Home Tags Posts tagged with "Platea d’estate e dintorni"

Platea d’estate e dintorni

TUGLIE. Si rinnova l’appuntamento con “Platea d’estate e dintorni”, la rassegna culturale promossa dall’Amministrazione comunale. «Anche per quest’anno – affermano l’assessore alla Cultura Silvia Romano ed il sindaco Massimo Stamerra (foto) – è stato allestito un cartellone mirato alla qualità grazie al generoso sostegno di quegli sponsor che credono, come noi, nel valore della cultura per la crescita sociale e lo sviluppo del nostro territorio». Dopo il Premio Calandra e le presentazioni dei libri “Naso che guarda” e “Un sogno per Feo”, la rassegna entra nel vivo l’8 agosto, alle 21, con lo spettacolo “Via – Epopea di una migrazione” con Fabrizio Saccomanno e Sara Bevilacqua, a sessant’anni dalla strage di Marcinelle. Il 9, ritorna “Libri d’estate in biblioteca”, con la presentazione del volume di Stefano Cambò “Cyrano tra delitti e misteri”. Claudio Lippi è protagonista in piazza, alle ore 21, il 10 agosto con lo spettacolo “Claudio Lippi…fra la gente”. Il giorno dopo, appuntamento nel centro storico con la “Festa in corte”, in collaborazione con le associazioni tugliesi e “Amici della musica”. Un suggestivo itinerario tra profumi e sapori antichi che si snoderà da via Plebiscito a via Dei Mille, per concludersi al Ducale attraverso la fermata ferroviaria del Museo della civiltà contadina. Il 13 agosto, invece, tocca a “Piazza in festa”, in collaborazione con la Pro loco, con scivoli, bolle giganti, spettacoli di magia e altri giochi. La mostra d’arte, artigianato artistico e agroalimentare “Arte in piazza”, torna invece, il 18 agosto, con l’esibizione anche di “Code di lupo”, ovvero un tributo a Fabrizio De André. Il 19 agosto va in scena “Opera sotto le stelle” ed il 22 tocca al “Romeo vs Amleto” a cura della Calandra. La Busacca, invece, con “Non ti pago!” sale sul palcoscenico il 25 agosto. Chiude Koreja con “Giardini di plastica” il 27 agosto.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...