Home Tags Posts tagged with "notte europea della geografia"

notte europea della geografia

Otranto – Film, escursioni e degustazioni a Otranto, venerdì 6 aprile, per la “Notte europea della geografia”. “Al di la del mare. Racconti di viaggi e terre lontane. Per un’altra geografia delle migrazioni” è il tema dell’edizione salentina della manifestazione proposta dal dipartimento di Storia, società e studi sull’uomo dell’Università del Salento, diretto da Fabio Polluce, autorevole esponente della Società geografica italiana. La giornata si propone ricca di eventi: dalle 14.30 alle 16.30 l’escursione lunga la costa otrantina dalla cava di bauxite al castello, dalle 16.45 alle 19.14 il convegno sul tema delle migrazioni al Castello e in tarda serata al faro della Palascìa l’ascolto del racconto dei migranti con il buffet interetnico offerto dall’associazione Integra onlus. Al convegno “Al di là del mare: geografie dell’altrove” sarà presente anche Klodiana Cuka, presidente di Integra onlus, l’associazione (partner dell’evento) che da 15 anni gestisce nel Salento le politiche migratorie, “a favore di un’immigrazione vigile, virtuosa e responsabile”. Tra gli altri esperti presenti anche il geografo Angelo Turco, grande conoscitore del continente africano, il professor Vitantonio Gioia, storico del pensiero economico, la professoressa Beatrice Stasi, italianista, e il regista e sceneggiatore Alessandro Valenti. Nel corso del convegno è prevista la visita al museo sull’ecologia degli ecosistemi mediterranei ospitato all’interno del Faro e la proiezione del film di Valenti “Babbo  Natale” con una breve presentazione del regista. Il dibattito sarà arricchito dalla proiezione del documentario “Il venditore di libri” di Dario Brandi, presentato dal critico cinematografico Luca Bandirali. «Il fine è quello di rafforzare il dialogo e la collaborazione tra alta formazione e ricerca ed il terzo settore , dopo la costituzione dell”Osservatorio sull’imprenditorialità straniera” tra Integra ed UniSalento, da  orientare sia lungo l’asse Italia (Puglia) e Balcani (Albania), che verso il Nord Africa, specie dopo le “Primavere Arabe del 2011”, scenario sempre più strategico e vitale per il futuro della stessa  integrazione europea, secondo confini comuni e sicuri.

Otranto – Arte, musica e natura per il lungo fine settimana pasquale a Otranto. Da sempre meta gettonata per le passeggiate nel centro storico e per le scampagnate di pasquetta, dagli Alimini giù sino alla Palascia, la città offre anche molte attrattive culturali. “Oltre” è la mostra di pittura di Roberta Catanzano che può essere visitata presso il castello Aragonese fino al 3 aprile mentre è stata prorogata sino al 14 giugno (tutti i giorni dalle 10 alle 19) la personale di Oliviero Toscani “Più di cinquant’anni di magnifici fallimenti”. L’esposizione, curata da Nicolas Ballario e coordinata da Lorenzo Madaro,  mette in scena in oltre 100 scatti la potenza creativa e la carriera del noto fotografo, attraverso le sue immagini più note che hanno fatto discutere il mondo su temi come il razzismo, la pena di morte, l’Aids e la guerra. Tra i lavori in mostra il celebre bacio tra prete e suora del 1991, i Tre Cuori White/Black/Yellow del 1996, No-Anorexia del 2007 e tantissimi altri. In mostra anche i lavori realizzati per il mondo della moda, dalle celebri fotografie di Donna Jordan fino a quelle di Monica Bellucci, oltre ai ritratti di Mick Jagger, Lou Reed, Federico Fellini e i più grandi protagonisti della cultura dagli anni Settanta in poi. In questa straordinaria galleria di ritratti, anche quello dedicato al genio di “Nostra signora dei Turchi”, Carmelo Bene. Per il giorno di pasquetta, invece, spazio alla musica e al divertimento. «A partire dalle ore 16 sul lungomare degli Eroi si terrà un concerto con dj set e animazione a cura del Comune e della Pro Loco. Sul palco si alterneranno dj locali come Adamo Cotardo e Lorenzo Coluccia supportati dalla voce di Lucia Golemi», fa sapere l’assessore alla Cultura, Cristina De Benedetto.

 

La notte europea della geografia – Venerdì 6 aprile è in programma, inoltre, “La notte europea della geografia”, dalle 18.30 presso il faro della Palascia. Per l’occasione, l’Università del Salento propone una serie di eventi volti a valorizzare la geografia come scienza “viva”, capace di contribuire con il proprio sapere allo sviluppo dell’umanità, “uno sviluppo sostenibile e solidale, fondato sui principi dell’equità inter-generazionale ed intra-generazionale”, come affermano i promotori. L’evento salentino è incentrato sulle migrazioni e sull’importanza di una “società inclusiva”. Il percorso narrativo si snoda in tre momenti: l’escursione lunga la costa otrantina (dalle 14.30 alle 16.30) dalla cava di bauxite al castello, il convegno sul tema delle migrazioni al Castello, dalle 16.45 alle 19.45, e, in tarda serata al faro della Palascìa, l’ascolto del racconto dei migranti con il buffet interetnico offerto dall’associazione Integra onlus.
Nel corso del convegno è prevista la visita al museo sull’ecologia degli ecosistemi mediterranei ospitato all’interno del Faro e la proiezione del film di Alessandro Valenti “Babbo  Natale” con una breve presentazione del regista.
(ha collaborato Matteo Monte)

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...