Home Tags Posts tagged with "nuovo servizio"

nuovo servizio

Lecce – Le bellezze naturali dei Parchi e delle Aree protette del Salento da visitare a bordo di due pulmini ecologici, magari in bassa stagione: è quanto offrirà a breve il nuovo “Servizio di valorizzazione turistica dei Parchi naturali e Aree protette del Salento”, realizzato nell’ambito del progetto europeo “Epa – Environmental  Park”), finanziato dal Programma Interreg Grecia Italia. Ne sono coinvolte infatti istituzioniitaliane greche: Provincia di Lecce (capofila), la Città Metropolitana di Bari, la Provincia di Brindisi, la Regione di Epirus (Grecia), la Regione di Western Greece e la Regione delle Isole jonie. Tutti i dettagli dell’iniziativa “che coniuga turismo e mobilità sostenibile”, come si legge in una nota della Provincia, saranno presentati domani a Lecce, nella sala conferenze di Palazzo Adorno. Interverranno Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce,  Carmelo Calamia, dirigente del Servizio Politiche comunitarie, e Angela Tundo rappresentante della ditta Tundo Vincenzo spa di Zollino, aggiudicataria del servizio, che illustrerà in particolare il sito web dedicato agli eco tour.

Sono stati naturalmente invitati a partecipare i presidenti o i loro rappresentanti dei siti naturalistici della provincia: Riserva naturale statale “Le Cesine” di Lecce; Riserva naturale orientata “Palude del Conte e Duna costiera di Porto Cesareo”; Parco naturale regionale “Bosco e paludi di Rauccio” di Lecce; Parco naturale regionale “Costa Otranto-S. Maria di Leuca e Bosco di Tricase”; Parco naturale regionale “Litorale di Ugento(nella foto i bacini di Torre S. Giovanni); Parco naturale regionale “Porto selvaggio-Palude del Capitano” di Nardò; Parco naturale regionale “Isola di S. Andrea Litorale  di Punta Pizzo” di Gallipoli (nella foto l’Isola di S. Andrea di Gallipoli); Area marina protetta “Porto Cesareo”. Il progetto Epa prevede proposte mirate a fasce particolari di utenti e pacchetti di visite e collegamenti tra Lecce e le varie sedi dei parchi; assicurati spostamenti anche all’interno delle stesse riserve naturali.

Resta, intanto, ancora da definire un ulteriore passaggio affinché i parchi siano davvero autonomi e gestiti secondo regole e indirizzi ufficiali. In numerosi casi, infatti, i Comuni di competenza non hanno ancora proceduto a preparare e varare dei piani di gestione con annessi amministratori incaricati a realizzarli. E’ il caso dei parchi jonici, ad esempio, come quelli di Gallipoli e Ugento.

.

 

Voce al Direttore

by -
Ci siamo. Puntuale come ogni anno, il balletto delle cifre è qui tra noi: quanti ne mancano all’appello? “Almeno il 40%”. “Macché! Siamo al...