Home Tags Posts tagged with "parco litorale di ugento"

parco litorale di ugento

Ugento – Altra settimana di eventi, fra Ugento e marine, a ridosso di San Lorenzo.

Musica e trekking in notturna – Giovedì 9 a Torre Mozza (area eventi) alle 21 si comincia con la musica, nel concerto tributo a Fabrizio De André. Nella stessa serata, ma a Torre San Giovanni, alle 21 si parte dal parcheggio del Lido Sabbioso per un trekking notturno nel Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento”: sotto la guida di Stefano Casto, si farà tappa ai bacini Suddenna e Rottacapozza, passeggiando poi lungo il litorale. Il percorso prevede un tempo di percorrenza di circa 3 ore. Si consiglia di portare con sé abbigliamento sportivo, scarpe comode, acqua e torcia. Ai partecipanti verrà offerto un aperitivo presso il Lido Pineta. Quota di partecipazione 5 euro. Info e prenotazioni ai numeri 0833.555644 – 0833.555476.

Gli appuntamenti a Lido Marini – Venerdì 10 agosto doppio appuntamento a Lido Marini: nel pomeriggio (dalle ore 18) in Corso Colombo baby street art con i bambini, che si divertiranno a disegnare con i gessetti; mentre in serata (alle 21,45) musica anni ’70-’80-’90 nel concerto di Antonio Pepe, in piazza. Sempre in piazza, sabato 11 spazio al Galà di ballo a cura della Pro loco (dalle 21,30).

A Gemini fra menhir, storia, musica e ricordi – Sabato 11 e domenica 12 agosto in programma una visita guidata alla scoperta del paese, fra il centro storico e Palazzo Ricordi: si parte alle ore 19. Al termine, concerto per arpa e flauto.

DSC_8942UGENTO. Sono quattro i percorsi previsti nel Parco regionale litorale di Ugento. “Trekking tra le gravinelle”, passeggiata panoramica tra gli ultimi santuari dell’antica vegetazione salentina il 3 e 24 maggio e il 21 giugno. Previsto un piccolo laboratorio di riconoscimento faunistico e floristico per i bambini. Dalle 9 alle 12 le attività, partendo dal punto di ritrovo, la rotatoria di Torre Mozza sulla litoranea Gallipoli-Leuca. Il punto di ritrovo è il medesimo per tutte le escursioni.

“Birdwatching ai Bacini” il tema del percorso del 10 e 31 maggio, con replica il 28 giugno. Si tratta di un’escursione con binocolo nella più importante area umida dell’arco ionico. Anche per questo appuntamento è previsto un laboratorio di riconoscimento faunistico e floristico per bambini.
Il 14 giugno un’escursione naturalistica “Tra bacini e macchia mediterranea”, una passeggiata alla scoperta delle bellezze naturali adatta a utenti con disabilità intellettiva/relazionale. Piccolo laboratorio per bambini come nei precedenti percorsi. Dalle 9 alle 12 il tempo dell’attività.

“Biciclettata con degustazione” il tema dell’ultima escursione, prevista dalle 9 alle 12, il 17 maggio e 7 giugno. Una pedalata tra macchie e canali con una sorpresa di “gusto”, l’assaggio degli antichi sapori gastronomici del Parco. La prenotazione è obbligatoria.
Approfondimenti ed aggiornamenti sono disponibili sul sito www.viaggiareinpuglia.it, oppure attraverso la Rete Regionale dei 70 Uffici d’informazione ed accoglienza turistica di Puglia, di cui 20 in provincia di Lecce.

incendio parco litorale di Ugento 2014.2UGENTO. Il parco “Litorale di Ugento” è martoriato dagli incendi. Una storia che si ripete ogni anno e che, quest’estate, sta interessando particolarmente l’area a ridosso dei canali e dei bacini. Ormai non si contano più gli interventi dei vigili del fuoco e dei volontari della Protezione civile tra Torre San Giovanni, Torre Mozza e Lido Marini: sin da maggio gli operatori sono impegnati quasi giornalmente per spegnere roghi di piccole e grandi dimensioni che, fino ad ora, hanno distrutto decine di ettari di canneto e macchia mediterranea. Appare ormai chiaro che dietro questi episodi ci sia la mano di piromani.

«Sono episodi dolosi – afferma il presidente della protezione civile di Ugento, Tiziano Esposito – dei quali, però, non conosciamo le motivazioni. Possiamo solo immaginarle. Chi appicca il fuoco lo può fare per divertimento, ma anche per liberare i terreni dalle sterpaglie e per far crescere erba fresca per il pascolo. Ma queste, lo ripeto, sono solo supposizioni». Nel novero delle ipotesi rientra anche quella delle speculazioni edilizie. Se ne parlava soprattutto quando, negli anni scorsi, ad essere interessata dalle fiamme era la pineta di Rottacapozza. L’area del parco di Ugento, però, è salvaguardata, oltre che dai vincoli propri della legge istitutiva dell’area protetta, anche dal vincolo di inedificabilità assoluta delle aree percorse dal fuoco.

Si tratta di uno strumento adottato per evitare interessi speculativi, che prevede che le aree boschive interessate da incendi non possano essere utilizzate con destinazioni diverse da quelle preesistenti per 15 anni. Per 10 anni, invece, è vietata la costruzione di edifici al loro interno, per cinque anni non si può effettuare il rimboschimento e per sette anni le aree non possono essere usate per caccia e pascolo. Proprio nei giorni scorsi la Giunta comunale ha aggiornato l’elenco delle aree percorse dal fuoco nell’ultimo quinquennio, inserendo i terreni incendiati nel 2012. Chi appicca le fiamme per interessi, dunque, trova comunque i divieti a sbarrargli la strada. Peccato, però, che il danno ormai sia stato fatto.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...