Home Tags Posts tagged with "OLIMPIADI DELL’AMICIZIA"

OLIMPIADI DELL’AMICIZIA

Gallipoli – Hanno fatto tappa anche a Gallipoli quest’anno le “Olimpiadi dell’amicizia”, promosse per il settimo anno dalla Provincia di Lecce e dall’Unicef – Comitato Provinciale di Lecce – insieme ai Consigli Comunali dei Ragazzi e delle Ragazze. Sabato 14 aprile si sono cimentati nell’attività dell’orienteering tantissimi studenti tra i 6 e i 13 anni dei comprensivi di Alezio, Sannicola, e del 2 e 3 Polo di Gallipoli, coordinati da una classe del liceo di Scienze umane del “Quinto Ennio” di Gallipoli. “E’ stata una giornata molto importante per la città – afferma il sindaco del CCRR di Gallipoli, Flavio Perrone – dove a vincere sono state la cordialità e la condivisione”. “I ragazzi – afferma Lucilla Vaglio, dirigente del Comprensivo del 2 Polo – attraverso questa gara non agonistica, sono riusciti a rendere significativi i valori dello stare bene insieme, del benessere e dell’armonia e della condivisione, in cui è emerso lo spirito sportivo e della solidarietà. Ringraziamo anche per la collaborazione l’amministrazione comunale di Gallipoli e l’Unicef, con la presidente Perrella che vi ha preso parte, creando così una grande sinergia”.

Nessun vincitore dunque per la gara sportiva non agonistica di orientamento, dove i ragazzi hanno percorso le strade del centro storico raggiungendo diverse tappe e raccogliendo le lanterne trovate per formare alla fine un puzzle. “Per la prima volta in assoluto anche Gallipoli è stata una delle tappe delle Olimpiadi dell’Amicizia – conclude Martinella Biondo, dirigente del 3 Polo – una tappa che tra l’altro ho voluto fortemente, perché avevo già avuto un’esperienza per due anni a Scorrano (con “scrittura creativa” e “musica”) e per questo abbiamo selezionato l’attività di orienteering. Non c’è stato nessun vincitore, perché sono tutti vincitori: i ragazzi, i docenti, i genitori e chi ha preso parte a questa grande giornata di condivisione”.

Patù – Tappa partecipata e colorata, quella di Patù, per le “Olimpiadi dell’amicizia 2018”, organizzate dalla Provincia di Lecce e dal comitato provinciale Unicef con il coinvolgimento delle scuole e dei Consigli comunali dei ragazzi. I ragazzi e le ragazze dell’Istituto comprensivo SalveMorciano – Patù si sono ritrovati in piazza per misurarsi con le loro capacità creative, di gioco e sportive animando una competizione fondata sull’amicizia, sulla pace e sulla non discriminazione. Il buon esito dell’evento è stato possibile grazie all’impegno degli organizzatori, dei docenti e di tutti i partecipanti che hanno ricevuto il sincero apprezzamento delle autorità presenti.

Lecce – E’ partita da Lecce la lunga maratona delle “Olimpiadi dell’amicizia”, evento promosso con successo da ormai sette anni da Provincia di Lecce e Unicef – Comitato provinciale Lecce. Dopo la prima tappa di martedì 10 nella Villa comunale del capoluogo salentino, fino al prossimo 20 aprile migliaia di giovani salentini delle scuole elementari e medie provenienti dagli oltre 70 Comuni che hanno partecipato al 9° Raduno dei Consigli comunali dei ragazzi e delle ragazze si sfideranno a colpi di creatività con giochi, giochi da tavolo, sport-orienteering, grafica creativa, musica a tema. Quest’anno l’evento è organizzato insieme a 20 CCRR, ai  Consigli Comunali degli Adulti e alle scuole dei Comuni di Carpignano Salentino, Casarano, Castrì, Collepasso, Copertino, Galatina, Gallipoli, Guagnano, Lecce, Martano, Matino, Melendugno, Otranto, Patù, Poggiardo, Ruffano, Soleto, Tricase, Tuglie, Vernole. Fino al 20 aprile in ogni Comune prenderà vita uno specifico evento, durante il quale ragazzi e ragazze si misureranno in gare all’insegna dell’amicizia, della non discriminazione, della pace e dei nuovi stili di vita. Questo il calendario delle giornate (ore 9-12): 11 aprile Carpignano (orienteering), Martano (grafica creativa), Tuglie (giochi); 12 aprile Casarano (orienteering), Collepasso (grafica creativa), 13 aprile Otranto (giochi da tavolo), Poggiardo (grafica creativa), 14 aprile Gallipoli (orienteering), 16 aprile Galatina (giochi da tavolo), Soleto (giochi), 17 aprile Castrì (musica), Melendugno (orienteering), Vernole (giochi), 18 aprile Patù (grafica creativa), Tricase (musica), 19 aprile Copertino (giochi), Guagnano (giochi da tavolo), 20 aprile Matino (orienteering), Ruffano (grafica creativa). La manifestazione conclusiva delle Olimpiadi si svolgerà nel Comune di Carmiano, dove si svolgerà una sintesi di tutta l’attività svolta e verrà riconosciuto ufficialmente l’impegno dei Consigli Comunali dei Ragazzi (CCRR) organizzatori delle Olimpiadi.

riccardotornesello1ALEZIO. Fa tappa il 12 maggio ad Alezio la “carovana” delle Olimpiadi dell’Amicizia, promossa da Provincia di Lecce e dal Comitato provinciale Unicef. Imparare a conoscere il territorio giocando: questo lo spirito della giornata che vedrà i ragazzi, armati di spirito d’avventura, confrontarsi nella prova di Orienteering. L’iniziativa, organizzata dal Consiglio comunale dei ragazzi guidato da Riccardo Tornesello (foto) con la collaborazione del Gruppo Trekking Alezio, partirà da Parco don Tonino Bello, dove le 15 squadre di ragazzi provenienti da altri centri della provincia inizieranno la loro speciale “caccia al tesoro”.

Olimpiadi dell'Amicizia 2015UGENTO. Oltre 500 ragazzi (foto) hanno invaso Ugento per le “Olimpiadi dell’amicizia 2015”. Il 23 aprile si è svolta la nona tappa della manifestazione organizzata dalla Provincia di Lecce e dall’Unicef in collaborazione con i consigli comunali dei ragazzi dei paesi partecipanti. Tema centrale della giornata di festa è stata la grafica creativa: i ragazzi – arrivati da Acquarica del Capo, Alliste, Melissano, Minervino, Patù, Santa Cesarea Terme e, ovviamente, Ugento – hanno realizzato i loro lavori in piazza San Vincenzo, sotto l’organizzazione dell’istituto comprensivo di Ugento e, in particolare, della docente referente per il Consiglio comunale dei ragazzi, Luce Brogna. «È stata una giornata molto intensa – commenta l’insegnante – che ha richiesto un grande lavoro organizzativo. Molto importanti sono stati l’impegno del Consiglio comunale dei ragazzi e la collaborazione del comitato dei genitori». Gli alunni degli altri paesi sono arrivati in piazza Italia e in corteo hanno raggiunto piazza San Vincenzo insieme agli studenti di Ugento, partiti dalle scuole “Aldo Moro” e “Don Lorenzo Milani”.

Sabato 9 maggio è in programma la grande manifestazione finale, a Carmiano. Oltre alla grafica creativa, i ragazzi si sono divertiti con l’orienteering, i giochi, la scrittura creativa e la musica: cinque attività, così come cinque sono gli anelli del simbolo delle olimpiadi. Tutte le tematiche sono state accomunate dalla riflessione sulla pace, la non discriminazione, l’amicizia e sull’alimentazione sana.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAMATINO. Hanno preso il via le “Olimpiadi dell’Amicizia 2015”, inaugurate lo scorso 10 aprile a Tricase. Lo scorso anno era stata Matino la città prescelta per l’apertura ufficiale dei giochi che vede protagonisti migliaia di ragazzi e ragazze di circa 60 comuni della provincia. La quarta edizione, promossa dal comitato provinciale Unicef e dalla Provincia di Lecce, ed organizzata dai comuni di Campi Salentina, Copertino, Leverano, Ruffano, Scorrano, Soleto, Squinzano, Trepuzzi, Tricase, Ugento e Carmiano, è già entrata nel vivo.

Gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Matino, diretto da Giovanna Marchio (foto), si sono già messi alla prova nella categoria “Sport-orienteering” a Squinzano e Soleto. Nella città grika, in particolare, le attività, organizzate dall’associazione “Artelica” all’interno delle Olimpiadi dell’Amicizia, hanno coinvolto circa 200 ragazzi di dieci scuole della Provincia di Lecce. La loro missione era quella di costruire il villaggio di “Augh”, un luogo in cui regnano i valori della pace, dell’amicizia, della non discriminazione e del rispetto per l’ambiente. I giovani studenti divisi in sei squadre si sono trasformati in indiani e hanno trascorso la loro giornata all’interno del centro storico di Soleto tra giochi formativi, ricerche, indizi, orientamento e momenti di creatività. La manifestazione conclusiva il 9 maggio a Carmiano.

Il coro delle classi 5 B e C della Primaria

Il coro delle classi 5 B e C della Primaria

MELISSANO. “Sarà la musica che gira intorno…”, canta Ivano Fossati in uno dei suoi brani più famosi. Ed è proprio attorno alla musica che l’Istituto comprensivo guidato dalla prof.ssa Monia Casarano ha tracciato dei progetti didattici per sviluppare il linguaggio espressivo degli alunni e a favorirne la socializzazione con gli altri. «La pratica corale e strumentale – spiega la dirigente Casarano – oltre che rappresentare un efficace strumento di conoscenza della musica, incrementa il processo di formazione e socializzazione, sia all’interno sia tra le varie componenti scolastiche, migliorando i rapporti interpersonali e valorizzando l’inserimento degli alunni diversamente abili, favorendo il successo scolastico, le pari opportunità e l’inclusione sociale».

In linea con le indicazioni ministeriali, il Comprensivo ha attivato il percorso “La tribù dei suoni allegri” nella scuola dell’infanzia, mentre per la primaria ben dieci classi sono impegnate nel progetto “Cori di classe”. Le classi quinte coinvolte nel coro “Cantiamo l’amicizia” parteciperanno sia alle Olimpiadi dell’Amicizia 2015 (organizzate dall’Unicef) nella tappa di Tricase del 10 aprile, sia alla manifestazione musicale “InCanto”, promossa dal Comprensivo di Matino, nel mese di maggio.
Per la secondaria di 1° grado, è stato richiesto l’indirizzo musicale: ben 39 alunni hanno espresso il desiderio di continuare il percorso musicale con lo studio di uno strumento, sostenendo una prova orientativo-attitudinale. Quest’anno, infine, l’istituto melissanese ha anche aderito alla sperimentazione “Armonie per la salute a scuola”, un corso di formazione dedicato ai docenti che prevede la creazione di un coro e/o di un’orchestra per diffondere le diverse espressioni musicali al fine di favorire il benessere scolastico e prevenire e/o ridurre il disagio giovanile.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...