Home Tags Posts tagged with "Notizie Taviano"

Notizie Taviano

by -
0 1393

TAVIANO. Ha riaperto i cancelli il Parco Ricchello di Taviano. Come si ricorderà il Parco era stato chiuso intorno a Ferragosto per gravi pericoli igienici alla salute pubblica. Dopo un’energica azione di disinfestazione dell’intera area, potrà essere fruibile dai cittadini tavianesi e non. Nei prossimi giorni il Parco sarà, inoltre, risistemato in alcuni punti, come il pallone tensostatico, che purtroppo rimane ancora out per far svolgere gare sportive in quanto rovinato in più punti. L’amministrazione comunale ha temporaneamente affidato , alla Protezione civile, il compito di aprire e chiudere il Parco nelle ore diurne. Di notte, poi, la vigilanza notturna è stata affidata ad un istituto privato di vigilanza, per evitare ulteriori atti vandalici.

comune di TavianoTaviano. Visita notturna al comune di Taviano, pare però senza particolari conseguenze. Al momento il segretario comunale, Giancarlo Ria e un dirigente dell’anagrafe, Sandro Casarano, stanno verificando le conseguenze della visita da parte dei ladri. Anche il maresciallo della locale stazione, Luigi Casciaro, avvertito da alcuni passanti, ha confermato che i ladri non avrebbero preso nulla. Forse cercavano del contante negli uffici dell’anagrafe. I ladri si sono introdotti all’interno dei locali del Municipio, forzando una porta e rompendo il vetro di una finestra, proprio di fronte al ristorante “Vico degli scettici”, in piazzetta Sant’Anna. I ladri hanno scelto un’entrata secondaria e quindi hanno agito in tutta tranquillità. Della visita è stata avvertita la Prefettura di Lecce.

anziani-genericaMANCAVERSA (Taviano). Una giornata dedicata agli ammalati. E’ quanto stanno organizzando la parrocchia B.V. Immacolata di Mancaversa, le associazioni cattoliche locali, i volontari dell’Unitalsi, che tanto si prodigano in Italia ad accompagnare gli ammalati nei santuari mariani sparsi in tutto il mondo, altre associazioni e semplici cittadini. Afferma Sandro Rizzo, responsabile dell’associazione “Cultura e Salento”: “Per un giorno vogliamo che sia l’ammalato ad essere al centro dei nostri pensieri. Proprio nel pieno delle ferie, quando tutti sono presi dalla frenesia delle vacanze, pensare a chi soffre, riteniamo che sia un momento qualificante della nostra vita”. La giornata di oggi (2 agosto) si aprirà con la celebrazione della Messa  per proseguire poi con una via Crucis dell’ammalato durante la quale il Santissimo sarà portato in processione con il coreografico baldacchino. In serata poi, dopo il rosario, presso il simulacro della Madonna di Lourdes, alle spalle della parrocchia, ci saranno le testimonianze di alcuni medici cattolici che si prodigano nell’assistenza agli ammalati.

CARLO PORTACCIO SINDACOTAVIANO. È arrivato al punto di rottura il braccio di ferro tra il sindaco di Taviano, Carlo Portaccio, e il suo, ora ex, vicesindaco Giuseppe Tanisi. Nelle scorse ore, infatti, il Primo cittadino ha ufficializzato il ritiro della delega a Tanisi. Nei mesi scorsi, sono stati numerosi i momenti di attrito fra i due, l’ultimo episodio risale proprio a poche settimane fa, quando l’ex Vicesindaco decise di astenersi di fronte alla decisione della maggioranza di aumentare la Tari, creando lo scompiglio nelle file della stessa maggioranza. Leggi anche: Taviano, è guerra tra Sindaco e Vicesindaco.

by -
0 1339

Maestro Ercole  PignatelliTAVIANO. Ercole Pignatelli, il maestro d’arte di fama internazionale e di origini leccesi,  è stato a Taviano, il 28 giugno scorso, in occasione dell’apertura della sua mostra “Humus” ospitata nelle sale del Palazzo marchesale fino al 28 settembre. Ha eseguito alla presenza del pubblico, in piazza del Popolo, un’estemporanea accompagnato al pianoforte dal maestro Francesco Libetta. Ha poi donato l’opera, di metri 3×2, dal soggetto floreale in omaggio alla città dei fiori, al comune di Taviano.

A lui – artista e uomo libero,  amico e compagno di viaggio di Montale e Quasimodo (tra gli altri grandi) che ha iniziato la sua carriera nel 1953 a Milano, dopo aver lasciato la natìa Lecce, abbiamo chiesto cosa rimane delle origini della terra  salentina, del  sole e della terra rossa nella sua arte. E cosa pensa oggi di questo Salento,  terra magica  dalle grandi contraddizioni.

«La mia arte si è  nutrita da sempre – ha sottolineato –  del fermento delle radici, della terra. Non ho scelto nulla, ce l’ho nel mio Dna, prova ne è il titolo di questa mostra “Humus”. Trovo che in questa terra salentina ci siano due strade:  la strada di sempre,  che è ancora là, quella di quando ero bambino, a Torre Uluzzo, quella delle cicale, dei grilli la notte, delle lucertole contro le foglie, degli ulivi, quella dei luoghi e dei ricordi d’infanzia: la strada della poesia. C’è poi  anche la strada di oggi, convulsa e straordinariamente sovraccarica di problemi». Il Salento, la sua Itaca, continua a vivere, quindi, attraverso le sue opere, in tutto il mondo con quella forza propulsiva, audace e delirante, inconfondibilmente firmata Ercole Pignatelli.

spiaggia di MancaversaTAVIANO. Sembrava che si accingesse a prendere sole e a fare il bagno, come tutti, sulla spiaggia di Mancaversa (foto) piena di turisti e di famiglie con bambini. Invece le intenzioni di un 58enne di Racale erano ben diverse. Denudatosi davanti agli sguardi attoniti di tanti, ha incominciato a masturbarsi. Le reazioni, dopo i primi minuti di sconcerto, non si sono fatte attendere. Due turiste hanno subito denunciato il fatto e l’arrivo degli agenti del commissariato di Gallipoli ha messo fine all’increscioso episodio. Gli agenti hanno invitato l’uomo a rivestirsi denunciandolo poi per atti osceni in luogo pubblico.  A detta di alcuni turisti, abituali frequentatori della spiaggia, sembra che l’uomo non sarebbe stato nuovo a fatti del genere. Era stato visto, infatti, nei giorni precedenti sempre nello stesso luogo e nei medesimi imbarazzanti atteggiamenti.

by -
0 2140

CARLO PORTACCIO SINDACOTAVIANO. Dopo mesi di distinguo e polemiche in Giunta, è scoppiata la guerra tra sindaco, Carlo Portaccio, e il suo vice, Giuseppe Tanisi, assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica. Il fatto che ha dato la stura a questo contrasto, ormai insanabile agli occhi dei più, è stata la decisione della maggioranza di fare la differenziata a Mancaversa dal 1° luglio e aumentare del 5% la tassa sui rifiuti ai cittadini tavianesi, questo per coprire le spese della differenziata, circa 120mila euro per dodici mesi. La bagarre tra i due si è concretizzata in Consiglio comunale, con l’astensione di Giuseppe Tanisi, sull’aumento della Tari e creando lo scompiglio nelle file della maggioranza.

Nell’occasione Tanisi ha proposto a tutti i consiglieri di rinunciare all’indennità, cosa che lui ha formalizzato al protocollo del comune.  La maggioranza di Portaccio ha risposto con un manifesto, definendo Tanisi, “un novello pifferaio magico che si sveglia dicendo che esistono delle alchimie finanziarie per sostenere definitivamente il costo della raccolta differenziata, fingendo di ignorare che, per legge, devono essere i cittadini a pagare la tassa sulla spazzatura”. Pronta e subitanea la risposta del vice sindaco che su un altro manifesta replica alle accuse sostenendo di volere una politica reale e di stare dalla parte dei cittadini.  “Nella mia vita –scrive Tanisi – ho imparato che la politica non è un mondo virtuale ma realtà, servizio e ricerca di soluzioni utili al benessere dei propri concittadini”.

by -
0 763

Teatro FasanoTAVIANO. L’associazione culturale “V. Bachelet” e “Temenos recinti tetrali” organizzano “Teatro pensiero parlante”, spettacolo finale dei laboratori svolti nel corso dell’anno. Venerdì 20 giugno il tetatro dei bambini porterà in scena tre atti unici di Achille Campanile “Centocinquanta la gallina canta, “L’inventore del cavallo” e “Paganini non ripete” per la regia di Liliana Putino. Il laboratorio dei ragazzi, invece, porterà sul palco “Bulli e Pupe – storie di ragazzi e ragazze” con la regia di Marco A. Romano. L’appuntamento è al teatro “Fasano” di Taviano (ore 20.30). Prima di assistere ai laboratori teatrali, inoltre, verrà trasmessa la partita Italia – Costa Rica (per entrambi gli eventi l’ingresso è gratuito).

foto di Giacomo Giannelli

foto di Giacomo Giannelli

TAVIANO. Domenica 15 (ore 18.30) tutti a teatro con gli allievi della scuola comunale di teatro. LAuditorium comunale “Aldo Tundo” (plesso scolastico “Alberto De Blasi”) ospiterà gli allievi che quest’anno hanno seguito il corso condotto dall’associazione teatrale “Neroghi – Tonino Carluccio”. La scuola comunale di teatro  ha previsto l’istituzione di due laboratori teatrali gratuiti divisi per fasce d’età, 8 ai 14 anni e dai 15 in su. Una scuola comunale di teatro che continua ad esserci con notevoli sforzi da parte dell’amministrazione comunale. 

Il sindaco, Carlo Portaccio, intende tenere fede alla tradizione teatrale molto viva nella Città dei fiori, che, per altro, vanta una tradizione che affonda le sue radici in anni molto lontani, palcoscenici di innumerevoli stagioni del Teatro Pubblico Pugliese che continua ad essere fiore all’occhiello e motivo d’orgoglio per i cittadini tavianesi.Il saggio finale prevede gli spettacoli: “Teatrando con Boccaccio”per la regia di Flavio Corina e Prisca Manco e “Liolà”per la regia di Prisca Manco e Massimo Olimpio. L’ingresso è gratuito.

TAVIANO. Assindustria in crisi tra veti e dimissioni, interviste al vetriolo, distinguo e prese di posizioni. Si è detto e scritto molto sui media circa la contestata conduzione del presidente Pier Nicola Leone De Castris, che si dice pronto a ricandidarsi nonostante le critiche di verticismo e lontananza dagli interessi reali delle imprese. Tra i contestatori anche il vicepresidente  – pure lui dimissionario insieme ad altri sei esponenti del direttivo tra cui Augusto Romano di Matino – Vincenzo Portaccio (foto), numero uno del comitato piccola industria. Un vero e proprio scontro che ha finito col lacerare ulteriormente gli animi e l’associazione degli industriali.

Ma alla viglia dell’estate qualcosa va cambiando rispetto alle alte tensioni di pochi giorni fa. Davanti al muro contro muro forse si sta facendo strada la voglia di fermarsi e riflettere e lasciare che le varie posizioni trovino la loro giusta collocazione. È un invito alla calma, alla moderazione, allo smorzare i toni arriva infatti anche da Portaccio, da parecchi corteggiato affinchè si candidi per la presidenza di Assindustria.   «La bufera – afferma l’imprenditore – rischiava di raggiungere posizioni insostenibili. Si rischiava una crisi dai contorni indefiniti. E in questo momento di grave crisi nazionale e internazionale non possiamo permetterci di disunirci e sparare a zero contro tutti. Moderiamo i termini, riflettiamo sul da farsi, in seguito le cose andranno per il verso giusto».

E aggiunge: «All’interno di Assindustria abbiamo tante persone di buon senso, con anni di grandi tradizione alle spalle che sapranno suggerire la strada da percorrere per uscire dal tunnel della crisi. Ci vorrà, forse, un po’ di tempo ma lasciamo che gli animi si calmino e che si dia inizio ad una riflessione interna e costruttiva. Assindustria ha bisogno della collaborazione di tutti, giovani e meno giovani, grandi e piccoli imprenditori. Solo così tracceremo la strada del nostro futuro». Riaprire il confronto, dunque e far slittare tutto in autunno, fermando le bocce: è la proposta di portaccio, lanciata da Taviano.

by -
0 1415

Auditorium "Aldo Tundo" di TavianoTAVIANO. L’assessorato alle Politiche sociali, alle Pari opportunità e all’Immigrazione del comune di Taviano, in collaborazione con lo Sportello immigrazione dell’Ambito territoriale di Gallipoli, organizzano il convegno  “I nuovi orizzonti della genitorialità – problemi emergenti e prospettive di intervento del diritto di un bambino ad avere una madre ed un padre”. Durante l’incontro sarà discussa anche la pianificazione delle uscite del “Camper itinerante” messo a disposizione dall’associazione “Integra Solidale” di Lecce.

Il programma prevede i saluti del sindaco Carlo Portaccio degli assessori alle Politiche Sociali di Taviano e della Provincia di Lecce Teresa Sabato e Fernanda Metrangolo e l’intervento dei relatori Antonella Giurgola direttore Ussm del Tribunale Minorenni di Lecce, Antonio Facchini giudice onorario del Tribunale dei Minori di Lecce, Maria Mancarella dell’Università degli Studi di Lecce, Valdo Mellone direttore Asl di Lecce, Antonella Mandolia psicoterapeuta, Maria Mangiatordi dello Sportello Immigrazione dell’ ambito territoriale di Gallipoli – sede di Taviano. Coordina i lavori Chiara Greco assistente sociale. L’appuntamento è per giovedì 5 (ore 18) presso l’Auditorium “Aldo Tundo” di Taviano.

 

by -
0 1052


TAVIANO. Maggioranza e opposizione ai ferri corti: questo, in sostanza, il clima che si è respirato nel corso del Consiglio comunale del 23 aprile scorso. Ê stato un continuo botta e risposta soprattutto sulle interrogazioni presentate dai due gruppi di minoranza, “Città Aperte” e “Taviano democratica”. Il Consiglio comunale ha poi approvato il regolamento per la detenzione dei cani e la prevenzione del randagismo, il Piano comunale per l’esercizio del commercio su aree pubbliche e un atto di indirizzo per procedere alla predisposizione del Bilancio di previsione. Rinviato, invece, l’argomento sul contributo di costruzione in edilizia, in attesa della sentenza del Tar Lecce per quanti hanno costruito negli anni passati.

Sulle interrogazioni le due parti non hanno fatto un passo indietro dalle loro posizioni:  spese per la stagione estiva 2013 (esorbitanti i costi per le minoranze, tutto in regola per la maggioranza); presenza di amianto nelle vicinanze di una scuola materna (i controlli dell’ Asl non hanno rilevato nulla per l’Amministrazione). Sulla Videosorveglianza inattiva, la maggioranza ha ribadito che il sistema non funzionava dai tempi della passata Amministrazione. Lo scontro, infine, c’è stato sull’affidamento del servizio di gestione del centro ricreativo per disabili e assistenza domiciliare anziani, affidato  alla “Piramide”, “da sempre guidata – ha gridato Francesco Pellegrino di “Città Aperte” – dall’assessore Teresa Ferocino, tanto è vero che la sede legale dell’associazione è a casa sua”.

Su questo punto il Sindaco ha ribattuto: «La gara di affidamento è un atto della commissione tecnica, dove nessun organo politico è mai intervenuto. Secondo noi l’associazione si è aggiudicata la gara perché ha presentato l’offerta più conveniente, non vedo, perciò, profili di illegittimità». «In ogni caso – ha concluso il primo cittadino – la delega politica per il centro anziani è affidata attualmente al consigliere Aldo D’Argento, e questo per evitare ulteriori speculazioni».

by -
0 1660

enrico-berlinguerTAVIANO. Sarà  proiettato sabato 12 aprile, ore 20 presso il cinema Fasano di Taviano, il film documentario di Walter Veltroni “Quando C’era Berlinguer”. L’organizzazione è del Coordinamento jonico-salentino del Partito Democratico che riunisce tutti i paesi dell’arco jonico, da Gallipoli a Leuca ma anche i paesi della fascia interna che gravitano intorno a Casarano. Il documentario, a 30 anni dalla scomparsa del leader comunista cerca di tracciare un bilancio su chi è stato veramente il leader comunista e quale traccia abbia lasciato nella memoria collettiva. L’ingresso è gratuito e aperto a tutti.

by -
0 1230

TAVIANO. La Boys Taviano ha vinto il campionato provinciale Giovanissimi con due giornate di anticipo. Premiato quindi l’impegno non solo dei ragazzi, ma anche dello staff e di tutti i genitori che seguono con interesse il percorso educativo dei loro figli attraverso lo sport. Considerati i risultati e la volontà comune di un maggiore impegno, per il prossimo anno si punta a obiettivi più alti, magari in ambito regionale.

assessore-Leonardo-TunnoTaviano. Sulla scena politica sono arrivate, inattese, le dimissioni dell’assessore alle Attività produttive e Agricoltura, Leonardo Tunno. Così, all’indomani delle voci di un possibile rimpasto, le dimissioni di Tunno offrono, su un piatto d’argento, un posto libero in Giunta. È chiaro che il prescelto dovrebbe essere Antonino Manni, anche se l’ultima parola spetta al primo cittadino. «Sono molte le ragioni che mi hanno spinto a dimettermi – ha confessato  Tunno – prima fra tante l’impegno che ho con il sindacato dell’Ugl che mi fa stare molti giorni della settimana a Roma. In queste condizioni non potevo continuare a fare l’assessore a tempo pieno che è alla base delle mie convinzioni. Secondo motivo è che ho aderito al movimento di Gianni Alemanno “Prima, l’Italia”, impegno che mi toglierà altro tempo». Tunno è conosciuto come persona riservata e gran lavoratore. Lo dimostrano le sue 500 preferenze alle ultime amministrative, secondo solo a Giuseppe Tanisi. «Ho fatto l’assessore con umiltà e devozione – conclude – ora è giusto che qualche giovane si misuri e abbia la possibilità di mettere in mostra le proprie qualità».

by -
0 1356
L'arrivo di Luca Scarica

L’arrivo di Luca Scarica

Taviano. La  Taviano Ten Run di fine settembre per la prima volta tappa del Salento tour. Un percorso di 10mila metri per le strade cittadine con partenza dal Parco Ricchiello come 9° prova del circuito  Salentino.

«470 partecipanti, 62 donne, 408 uomini, 40 società salentine e regionali – spiega l’assessore allo sport Luigi Corvino – raddoppiati rispetto all’anno scorso. È diventata una gara di spessore, c’è stato un grande impegno del presidente provinciale Fidal Sergio Perchia e anche degli amministratori del comune di Taviano. Abbiamo messo a disposizione la location del Parco Ricchiello e anche il Palazzo Marchesale dove si è tenuto il forum “Muoversi è Benessere” in cui tre specialisti hanno fornito informazioni utili per un migliore svolgimento della corsa, la salute degli atleti e le problematiche legate a questo sport».

I podisti arrivati prima dell’inizio della gara approfittano per allenarsi in previsione delle maratone dei prossimi mesi. La novità è stata il un gruppo del Fitwalking o quelli del “camminare per la forma fisica” una nuova attività motorio-sportiva.

Con 00:33:56.45 il posto più alto del podio è stato guadagnato da  Luca Scarcia, dell’Atletica Capo di Leuca, quinto  assoluto a livello mondiale nella specialità di corsa in montagna, campione italiano 2013, a seguire  Cristian Bergamo del Cus di Lecce e Redouane Marsali dell’Atletica Capo di Leuca.

Tra le donne, invece, prima a tagliare il traguardo Luana Boellis , dell’Atletica Gallipoli, seconda Daniela Hajnal e terza Manola Ponzetta, entrambe dell’Atletica Capo di Leuca.

Premiati i primi di tutte le categorie, maschili e femminili, oltre ai primi trenta in assoluto.

by -
0 884

Taviano. A scuola dal lunedì al venerdì. E il sabato a casa. Il Consiglio d’Istituto del comprensivo di Taviano ha accolto le sollecitazioni di un gruppo sempre crescente di genitori che chiede la settimana corta. «E’ una decisione che va condivisa con le famiglie – spiega il presidente del consiglio d’Istituto Marco Stefano – per ora è solo una proposta della quale si comincia a discutere, si procederà attraverso un sondaggio d’opinione che sottoporremo all’attenzione di ogni famiglia degli allievi dell’Istituto comprensivo e solo dopo aver raccolto democraticamente la maggioranza di adesioni,  se ci sarà, si passerà a programmare il cambiamento, che di certo non riguarderà  l’anno in corso”.

Come dire si prepara il terreno per la rivoluzione, giacché di rivoluzione, almeno culturale, trattasi.  La settimana corta non prevede il taglio del monte orario, ma la suddivisione delle stesse ore nell’arco dei 5 giorni con uno o due rientri pomeridiani. I motivi alla base della richiesta sono vari: una maggiore attenzione al tempo da dedicare in famiglia,  risparmio dei costi energetici con conseguente minore impatto sull’ambiente, maggiori attività di tipo extrascolastico da svolgere nei rientri , con laboratori musicali, tecnici e di attività motorie. L’idea è quella di allargare l’attività scolastica nel pomeriggio e continuare a garantire una formazione di qualità  adeguando questo modello a quelli adottati ormai da anni nella maggior parte dei paesi europei e anche in molti centri del Nord Italia. D’altra parte anche  l’attuale ministro all’Istruzione Maria Chiara Carrozza ha auspicato istituti aperti il pomeriggio.

by -
3 1332

salento flower 1Taviano. Salento flower 2013. Il centro storico, sabato 17 agosto,  si veste di fiori: cascate di colori e profumi floreali dipingeranno le strade del centro, a partire da  via Immacolata, passando per Piazza San Martino, via Matteotti fino a Piazza del Popolo. Start alle ore 21 per la terza edizione di “Salento Flower”. L’ evento ideato e realizzato dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Portaccio, per la promozione di Taviano città dei Fiori,  è firmato anche quest’anno dall’assessore alla Agricoltura, Eliano Olive: «Per ridare centralità alla produzione floreale –  dice – e nel contempo stupire in bellezza e arte, sabato ci sarà un’esplosione di 3mila girasoli, saranno trasportati nel nostro centro storico 12 alberi d’ulivo di media grandezza addobbati a fiori, ci saranno nastri d’organza e musica diffusa in tutte le stradine. Quest’anno abbiamo anche ottenuto un ulteriore contributo da parte della Provincia che ha cofinanziato l’evento per 2mila euro». Nel corso della serata saranno presentati i risultati finali dei progetti nazionali e internazionali Procertiflor (promozione delle produzioni  certificate) in collaborazione con Ismea e con il Ministero politiche agricole e Netflor (messa in rete attraverso un portale sul quale vendere e comprare grandi quantità di fiori). «Il tavolo tecnico  – continua l’assessore –  ha deciso di lanciare il marchio Vivaifiori, il made in Italy brand per fiori e piante; proprio in questi giorni raccoglieremo le adesioni al marchio dei nostri floricoltori tavianesi» I fiori diventano così volano di promozione del territorio, attraverso le fascinose composizioni artistiche dei compositori e fioristi tavianesi e salentini.

La direzione del progetto degli addobbi floreali è stata assegnata quest’anno alla wedding designer Grazia De Pascalis.Per la speciale occasione anche una corsa straordinaria del bus navetta con partenza da Mancaversa (da Piazza Sant’Anna) per Taviano alle ore 20.45 e ripartenza da Taviano (da largo G. Lombardo Radice – Plesso scolastico A. Moro) per Mancaversa alle ore 0.45.

Tanto intrattenimento nella serata con il gruppo storico “I Cimarosa” per gli amanti della musica classica partenopea, l’orchestra Santa Cecilia di fiati Città di Taviano e special guest della serata sarà la vincitrice di “the voice of Italy” edizione 2013, Elhaida Dani, promossa dal noto cantautore Riccardo Cocciante.

Due i mediapartner dell’evento che seguiranno in diretta l’evolversi della manifestazione: Radio Salentuosi e Top video Web TV.

Silvia Chimienti

Taviano. Il “5 stelle” porta a Montecitorio un’altra salentina, Silvia Chimienti, 27enne, torinese di nascita ma con la madre Maria Grazia di Taviano e il padre brindisino.  Il nonno materno, Rodolfo Fumarola, oggi quasi novantenne non ha mai rotto il legame con la sua terra d’origine, da cui si allontanò, negli anni ’50, per lavorare alla Fiat. Infatti torna spesso a Taviano anche per ritrovare i parenti. Tra questi c’è l’attuale vicesindaco di Racale, Frediano Manni, anch’egli, come i grillini, estimatore del concetto di  “cittadinanza attiva” nell’amministrazione di una comunità. La neodeputata insegna in una scuola media di Torino.

«Sono entrata in politica – dice a Piazzasalento – per portare avanti le istanze dei giovani che, dopo anni sui libri, non riescono a trovare alcun tipo di lavoro. In politica serve un cambiamento, bisogna stare in mezzo alla gente per viverne i problemi». Porta con sè ricordi precisi del suo paese: «Mi vengono in mente le lacrime di nonno Rodolfo nel momento dei fuochi d’artificio durante la festa di san Martino, le luminarie, il profumo della scapece, la piazza con la banda, i lupini e le bancarelle. Ricordo  bene il parroco della chiesa di san Martino, don Antonio Verardi e l’architetto Roberto Briganti che ci aiutarono molto quando, durante una permanenza in paese in occasione della festa patronale, mia nonna si sentì male in chiesa. Inoltre mio nonno mi ha parlato a lungo dell’avvocato Rodolfo D’Ambrosio e di Guido Scategni, fondatori della Società operaia di mutuo soccorso e amici del mio bisnonno, Pietro Fumarola».

Ma di salentino Silvia ha quacosa anche lì, nella sua residenza di Castiglione Torinese: «Ce l’ho sotto gli occhi ogni giorno, è il mio cane. Lo trovammo su una Statale in prossimità di Gallipoli, era cucciolo, lo stavamo per investire, poi io e mio fratello insistemmo per prenderlo e, quel giorno, andammo in campagna alle “Macchie” a trovare il nonno che dormiva nel trullo. Da quel giorno Kim (dal nostro cognome Chimienti) rimase con noi. Kim ha ora 10 anni ed è una purosangue salentina».

Il richiamo più forte, almeno finora, è rimasto comunque il mare d’estate:  «Amo e frequento le coste rocciose di Mancaversa e Torre Suda, credo il mare più profumato d’Italia. Ma tutto il Salento offre una costa imparagonabile e senza eguali. A quando la mia prossima visita nel Salento? Presto e non vedo l’ora. Sicuramente la prossima estate».

Rocco Pasca

Taviano. Entusiasmo tanto, partecipanti pochi. “La carica dei…37”, per dirla parafrasando il film per ragazzi di Walt Disney, di qualche anno fa. Erano tanti, infatti, i “coraggiosi” (si fa per dire) presenti all’assemblea della neo associazione “5 Campanili”, la sera di sabato 19 gennaio, al palazzo Marchesale di Taviano. Un po’ pochini, insomma, per portare avanti la battaglia che riguarda  cinque comunità: Taviano, Racale, Alliste, Melissano e Felline. Perché è questa, in estrema sintesi, la finalità dell’associazione: l’eventuale fusione dei cinque Comuni contigui. Torna, insomma, d’attualità l’idea del Tram (acronimo di Taviano, Racale, Alliste, Melissano) della fine degli anni ’80 al tempo della nascita dell’Unione dei comuni. Il Tram doveva rappresentare un’unica comunità politica e amministrativa. Il progetto naufragò per lo scarso interesse dei politici e della gente stessa. Se a questo poi si aggiunge che, nelle scorse settimane, dalla diaspora di alcuni adepti dell’associazione, è sorta “Pentapolis”, con i medesimi intenti, si capisce che la strada resterà in salita.

All’assemblea, convocata per eleggere il nuovo direttivo sono stati votati per acclamazione: Francesca Franza di Racale in qualità di portavoce; Giulio Palumbo (Racale) come cassiere; e poi, sempre per Racale, Giuseppe De Lorenzis, Florinda Manco, Natalia Montinari, Andrea Santantonio, Pina Vincenti, Matteo Bellaluna, Tommaso Nicchiarico, Danilo Coronese e Toni Alfarano. Per Taviano risultano eletti: Davide Tenuzzo, Marco Palese, Mariangela Rizzo ed Emanuele Ria. Infine per Alliste: Maria Antonia Crespino e per Melissano, Marco Macrì e Arianna Stefano. Stabilita anche la quota associativa di 10 euro, non dovuta da studenti e dai senza lavoro fino a 30 anni. (Info: www.5campanili.it).

RP

Taviano. 100 anni, un paese una storia. Con questo slogan la società operaia “G. Garibaldi” di Taviano apre una settimana di eventi per partecipare a tutti la sua lunga attività fatta di lavoro, amicizia e di solidarietà. Ne è convinto l’attuale presidente, Antonio Portaccio, che si sofferma sul concetto di amicizia: «Nei tempi che corrono i rapporti di amicizia si sono fatti più radi per la fretta del vivere. Ebbene, i nostri sodalizi tra la fine dell’800 e gli inizi del secolo scorso, sono nati sulle radici dell’amicizia e sono cresciuti nella pratica di questo generoso sentimento che ci ha fatto sentire fraternamente uniti e quindi sensibili alla solidarietà». Gli eventi inizieranno lunedì 26 novembre con una “Giornata della solidarietà” in cui la Società Operai, in collaborazione con la Banca popolare pugliese, con il Comune di Taviano, con la Provincia di Lecce e con la Regione Puglia elargiranno doni da destinare alle famiglie più bisognose. Martedì 27 vedrà lo svolgimento di un talk show presso la scuola Media durante il quale gli alunni intervisteranno i presidenti della Società operaia. Per mercoledì è prevista una “Maratona del centenario” in notturna per le strade del paese. Giovedì 29 gran concerto musicale con gruppi emergenti locali, presso il teatro “Fasano”. Venerdì, sempre nella medesima sede,  serata dedicata al teatro: gli attori di “Temenos Recinti teatrali “rappresenteranno 3 atti unici di Peppino De Filippo, “Don Raffaele”, “Il trombone” e “Cupido scherza … e spazza”. Per sabato 1 dicembre, presentazione del volume “Tutto ebbe inizio nel 1912 (Storia dell’associazione)”, scritto da Dante Coronese. Gran finale, domenica: prima un convegno e poi la Fanfara dei bersaglieri di Altamura per le strade del centro storico. Tutti gli eventi sono gratuiti e saranno presenti le società operaie di Puglia.

by -
0 1773

La presentazione del libro di Michele Calandriello nel Palazzo Marchesale

Taviano. Nella cornice del Palazzo Marchesale, a Taviano, è stato presentato il libro di poesie del poeta dodicenne, Michele Calandriello, dal titolo “La natura intorno a noi” edito dalla Fondazione Mario Luzi di Roma.

Michele Calandriello frequenta la prima media  e ha cominciato   a scrivere poesie all’età di sette anni, ricevendo, già da subito, riconoscimenti e menzioni in concorsi e premi letterari. In occasione dell’ultimo concorso, organizzato dalla Fondazione Mario Luzi, Giorgio Renzi, docente di Letteratura dell’Università di Roma usò parole lusinghiere a proposito delle poesie di Michele, giudizio che ha spinto la Fondazione a dare corso alla pubblicazione del libro. Il giudizio positivo del professore Renzi non è l’unico: Luigi Pignatelli, fondatore nel 2005 della Compagnia teatrale Hermes di Ginosa, sostiene che i versi di Michele  “palesano una equilibrata conoscenza della grammatica e della consecutio. Siamo tutti poeti, ma non tutti possediamo inchiostro. Calandriello metta a frutto le sue spiccate qualità di giovane poeta e l’elegante ed armoniosa capacità espressiva”.

Una curiosità: la poesia “Natura disperata”, scritta quando frequentava la IV elementare, venne composta integralmente a scuola, in un’ora di supplenza. In quel periodo la sua insegnante di scienze, la maestra Anna Baldari, teneva delle lezioni sulla natura che avevano colpito la sensibilità e l’estro creativo del suo piccolo allievo.

RP

by -
1 2046

La zona industriale vista dall’alto

Taviano. Un astrofisico salentino, Diego Tasselli, 35 anni di Taviano, potrebbe cambiare il volto energetico ed economico del Sud, impiantando nella “Città dei Fiori” una nuova azienda, contribuendo a dare almeno 100 posti di lavoro? L’interrogativo è d’obbligo, soprattutto di questi tempi di magra, e anche perché la notizia, pur circolando sul web, manca del dato ufficiale dell’Ufficio tecnico comunale. «Due anni fa è arrivata la richiesta per il rilascio di un lotto in zona industriale ma poi non si è saputo più nulla», dicono al Comune. Eppure  l’astrofisico Diego Tasselli è intenzionato ad aprire la sua azienda a Taviano per costruire e progettare la “tegola solare”.

Diego Tasselli

Trasferitosi da tempo a Torino, dopo la laurea, nel 2008, vincendo un bando dell’ Unione  europea, dopo aver presentato un proprio progetto di ricerca, fa nascere dal nulla la “Ts corporation” ed un Osservatorio astronomico ad Andrate (To) di cui è l’amministratore delegato e primo ricercatore. «Ts corporation – dichiara Tasselli – è un ente di ricerca privata, dipende dal ministero dell’Università e della Ricerca e opera in collaborazione con diversi altri dicasteri, Università, enti di ricerca nazionali ed internazionali, scuole pubbliche e private. Ci siamo affermati sulla scena della scienza spaziale, delle tecnologie satellitari e dello sviluppo di mezzi per raggiungere ed esplorare il cosmo». Per Tasselli, insomma, il futuro è rappresentato dall’energia solare e, perciò, intende arrivare a progettare la “tegola solare” per rivestimenti di tetti produttrice di energia solare con vantaggi per le famiglie. «Mi sono stancato di operare al Nord e vorrei fare qualcosa per il mio Sud –conclude Tasselli – per questo ho stabilito la sede operativa della “Ts corporation” a Taviano, con la prospettiva di avviare una produzione di tegole solari dando lavoro ai miei conterranei». In paese, intanto, l’opinione pubblica resta in attesa di sviluppi concreti.

Rocco Pasca

by -
0 998

Piazza San Martino, Taviano. Foto di Emiliano Picciolo

Taviano. Torna la festa più sentita e più grande del paese in onore del suo patrono, san Martino. Saranno tre giorni di festa con processione, fiera mercato, musica e fuochi pirotecnici.  «Questa festa – dichiara don Antonio Verardi, parroco della chiesa di san Martino (foto)– ci introduce nell’anno che Benedetto XVI ha voluto indire come l’anno della fede perché, docili all’azione illuminante dello Spirito santo, possiamo riscoprire la gioia di una adesione personale e sincera a Dio».

Solenne processione per le strade del paese il giorno della vigilia con partenza da piazza san Martino e proseguimento per via Immacolata, Diaz, Vittorio Emanuele III, Duca degli Abruzzi, Regina Margherita, Verdi, Marconi, Canova, Macchiaioli, Santorre di Santarosa, Foscolo, Pacinotti, Largo Convento, Vittorio Emanuele II, Immacolata e piazza san Martino. Ricco e articolato il programma civile che prevede nelle mattinate dell’11 e del 12 una estesa fiera mercato con la possibilità di trovare prodotti della terra a km 0 e, dunque, prodotti nella zona da contadini locali. Nelle serate festive tre concerti bandistici: “Città di Taviano”, “Città di Carovigno” e “Città di Conversano”, fuochi pirotecnici nella serata finale. Spazio anche per la a musica leggera  con l’esibizione degli artisti del Centro Studi “The Best” academy con lo spettacolo “Flash Back” e l’attesa esibizione della rivelazione dello spettacolo televisivo “Amici”, il cantante  Antonino.

RP

Salvatore Spiri

Taviano. «Fermo lì! Documenti!» Sono state queste le ultime parole che Salvatore ricorda di aver sentito prima dell’inizio del suo calvario.

Mancaversa, luglio 2011, Salvatore Spiri, 28 anni, a bordo della sua auto si ferma in una viuzza e spegne il motore. In un’abitazione però scatta subito l’allarme, si teme il peggio, “qualcuno cerca di svaligiarci” avranno pensato due coniugi che subito hanno chiamato le forze dell’ordine. E per Salvatore è l’inizio di un dramma conclusosi solo pochi giorni fa. «Cosa ci fai qui?» chiedono i carabinieri al ragazzo che risponde intimorito di essersi fermato lì solo per espletare un bisogno fisiologico. Rassicurazioni che evidentemente non sono state sufficienti, tant’è che è subito scattata la perquisizione fisica e anche quella della vettura. «Tutto potevo immaginare – dice Salvatore – ma non che da lì a poco mi avrebbero portato in carcere senza sapere perché. Chiedevo spiegazioni ma non ricevevo risposte».

È stato tutto così veloce che lo sfortunato non riusciva a razionalizzare, tanto da pensare che presto sarebbe tornato a casa dai suoi, dalla mamma malata e da poco tornata a casa dall’ospedale. «Mi sbagliavo, il peggio doveva ancora venire. La perquisizione a casa mia, dove non è stato trovato nulla di compromettente, ha avuto come unico effetto il nuovo ricovero di mia madre. E poi, ci tengo a specificarlo, non ho avuto nessuna assistenza legale. Ho visto per la prima volta l’avvocato dopo quattro giorni». Nessuna assistenza, nessun sostegno: «Ero solo e non mi è stata data nemmeno la possibilità di passare da casa a prendere della biancheria, salutare i miei, nulla».

Salvatore è ancora scosso e parla a fatica: «L’unica forma di conforto l’ho trovata in cella.

I miei compagni mi hanno accolto bene, hanno capito che ero lì per un errore mi hanno anche dato qualcosa di pulito da indossare».  Dopo tre notti in cella Salvatore torna in libertà, ma Taviano è piccola, tutti sanno di tutti  .

«Avevo difficoltà, anche fastidio a farmi vedere in giro, nei bar. Ho anche perso il lavoro da carrozziere e non riesco a trovarne un altro. Sono stato assolto, il fatto non sussiste ha detto il giudice, e voglio ricominciare daccapo, voglio lavorare e tornare a vivere».                                          

CAP

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...