Home Tags Posts tagged with "Parcheggi porto"

Parcheggi porto

by -
0 4641

Gallipoli – Ignoti questa mattina alle prime luci dell’alba hanno tentato di appiccare il fuoco ad un gabbiotto che presiede il funzionamento del parcheggio a pagamento nell’area portuale. I danni non sembrano gravi. Resta però il gesto di estrema opposizione ad una misura che – decisa l’anno scorso in funzione anticriminalità e contro i parcheggiatori abusivi gestiti da gruppi delinquenziali – è entrata in funzione quest’anno con contestazioni insistenti ma civili. Le numerose telecamere della zona portuale potrebbero dare un contributo per l’identificazione degli attentatori.

by -
0 10529

Gallipoli – Manca una quindicina di minuti alle 20. Decidiamo di andare a vedere come stanno le cose al porto, teatro dell’intervento a “mano dello Stato” che vuole combattere l’economia illegale (parcheggiatori abusivi) e delle proteste dei residenti nella città vecchia, vistisi senza zone per lasciare i propri veicoli, a cui l’ingresso è vietato comunque sconsigliabile d’estate. Il favonio non c’è più, la passeggiata fino al porto è piacevole, tra famigliole e stormi di ragazzi e ragazze, accenti e idiomi da altri pezzi del mondo, mani nelle mani e occhi avidi.

Saliamo e andiamo lungo la riviera Cristoforo Colombo: l’affaccio sull’area portuale dà l’idea di qualcosa di funzionale: strisce orizzontali gialle e verdi, indicazioni sull’asfalto e con cartelli verticali, cordoli colorati come fosse un parking aeroportuale; le auto entrano dall’unico ingresso consentito (fino a ieri…) consentito, incontrano la nuova sistemazione per le soste all’altezza del bar del Porto, sfilano ordinate finchè non trovano un posto. Non ci sono macchinette per i ticket ancora, né sbarre per consentire l’ingresso a chi ha pagato la sosta. Il gabiotto c’è e probabilmente tutto verrà completato nei prossimi giorni. Scattiamo qualche foto, la zona è quasi completamente satura.

Scendiamo a fare qualche altro scatto e un signore ci interpella: “Avete visto? Hanno preso già possesso…”. Chi? A cosa si riferisce? “Agli abusivi, non li vedi? Eccoli…”. Eccoli infatti. Facciamo un giro e la nuova loro “sistemazione”, almeno al momento, è questa. Proprio all’entrata vi è un signore che indica ai conducenti di auto che arrivano a ritmo continuo, di prendere sulla destra, l’area che fino a pochi giorni fa era vietata e controllata con le telecamere, ci potevano transitare solo gli autorizzati, in particolare i commercianti di pesce che prelevano il pescato dai pescherecci attraccati. Ora lì si parcheggi, non si sa su ordine di chi. Fatto sta che l’uomo all’ingresso spinge materialmente gli automezzi ad entrarci; più avanti gli automobilisti trovani altre due persone che indicano gli spazi “liberi”; subito dopo il parcheggio, s’avvicinano per “un’offerta”. “Libera”, aggiungono a chi rovista nel borsellino. Scoppia pure un diverbio tra gli occupanti di tre veicoli: pare abbiano dato 5 euro ma ai parcheggiatori non bastano: “Con questi una te ne guardiamo”. Poi al socio che lo redarguisce, lo stesso tipo sbotta: “Perché, non glielo dovevo dire???”.

Anche l’area a forma di triangolo con la punta all’ingresso e la base vicino al bar, è libera e resterà gratuita secondo l’ultima mappa pubblicata dal Comune (sul sito è consultabile). E anche lì un uomo invita le auto a venire avanti, indica i posti liberi e chiede.

Dopo tante polemiche, in buona e in cattiva fede, interventi autorevoli e un molto parziale accoglimenti delle richieste di residenti e lavoratori nel centro storico; spiegazioni stringenti su come si asfissiano le attività illegittime che irrorano interessi inconfessabili (una lezione del giudice Falcone), ecco la situazione ad oggi. Domani sarà sicuramente diverso.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...