Home Tags Posts tagged with "parrocchia"

parrocchia

by -
0 10027

(foto di Antonio Spagnolo) Il Vescovo Fernando FilogranaNovità nella diocesi di NardòGallipoli a partire dal 1° settembre: al termine dell’assemblea del Clero degli scorsi 18 e 19 giugno presso l’Oasi Tabor a Nardò, monsignor Fernando Filograna (foto) ha annunciato il cambio alla guida di undici parrocchie con la nomina di nuovi parroci, viceparroci e collaboratori parrocchiali, e un educatore presso il seminario regionale pugliese. I sacerdoti sono stati convocati dal vescovo lunedì 22 giugno alle ore 10, presso la Curia di Nardò, per emettere la Professione di Fede e prestare il giuramento di fedeltà.

Atteso nella parrocchia di San Martino di Tours a Taviano don Lucio Borgia, già parroco a Sant’Anna a Parabita. Succede a don Antonio Verardi, il quale è stato nominato parroco della parrocchia San Leucio martire di Felline (frazione di Alliste). Dalla parrocchia del Sacro Cuore di Gesù di Galatone don Massimo Cala andrà a guidare i fedeli della parrocchia San Giovanni Battista di Parabita, prendendo il posto di don Angelo Corvo, nominato parroco della parrocchia Maria SS. Assunta di Galatone e rettore del Santuario del SS. Crocifisso della Pietà.

Da sinistra don Angelo Corvo, don Antonio Raho, don Antonio Verardi, don Camillo De Lazzari, don Lucio Borgia, don Massimo Cala

La parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Galatone sarà guidata da don Francesco Tarantino, già vicario della parrocchia San Michele arcangelo di Neviano. Il Vescovo ha nominato don Giuseppe Casciaro parroco del Sacro Cuore di Gesù di Nardò, sollevandolo dall’ufficio di parroco della parrocchia Maria SS. Assunta di Galatone e di rettore del Santuario del SS. Crocifisso della Pietà. Don Gianni Cataldo, già collaboratore parrocchiale della parrocchia San Domenico di Casarano, sarà parroco della parrocchia Sant’Anna a Parabita.

Da sinistra don Francesco Tarantino, don Gianni Cataldo, don Gianni Filoni, don Giuseppe Casciaro, don Luigi Sandalo, don Roberto Tarantino

Don Camillo De Lazzari, collaboratore parrocchiale presso San Francesco d’Assisi in Nardò, ne diverrà parroco, mentre don Gianni Filoni, finora vicario della parrocchia B.V.M. del Rosario in Melissano, guiderà i fedeli del Sacro Cuore di Gesù  di Matino. Cambi alla guida delle parrocchie di Copertino: alla parrocchia Sancta Maria ad Nives arriverà Don Antonio Raho, dalla parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Nardò, mentre la San Gerardo Maiella sarà guidata da don Luigi Sandalo, già parroco della San Leucio martire in Felline. Il Vescovo dà inoltre il suo assenso alla nomina di don Roberto Tarantino ad educatore presso il Seminario regionale pugliese di Molfetta, sollevandolo dall’ufficio di parroco della parrocchia Sacro Cuore di Gesù in Matino.

Il Vescovo nomina inoltre don Gabriele Cortese vicario parrocchiale della parrocchia Sant’Anna di Parabita, don Dario Donateo vicario parrocchiale della  parrocchia Trasfigurazione di Gesù Cristo di Alliste; don Tommaso Semola vicario parrocchiale della parrocchia Maria SS. Assunta (Cattedrale) in Nardò, sollevandolo dall’ufficio di vicario parrocchiale della parrocchia San Giorgio martire di Racale; don Fabio Toma vicario parrocchiale della parrocchia San Domenico a Casarano, sollevandolo dall’ufficio di vicario parrocchiale della Parrocchia Maria SS. Assunta (Cattedrale) in Nardò.

 

Mirella prima comunione TaurisanoTAURISANO. Si è concluso il concorso indetto dalla parrocchia SS. Martiri Giovanni Battista e Maria Goretti, sulla figura di Mirella Solidoro (foto), riservato ai ragazzi delle scuole taurisanesi. “Vivere per dare …” questo il tema lanciato sul quale i ragazzi hanno lavorato in maniera intensa e partecipata, considerato che sono stati presentati più di duecento elaborati, riferiti alle diverse categorie concorsuali: prosa, poesia, lavori pittorici, video. La manifestazione conclusiva si è svolta sabato 21 marzo nell’auditorium parrocchiale.

Scuola primaria, sezione prosa: 1) Ginevra Palazzo (5^ B – Vanini); 2) Ilaria Casi, Rocco Ciurlia, Aurora Galati, Giulia Melileo, Aurora Moscara, Antonio Primoceri, Paola Rinaldi, Angela Rizzello, Matteo Rosafio, Davide Schiavano, Maria Scordella, Teresa Stifani (Gruppo classe 4^ A – Vanini); 3) Sofia Corciulo (4^ A – Carducci).

Sezione poesia: 1) Classe 4^ D – Scuola elementare “Aldo Sabato”; 2) Aurora Galati, Aurora Moscara, Alessandro Normanno, Tommaso Preite, paola Rinaldi, Annamaria Rizzello, Maria Scordella, Emanuele Stifani, Teresa Stifani (Gruppo Classe 4^ A – Vanini); 3) Simona Di Seclì, Miriam Maglie (4^ E – “Aldo Sabato”).

Sezione grafico pittorico: 1) Irene Sola, Martina Nuzzo, Giorgia Delli Conti, Rebecca Manco, Maria Preite, Elisa Ciurlia, Chiara Sabato (Gruppo Classe 4^ C – Vanini); 2) Veronica Carangelo (4^ B – Carducci); 3) Sara La Spina (4^ B – Carducci).

Scuola secondaria inferiore, sezione prosa: 1) Alessio Annunziata (3^ B – Don Tonino Bello); 2) Alessio Giuseppe Felline (2^ C – Don Tonino Bello); 3) Jenny Casciaro (3^ B – Don Tonino Bello).

Sezione poesia: 1) Chiara Melileo (2^ C – Don Tonino Bello) 2) Luca Micaletto (3^ A – Don Tonino Bello); 3) Alessia Attanasio (3^ A – Don Tonino Bello).

Sezione grafico pittorico: 1) Marco Preite (2^ B – Don Tonino Bello); 2) Andrea Seri (2^ B – Don Tonino Bello); 3) Angela Santoro (3^ D – Don Tonino Bello).

Scuola superiore sezione poesia: 1) Dalia Macagnino (5^ A PM – Bottazzi); 2) Gabriella Magagnino (5^ A SS – Bottazzi); 3) Marta Ferrari (5^ A PM – Bottazzi).

Sezione video: 1) Classe 5^ A – Scuola primaria “Vanini”.

chiesa addolorata alezio (2)ALEZIO. La Parrocchia anticipa e il Comune rimborsa. Il 2 dicembre del 2012 un fulmine provocò seri danni alla torre civica (foto) dell’orologio adiacente la chiesa dell’Addolorata ed i lavori per la messa in sicurezza della struttura vennero pagati dalla parrocchia.
Oltre a provvedere al ripristino della cupola della chiesa, anche il campanile venne puntellato. In seguito, dopo aver accertato che la torre civica era in realtà di proprietà del Comune, il parroco don Antonio Minerba ha chiesto il rimborso delle spese sostenute. Nei giorni scorsi la delibera con la quale la Giunta comunale  riconosce i lavori fatti pagando 8.505 euro in favore della Parrocchia per evitare “l’insorgenda controversia”.

carnevale - ragazze pon pon oratorioALEZIO. È in arrivo la 18ª edizione del “Carnevale delle associazioni” organizzata dalla Pro loco in collaborazione con “Spazio arte Armonauti” ed altre realtà di volontariato locali . L’appuntamento è per sabato 14 febbraio con il raduno delle maschere e dei gruppi mascherati presso lo spazio antistante al parco “Don Tonino Bello”, alle ore 14.30, dove potranno essere effettuate le iscrizioni.

La sfilata partirà alle 15, percorrendo le vie Mariana Albina, Rimembranze, Umberto I, Raggi e si fermerà in via San Pancrazio dove ad attenderla ci sarà la giuria, composta dai membri delle associazioni che non parteciperanno alla sfilata. L’evento sarà presentato  da Daniela Sansò e Antonietta Manca. Tra le sette associazioni che parteciperanno alla sfilata, ci saranno anche le “Majorette” di Taviano, che in qualità di ospiti non gareggeranno, ma faranno compagnia ai gruppi mascherati di “Interferenze”, “Vespa club Alezio”, “Gruppo anonimo”, “Libellula”, “Ragazze pon pon” del Gruppo parrocchiale e “Gruppo famiglie dell’Addolorata” insieme all’Oratorio della Lizza. Le coppe premio saranno offerte dall’Amministrazione comunale, Comitato festa della Lizza e “Tiro a segno”. «Siamo contenti e sorpresi per la massiccia partecipazione e speriamo che il dialogo intrapreso con le associazioni possa continuare», afferma Roberta Casto della Pro loco. Dopo la sfilata, festa in musica con “Disco live piazza” con Armonauti e Cubanito nel largo comunale di via San Pancrazio.

don roberto tarantinoMATINO. Un vero gesto d’amore nel giorno dedicato agli innamorati. È questo lo scopo dell’iniziativa promossa dalla parrocchia Sacro Cuore, dalla sezione Anspi “Madre Teresa di Calcutta” e da Spazio giovani “Milizia dell’Immacolata”. Si tratta di una raccolta di generi alimentari che verranno raccolti nel giorno della festa di San Valentino, e la domenica successiva, per poi essere donati alle famiglie più bisognose. Per l’occasione il 14, a partire dalle 21, in parrocchia si terrà l’adorazione eucaristica, con la benedizione, alla mezzanotte e alle 2 del mattino del giorno successivo, delle coppie partecipanti in memoria di San Valentino. Alle 7 si celebrerà poi la Santa Messa. Una notte di preghiera per dare il giusto valore al Protettore degli innamorati in un’ottica di solidarietà. L’originale iniziativa era già stata proposta, con successo, lo scorso anno dal parroco del Sacro Cuore, don Roberto Tarantino (foto).

Don Fabrizio RizzoGALATONE. In occasione della 37ª giornata nazionale “Solidali per la vita”, la comunità ecclesiale di Galatone organizza domenica 8 febbraio, dalle 16 alle 18, la manifestazione “Facciamo cantare la vita”. Coinvolti gli allievi del catechismo di tutte le parrocchie, e dei gruppi di Azione cattolica ragazzi, Scout e Suore terziarie cappuccini che si ritroveranno nella chiesa dei Santi Cosma e Damiano Martiri, guidata da don Fabrizio Rizzo (foto).

villaggio del fanciullo - matinoDon Primaldo Gioffreda - matino  (2)MATINO. Nuovo finanziamento per il Villaggio del Fanciullo in arrivo dalla Regione Puglia. L’oratorio della parrocchia San Giorgio martire (nella foto don Primaldo Gioffreda) risulta, infatti, tra i vincitori (al 13º posto su 77 domande ammesse) del bando promosso nel 2013 dall’Ente regionale relativo al sostegno agli oratori parrocchiali per i comuni con popolazione inferiore a 15 mila abitanti. Il progetto, redatto dall’architetto Massimo Rizzo, ammonta a circa 68mila euro, di cui 50mila finanziati dalla Regione e la restante parte a carico dell’ente beneficiario e interesserà, così come previsto dal bando, l’adeguamento alle norme di sicurezza, l’eliminazione delle barriere architettoniche e gli ampliamenti. In particolare la struttura sarà dotata di un ascensore per accedere al piano superiore.
Finanziato anche, per  48mila 750 euro il progetto d’intervento presentato dalla parrocchia San Martino di Tours di Taviano, mentre sono stati ammessi, ma non finanziati, i progetti dell’associazione Ausiliatrice di Taurisano, della parrocchia Santa Maria delle Grazie di Sannicola e di un altro oratorio matinese  il circolo Anspi “B.M. Teresa di Calcutta della parrocchia Sacro Cuore.

don Antonio rizzelloNARDÒ. È stato festeggiato il  23 dicembre nella “sua” parrocchia, la “Beata Vergine del Carmelo”, dove è stato parroco dal 1949 al 1997. Parliamo di don Antonio Rizzello, classe 1919, che lo scorso 23 dicembre ha festeggiato  i suoi primi settant’anni di sacerdozio in quella che è comunemente nota come Chiesa del Carmine. Per l’occasione a celebrare la messa è stato il vescovo della diocesi Nardò-Gallipoli, monsignor Fernando Filograna. A seguire la cerimonia c’erano anche amici ed ex parrocchiani di don Antonio. Aveva le idee chiare sin da bambino, questo sacerdote 95enne nato a Galatone. Terminate le scuole elementari confida infatti ai genitori la sua vocazione sacerdotale. Arriva così l’ingresso in seminario: è il 1931. E sarà quella la sua università, tra Molfetta e Viterbo. Viene ordinato sacerdote nel dicembre del ’44, nei giorni in cui le truppe americane bloccavano le avanzate tedesche, in piena seconda guerra mondiale.
Quello di don Antonio Rizzello è un curriculum lungo quasi un secolo: rettore del Seminario neretino, segretario del Vescovo, giudice diocesano, ma soprattutto parroco a Nardò fino al 1997. Nel frattempo dal 2009 continua a celebrare la messa nella Chiesa del Carmine, circondato dall’affetto dei sacerdoti e fedeli di diverse generazioni. Sono stati infatti tantissimi i parrocchiani cresciuti durante il suo ministero. Qualcuno racconta addirittura di aver ricevuto da don Antonio battesimo, cresima e matrimonio, fino a far celebrare da lui il matrimonio dei propri figli.

by -
0 1460

oratorio chiesa matrice casarano (2)

CASARANO. Riprendono le attività dell’oratorio Anspi “San Giovanni Elemosiniere” della parrocchia Maria Santissima Annunziata.
Positivi i numeri registrati lo scorso anno, il primo di attività dell’oratorio: 174 iscritti, di cui 115 ragazzi e 59 adulti, ai quali si aggiungono i circa 100 ragazzi che, pur non essendo iscritti, hanno frequentato l’oratorio.

Tante le novità in cantiere che andranno ad affiancarsi alle attività già collaudate: Adorazione eucaristica (ogni secondo martedì del mese alle 19); catechesi (ragazzi del VII e dell’VIII corso e post-cresima); sala giochi (6–13 anni: il lunedì e il giovedì alle 18.30; 14–25 anni: ogni martedì alle 18.30; adulti: ogni mercoledì alle 18.30); laboratorio di pasticceria (lunedì alle 19); laboratorio di ricamo (martedì alle 18); laboratorio di zumba fitness (venerdì alle 19); ginnastica e balli (giovedì alle 17); doposcuola (italiano e latino: lunedì alle 18; inglese: martedì alle 17; francese: martedì alle 18; matematica: mercoledì alle 18; filosofia: giovedì alle 18).

Non mancherà la tradizionale gita autunnale che, quest’anno, si svolgerà in Campania dall’1 al 3 novembre. Il 19 e il 22 gennaio, alle 19.30, sarà messa in scena la sacra rappresentazione inedita della vita del santo patrono, San Giovanni Elemosiniere.
Per informazioni e iscrizioni rivolgersi al presidente dell’oratorio don Giuseppe Montenegro o visitare il sito www.oratoriosangiovannielemosiniere.it.

Melissano. Si chiama “La malattia nell’arte”, la mostra curata dalla Caritas parrocchiale presso palazzo Santaloja nell’ambito delle iniziative previste sempre dalla “Settimana della Carità”. Gli organizzatori hanno diviso il percorso in due sezioni. Nella prima sono stati esposti i lavori realizzati dai ragazzi del catechismo e dell’Azione cattolica ragazzi, i loro pensieri, elaborati, disegni su tutto ciò che riguarda il mondo della malattia, dalle difficoltà di un disabile, alla solitudine di un anziano, alle sofferenze di un malato cronico o terminale.

Gli autori degli elaborati più interessanti sono stati, poi, premiati durante l’incontro del 23, presso la chiesa di Gesù Redentore, in cui si è parlato della conservazione della fede nella malattia.

La seconda sezione della mostra è stata dedicata al modo in cui l’arte, in tutte le sue forme, ha rappresentato la malattia nel corso del tempo, partendo dai filosofi greci sino ad arrivare alla poesia sulla morte di Sant’Agostino, alla depressione di Michelangelo che arrivava a sfigurare le sue stesse opere, al pessimismo di Leopardi.

E poi ancora: la peste narrata da Manzoni nei “Promessi sposi”, la sordità di Beethoven, il tema della malattia in alcuni scritti di Pirandello, Proust, Kafka, San Francesco, nella musica di De Andrè, nella pittura con “L’incredulità di san Tommaso” di Caravaggio, “L’urlo” di Munch e “Saturno che divora i suoi figli” di Goya. Una mostra originale, ben riuscita ed apprezzata da chi ha avuto modo di visitarla (nella foto nclive.it, Cosimo Scarcella, coordinatore della Caritas parrocchiale).

Marco Montagna

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...