stato sottoscritto nei giorni scorsi da Felice Stasi (foto), assessore del Comune capofila, cioè Gallipoli. Ora sulle spalle dei quattro enti e dell’Ufficio tecnico del Comune di Alliste, che coordina l’operazione con l’ingegnere Luisella Guerrieri, resta un altro consistente impegno: redigere il documento preliminare che sarà alla base della progettazione aperta ad una gara internazionale di idee.

I tempi sono stretti, se non si vuole perdere il finanziamento e, con esso, la possibilità di proteggere il territorio “per conto delle future generazioni”, come ha sottolineato l’assessore Stasi. Entro l’anno prossimo le somme disponibili dovranno essere state impegnate. Lo sforzo vale abbondantemente la candela. Sono tornati utili gli studi e gli elaborati fatti nell’ambito dell’altro progetto “La città policentrica” con capofila Sannicola. Da lì sono state estrapolate le indicazioni urbanistiche e gli studi di fattibilità, il che dovrebbe rendere più agevole la definizione della relazione preliminare, alla base del bando per la progettazione e quindi l’appalto delle opere.

Di cosa si tratta, più in particolare? Gli interventi dovranno essere finalizzati alla dismissione di tratti di litoranea al traffico ordinario e all’individuazione di viabilità carrabile alternativa (arretrata rispetto alla linea della costa); l’individuazione e realizzazione di aree-parcheggio a monte della litoranea affiancate da poli intermodali di interscambio. Inoltre, da realizzare sono anche le aree di sosta-parcheggio per le biciclette; l’eliminazione dell’asfalto della litoranea dismessa; la riduzione della sezione stradale di alcuni tratti della litoranea con inserimento di piste ciclabili e pedonali; il ripascimento naturale del tratto dunale Baia verde – Samari; infine la rigenerazione degli ecosistemi-filtro (paludi, canali e ripe fluviali), con la rinaturalizzazione del tratto finale del canale dei Samari, oggi cementificato e con le acque visibilmente inquinate. Oltre a decomprimere il carico che grave attualmente sulla litoranea, obiettivi specifici del progetto sono la riqualificazione ecologica degli insediamenti turistici, il miglioramento della fruibilità lenta di un ambiente invidiabile e delicato e la connessione dei due parchi “Pizzo-Isola di S. Andrea” e Ugento.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...