Home Tags Posts tagged with "progetti"

progetti

Patù – Gli interventi sulle aree naturali sono al centro di due progetti che verranno finanziati con fondi della Regione Puglia e in piccola parte del Comune di Patù: in cantiere la riqualificazione della fascia costiera da San Gregorio a Torre Vado e di un’area verde in stato di abbandono, occupata da una vasca di scarico in passato utilizzata dall’Acquedotto pugliese. I due progetti sono stati presentati in risposta a un avviso pubblicato dalla sezione Paesaggio della Regione Puglia, e si sono piazzati rispettivamente al primo e al secondo posto.

Partirà in primavera il concorso di progettazione per il litorale di San Gregorio. Ai progettisti si chiederà di avanzare idee per valorizzare l’area in relazione ad alcune linee guida già fissate: riordino della mobilità, riqualificazione dello spazio pubblico e del fronte mare, risanamento costiero e ricucitura degli habitat naturali. In sostanza, si lavorerà alla creazione di un parco costiero di salvaguardia e valorizzazione delle aree di maggior pregio naturalistico. I fondi stanziati per questo progetto ammontano a 45 mila euro (40 mila dalla Regione, 5 mila in cofinanziamento dal Comune).

Intitolato “Il giardino di Clément” (dal nome di Gilles Clément, architetto francese del paesaggio), il progetto per la riqualificazione e messa in sicurezza dell’ex vasca di scarico dell’Acquedotto pugliese attinge invece a un fondo di 25 mila euro (20 mila dalla Regione e 5 mila dal Comune). L’area in questione è una cava che il Comune di Patù ha riacquisito lo scorso anno dall’Acquedotto e si trova lungo la strada provinciale di Giuliano di Lecce. Come spiega il sindaco Gabriele Abaterusso, lo stato di abbandono in cui versa oggi la zona ha portato i residenti a lamentarsi per la sporcizia, la presenza di ratti ed erbacce. L’obiettivo è quindi sistemare l’area e trasformarla in uno spazio verde pubblico: fra le altre cose, il progetto prevede la piantumazione di arbusti, la collocazione di pannelli informativi e di rastrelliere per le bici.

Taviano – Con una citazione dell’etica dello sguardo, come specchio non ingannevole, tratto da don Tonino Bello, ieri sera nell’auditorium della Media di Taviano si è svolto il rendiconto ufficiale della campagna di raccolta fondi 2017 da parte della band di Babbo Natale a favore del reparto di Oncoematologia pediatrica del “Vito Fazzi” di Lecce. Locale gremito da persone che hanno potuto fare il pieno di soddisfazione – per un altro record raggiunto – ed anche di emozioni peri pensieri rivolti a piccoli e ragazzi che lottano contro i tumori.

Coordinata dal direttore di “Piazzasalento” e presidente onorario dell’associazione, Fernando D’Aprile, hanno preso la parola il Sindaco di Taviano, Giuseppe Tanisi, anche per conto degli altri amministratori dei Comuni coinvolti in questa campagna, cioè Monteroni, Sternatia, Maglie, Galatone, Specchia, Alliste, Felline, Melissano, Racale, Ugento, Nociglia; Michael Stamerra, il tesoriere che ha presentato i conti davvero importanti: sono stati messi insieme ben 38.700 euro; l’anno scorso erano stati 26mila euro. Dal 2011, anno della prima esperienza. la Band ha consegnato alla consorella “Per un sorriso in più”, l’associazione animata da genitori dei bambini malati, ben 169mila euro, con iniziativa tra Natale e Pasqua. Sono state ringraziate le Amministrazioni comunali e le tantissime associazioni (un centinaio) e scuole coinvolte e collaboranti sia per organizzare logisticamente le sfilate della Band, che per incentivare le donazioni e la vendita dei biglietti della lotteria (6.500), fino a sommette venute da un matrimonio e da un battesimo.

Insomma, un ben collaudato meccanismo lodato dal presidente di “Per un sorriso in più” Antonio Giammarruto, che dalla primaria del reparto Assunta Titti Tornesello (di Alezio), i quali hanno indicato la destinazione di questa somma: telemedicina (consulti a distanza senza faticosi spostamenti dei pazienti e dei loro familiari), l’impiego di uno psicologo e di un assistente sociale, aiuti alle famiglie che ne hanno bisogno. “Ci sono altri progetti in arrivo – ha detto la dottoressa Tornesello – e grazie a voi li potremo realizzare: bello farlo con voi”. In platea anche il dottor Alessandro Cocciolo, suo collega, e le volontarie del reparto Prisca e Maria Assunta.

Poi è toccato ai responsabili delle sedi originarie della band presentare relazioni su quanto fatto: Rosa Ricchiello (Alliste), Marilena Caroli (Melissano), Rosanna Manni (Racale), Alessandra Ricchiuti (vicepresidente, di Ugento), Maria Chiara Olimpio (Taviano). A nome dei numerosi testimonial coinvolti quest’anno (da Massimiliano Rosolino ai Litfiba, da Selvaggia Lucarelli ai Sud Sound System) ha seguito, con grande emozione la serata l’attrice Francesca Antonelli, che ha predisposto i suoi impegni di lavoro e familiari pur di esserci: a lei una targa consegnatale da Alessandra Ruicchiuti e dal vicepresidente vicario Antonio Cimino.

Di particolare impatto emotivo è stato arrivo del piccolo Rocco, protetto da una mascherina e la breve parentesi teatrale di Marco Cosentino (Compagnia degli ultimi) e Soave Napoli (Alitzai, entrambe associazioni di Alliste) che hanno introdotto il video riepilogativo del gran lavoro messo in campo, nonostante la pioggia che ha intralciato non poco il programma, comunque portato a conclusione.

Infine è toccato A Giorgio Adamo, definito da molti il “motore” di questa realtà che ogni anno si segnala per efficienza e trasparenza, come ha sottolineato egli stesso indicando le copie dei versamento e tutti gli altri documenti che attestano le comunicazioni ufficiali ai Comuni dei risultati raggiunti. “Abbiamo iniziato a lavorare in settembre. Ed ora sotto con le uova di Pasqua”, ha esortato i volontari, Che non si tireranno indietro neanche questa volta. C’è da scommetterci.

Nardò – Servono progetti di fattibilità tecnica ed economica per l’efficientamento energetico di tre scuole cittadine – i plessi scolastici di via Crispi, via Pilanuova e via Manieri – per poter poi gareggiare nel bando regionale in arrivo puntando a qualche buon finanziamento. Per questo il Comune di Nardò, con la formula della procedura negoziata, ha selezionato i tecnici necessari. Per la scuola di via Manieri l’hanno spuntata l’ingegnere Cesare Taurino, l’architetto Elisabetta Ferocino e l’architetto Ludovica Taurino. Per l’edificio di via Pilanuova lavoreranno al progetto l’ing. Francesco Urso, gli architetti Fabio Guerrieri e Alessandra Pagliula, il geologo Marcello De Donatis. Per il plesso scolastico di via Crispi i tecnici incaricati sono gli ingegneri Pasquale Degli Atti e Giorgio Antonucci. Da annotare che i professionisti individuati hanno proposto ribassi oscillanti dal 45 al 50%.

MATINO. Tanti i progetti di fine anno scolastico per i ragazzi dell’Istituto comprensivo di Matino. L’ultimo, in ordine di tempo, è il concorso d’istituto bandito in occasione del centenario della Grande guerra. La cerimonia di premiazione si è tenuta presso al Marchesale (sabato 23 maggio) nell’ambito del seminario dal titolo “Gli edifici scolastici di Matino: il valore della memoria nel centenario della Grande Guerra” voluto e proposto dall’assessore all’Istruzione Fabrizio Coluccia. La Commissione, presieduta dalla dirigente scolastica Giovanna Marchio, e composta da Cosimo Mudoni, Tonio Ingrosso, Fernando Vitali e Maria Concetta Monsellato ha selezionato i primi tre candidati per le tre categorie in gara. «Abbiamo valutato oltre 250 elaborati, tra poesie, disegni e articoli, di elevato livello di qualità – afferma la dirigente Marchio – a testimonianza dell’interesse suscitato dalle tematiche e dell’impegno dimostrato dagli studenti». Per la categoria “Primo centenario della Grande guerra 1914-2014 – Ricordare la guerra per costruire la pace” (riservata alle  terze elementari) i premiati sono stati, nell’ordine, Alessandra Marsano (sezione D), Lorenzo Barone (B) e Angela Angelè (A).

Stesso ordine per i vincitori della seconda categoria “Il nome della mia scuola” (dedicata alle ultime tre classi della Primaria ed alla Media): Fara Pia Stanca (5ªC  “Gentile”), Luigi Annarummo (3ªB “Sauro”) e Giuseppe Toma (1ªC Media) con due menzioni speciali per Syria Picciolo e Giulio Scarlino. Nella terza ed ultima categoria (riservata alla scuola dell’infanzia e alle prime due sezioni della Primaria) il tema era “Disegno la mia scuola …come la vorrei” sono stati premiati Elena Vitali (“M. Montessori”), Noemi Bartolomeo (“S. G. Bosco”) e Andrea Romano (“Via delle Provincie”). Nei prossimi giorni, infine, si terranno le manifestazioni teatrali conclusive della  Primaria: le classi quinte del plesso “N. Sauro” si esibiranno presso il “Villaggio del Fanciullo” l’8 giugno e le classi quinte del plesso “R. Gentile” presso il Marchesale il 9 giugno. I bambini di 5 anni delle scuole dell’Infanzia, invece, riceveranno il “diploma” di passaggio alla Primaria l’11 giugno in una cerimonia congiunta, presso la scuola “M. Montessori”.

comune casarano nuove  (3)

Il Palazzo comunale. In basso Claudio Casciaro: l’esponente del Cdc sollecita lo sblocco di alcune opere “strategiche”

claudio casciaro UNITI PER CLAUDIO CASCIARO consigliere casaranoCASARANO. Benché la dichiarazione di dissesto porti alla quasi paralisi dell’attività amministrativa, ci sono dei progetti e degli interventi che potranno essere portati a compimento, nonostante l’assenza di risorse finanziarie.
Si tratta, per citare alcuni esempi, della realizzazione del parco lineare di contrada Botte, nei pressi della ferrovia, e dell’ampliamento della zona Pip. In questi casi, infatti, i progetti sono già stati finanziati. Anche il canile, già ultimato, dovrebbe essere attivato. Intanto, l’Amministrazione ha aderito all’“art bonus”, il provvedimento ministeriale che permetterà di restaurare la colonna di San Giovanni e il basolato del monumento ai Caduti con finanziamenti privati. Ci sono, poi, altre importantissime opere che, pur interessando direttamente Casarano, non dipendono dall’Amministrazione comunale e che sono bloccate da tempo a causa di problemi burocratici.Proprio per far fronte comune e chiedere al Prefetto lo sblocco di tali opere, il Centro democratico cristiano-centro studi “Alcide de Gasperi”, su iniziativa del presidente Claudio Casciaro, ha promosso un incontro portando all’attenzione dei delegati delle forze politiche presenti (quasi tutte) tre importanti progetti: la realizzazione del quarto lotto dell’ospedale “Ferrari”, per altro già finanziato da anni; la costruzione della rotatoria sulla strada provinciale 69 per Collepasso; lo sblocco del bando per il completamento del tratto finale della strada provinciale 334, conosciuto dai casaranesi come “California”, che permetterebbe di snellire il traffico nella parte nord della città. «Lo spirito dell’incontro tra le forze politiche – spiega Casciaro – è stato quello di aprire una fase nuova di impegno politico, superando i rigidi schemi di appartenenza, visto anche il delicato momento che la città vive».

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...