Home Tags Posts tagged with "Notizie Matino"

Notizie Matino

Il luogo del ritrovamento

Il luogo del ritrovamento

Matino. Resti umani sono stati ritrovati poche ore fa all’interno di un pozzo artesiano in località “S. Anastasia” a Matino. Sul posto sono in corso i rilievi del caso per risalire all’identità del cadavere. Presenti anche Anna Rizzo e Alessio Regoli, madre e fratello di Ivan Regoli scomparso da Matino il 12 settembre del 2011. Gli aggiornamenti qui.

by -
0 1198
matinesi in piazza 2013

Matinesi in piazza 2013

MATINO. Fine settimana da non perdere con due appuntamenti dell’ “Estate matinese” inaugurata lo scorso 5 luglio con l’evento “Muay Thai”. Il primo questa sera con le selezioni provinciali di “Miss Mondo tour – La sfida italiana”. In piazza Giorgio Primiceri, a partire dalle 20.30, sfileranno le aspiranti miss, con ospite d’eccezione Silvia Cataldi di Sannicola, vincitrice della fascia di Miss Mondo Italia. Domani (20 luglio) torna, invece, la 14esima edizione di “Matinesi in piazza”. L’evento itinerante, organizzato dall’associazione “Piccolo teatro matinese”,   si svolgerà quest’anno presso il Parco Bosco di Matino (ore 20.30). La serata, condotta da Antonella Montunato e Sara Felline, sarà dedicata, come tradizione, ai talenti matinesi: cantanti, ballerini, comici e molto altro. Che siano professionisti o dilettanti, poco importa, l’importante è divertirsi. Per entrambi gli appuntamenti l’ingresso è libero.

MATINO.  Ha portato allegria e tanto divertimento la seconda edizione del “Villaggio dei balocchi”. L’appuntamento, dedicato ai piccoli e alle famiglie, è stato organizzato nei giorni scorsi dal circolo Anspi “Villaggio del fanciullo” in collaborazione con l’asilo nido “Finestra sul mondo”. Per due giorni il “Villaggio del Fanciullo” si è trasformato in un vero e proprio parco giochi con intrattenimento, musica, danze e tanti appuntamenti, come la “Caccia al tesoro” organizzata dalla Protezione civile ambientale “Angels” di Matino, che ha aperto i giochi, seguita dall’esibizione della scuola di ballo “Hollywood Dance & Fitness”, di Francesco Felline. Nel secondo giorno, invece, le acrobatiche cheerleaders “Gold Star” della Madonna del Canneto di Gallipoli, hanno raggiunto il villaggio seguite dai bambini dell’asilo nido “Finestra sul mondo”.

Divertimento anche con gli spettacoli di “Petrosino”, del Mago Gegè e di Peppa Pig. I due giorni di festa ( 5 e 6 luglio) hanno dato il via al campus estivo “E…state insieme” che proseguirà sino al 26 luglio. I 60 ragazzi saranno impegnati in vari laboratori ludici e istruttivi come: cucito, cucina, attività sportive, tamburello e molti altri, seguiti dai volontari che mettono a disposizione la loro passione e le loro conoscenze.

Tutte le attività si svolgeranno presso la struttura “Villaggio del fanciullo” rimessa a nuovo grazie all’iniziativa del parroco don Primaldo Gioffreda il quale, attraverso finanziamenti e donazioni, ha recuperato il centro restituendolo alla comunità, dopo decenni di abbandono. Manca davvero poco, inoltre, per vedere il villaggio al completo: il 26 luglio, infatti, proprio in occasione dello spettacolo finale organizzato per la chiusura del campus estivo è prevista l’inaugurazione dell’ultima parte della struttura. Nel 2008, sono iniziati i lavori attraverso i quali è stata recuperata la sala centrale e una delle due laterali, sono stati ripristinati i servizi ed è stato costruito un campetto esterno che entro l’estate sarà dotato di erbetta.

 

 

festa madonna del carmine 2013MATINO. Si festeggia la compatrona di Matino, la Beata Vergine Maria del monte Carmelo, con il programma degli appuntamenti realizzato dalla Confraternita del Carmine. Da venerdì 11 luglio si darà inizio ai riti religiosi con la traslazione della statua dalla caratteristica chiesetta di via Carmine alla chiesa Matrice di piazza San Giorgio. Martedì 15 luglio la statua della Santa protettrice verrà portata in processione insieme a San Giorgio (nella foto lo scorso anno); il corteo sarà seguito dal concerto bandistico “Città di Matino -Vincenzo Papadia”.

Mercoledì 16 luglio saranno inaugurati i riti civili con il concerto bandistico “Città di Racale” diretto da Grazia Donateo (in piazza San Giorgio). Nella serata, invece, piazza Municipio ospiterà due campioni del mondo di danza: si tratta di Giuseppe Lionetti e Simona Metta (titolati nella categoria di danza standard) concorrenti della trasmissione Rai “Ballando con le stelle”. L’evento si svolgerà con la collaborazione della scuola “Latin ballet” di Francesco Felline insieme a Federica Doti.

A fine spettacolo seguirà il duo comico “Alti e Bassi” (alle ore 22), la musica del dj Carlo Nax e l’intrattenimento di Francesco Felline. Il calendario degli appuntamenti per la “Vergine del Carmelo” terminerà giovedì 17 luglio con lo spettacolo piromusicale delle 21 in piazza “Giorgio Primiceri” e il concerto di musica leggera del gruppo “Parsifal”, cover band dei “Pooh” (in piazza San Giorgio).

scacco matto novass (12)MATINO. Il pericolo “Ecotassa” incombe ancora sui matinesi. Il rischio di dover pagare il servizio di raccolta, complessivamente, circa 80mila euro in più per non essere riusciti, a fine giugno, ad incrementare la differenziata del 5% previsto dalla normativa regionale, è ancora concreto. Da più parti, quindi, sono partite iniziative di sensibilizzazione sulla necessità di differenziare di più per smuovere il dato del 15,5 per cento relativo allo scorso aprile addirittura più basso del 16,3% della media  del 2013. L’Amministrazione comunale, nelle scorse settimane, ha affisso dei manifesti per esortare i cittadini a segnalare i casi di abbandono illegale dei rifiuti.

«Chi non differenzia ti fa pagare di più. Segnala anche tu», è l’appello rivolto a tutti con l’avviso di un incremento dei controlli e delle possibili sanzioni nei confronti dei trasgressori. Anche i più piccoli, attraverso le scuole, sono stati coinvolti in questo processo di “corsa ai ripari”. Il sindaco Tiziano Cataldi si è recato nelle scuole per incontrare gli studenti dell’Istituto comprensivo. «Ho voluto stringere un patto con i ragazzi e allo stesso tempo rivolgere un appello ai genitori. Non è giusto – ha spiegato il Sindaco- che le famiglie si facciano carico della tassa regionale solo perché non tutti i cittadini svolgono il loro dovere civico».

Importante in questo senso anche l’attività delle associazioni locali come “Novass”  che ha organizzato la seconda edizione di “Scacco matto all’inquinamento” unendo il gioco degli scacchi all’educazione ambientale. L’iniziativa, organizzata in collaborazione il circolo scacchi Alekhine di Aradeo, si è svolta presso il parco bosco “Aniceto Marsano” e ha coinvolto le classi quinte dei plessi “N.Sauro” e “R.Gentile” dell’Istituto comprensivo di Matino, diretto da Giovanna Marchio. I ragazzi si sono trasformati in pedine e hanno dato vita ad una storica partita, quella tra Wilhelm Stehiniz e Mikhail Chigorin, in versione ecologica.

palazzo marchesale matino foto L MotturaMATINO. Inaugurazione alle porte per  palazzo Marchesale (foto). L’attesa è per la consegna dei lavori che avverrà nei prossimi giorni. Lo storico palazzo dei marchesi Del Tufo, che si affaccia su piazza San Giorgio, risale al sedicesimo secolo. Divenuto di proprietà comunale negli anni ’80, da circa 20 anni è stato oggetto di lavori di recupero e restauro.

Gli ultimi, in ordine di tempo, hanno interessato la sala centrale (sede del Consiglio comunale, fino a prima dell’inizio dei lavori)  trasformata in biblioteca e sala convegni; nello stesso progetto (che comprende il quarto e quinto lotto) erano inclusi anche il restauro del giardino centrale e del secondo cortile e il completamento dei lastrici del palazzo, per il valore di un milione e 500mila euro finanziati dal ministero dell’Economia e delle Finanze.

Della struttura sono invece già state recuperate, sin dal 2008, le scuderie affrescate a piano terra (costo del progetto un milione di euro), che oggi ospitano il Museo d’ Arte contemporanea (MacMa), e l’area “ex cave” scavate nel tufo (costo progetto 415mila euro) anche questa visitabile. Il costo complessivo dei lavori, che sono stati suddivisi in 12 lotti,  è di circa 7milioni di euro.

La destinazione del palazzo, una volta completato, sarà principalmente ad uso turistico, sulla base dei programmi di sviluppo promossi dal Gruppo di azione locale “Serre salentine” che mirano, appunto, alla rivalutazione ed alla promozione turistica della città attraverso due progetti, già ammessi a finanziamento. Il primo prevede la creazione di centri di informazione e accoglienza turistica (progetto finanziato per 223 mila euro) e il secondo punta alla fruizione del territorio con itinerari naturalistici ed enogastronomici (progetto finanziato per 169 mila euro) .

PostinoMATINO. Condannato ma “a sua insaputa”. L’espressione (di recente molto alla moda) è quanto mai vera nel caso del 60enne di Matino che ha scoperto di essere stato addirittura condannato, con l’accusa di ricettazione, senza, però, aver mai avuto modo di difendersi davanti al giudice. Questo, almeno, quanto sostenuto dall’uomo che ha invocato, a più riprese, un (a suo dire) “clamoroso” errore di notifica per provare a sfuggire alla sentenza comminatagli. Inutile invocare i mali e le lungaggini della giustizia italiana perchè, questa volta, il responsabile della “bagarre giudiziaria” non è un giudice, ma un postino, finito ora,a  sua volta, sotto inchiesta con l’accusa di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici (questa l’ipotesi d’accusa formulata dal Pubblico ministero che ha già chiuso l’inchiesta).

Il postino in questione (di Melissano) avrebbe omesso di notificare la sentenza secondo le modalità indicate dall’imputato, ovvero a casa sua. Non avendo trovato direttamente l’imputato, anzichè procedere secondo quanto previsto dalla legge in materia, ovvero mediante l’affissione dell’avviso sulla porta del domicilio, avrebbe, invece, attestato di aver immesso l’avviso di deposito nella cassetta postale del 60enne che, però, non aveva previsto alcun deposito di questo tipo. In sostanza l’imputato non sarebbe venuto a conoscenza del fatto che, in sua contumacia, il tribunale di Casarano aveva emesso (il 22 marzo di due anni fa) una sentenza di condanna per ricettazione.

La sentenza è ora passata in giudicato anche se il 60enne ha riferito di non aver mai ricevuto l’estratto della sentenza in questione nè altri atti processuali che lo riguardassero proprio per un “difetto di notifica”. La Corte d’Appello di Lecce ha pure rigettato il ricorso presentato per scadenza dei normali termini previsti dalla legge. Se per il 60enne la “compiuta giacenza” ha determinato una condanna definitiva, per il postino c’è invece ora la possibilità di stringere i tempi processuali chiedendo di poter patteggiare la pena. Il dipendente delle poste è assistito dagli avvocati Francesco Baldassarre e Valeria Priore.

MATINO. «Vede che succede quando s’incrociano automobili, autobus, trattori e camion? Beh, ogni giorno è così qui, ma nessuno ha mai messo mano  per cercare di risolvere la situazione. Eppure io ho quasi 80 anni e ne ho visti di ammnistratori, vigili, comandanti…»: Giovanni Garzia (foto), classe 1937, contadino per scelta (“se rinascessi farei lo stesso mestiere”), un fratello medico e un padre contadino pure lui, abita in via Po (foto sopra), quella strada che dalla stazione Fse sale e s’immette sulla via che porta a Casarano.

Coglie al balzo un incontro fortuito con “Piazzasalento”, ci racconta e ci sollecita soprattutto a “vedere con i vostri occhi”: «Venite la mattina presto, con i trattori che vanno in campagna, i pullman che portano i ragazzi a Casarano, le auto che girano in ogni ora… ma è così difficile fare qui senso unico e far scendere verso la stazione dalla parallela via XXIV Maggio? L’ho proposta non so più a quanti amministratori comunali, ai vigili urbani: tante assicurazioni e promesse e altrettante delusioni», testimonia mostrando ancora una volta lo “spettacolo”.

Che, quando piove, cambia in peggio: «Vedete? La pendenza della strada è su questo lato di casa mia (a sinistra salendo, ndr) e qui arriva tutta l’acqua. Con gli automezzi che passano radenti a causa del traffico, finiamo sempre con l’acqua nei locali a pianoterra. Tutto questo è inaccettabile».

MATINO. Si è concluso con il saggio di fine anno il corso di musica che, in questi mesi, ha coinvolto numerosi bambini e ragazzi di tutte le età. Nei giorni scorsi il Villaggio del Fanciullo ha ospitato la serata conclusiva degli allievi che hanno frequentato la scuola “Città di Matino”, progetto nato dalla collaborazione tra il circolo musicale “V. Papadia” (presieduto da Sergio Carluccio) e il circolo Anspi “Villaggo del Fanciullo”. Tutto si è potuto organizzare grazie anche alla convenzione che da anni esiste tra il circolo musicale “V. Papadia” e il Comune di Matino.  Seguiti dagli insegnanti Marco Giaffreda, Sandra Legittimo, Luca Magagnino, Emanuele Silvano, Ivan Stefanelli e Floriana Stefàno, i neo-musicisti hanno avuto modo di prepararsi su vari strumenti tra cui: il pianoforte, la chitarra, il violino e la batteria.

Ecco tutti i ragazzi che si sono esibiti: Samuele Marsano, Aurora Pasanisi, Flavia Stefàni, Stefano, Fortunato, Benedetta Bray, Chiara Filippo, Daniele Rizzo, Desirèe Corvaglia, Erika De Michele, Natalie Romano, Erika Protopapa, Angelo Quintana, Marianna Verardi, Desirèe Panico, Giada Panico, Melissa Protopapa, Mariastella Montunato, Chiara Silvano, Matteo Casto, Mattia De Luca, Luana Danese, Mattia Rizzo, Manuel NassisiGiorgio Protopapa, Lorenzo De Luca,  Manuela Casto, Samuele Trianni, Luca Marsano, GIulia Calzolaro, Gabriele Colaianni, Fabiola De Nuzzo, Matteo Protopapa, Denise Cataldo, Myriam Romano, Donato Coppola, Giorgio Romano, Giacomo Casto, Ilaria Rossetto, Rosario Romano e Devis Magagnino. Presente alla serata anche don Primaldo Gioffreda, il vicepresidente Piero Romano e il vicesindaco Luigi Provenzano.

MATINO. Nelle immagini alcuni momenti della festa patronale di San Giorgio, svoltasi quest’anno dal 29 maggio al 2  giugno, in occasione della quale si è rinnovato il gemellaggio tra il comune svizzero Niederbipp e la città di Matino, suggellato dalla visita della delegazione svizzera.

Da sinistra Salvatore Scolozzi del "Circolo emigranti" di Niederbipp, Vincenzo Marsano, Peter Marti, vicesindaco della città elevetica, e Tiziano Cataldi

Da sinistra Salvatore Scolozzi del “Circolo emigranti” di Niederbipp, Vincenzo Marsano, Peter Marti, vicesindaco della città elevetica, e Tiziano Cataldi

MATINO. Quest’anno, per la prima volta in occasione della festa di San Giorgio, l’Amministrazione comunale di Matino riceverà degli ospiti speciali: i “cugini” svizzeri del comune di Niederbipp. La delegazione, composta da diversi consiglieri, dal sindaco Peter Haudenschild e da Giuseppe Scolozzi presidente del “Circolo emigranti” di Niederbipp, sarà in città per due giorni a partire dal 30 maggio. Un incontro che segue quello già avvenuto pochi mesi fa tra le due amministrazioni, quando il sindaco Tiziano Cataldi, insieme anche al presidente dell’associazione matinese “Unione pugliese emigrati”, presieduta da Vincenzo Marsano, si è recato in Svizzera in occasione dell’annuale appuntamento con la “Festa della pizzica salentina” organizzata, da diversi anni a Niederbipp, dal locale “Circolo emigranti” a cui partecipano, ogni anno, gruppi musicali matinesi (quest’anno “I Zamara”).

Un gemellaggio che si rinnova ad ogni incontro e, nelle parole di Giuseppe Scolozzi, si legge l’auspicio e la speranza di un legame sempre più profondo. «Sono passati ormai 15 anni da quando con  Vincenzo Marsano abbiamo avviato questo sogno. Spero che in futuro saranno gli stessi Comuni di Matino e Niederbipp a prendere l’iniziativa con appuntamenti fissi, in modo che il tutto resti nel tempo».  Nella mattinata di venerdì 30 (ore 10) si terrà la cerimonia di rinnovo del gemellaggio presso la sala consiliare del Comune, alla presenza del sindaco Tiziano cataldi e del presidente “Upe” Vincenzo Marsano; seguirà la visita al Museo MacMa. Alle 18 la delegazione svizzera parteciperà all’apertura dei festeggiamenti e in serata alla processione dell’ “Intorciata”. Sabato 31, ultimo giorno di visita, avranno modo di assistere alla fiera mercatale e alla processione dedicata alla Benedizione dei campi.

San Giorgio 2013 - foto Pejrò

San Giorgio 2013 – foto Pejrò

MATINO. Matino è pronta a festeggiare San Giorgio dal 29 maggio al 2 giugno. «La festa del nostro Patrono ci dà l’occasione di ritrovarci insieme e sentirci comunità» scrive il sindaco, Tiziano Cataldi, nel saluto dell’annuario dedicato al programma dei festeggiamenti. I riti religiosi restano legati alla tradizione, con una novità: la statua di San Giorgio, nei giorni precedenti la festa, è stata traslata presso le parrocchie della Santa Famiglia e Sacro Cuore, dov’è rimasta esposta per alcuni giorni, prima di essere riportata nella chiesa Matrice. Le processioni “Intorciata” (venerdì 30 ore 20) e per la “Benedizione dei campi” (sabato 31 ore 12) si terranno dopo la celebrazione della messa con partenza da piazza San Giorgio. Il Comitato festa, presieduto da Venceslao Cosimo Marsano, ha lavorato anche quest’anno ad un programma civile dedicato a tutti e, anche in questo caso, con alcune novità come la “1^ Expò San Giorgio” (dal 29 maggio al 2 giugno)  con numerosi espositori commerciali e artigianali provenienti da tutta la provincia.

L’apertura ufficiale della festa è in programma per venerdì 30, animata dal “Gruppo storico sbandieratori e musicisti – città di Capurso” e dalla prima fiaccolata offerta dalla ditta “Pirotecnica Napoletana” di Matino che si ripeterà sabato 31 alle 13 nel ricordo di Michele Seclì scomparso nel 2012 a soli 29. Anche  a Giorgio Caggiula e Christian Bove, scomparsi prematuramente, il Comitato San Giorgio ha voluto dedicare il “1° Raduno d’auto e moto d’epoca” (domenica 1 giugno ore 9). Nella stessa giornata (ore 7.30 presso viale Caduti di via Fani) tornano gli appuntamenti fissi con la “Fiera mercato”, la 9^ edizione della “Fiera dell’auto” e nel pomeriggio la terza edizione della mostra  cinofila “Giornata a 4 zampe” (ore 17 presso il campo sportivo). I concerti bandistici ospiti quest’anno sono: l’ “Orchestra di fiati – G.Ligonzo” e il “Grande concerto musicale – G.Piantoni”, entrambi di Conversano, (sabato 31 ore 21 piazza Municipio) e “Gran concerto bandistico – Città di Rutigliano (1 giugno ore 21 piazza Municipio).

Il festival di luci si ripeterà invece nelle serate del 31 maggio e 1 giugno in piazza Municipio alle 20.30 (Faniuolo Illuminazioni) e in piazza San Giorgio alle 21 (Mariano Light). Lo spettacolo pirotecnico, che coinvolge tre ditte, (Pirotecnica Napoletana di Matino, Buscella e Eredi di Modugno e Del Vicario Giacomo di Foggia) è atteso il 2 giugno alle 20.30. Questi, infine, gli appuntamenti musicali con le band e i gruppi folkloristici che si terranno presso la Villa Comunale: il concerto di pizzica con Gli Arcuevi, Vento del Sud, Enza Pagliara e Dario Muci (sabato 31 ore 21.30), Andrea Baccassino e a seguire la Conturband (domenica 1 ore 21), gli Ohm cover band dei Pink Floyd (lunedì 2 ore 21), Bar Italia con Vanny dj, Carlo Nax, fabio Marzo e Cesko degli Apres la classe (lunedì 2 ore 23).

MATINO. Alcuni momenti dell’annuale rassegna musicale “In Crescendo”. L’evento annuale, organizzato dall’Istituto comprensivo di Matino, in collaborazione con il circolo musicale “V.Papadia” ha coinvolto anche quest’anno altri istituti tra cui quelli di Melissano, Casarano, Tricase, Alessano, Galatone e Gagliano del Capo e il conservatorio “Tito Schipa” di Lecce (con l’esibizione della Salento Sax Ensemble) . La settima edizione, svoltasi lo scorso 9 maggio (presso la parrocchia Sacro Cuore) ha visto la partecipazone delle classi a indirizzo musicale, dirette dal maestro Sergio Carluccio e, per la prima volta, anche del coro composto dagli alunni delle classi 5 della scuola primaria di Matino.

Filo conduttore del concerto sono state le colonne sonore dei film di Walt Disney e, tra le novità dell’anno, l’istituzione del “Premio al Talento 2014”. «Non è un concorso, ma un riconoscimento -spiega la dirigente Giovanna Marchio- la musica richiede passione,  disciplina e rigore. Il riconoscimento è a chi ha saputo meglio interpretare questi aspetti dello studio dello strumento, aggiungendovi l’impegno e l’entusiasmo, la gioia e le emozioni».  L’8 maggio il premio è stato consegnato agli alunni delle scuole partecipanti, il 9 maggio agli alunni dell’Istituto Comprensivo di Matino: Scarlino Alessia (pianoforte), Marsano Andrea (clarinetto), Coppola Andrea (chitarra), Marsano Maria (violino).

Giuseppe Serravezza

Giuseppe Serravezza

 

MATINO. L’Azione cattolica delle parrocchie Santa Famiglia e San Giorgio organizzano domani, giovedì 22, il convegno dal titolo “Inquinamento e impatto ambientale tuteliamo il nostro territorio e il nostro futuro”. Il tema è sviluppato nell’ambito del progetto diocesano rivolto ai settori Giovani e Adulti di Ac “Progettiamo il nostro futuro” ed ha lo scopo di sensibilizzare e informare sul problema dell’inquinamento nelle città, sui danni provocati e sulle tecniche di riciclaggio dei rifiuti. Interverranno Giuseppe Serravezza presidente della sezione provinciale Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori e Pier Paolo Miglietta cultore della materia di Scienze merceologiche presso l’Università del Salento. Il convegno si svolgerà presso il salone parrocchiale Santa Famiglia a partire dalle ore 20.

by -
0 59

Villaggio del Fanciullo – Matino

MATINO. L’oratorio Anspi “Villaggio del Fanciullo”organizza per domenica 25 maggio un torneo di ping-pong.  Due sono le categorie in gara: “Ragazzi” per i nati dal 1997 al 2000 e “Senior” per i nati fino al ’96. Il torneo, alla sua prima edizione, si svolgerà presso la struttura del “Villaggio del Fanciullo” a Matino. Le iscrizioni possono essere effettuate entro il 23 maggio (quota 2 euro) contattando Rosario Romano al numero 3400722378 oppure scrivendo a rosarioromano88@virgilio.it.

 

Complesso sportivo "Matino sport"

Complesso sportivo “Matino sport”

MATINO. Dopo 15 anni di attesa ed oltre 600mila euro spesi, il complesso “Matino sport” pare pronto per il suo utilizzo. Il comune di Matino, attraverso la stipula di una convenzione, ha, infatti, affidato la struttura alla parrocchia Santa Famiglia retta da don Maurizio Pasanisi. «La concessione è stata effettuata in comodato d’uso gratuito, quindi senza aggravi di spese per il Comune, e finalmente – fa sapere il vicesindaco Luigi Provenzano-  si renderà utilizzabile la struttura». L’area è dotata di un campo da tennis, uno da calcio, una pista di pattinaggio e gli spogliatoi (questi ultimi privi dell’agibilità) ed è situata nelle vicinanze della Caserma dei carabinieri, nella zona 167.

La realizzazione del complesso “Matino sport” prende il via nel 2005 con l’approvazione definitiva del progetto per un importo di  oltre 351mila euro. Come si evince dalla recente delibera con la quale la Giunta comunale ha disposto l’assegnazione, nel 2007 si è provveduto ai lavori di “messa a norma e completamento per l’ulteriore importo di 153mila euro” e nel 2011 si è intervenuti ancora con il “completamento e recupero funzionale del complesso sportivo “Matino Sport” per ulteriore importo di 121milaeuro”. Cifre importanti che si sono sommate negli anni a causa dei ripetuti interventi di ripristino dovuto all’inutilizzo, all’abbandono e agli atti di danneggiamento operato da ignoti.

La parrocchia “Santa Famiglia”, che già svolge numerose attività che coinvolgono i ragazzi, gestirà la struttura per la durata di un anno, in collaborazione con il Centro sportivo italiano senza togliere la possibilità alle altre associazioni locali di usufruirne, compatibilmente con il calendario delle attività programmate. «Non appena saranno terminate le attività parrocchiali per il decennale, ci organizzeremo per svolgere le iniziative nel nuovo complesso, previa convenzione con il Csi», afferma Alberto Sabato, responsabile della parrocchia.

by -
0 195

Da sx Maria Carla Marsano, Costa Ludovica, la dirigente Giovanna Marchio, Anna Maria Bleve e la piccola Pedone Aurora - MATINO 2013MATINO. Nella mattinata di domani l’Istituto comprensivo di Matino parteciperà alla conferenza stampa indetta presso la direzione generale dell’Asl di Lecce, per presentare il “Progetto pilota sull’integrazione scolastica del bambino con diabete”. Si tratta di un programma rivolto ai bambini e adolescenti con diabete che ha interessato quest’anno l’intera popolazione scolastica dell’Istituto matinese ed è nato dalla collaborazione tra lo stesso Istituto e  il Centro diabetologico pediatrico provinciale dell’ ospedale “Ferrari” di Casarano. Unico nella Provincia di Lecce e mira ad essere esteso anche alle altre realtà del territorio. Saranno presenti, insieme a Giuseppe Ponzi, responsabile del Centro diabetologico, anche la dirigente Giovanna Marchio (foto), Fabrizio Coluccia assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Matino e Roberta Manco del Provveditorato agli studi della Provincia di Lecce. «Sin da subito ci siamo dimostrati sensibili al problema – afferma la dirigente Marchio – trovando anche il pieno appoggio di docenti, genitori e studenti coinvolti attivamente nelle varie fasi previste dal progetto, in primo luogo la formazione».

MATINO. Rimane ancora chiusa la strada che collega Matino alle località marine (foto). Il tratto stradale, diversi mesi fa, è stato interdetto al traffico per motivi di sicurezza a causa del pericolo di crollo rappresentato dal ponte che si trova in località “Fosca” precisamente nell’intersezione tra la Provinciale 223 Matino – mare e la Provinciale 54 AlezioTaviano. Per i lavori di ripristino, che per competenza devono essere eseguiti dall’Ente provinciale, sono stati stanziati circa 155mila euro, ma non essendo state espletate ancora tutte le procedure di gara, non si è potuto dare avvio all’intervento, causando non pochi disagi alla circolazione stradale.

La deviazione che conduce all’incrocio di località “Fosca” è rappresentata, infatti, da una strada poco agevole che non si presta al doppio senso di circolazione e che rischia di diventare ancor più pericolosa con l’arrivo della stagione estiva, quando il traffico stradale, che solitamente insiste sulla Provinciale, è più sostenuto. «Abbiamo avuto di recente contatti con la Provincia che non ha saputo indicarci i tempi di intervento, ma ha assicurato che nel caso in cui i lavori dovessero ancora subire dei rinvii, si riaprirà la strada destinandola solo al traffico lento», afferma l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Provenzano.

Il cantiere in via Tevere

Il cantiere in via Tevere

MATINO. Sono in corso d’opera i lavori che stanno interessando l’arteria stradale di via Tevere – contrada Argillari. Il progetto, eseguito dalla ditta EdilStrade di Matino, prevede la creazione di un collegamento diretto con la Provinciale per Taviano, la realizzazione di una strada parallela a via Piave e la regolazione del traffico attraverso svincolo di via Tevere. «L’idea di creare un collegamento con la Provinciale per Taviano c’era già nel 2001, da lì in poi è stato sviluppato con le varie Amministrazioni questo progetto che porterà diversi vantaggi per quanto riguarda la viabilità nel paese», afferma l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Provenzano.

La parallela di via Piave si svilupperà attraverso il prolungamento di viale delle Rimembranze che favorirà la circolazione nella zona sud del paese, alleggerendo il traffico stradale di via Roma. Attraverso la rotatoria in costruzione in via Tevere, infatti, le vetture provenienti da Parabita e Taviano e dirette a Casarano potranno essere incanalate verso la nuova parallela, creando quindi un’alternativa a via Roma, che attualmente rappresenta il principale collegamento tra Matino e Casarano. L’allaccio con la Provinciale per Taviano sarà, invece, realizzato attraverso la costruzione di un ponte che sorgerà all’altezza di contrada Argillari, le cui spese per la costruzione saranno a carico delle Ferrovie Sud Est.

Il progetto comunale di realizzazione dell’arteria stradale di via Tevere – contrada Argillari, infatti, si unisce ad uno già esistente delle Ferrovie Sud-Est che prevede tra l’altro la chiusura del passaggio a livello di via Bolzano. Il costo dell’opera, finanziato attraverso l’accensione di un mutuo con la Banca popolare pugliese, ammonta a 832mila euro di cui 280mila euro per i lavori di realizzazione dell’arteria stradale, 445mila per gli espropri e i restanti 107mila dovuti a costi di progettazione. L’opera dovrebbe concludersi entro tre mesi, scadenza slittata a causa della necessità di concordare gli interventi di competenza delle Ferrovie Sud-Est.

MATINO. Da Matino ci segnalano alcune pericolose buche che si trovano sulla strada per Casarano, poco prima del rondò. Le buche sono state più volte ripristinate, salvo però riemergere dopo poco tempo. Il dissesto si estene per tutto il manto stradale e rappresenta un serio pericolo, data anche la profondità dello squarcio, costringendo gli automobilisti a slalom e acrobazie non indifferenti.

raimondo orsini e daniele greco - giochi del mediterraneo 2013 in turchia - galatone

Raimondo Orsini e Daniele Greco  ai Giochi del Mediterraneo 2013 in Turchia

MATINO. Riconoscimento europeo per Raimondo Orsini premiato con dalla Federazione europea di Atletica leggera con l’“European athletics coaching awards”. Al tecnico matinese è andato il premio continentale per il “prezioso contributo e servizio al nostro sport attraverso l’eccellenza nell’insegnamento”, come si legge nella motivazione. «Avevo già ricevuto la notizia a dicembre: si tratta di un premio prestigioso che mi gratifica molto», afferma Orsini, docente al “Vanini” di Casarano,  il quale aggiunge, dunque, nella sua bacheca personale un altro riconoscimento a suggello della sua carriera dopo la “Palma di bronzo” assegnatagli solo pochi mesi fa dal Coni.

I suoi successi, soprattutto negli ultimi anni, sono legati a quelli del triplista Daniele Greco, campione europeo indoor 2013 e quarto alle olimpiadi di Londra 2012. «Sicuramente con Daniele ho avuto una visibilità maggiore a livello internazionale, ma devo questo premio a tutti gli atleti che ho seguito durante la mia carriera di allenatore», sottolinea Orsini da Formia, dove si trova  presso il centro di preparazione olimpica proprio con il campione di Galatone. «Greco si è ripreso quasi del tutto dopo l’infortunio e ci stiamo preparando per l’Eugene event in Oregon, l’evento sponsorizzato dalla Nike del 31 maggio».

L'edizione 2013 in piazza Municipio

L’edizione 2013 in piazza Municipio

MATINO. Quinta edizione per la “Passione vivente” che torna sabato 12 aprile, a partire dalle 20.30,  per le strade del paese unendo  fede e spettacolo. “La Passione: un evento importante. Non fartela raccontare…Vivila”, questo è lo slogan che accompagna l’appuntamento matinese che nelle passate edizioni ha riscontrato un forte successo di pubblico, per fedeli e non. Accanto ai riti religiosi, la “Passione vivente” è diventata, infatti, un modo per vivere in maniera ancora più partecipata la Settimana santa. Promotore della rappresentazione itinerante, anche quest’anno, è Gianfranco Quintana, insieme alla nuova associazione “Joannes Paulus” in collaborazione con Comune, “San Giorgio onlus” e “Anspi-Villaggio del fanciullo”, per la regia di Alfredo Cataldo.

Fondamentale è il supporto messo in campo dai volontari che da mesi si dedicano all’allestimento del percorso e alla preparazione dei costumi. Rispetto allo scorso anno ci sono diverse novità tra cui il ritorno di Tommaso Giannelli nel ruolo di Gesù e il luogo delle ultime tre stazioni, Crocifissione, Pietà e Resurrezione, che si terranno sulla collina di via Verdi. La scelta è stata effettuata anche attraverso un sondaggio condotto su Facebook nei mesi scorsi sul gruppo “La passione vivente di Gesù.Matino” nel quale veniva chiesto di scegliere tra la collina degli Eucalipti e via Verdi, con quest’ultima opzione risultata la più votata e per questo scelta dagli organizzatori). Il corteo sarà composto da 150 partecipanti e l’organizzazione è ancora disponibile ad accogliere quanti volessero  entrare a far parte del gruppo come comparsa nei vari ruoli ancora a  disposizione.

La partenza, come di consueto, è prevista da villa Pellegrino in via Roma da dove si proseguirà verso la villa Comunale per la rappresentazione dell’Ultima cena. In via Luttazzi si svolgerà, poi, l’arresto di Gesù nell’orto degli ulivi e si proseguirà verso piazza San Giorgio per  il giudizio davanti al sinedrio. La “rinnegazione di Pietro” sarà allestita in piazza Municipio per poi tornare in piazza San Giorgio e nei pressi del palazzo Marchesale dove si terranno le successive tappe: tribunale romano, flagellazione, sentenza, incontro con la Madonna e prima caduta mentre la seconda caduta sarà in via Vittorio Emanuele II. Il corteo proseguirà, infine, verso largo del Carmine e via Verdi per le stazioni finali. (In caso di pioggia l’evento sarà posticipato al 13 aprile).

 

MATINO. Nuovo incontro tra l’”Associazione Commercio Matinese” presieduta da Marcello De Luca e il sindaco Tiziano Cataldi per affrontare il tema dei parcheggi di piazza G.Primiceri (foto). I rappresentanti dell’associazione hanno riportato il disagio manifestato da alcuni cittadini i quali, pur apprezzando i lavori di riqualificazione svolti nell’area, lamentano la mancanza di posti auto sufficienti a usufruire delle attività commerciali della zona e l’assenza di una regolamentazione per quelli esistenti. Tutto ciò si ripercuote sui negozi che hanno avvertito in maniera significativa tale problema “gli esigui posti auto sono spesso occupati per l’intero arco della giornata. Anche nel resto del paese la situazione non è migliore”. La richiesta presentata al Sindaco, e da lui condivisa, è stata di intervenire per “disciplinare la viabilità e la sosta senza peraltro usare il sistema punitivo dei verbali, deleterio per la cittadinanza in questo periodo di crisi”. Anche il Comandante della Polizia Municipale Cosimo Giuri ha assicurato che in tempi brevi si ovvierà ai vari disagi esistenti.

by -
0 2921

MATINO. Alcuni momenti della partita di ieri nella sfida Matino – Capo di Leuca finita 2-3. Il team dell’Asd Matino che giocava per la promozione in prima categoria ha retto bene la tensione, anche quando si è ritrovato in dieci dopo l’espulsione di Esposito. Vicino alla squadra c’era la tifoseria matinese che ha riempito gli spalti battendo i tamburi per tutta la durata del match che ha trovato la fine con il gol del Leuca a due minuti dal termine del secondo tempo supplementare. Si spera nel ripescaggio.

 

 

MATINO. Si è trattato di un vero e proprio agguato quello che questo pomeriggio ha visto protagonisti due vicini di casa.
A.V, muratore di 63 anni di Matino è stato aggredito mentre rientrava nel suo appartamento da Mariantonietta De Matteis 55 anni, anche lei di Matino. La donna ha atteso l’arrivo della vittima, sul pianerottolo della palazzina dove abitano, armata di martello e seghetto che ha usato per scagliarsi contro il muratore ferendolo. Dopo essere riuscito a rifugiarsi nel suo appartamento i familiari del 63enne e i vicini hanno allertato i carabinieri e il 118.

A.V. è stato medicato sul posto per le ferite, non gravi, riportate al mento e alla mano, mentre per la donna è scattata l’accusa di tentato omicidio e ora si trova agli arresti domiciliari presso la sua abitazione su disposizione del Pubblico Ministero di Lecce. I carabinieri hanno provveduto, inoltre, al sequestro degli attrezzi utilizzati come armi. Non si conoscono bene le cause che hanno scatenato l’aggressione, ma è certo che i due non erano nuovi a litigi, sedati  in alcuni casi solo con l’intervento dei carabinieri.

 

 

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...