Home Tags Posts tagged with "premio aldo bello"

premio aldo bello

Cosimo Mudoni

MATINO – “Bilancio di un decennio operoso” è il tema introduttivo della serata promossa dall’associazione “Autori matinesi” per celebrare il decennale del sodalizio. L’appuntamento è sabato 9 dicembre, alle 18.30, presso il teatro comunale “G. Peschiulli” di piazza G. Primiceri. All’introduzione curata dal presidente Cosimo Mudoni farà seguito la proiezione del video “Sul filo della memoria”, con testo di Aldo bello e realizzazione visiva di Raffaele Leopizzi. Dopo i saluti del sindaco Giorgio Toma e dell’assessore Lucetta Barone, le riflessioni sono affidate a padre Tommaso Leopizzi, Fernando Fiorentino e Cosimo Muzzachi. Intermezzo musicale del quartetto d’archi del Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza.

La serata rappresenta l’occasione per tracciare un bilancio di dieci anni di vita associativa finalizzata a “promuovere e valorizzare ogni forma di creatività e talento che veda protagonisti cittadini originari o residenti a Matino”, come scritto nell’articolo 1 dello statuto firmato il 21 novembre del 2007 dai 16 soci fondatori davanti al notaio Giuseppe De Pascalis. «L’obiettivo è ora quello di coinvolgere nel nostro progetto un maggior numero di persone, soprattutto giovani, desiderosi come noi di migliorare l’immagine della nostra città valorizzando ogni forma di talento e creatività», afferma Mudoni. Il presidente ricorda come il primo impegno sia stato quello di creare nella sede di via Duca d’Aosta 16, nei pressi della villa comunale (“nei locali generosamente offerti dal nostro socio onorario Cosimo Romano”), l’archivio tematico comprendente testi su Matino o scritti da matinesi, per arricchire il quale sono state raccolte preziose testimonianze del passato, censendo alcuni aspetti caratteristici dell’aspetto urbano, dalle costruzioni in pietra alle fontanine pubbliche, dalle edicole votive alle chiese e ai palazzi. Altro strumento di divulgazione è il calendario-annuario, distribuito ogni anno durante le feste natalizie, curato dal socio fondatore e primo presidente Tonio Ingrosso. Altre iniziative utili per avere una “memoria condivisa” sono il “Giornale degli autori matinesi” e la trilogia “Matino si racconta”. Dal dicembre 2012, inoltre, ad un anno dalla sua scomparsa, all’interno dell’associazione è sorto il centro studi dedicato alla memoria di Aldo Bello, insigne giornalista, meridionalista convinto, nonchè ideatore e curatore della prestigiosa rivista Apulia, sponsorizzata dalla Banca popolare pugliese, e cittadino onorario di Matino. A Bello è dedicato ogni anno un premio di giornalismo, destinato ai giovani delle classi superiori del Salento, con le sezioni “giornalismo” e “narrativa”. Per la quinta edizione gli elaborati dovranno giungere entro e non oltre il prossimo 15 marzo.

MATINO. Studenti protagonisti nella quarta edizione del Premio di giornalismo “Aldo Bello”. Nel corso della serata conclusiva del 10 giugno al Marchesale, la giuria presieduta da Marcello Favale ha premiato oltre 20 studenti provenienti da vari istituti della provincia. Ad aggiudicarsi il primo premio è stato Matteo Lisi della classe 4a AL del liceo scientifico “G.C. Vanini” di Casarano; secondo posto per Anna Ronga della 4a B liceo classico di Casarano e terzo posto pari merito per Maria Vittoria Montedoro della 4a AL del “Vanini” e per Gabriele Musio della 3a C dello scientifico “Stampacchia” di Tricase.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

MATINOSeduti nelle prime file, davanti alla commissione che li ha giudicati, intenti ad ascoltare gli interventi e le relazioni su quel giornalista che hanno conosciuto attraverso un concorso. Da ora, di Aldo Bello (foto) conoscono molto di più, sanno perché a lui l’associazione Autori matinesi di Matino, presieduta da Cosimo Mudoni, ha dedicato un centro studi e un concorso annuale, il Premio di giornalismo rivolto agli alunni delle ultime tre classi delle scuole superiori del Salento. Proprio gli studenti sono stati i protagonisti della cerimonia di premiazione svoltasi il 4 giugno a palazzo Marchesale (foto).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

ALDO-BELLO (a dx)e Gianni Carluccio matinoMATINO. Ragazzi delle scuole superiori alla prova per la seconda edizione del Premio di giornalismo “Aldo Bello”. La serata finale del concorso (nella foto lo scorso anno) organizzato, di concerto con la famiglia Bello, dal Centro studi dell’associazione Autori matinesi e dalla Banca popolare pugliese  e dedicato al giornalista scomparso nel 2011, si svolge il 6 giugno, alle ore 19, presso il palazzo Marchesale. Tre i temi proposti agli studenti dagli organizzatori per commemorare la figura del meridionalista, scrittore e direttore della Rai: “L’Occidente un valore da difendere ad ogni costo?”, “La Grande guerra: un evento che merita di essere celebrato?” e “Il Salento: un territorio da esplorare e promuovere”. Gli studenti che hanno preso parte al concorso sono stati 71, in rappresentanza di undici scuole della provincia (il Premio è riservato agli iscritti agli ultimi due anni). Tra i partecipanti ci sono studenti del “De Viti De Marco”, del “Vanini” e del “Meucci” di Casarano, del “Quinto Ennio” di Gallipoli, del “Galilei” di Nardò e del “Giannelli” di Parabita. Per i primi tre classificati in palio assegni , rispettivamente, da 500, 300 e 200 euro (offeri dalla Popolare) mentre ai docenti coordinatori degli alunni premiati la famiglia Bello offrirà un tablet ciascuno. La serata sarà condotta da Cosimo Mudoni e moderata da Elio Romano, entrambi del “Centro studi”.

La commissione di valutazione degli elaborati è composta da Sonia Tura, caporedattore di San Marino Rtv, Piero Arcide, caporedattore servizi speciali della stessa testata, Ada Bello Provenzano, collaboratrice della rivista Apulia e vedova di Aldo Bello, Fernando D’Aprile, direttore di Piazzasalento e Fabio D’Astore, presidente del comitato di Casarano della società “Dante Alighieri”. Previsto anche il recital “L’anima dei luoghi” a cura degli alunni del “Quinto Ennio” e l’omaggio musicale a cura degli allievi della sede di Casarano del “Giannelli”.

by -
0 1119

_DSC0119MATINO. Torna il premio “Aldo Bello” allo scopo di ricordare l’apprezzato giornalista (foto), già direttore Rai, scomparso nel 2011 e contribuire al dibattito sui temi legati al Salento in un contesto nazionale ed europeo. Ad organizzare il concorso, rivolto agli studenti delle quarte e quinte classi degli istituti superiori della Provincia (chiamati a preparare, entro il 31 marzo 2015) un saggio breve o un articolo) sono il centro studi “Aldo Bello”, nato nel 2012 all’interno dell’associazione “Autori matinesi”, e la Banca popolare pugliese di concerto con la famiglia Bello.
Gli elaborati presentati verranno valutati da una commissione composta da Sonia Tura e Piero Arcide, caporedattori di “San Marino Rtv”, Ada Bello Provenzano, vedova di Aldo Bello e collaboratrice della rivista Apulia (diretta per 37 anni dallo stesso Bello), Fernando D’Aprile, direttore di Piazzasalento, e Fabio D’Astore, presidente della società “Dante Aligheri” di Casarano.
Tre i premi in denaro offerti dalla Banca popolare pugliese. Per la prima edizione dello scorso anno (foto accanto) vennero presentati 51 elaborati.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...