Home Tags Posts tagged with "piazza san sebastiano"

piazza san sebastiano

a natale puoi racaleRACALE. Si chiama “A Natale puoi…” la rassegna di appuntamenti che allieteranno Racale nel periodo di festa. Avviatasi con i tre giorni (dal 13 al 15 dicembre) di “Canzonissima Natale 2016”, è proseguita con “Il Paese di Babbo Natale”, organizzato in Piazza San Sebastiano dagli “Amici di Anastasia”, il 17 scorso. Il 19 Palazzo D’Ippolito ha ospitato l’iniziativa di StaiSinergico: “Babbo Natale”, la proiezione del film del regista Alessandro Valenti e prodotto da Edoardo Winspeare, seguito da un dibattito con i protagonisti. Doppio appuntamento il 20: il laboratorio “Sogni con la coda” in Biblioteca e la serata benefica (per Amatrice) “Accendi una luce di speranza”, organizzata dalla Confraternita (riproposto il 3 gennaio).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

SIMU SALENTINI. Nell’ambito della storia microterritoriale senza la quale, per conoscenze e metodo, non si approderebbe a quella nazionale ed europea, il testo di Ennio Ciriolo “Il Basso Salento tra Medioevo e primo’900. Uomini e territorio di Racale, Felline, Taviano, Alliste, Melissano e Ugento” occupa un posto importante per molteplici ragioni. La prima riguarda l’ampiezza temporale dall’Alto Medioevo fino al XIX secolo in cui spazia l’analisi dello storico nel tentativo di rispondere alla domanda posta nell’introduzione: «È possibile individuare gli elementi di discontinuità tra le epoche storiche e quelli che invece segnano, con la loro permanenza, il lento ma mai interrotto cammino che ha portato l’uomo a migliorare le condizioni dell’esistenza e a pervenire a traguardi sociali e di civiltà universalmente validi in tutti i tempi della storia vissuta?». L’autore premette che a questa domanda non si può dare una risposta univoca e affida la risposta al lettore a cui offre il risultato di una lunga e accurata ricerca archivistica per rivelare i vari aspetti del vivere quotidiano del territorio oggetto dello studio.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

by -
0 2253

piazza san sebastiano racaleRACALE. Piazza San Sebastiano si è rifatto il look. La riapertura del cuore pulsante di Racale è avvenuta, ufficiosamente, il 20 marzo al termine dei lavori di riqualificazione cominciati il 7 ottobre 2014. Contestualmente, è stato varato un nuovo piano traffico che prevede la chiusura totale ai veicoli per la zona attorno alla chiesa matrice tutte le domeniche e i giorni festivi. In alcune vie del centro storico, tra cui via Vittorio Emanuele, il traffico veicolare scorrerà a senso unico.

Per il sindaco Donato Metallo si tratta “di un buon passo in avanti”, il “primo mattone di un progetto a più largo respiro” che prevede, tra l’altro, la ristrutturazione del mercato coperto e la riqualificazione di palazzo D’Ippolito in cui, con dei finanziamenti stanziati dal “Gal – Serre Salentine” (circa 250mila euro), si realizzeranno un punto d’esposizione e vendita di prodotti locali, un punto d’informazione e accoglienza turistica con sala convegni e il “Museo-Laboratorio dell’Emigrante”.

I lavori in piazza, del costo di circa 150mila euro, sono stati cofinanziati con 30mila euro messi a disposizione dalla Provincia. Gli interventi, ad opera della ditta “La Salentina” di Ugento, consorziata con la Co.Svip. s.r.l. di Sant’Antimo (Na), hanno riguardato l’eliminazione delle vecchie tracce d’asfalto e la ribasolatura del piazzale, il potenziamento della rete d’illuminazione pubblica integrata con faretti a terra, il restauro e la pulizia della fontana, l’apposizione di elementi d’arredo urbano (piante, panchine, dissuasori, fioriere ed altro). «Abbiamo dimostrato – aggiunge Metallo – che quest’Amministrazione è in grado di cominciare e portare a termine i lavori pubblici in cantiere, al contrario di quanto succede altrove».
Nei mesi estivi, ogni domenica, si terranno dei laboratori per bambini.
Per il 7 aprile è prevista l’inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità e del  vescovo di Nardò-Gallipoli, mons. Fernando Filograna.

piazzasalento-n24-146GALATONE. Anche Galatone ha il suo “fablab”, ovvero un laboratorio d’artigiani digitali. Tra i pionieri galatei due sottufficiali dell’Aeronautica militare con la passione per l’elettronica, Alfredo Libeccio, 45 anni, ed Antonio De Iaco (di Nardò); e poi Massimo Martalò, 26 anni, laureando in archeologia ed appassionato di Archeolab, e Rita Zenobini (a sinistra), vetrinista creativa 38enne, fondatrice dell’“Officina delle idee”. «Un “fablab” è un laboratorio in cui si può costruire di tutto con l’ausilio di macchine a controllo numerico, come le stampanti 3D e non solo; in Italia sono più di 50», spiega Libeccio.
«Scopo dell’associazione di volontariato, che rappresenta un collante con il “vecchio” artigianato, è la divulgazione digitale e tecnologica. Noi auspichiamo sì un ritorno ai vecchi mestieri ma sempre con l’utilizzo delle nuove tecnologie», continua Libeccio. «Abbiamo voluto fondare l’associazione in paese perché desideriamo che i nostri ragazzi, e non solo, oltre ad incontrarsi e a condividere competenze con spirito di collaborazione, abbiano la possibilità di creare le proprie idee, magari all’interno degli istituti scolastici, e di mettere in pratica ciò che studiano», raccontano i promotori del “fablab” galateo che già da domenica 14 dicembre saranno presenti con due stampanti 3D ai mercatini di Natale di viale XXIV Maggio (foto), nei pressi di piazza San Sebastiano,dove chiunque potrà toccare con mano l’esperienza del laboratorio digitale.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...