Home Tags Posts tagged with "oleifici congedi"

oleifici congedi

de-gaetani

UGENTO. Da quando il Salento è diventato un marchio di successo, più ancora delle sue spiagge, dei suoi paesaggi e delle sue tradizioni sembra attirare e “tirare” un settore in particolare, quello agroalimentare. Ben lo hanno capito i salentini che in forze hanno “colonizzato” il Salone del Gusto di Torino, grande manifestazione internazionale appena conclusasi dedicata appunto all’arte del mangiare bene. I numeri: 80mila metri quadri di area espositiva, 1200 partecipanti provenienti da 100 paesi, 120 presìdi Slow Food e soprattutto 59 aziende pugliesi.

Ugento era presente con ben quattro realtà: il liquorificio Essentiae, gli oleifici Congedi e Oro del Salento e l’azienda agricola “I Contadini” (nella foto a sinistra). Dall’antipasto al dolce, quindi, tutti i tipici componenti di un pranzo rigorosamente made in Ugento. Non solo la voglia di condividere i propri saperi e sapori, però, muove questi imprenditori dell’era 2.0: laddove basterebbe un sito internet ben fatto per vendere i propri prodotti anche al di fuori del paese, il segreto del vero successo sta nel muoversi, mostrare e dimostrare, intessere nuove collaborazioni e curare quelle già in piedi. Lo dice chiaramente Emanuele De Gaetani, già conosciuto e apprezzato ristoratore con il “pallino” dei sapori antichi, che nel 2007 ha inventato il marchio Essentiae e ha iniziato a portare in tutta Italia i liquori di Ugento: «Noi siamo piccole aziende e dobbiamo muoverci insieme per pensare di andare avanti e sfondare anche nei grandi mercati. In Italia siamo conosciuti, bisogna ora puntare ai paesi emergenti, alla Cina e il Giappone. Farcela da soli sarebbe impossibile, abbiamo bisogno di collaborare».

Manco a dirlo, gli stranieri che hanno affollato gli stand del Lingotto hanno apprezzato i prodotti e la filosofia del chilometro 0. Grande soddisfazione anche per Salvatore e Lucio Paiano di Oro del Salento, che da alcuni anni hanno affiancato la storica produzione di olio a quella dei prodotti tipici come conserve, sottoli e sottaceti e hanno visto il loro stand letteralmente preso d’assalto e visitato anche da alcuni vip esperti del settore, come il presentatore Luca Sardella.
I tempi che corrono non permettono di tirare le somme di grandi guadagni, alla fine di queste esperienze: quello che resta è l’investimento che si è fatto nel farsi conoscere e nel portare il proprio marchio là dove ancora non c’era. Poi Internet farà il resto, ma la tecnologia ancora non ha imparato a far viaggiare odori e sapori e se c’è bisogno di far conoscere il gusto del Salento, Ugento non può mancare.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...