Home Tags Posts tagged with "omicidio racale"

omicidio racale

Egidio Sava

RACALE. A due settimane dalla tragedia in cui ha perso la vita il 28enne Paolo Egidio Sava di Melissano (foto a sinistra)tutti gli occhi sono puntati sull’unico testimone che è anche l’assassino reo confesso,  Francesco Mastroleo (a destra), 37 anni residente a Racale in via Milano. è lì che si è sviluppato l’omicidio che presenta ancora due lati oscuri, probabilmente piuttosto interessanti per gli sviluppi processuali. Mastroleo ha inseguito Sava anche quando costui ha cercato di scappare a bordo della sua auto, finendolo a coltellate (alla fine i periti ne hanno contate 14 di cui fatale al polmone)?

Secondo quesito: come mai la Peugeot 206 diesel del 28enne ha preso fuoco poco distante dalla casa di Mastroleo e nonostante un lieve urto contro un muricciolo di cinta? é stata, anche in questo caso, la furia che si era impadronita dell’omicida a portarlo a tentare di bruciare tutto quanto, senza peraltro riuscirci? Gli inquirenti indagano per chiarire tutti gli aspetti della triste vicenda, compresi i rapporti tra i due, entrambi con precedenti penali per furto e rapina. Mastroleo insiste sulla sua versione: ha trovato l’altro in casa sua mentre si prendeve dei soldi, una dose di metadone e – soprattutto – l’anello appartenuto alla madre (morta quando lui aveva 15 anni insieme alla zia). Quest’ultimo particolare lo avrebbe fatto scattare irrefrenabilmente, colpendo ripetutamente il suo amico. I due a quanto pare si erano dati appuntamento per andare a Casarano per sbrigare i loro affari. I funerali di Sava si sono svolti a Taviano, dove abita la madre. L’uomo lascia la moglie e il figlioletto.

RACALE. Sono state 15 coltellate inferte su addome e schiena a mettere fine alla vita di Egidio Gilberto Sava, 28enne pastore di Melissano. Il giovane, è stato aggredito da un conoscente: Francesco Mastroleo, venditore ambulante di Racale. I due, entrambi pregiudicati a vario titolo per rapina, lesioni e furto, si trovavano nell’abitazione di Mastroleo intorno alle 14.30. Cosa stessero a fare in quella casa di via Milano, non è ancora chiaro, sembra che stessero discutendo di affari in comune, essendo peraltro entrambi legati al mondo della droga.

È  invece certo che tra loro è scoppiata una lite divenuta poi sempre più violenta, fino a scatenare la furia di Mastroleo il quale avrebbe colpito ripetutamente il 28enne il quale, nonostante le ferite, è riuscito a raggiungere la propria auto, ma dopo appena 50 metri si è schiantato contro il muro di un abitazione vicina. Sono stati gli abitanti della zona a chiamare il 118 e le forze dell’ordine e ad estrarre il corpo dall’auto, una Peugeot bianca, che intanto aveva preso fuoco. Secondo alcuni, inoltre, dopo lo schianto l’aggressore avrebbe raggiunto la vittima, ormai esamine, nell’abitacolo della sua vettura e lo avrebbe colpito di nuovo.

Non sarebbe dunque il furto la causa dell’omicidio, come  inizialmente trapelato. Si ipotizza, inoltre che il pastore sia stato attirato intenzionalmente nell’abitazione di Mastroleo. Diversa la versione di quest’ultimo, peraltro unico testimone della vicenda, fermato poco dopo dai Carabinieri, il quale avrebbe dichiarato di aver trovato l’uomo in casa, di essere stato aggredito e di aver reagito per difesa. Gli inquirenti, dopo aver rinvenuto un coltello, sono ritornati sul posto per cercare una seconda arma, che sarebbe stata gettata nel pozzo del giardino della sua abitazione.

carabinieriRACALE. Tragedia nel pomeriggio a Racale. Egidio Paolo Sava 28enne di Melissano è stato ucciso in seguito ad una lite con un conoscente, ora fermato dai Carabinieri. Lo scontro, scoppiato in casa, è proseguito in strada, il 28enne, infatti, stava cercando di fuggire a bordo di un’automobile, ma l’aggressore armato di coltello, lo avrebbe inseguito e colpito più volte, fino a quando l’auto non si è schiantata prendendo fuoco. I vicini accorsi in strada  (il dramma si è consumato nella centrale via Milano) avrebbero estratto il corpo del ragazzo dall’auto, ormai senza vita. Non sono ancora noti i motivi che hanno scatenato la lite, forse un tentativo di furto, da parte di Sava, avrebbe scatenato la reazione dell’aggressore.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...