Home Tags Posts tagged with "poste italiane"

poste italiane

Antonio Ermenegildo Renna

Antonio Ermenegildo Renna

ALLISTE. Lettere, bollette e atti giudiziari non recapitati o consegnati con notevole ritardo: monta il malcontento dei cittadini di Alliste e Felline, ma la situazione è simile nei paesi vicini. Il vice sindaco di Alliste e vice coordinatore provinciale di Ncd Antonio Ermenegildo Renna (foto) chiede un confronto con i vertici provinciali di Poste Italiane e annuncia che il 5 novembre, a Bari, esporrà il caso al Sottosegretario al Lavoro Massimo Cassano e al Ministro degli Interni Angelino Alfano. Renna parla di “cronici disservizi” nell’area di Alliste, Felline, Melissano, Racale, Ugento e Taviano, con conseguenti proteste dei cittadini sia negli uffici postali, sia in quelli comunali e con la richiesta dell’intervento delle amministrazioni locali.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Il sindaco Piccione intervistato da Telenorba

Il sindaco Piccione intervistato da Telenorba

SANNICOLA. Una battaglia che va avanti da tempo quella degli abitanti di San Simone, che da mesi fanno sentire la propria voce contro il provvedimento di chiusura dell’ufficio postale di cui usufruisce la frazione. L’ultimo atto della vicenda l’ha scritto il Consiglio di Stato ritardando la possibile chiusura della filiale, che sarebbe già dovuta avvenire l’11 gennaio scorso. Il ricorso del Comune al Consiglio di Stato ha, infatti, permesso (al momento) almeno di prorogare l’eventuale chisura sino al prossimo 4 febbraio, giorno della discussione del ricorso in camera di consiglio.
Già ad aprile dello scorso anno, dopo una corposa raccolta firme (più di mille) messa in atto dai cittadini, il sindaco Cosimo Piccione aveva optato per un ricorso al Tar, poi bocciato a dicembre, così come è avvenuto per Vitigliano (frazione di S. Cesarea Terme) e Castiglione d’Otranto (frazione di Andrano). È proprio dopo tale sentenza che l’Amministrazione comunale si è rivolta al Consiglio di Stato.

Una vicenda su cui il Sindaco ha lavorato molto, cominciando a parlare della situazione già a marzo del 2015, quando si esprimeva con disappunto nei confronti di un provvedimento – quello della chiusura – “intrapreso senza interpellare le autorità locali e senza sufficiente margine di preavviso”. In quella circostanza Piccione – incontrando il responsabile provinciale di Poste Italiane – aveva proposto persino che il Comune si facesse carico delle spese per la gestione della succursale, senza però trovare riscontri.
Una succursale – quella di san Simone – ritenuta di estrema importanza, perché con un solo impiegato offre i servizi minimi ai residenti (molti dei quali in età avanzata e quindi con ovvi problemi di spostamento) ma anche ai turisti, che d’estate con comodità possono accedere ad un ufficio postale. Intanto, mentre i correntisti di San Simone minacciano la chiusura dei propri conti nel caso la loro sede dovesse realmente cessare le attività, nei giorni scorsi nella frazione è arrivato l’inviato di “Luciano, l’amaro quotidiano”, la trasmissione di Fabio e Mingo su Telenorba.

poste san simone (1)SANNICOLA. Il Tar ha deciso: respinti i ricorsi presentati da alcuni Comuni dove erano previsti i tagli da Poste italiane spa, tra cui Sannicola. L’ufficio postale della frazione San Simone va chiuso, al pari di quelli di Vitigliano (S. Cesarea Terme) e Castiglione d’Otranto (Andrano). Motivo: sono disavanzi economici. I giudici hanno così spostato in pieno il piano aziendale di Poste italiane. Contro i ricorsi dei Comuni si era schierato anche il il Ministero per lo sviluppo economico.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...