Home Tags Posts tagged with "notizie galatone"

notizie galatone

by -
0 1159

Daniele De MartinisGALATONE. Ancora una conferma per Daniele De Martinis che ai campionati mondiali di “Retrorunning” in corso di svolgimento in Valle D’Aosta ha ottenuto la medaglia d’argento nei 100 metri. Per l’atleta di Galatone, domani alle prese con i 400 metri piani, non si tratta certo di una novità dopo i successi conquistati nella singolare specialità (si corre all’indietro) in Catalogna nella staffetta 4×100 e dopo altri successi in competizioni “estreme”.

calcio oscar greco allenatore 2013-14GALATONE. Una storia lunga 60 anni, quella dell’Unione sportiva Galatone, che rischia, però, di non essere festeggiata a dovere. «La stagione appena conclusa è stata discreta: abbiamo raggiunto la salvezza con una giornata d’anticipo, gestendo una situazione disperata che stiamo tentando di risanare», afferma il presidente Massimiliano De Leo il quale, in vista della nuova stagione di Promozione, punta i fari sui problemi economici e sulla mancanza delle strutture.

«Gran parte dello staff tecnico verrà confermata, con qualche importante innesto che porterà qualità ed esperienza. Stiamo cercando di allestire una squadra competitiva ma auspichiamo che qualche imprenditore locale ci dia una mano: c’è bisogno anche di aiuto a livello materiale. Abbiamo strappato piccole promesse all’Amministrazione comunale che però tali sono rimaste a poco più di un mese dall’inizio del campionato», continua De Leo.

Il problema più grosso, in effetti, consiste nelle condizioni dello stadio comunale “G. Rizzo”, e nella necessità di strutture più adeguate. «Dovremo farci carico anche delle spese di gestione, che magari avremmo potuto evitare. Spesso – afferma con rammarico il presidente – mi passa per la testa l’idea di mollare tutto, ma non è nel mio stile demordere». E, raccogliendo le provocazioni di chi gli chiede come saranno celebrati questi sessant’anni, il presidente risponde: «Dovremmo festeggiare, è vero, ma in che condizioni? Un buon regalo sarebbe di certo giocare in un campo degno». Nonostante questi problemi, il presidente assicura che al momento della presentazione dello staff e della nuova squadra ci saranno delle piccole sorprese.

by -
0 899

scacchi galatoneGALATONE. Con il progetto “Scacco al bullismo” il Comprensivo Polo 1 di Galatone, diretto da Adele Polo, insieme all’associazione Asd Alekhine,  ha coinvolto 35 suoi alunni delle terze e quarte classi della scuola Primaria: lo scopo è stato quello di avviare i piccoli ad utilizzare gli scacchi come metodo di apprendimento e di integrazione. Al torneo finale sono giunti 16 ragazzi. Il progetto è stato tenuto da Luigi Minerba, arbitro regionale di scacchi e da Luigi Maglio, istruttore elementare di scacchi.

Ugo Busatto

 

GALATONE. Un giovane galateo finalista al premio “Mia Martini 2014”. Si tratta del 24enne Ugo Busatto (foto), sin da piccolo con l’arte del canto nel sangue, annoverato tra i 64 finalisti del premio nazionale il 9 maggio scorso, dopo una tre giorni all’insegna della musica in quel di Scalea, in Calabria. La commissione presieduta da Mario Rosini ha inteso premiare il talento del galatonese diplomato presso il Centro professione musica di Milano.

Entro il 30 giugno, Busatto  dovrà presentare il proprio brano inedito che, come ha lui stesso anticipato, s’intitola “Domenica sera”. Solo così potrà concorrere per conquistare un posto per la finalissima prevista ad ottobre a Bagnara Calabra, città natale di Mia Martini. Prima dell’ultimo step della kermesse, infatti, l’associazione bagnarese “Cultura e spettacolo”, promotrice del prestigioso evento, ha pianificato una serie di sfide radiofoniche a suon di inediti.

progetto medi universit spaghetti bridgeGALATONE. Si inserisce nel Pon “Orizzonti” il progetto “Spaghetti bridge”, cui hanno partecipato 25 ragazzi del liceo Scientifico “Medi”. L’obbiettivo era quello di avvicinare i liceali al mondo universitario, magari facilitando la scelta degli studi dopo le scuole superiori. Per questo il progetto è stato gestito in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria dell’Università del Salento, ed in particolare insieme al professor Giorgio Zavarise, docente di Statica delle strutture.

Altri due progetti paralleli (uno col dipartimento di biologia e un altro, in arrivo, col dipartimento di ingegneria informatica) hanno integrato l’offerta formativa di quest’anno. Il corso ha visto gli studenti partecipare ad alcune lezioni presso il loro liceo e presso la sede universitaria, a stretto contatto con gli accademici. «Un’esperienza bella ed entusiasmante come sempre. Quando si costruisce ci si rende conto delle difficoltà reali e a quel punto inzia la sfida», commenta Zavarese, che da anni promuove ‘Spaghetti bridge’ in diverse scuole della provincia.

E infatti i liceali si sono confrontati tra loro costruendo veri e propri ponti di pasta in miniatura, usufruendo delle nozioni acquisite durante le lezioni, con dei piccoli buoni in libreria come premio per i migliori: trionfa quello realizzato da Giulio Campiti, Antonio Franco, Luigi Cappello, Luca Presicce, Giorgia Specchia e Giulia Congedo. Il Medi emerge anche per i buoni risultati riportati ai recenti test nazionali per la facoltà di Medicina. Undici studenti delle quinte classe hanno tentato di superare gli oltre 60mila accorsi da tutta Italia. A riuscirci sono stati ben cinque: Luciano Pellegrino, Carmine Spirito, Francesco Chirivì e Simona Orlandi per la 5A e Maria Chiara Calabrese per la 5B.

by -
0 1091

CENTRO Polivalente 'Alberto Colitta' - GALATONEGALATONE. A giugno, in occasione del “Mese della Pace 2014”, l’Azione cattolica ragazzi aderirà al progetto avviato dal Centro sportivo italiano con l’obiettivo di costruire luoghi di sport, gioco e incontro, destinati ai ragazzi di Haiti. Per questo, dall’11 al 13 giugno prossimi sono in programma le “Olimpiadi della Pace”, che si svolgeranno presso il Centro sportivo polivalente “Alberto Colitta” (foto) di via Cosimo Settimo. L’iniziativa prevede tornei di calcetto, pallavolo, tennistavolo, karate, staffetta e percorsi di agilità, per ragazzi divisi nelle fasce d’età tra i 6 e gli 8 anni, i 9 e gli 11, i 12 e i 14. Le iscrizioni avranno un costo individuale di due euro e si potranno effettuare presso tutte le parrocchie di Galatone entro il 31 maggio.

I relatori dell'incontro

I relatori dell’incontro

GALATONE. “Galatone a scuola di cuore”: è questo il titolo dato al corso interattivo gratuito di primo soccorso organizzato dalla sezione locale dell’associazione nazionale Sottufficiali d’Italia, dal Corpo della Polizia municipale galatea nonché dal Centro di alta formazione “Salvamento Academy” Misericordia di Racale. Al primo appuntamento, tenutosi lo scorso 23 aprile nel palazzo Marchesale, erano presenti circa 150 tra volontari di associazioni e professionisti (foto in basso a sinistra). Dopo i saluti dell’Amministrazione comunale e del primo maresciallo luogotenente Antonio Marzo, presidente dell’Ansi “Giacomo Caputo” di Galatone, è stato dato il via alla prima lezione del corso.

Ad illustrare praticamente le prime manovre indispensabili per salvare in extremis la vita ad un bambino – ed in generale ad una persona – ci son stati la dottoressa Giannina Gianfreda e il governatore Sergio Manni, entrambi della Misericordia di Racale e responsabili del centro di formazione “Gruppo di intervento specialisti primo soccorso”, insieme a Patrizio Prastaro, operatore esperto nel primo soccorso in caso di arresto cardiaco (i relatori nella foto di destra). La seconda tappa del corso interattivo è prevista l’8 maggio prossimo alle ore 18 sempre presso il palazzo Belmonte-Pignatelli, in piazza Crocifisso.

by -
0 1762

GALATONE. Nelle immagini alcuni momenti della festa patronale di Galatone. Dall’1 al 4 maggio sono stati diversi gli appuntamenti per celebrare il Crocifisso, salvo alcune modifiche, tutti si sono svolti come da programma. E’ stato annulato, infatti, il fuoco pirotecnico previsto per il 3 maggio, mentre il “Bolero” si è svolto all’interno della chiesa di Sant’Antonio (anzichè in piazza Costadura).

Montagna spaccata - Sannicola

Montagna spaccata 

GALATONE. Ben presto sarà più sicuro, piacevole ed anche educativo fare una scampagnata nel sito d’importanza comunitaria “Montagna spaccata e rupi di San Mauro”, esattamente nell’area appartenente al Comune di Galatone. La Regione Puglia, qualche settimana fa, ha infatti finanziato, con 250mila euro, una serie di “interventi sulla rete di sentieri al fine di favorire lo sviluppo di percorsi escursionistici”. Gli uffici baresi di via Capruzzi già nel marzo scorso avevano comunicato che il progetto definitivo presentato a tal riguardo da Palazzo dei Domenicani era “coerente con le indicazioni concordate”, così che il Comune avrebbe potuto “procedere alla formale approvazione e cantierizzazione dell’opera”.

Dopo poche ore, la concessione ufficiale del finanziamento che, a breve, renderà concreto il progetto con la realizzazione di una serie di sentieri che permettano ed incoraggino la fruizione del patrimonio naturale presente nell’area Sic galatonese. Nello specifico, i lavori volti alla valorizzazione del Sito d’importanza comunitaria riguarderanno il recupero della sentieristica esistente, il suo adattamento e adeguamento per  aumentarne e facilitarne la percorribilità; l’installazione presso tutta la zona della segnaletica opportuna; e, infine, la realizzazione di un’area di sosta con punti pic-nic e percorsi ginnici per incentivare la fruibilità del parco della “Montagna spaccata”.

Il tutto, poi, anche per salvaguardare gli habitat naturali presenti, tant’è che a tal proposito verranno pure promosse iniziative a carattere naturalistico, promozionale e soprattutto educativo. Stando a quanto spiegato dall’Amministrazione comunale, attualmente guidata dal sindaco Livio Nisi, nel progetto è stata riservata particolare attenzione ai diversamente abili: attraverso specifiche e minuziose opere d’abbattimento delle barriere architettoniche, ma anche grazie ad una speciale segnaletica visual-tattile, potranno gustare a 360 gradi e in totale sicurezza la bellezza della biodiversità che caratterizza l’area sic galatea.

by -
0 1559

Daniela Bacca - Presidente AssoGuide Puglia - guida turisticaGALATONE. Vive a Lecce, ma è di origini galatee, o meglio, “col sangue dell’antico Galateo”, come ama ripetere Daniela Bacca, la nuova presidente di AssoGuide Puglia. Lo scorso 15 marzo l’associazione di categoria più vecchia della regione si è riunita per eleggere il nuovo consiglio direttivo. Con stupore della stessa Bacca, la presidenza è arrivata nel Salento, e proprio a lei che con i suoi 38 anni è la più giovane del gruppo.

«Se posso dirlo, credo che ad essere premiata sia stata la dedizione» afferma orgogliosamente la giovane guida turistica. «Vengo dalla base, mi definisco una presidente-operaia e mi spendo da tempo per la promozione a livello locale e nazionale, soprattutto nei tre anni precedenti, in cui sono stata consigliera dell’associazione». Di Galatone è il ramo della famiglia della Bacca da parte di madre e questo la porta a sentire molto forte il legame con la sua città d’origine.

«Il mio bisnonno era un sarto rinomato che aveva il suo laboratorio in piazza Costadura. Quello della guida è, in fondo, un lavoro che si pone l’obiettivo di cucire un buon vestito addosso alla città e al turista, e non si rispecchia affatto nell’immagine di semplice “Cicerone” che gli si affibbia. La nostra è una figura nobile e antica», afferma la neo-presidente. «Questo onore ed onere può aiutarmi a far sviluppare culturalmente e turisticamente Galatone, che è uno dei borghi tra i più belli del Salento, per monumenti, paesaggio e tradizione, mentre negli ultimi anni lo sviluppo dato a questa città è stato troppo industriale o commerciale», conclude la Bacca.

by -
0 1076

palazzo marchesale galatoneGALATONE. L’Amministrazione comunale e l’assessorato alle Politiche sociali della Città organizzano due giornate dedicate alle ludopatie. Sabato 12 aprile alle 18 si terrà il convegno dal titolo “La dipendenza non è un gioco” organizzato presso il Palazzo Marchesale. L’incontro sarà aperto dal saluto del sindaco Livio Nisi e sul tema interverranno Annamaria Campa assessore alle Politiche Sociali di Galatone, Filomena D’Antini Solero assessore alle Politiche Sociali della Provincia, Claudia Venuleo docente di Psicologia Clinica dell’Università del Salento, Marta Settimo Consulente legale presso il Dipartimento Dipendenze Patologiche della Asl Lecce, Gianni Ferraris giornalista, Giorgio Colopi psicoterapeuta esperto in terapie di gruppo e Mirko Antoncecchi psicoterapeuta esperto nella cura e nella prevenzione delle addiction. Durante la serata è previsto un intermezzo teatrale curato da Simone Franco. Giovedì 17, invece alle 19.30 si avrà modo di dialogare in maniera privata con gli esperti delle ludopatie.

by -
0 848

mauro maglio - foto di vanessa chirivi - galatoneGALATONE. Un pop d’autore “disincantato e intelligente”, come è stato definito da molti. È questo lo stile che contraddistingue “Una canzone senza…”, l’ultimo album del cantautore galatonese Mauro Maglio (foto) presentato ufficialmente al pubblico domenica 16 marzo, nel salone parrocchiale “Don Mimino Colazzo” nel corso di una piacevole serata di buona musica. Dieci le tracce, tutte diverse come genere, ma accomunate dallo stile raffinato e dal gusto “retrò” ma con un occhio al futuro che già avevano caratterizzato il primo album dell’artista (“Navigare”, uscito nel 2009). Ad accompagnarlo sul palco, tanti amici, tutti musicisti di spessore. Alla chitarra Franco Chirivì, al basso Pasquale Chirivì, al sax Fulvio Palese, alla tastiera Francesco Però e alla batteria Giulio Rocca.

by -
0 1912

GALATONE. Nella giornata internazionale della donna, il centro storico di Galatone è stato “rivestito di colore”. L’iniziativa intitolata “Urban Knitting – Colorare lo spazio urbano con l’arte contemporanea” è stata promossa dall’Amministrazione comunale, dall’ assessorato alle Politiche Sociali e dall’associazione Culturale AttivArti. L’Urban knitting chiamato anche knit art, yarn bombing o graffiti knitting è una forma artistica che esprime messaggi sociali attraverso l’antica arte della lavorazione a maglia. Lampioni, alberi, panchine ed altri elementi d’arredo urbano sono stati rivestiti con maglie colorate lavorate all’uncinetto in cui il colore predominante è il giallo che, come la mimosa, è uno dei simboli dell’otto marzo. (foto dalla pagina facebook MyboxTv – WebTv del Salento)

by -
12 1105
Il porto di Gallipoli

Il porto di Gallipoli

Galatone. “Procedure interrotte” scrive la società leccese di smaltimento con impianto tra Galatone e Nardò. Non arriverà più quindi il carico – di 5mila tonnellate secondo la “Rei” di Lecce – a bordo di una nave che doveva attraccare a Gallipoli; a quella Capitaneria di porto gallipolina erano state avanzate giorni fa le richieste ufficiali. Motivi tecnici vengono addotti a giustificazione dello stop all’operazione: “mancanza di condizioni logistiche per smaltire in poco tempo  il quantitativo proveniente dalla Sicilia”.

Sono accennati in poche ma importanti righe contenute nelle quattro pagine dell’intervento dei rappresentanti della società nella Commissione consiliare Ambiente del Comune di Nardò svoltasi ieri pomeriggio, alla presenza del Sindaco di Galatone, dei consiglieri provinciali della zona di Nardò, Galatone e Gallipoli, di associazioni ambientaliste. La stessa informazione era stata fornita dalla Resi srl alla Commissione Ambiente della Provincia riunitasi ieri mattina alla presenza del presidente Antonio Gabellone.

Così, mentre è in corso la riunione del Consiglio comunale di Nardò, col Sindaco di Galatone invitato, si attenua la preoccupazione per l’imminente rischio di diventare “la discarica d’Italia”. Restano in piedi i problemi emersi in questi sei giorni di alto allarme: l’ampliamento della capienza discarica aumentata di quasi sei volte (oggi è di 72.363 metri cubi) dal marzo 2013; i controlli su questo tipo di impianti; la provenienza di rifiuti come amianto (pure da fuori provincia? da fuori regione?); l’informazione delle Istituzioni e dei cittadini. Stavolta l’allarme è suonato in tempo, a quanto pare.

by -
0 1616

calcio-allievi-2013-coppa-disciplina-galatoneGalatone. A risollevare gli animi della società galatonese, che quest’anno cerca spazio nel difficile campionato di Promozione, ci pensano i giovani e il loro comportamento esemplare in campo. È stata infatti assegnata alla società, per la categoria degli “Allievi provinciali”, la “Coppa disciplina”, un riconoscimento che va alle società che si sono distinte, con i loro tesserati, per un gioco particolarmente corretto (poche ammonizioni e cartellini rossi). Per l’Us Galatone questo è il secondo anno consecutivo, e per di più ad essere stati premiati sono gli stessi ragazzi (foto) che l’anno scorso militavano tra i “Giovanissimi provinciali”.

scuola-media-polo-2-via-san-luca---oggi-principe-di-napoli---galatoneGalatone. Il Comprensivo polo 2 si accinge a presentare la sua offerta formativa alle famiglie degli alunni che frequentano le sette sedi dell’istituto (con quattro scuole dell’Infanzia, due Primarie e una Secondaria di primo grado). L’Istituto diretto dalla professoressa  Gerarda Marra (foto) sta innanzitutto provvedendo ad utilizzare i fondi europei Fesr per ampliare e rinnovare i laboratori della scuola secondaria in via San Luca (foto), oggi denominata “Principe di Napoli”: oltre 27mila euro per i laboratori multimediali, che saranno ridotati di materiale tecnologico più all’avanguardia, 15mila euro per i materiali e la strumentazione del laboratorio di scienze, 25mila euro per la creazione di un fornito laboratorio linguistico e più di 7mila per quello musicale.

Altri 69mila euro verranno utilizzati per la promozione di otto progetti extracurriculari, suddivisi tra le Primarie e le Secondarie.

I bambini delle seconde elementari potranno aderire al progetto “Osservo…sperimento…scopro”, della durata di 30 ore, così come “Ce li abbiamo i numeri” aperto agli alunni di terza. Per le classi quarte, invece, 50 ore per il laboratorio giornalistico “Occhio…alla notizia”, e ancora 30 per le quinte in “Ready, steady, go!”.

Alle medie, le classi prime e seconde potranno scegliere tra “Cittadini in azione” e “Logica…mente” (30 ore) e “La scuola in palcoscenico”, progetto teatrale di 50 ore. Anche per i ragazzi di terza media un corso d’inglese (30 ore): “A key to the future”.

foto Irene Greco dalla pagina di Real TimeGalatone. Da Galatone a Milano, Irene Greco (foto) conquista il piccolo schermo. La giovane “hairstylist”, nata in Svizzera e  cresciuta nell’accademia  milanese di Aldo Coppola, conduce il programma “Hairstyle” su Real Time (il sabato alle 13).

Trasferitasi nella capitale della moda ad appena 20 anni, la Greco (tra l’altro cugina del campione di atletica Daniele Greco) è riuscita ad affermarsi lavorando dietro le quinte delle sfilate (Sasch, Armani, Krizia) e sul set di programmi televisivi come “Zelig” e “Non solo moda” (dove ha conosciuto l’amica Vanessa Incontrada). La svolta arriva quando una cliente la mette in contatto con un autore televisivo alla ricerca di una conduttrice per un nuovo format televisivo. «Dopo una serie di incontri sono stata scelta e subito sono iniziate le prove e poi il programma», rivela, ancora emozionata, l’esperta di immagine.

Il palio dello scorso agosto

Il palio dello scorso agosto

Galatone. La città di Galatone stringe un’intesa con i comuni di Ginosa, Avetrana e Cuccaro Vetere. L’obiettivo è quello di costruire una rete di relazioni volte alla promozione e alla valorizzazione delle rispettive comunità, che si riconoscono particolarmente nella tradizione del Palio. Il 13 agosto scorso, infatti, a Cuccaro Vetere, nel salernitano, è stato siglato ufficialmente l’atto, quale vero e proprio patto d’amicizia tra i Comuni che in tal modo si impegnano a favorire lo sviluppo e il consolidamento di valori quali l’amicizia, la solidarietà, l’incontro e l’ospitalità.

Al centro del patto, sottoscritto da Aldo Luongo, Mario De Marco, Vito De Palma – rispettivamente sindaci di Cuccaro Vetere, Avetrana e Ginosa – e Claudio Botrugno, vicesindaco galateo e delegato per l’occasione dal sindaco Livio Nisi, restano tuttavia la cultura e gli scambi che da qui in avanti si vivranno. E non solo in occasione dei palii.

«Il patto d’amicizia suggellato riguarda le città in cui si svolge ogni anno il Palio. Lo scambio – afferma Nisi – che ogni anno avverrà tra i Comuni interessati, infatti, sarà proprio quello riguardante quest’evento: ognuna delle cittadine, insomma, parteciperà al Palio organizzato dalle altre».

Ma si prospettano anche manifestazioni particolari e altri scambi culturali. «Un interscambio che col tempo non vogliamo assolutamente sia limitato agli amministratori – continua Nisi –  ma vogliamo  coinvolga sempre più da vicino i cittadini: l’intento, infatti, è proprio  quello di far spostare i cittadini tra i quattro paesi del patto d’amicizia in occasioni delle manifestazioni più importanti che si vivono nei Comuni». Un interscambio sì culturale, ma anche e soprattutto turistico, dunque.

«La firma del patto d’amicizia – conclude il Sindaco – è una forma preliminare di gemellaggio, per ora limitato al Palio delle contrade. La Giunta  darà presto indirizzo affinché si possa avviare l’iter volto a siglare un gemellaggio vero e proprio».

Intanto il Comune è già al lavoro per stringere un patto d’amicizia con Osimo e Copertino, città che, assieme a Galatone, hanno visto la presenza di San Giuseppe da Copertino, e poi ancora con Lequile, Poggiardo ed altri comuni del marchigiano.

piazza-san-domenico-sparatoriaGalatone. Non “futili motivi” ma “la rivalità tra due gruppi contrapposti che si contendono il controllo delle locali attività illecite”. Quanto ai più era apparso, sin dal primo momento, quanto meno “plausibile” viene ora ipotizzato anche dalla Direzione investigativa antimafia che, nella parte dedicata al Salento della sua relazione sul secondo semestre del 2012, qualifica sotto una luce a tinte ancor più fosche il fatto di sangue dell’ottobre dello scorso anno quando il 28enne Marco Caracciolo venne percosso e colpito da tre pistolettate davanti ad un bar del centro storico, in piazza San Domenico.

Dopo l’arresto in flagranza del 22enne Matteo Marzano, di tentato omicidio di Caracciolo dovranno rispondere anche il padre di questi, il 47enne Giuseppe, il fratello di Mattia, Antimo, di 29 anni, Antonio Patera (detto Gregorio) di 36 e Fabio Lanzillotto (detto “Parrucca”) di 29 anni: tutti di Galatone.

La relazione della  Dia getta uno sguardo anche sulle nuove dinamiche della criminalità salentina “sempre pià attratta dagli affari garantiti dalla droga rivenduta al minuto alle migliaia di persone che, d’estate e d’inverno, popolano la movida”, con Gallipoli nel mirino. Ma il “malaffare” vive anche di “estorsioni ed usura” e  non disdegna “il settore edilizio, il ciclo dei rifiuti e delle energie rinnovabili, dal fotovoltaico all’eolico”. «È confermata l’esistenza di gruppi delinquenziali ben integrati nel tessuto sociale ed una tendenza alla ricerca di legittimazione sociale da parte di esponenti della criminalità organizzata», ha affermato il direttore della Dia Arturo De Felice per il quale “la corruzione mira ad acquisire indebitamente e dirottare risorse finanziarie europee”.

by -
0 1822
La professoressa Caterina Aprile, da sinistra, premia Sara Donadei, Francesco Rizzo e Antonio Potenza

La professoressa Caterina Aprile, da sinistra, premia Sara Donadei, Francesco Rizzo e Antonio Potenza

Galatone. La città di Galatone, sensibile al mondo dell’arte e della poesia, è quella che si è potuta apprezzare nella recente tre-giorni dedicata alla prima edizione del “Premio nazionale & internazionale di poesia e prosa – Città del Galateo”, manifestazione organizzata dall’associazione culturale galatonese “Verbumlandi-Art”, presieduta da Regina Resta, in collaborazione con il Comune di Galatone e con il patrocinio della Regione Puglia.

L’evento si è aperto con una serata dedicata all’autore palestinese Munir Mezyed, mentre il giorno dopo è stata la volta del gran galà poetico che ha visto la premiazione dei partecipanti al concorso (nelle sezioni “Poesia inedita”, “Silloge poetica inedita” e “Racconto”), e ha vantato la presenza di diverse figure dell’arte italiana ed internazionale, alle quali sono stati consegnati particolari riconoscimenti.

Nel dettaglio, il “Premio speciale alla critica” è andato a Milica Lilic, Slavica Pejovic, Ilias Foukis, Nadezhda Slavova, Chehaibi Radhia e Rmili Emna; il “Premio speciale alla carriera” a Munir Mezyed e Mimmo Martinucci; il “Premio speciale alla cultura” a Carlos Sanchez, Conte Alessandro Ferruccio Marcucci Pinoli e Salvatore Sparavigna; il premio “Una vita per l’arte” al critico d’arte, giornalista, e saggista Paolo Levi.

Il premio speciale “Giovani di Galatone” è andato, invece, a Sara Donadei, Francesco Rizzo e Antonio Potenza.

Degna chiusura del ciclo di incontri è stata infine, domenica 22, la presentazione della mostra “Le macchine di Leonardo” di Giuseppe Manisco, autore tra l’altro dei premi assegnati dal concorso.

Da sinistra, il  presentatore Mauro Longo, il sindaco Nisi ed i presidenti di alcune associazioni

Da sinistra, il presentatore Mauro Longo, il sindaco Nisi ed i presidenti di alcune associazioni

Galatone. Archiviata la seconda edizione di “Galatone in…sport”, l’iniziativa promossa nei giorni scorsi dall’Amministrazione comunale allo scopo di dare risalto alle realtà associative cittadine che si impegnano, coinvolgendo centinaia di atleti, nella pratica sportiva. Il Centro sportivo polivalente “Alberto Colitta” ha ospitato, infatti, gli atleti di ben 14 associazioni sporive attive sul territorio che hanno dato prova, con delle esibizioni, delle proprie capacità. “Combat panther club”, “Sporting Galatone”, “Bmx freestyle Salento”, “Asd Fulcignano”, “Asd Città di Galatone”, “Unione sportiva”, “Galatea volley”, “Atletica galatea”, “Dojo Bushi”, “Ac Galatone” e “Tennis Galatone”si sono destreggiate all’interno dell’area con le loro specialità, usufruendo anche degli spazi appena messi a nuovo: i campi da tennis (e il campo da bocce), il bar tra le varie strutture sportive, e anche l’illuminazione e un po’ di attrezzatura che prima risultava scadente.

Sul palco, invece, tre scuole di danza (i corsi appositi della palestra “Body evolution”, “Scarpette rosa” e “New pair dance”) si sono alternate esibendosi davanti al folto pubblico, prima dell’intervento del sindaco e del triplista Daniele Greco e prima della presentazione del nuovo defibrillatore acquistato dall’Atletica Galatea.

L’assessore allo sport Aurelio Colazzo trasuda soddisfazione: «Sono molto contento soprattutto per il compiacimento delle associazioni intervenute, oltre che per la buona riuscita della serata». Poi spiega che quello all’interno del Centro è solo un primo intervento effettuato, certamente non definitivo. «C’è ancora tanto da fare, ma intanto la struttura è frequentata da un numero sempre crescente di persone. Sarà dato in gestione alle stesse associazioni, che voglio ringraziare insieme alle aziende che vi hanno lavorato e alla Protezione civile», ha concluso Colazzo.

Il Santuario della Madonna della Grazia

Il Santuario della Madonna della Grazia

Galatone. Galatone investe sul turismo religioso: nei giorni scorsi  la Giunta comunale ha, infatti, deliberato, in merito alla realizzazione di un percorso artistico-religioso da attuare in città. Toccherà ora a Francesco Danieli, storico di fama nazionale profondamente legato alla sua città (Galatone) e all’intero Salento, stilare l’intera bozza progettuale prima dell’approvazione definitiva da parte dell’Amministrazione comunale.

Danieli, cultore di storia moderna e storia sociale dei media presso l’Università del Salento, ha già le idee chiare sul progetto tanto da anticipare alcune delle tappe che rientreranno nel percorso.

«In età bizantina Galatone era tra le Terre più importanti del circondario. A questo periodo – mette subito in chiaro lo studioso – risalgono gli unici e preziosi codici greci, custoditi presso la Collegiata dell’Assunta, ovvero la chiesa Madre, come pure la splendida chiesa dell’Odegitria in piazza Itria e le numerose chiese dentro e fuori le mura». Molta attenzione, stando alle anticipazioni di Danieli, sarà riservata alle tele del pittore neretino Donato Antonio D’Orlando presenti nella chiesa Madre, così come “alla ricostruzione della Galatone conventuale, al tempo della colonizzazione da parte di francescani e domenicani, e della Galatone della Controriforma”.

Cuore dell’itinerario turistico-religioso sarà poi il barocco, il cui simbolo non può che essere il santuario del Crocifisso della Pietà. Un percorso, quello che sta mettendo nero su bianco Francesco Danieli, “in cui si fondono la fede di un popolo, la sua identità e la sua capacità di espressione culturale-artistica nel corso dei secoli, passando anche attraverso le figure di santità approdate a Galatone: San Giuseppe da Copertino, che da fanciullo fu guarito dinanzi all’icona della Madonna della Grazia, e i santi francescani Egidio da Taranto e Giuseppe Ghezzi”.

Intanto fino al quattro ottobre potrà essere visitata presso il santuario Madonna della Graziea la mostra itinerante “Povertà, libertà, bellezza delle cose in funziona del Santo e del suo territorio” dedicata a San Giuseppe da Copertino dall’ArcheoCub d’Italia.

L'edizione 2012 della sagra del diavolo

L’edizione 2012 della sagra del diavolo

Galatone. Tutto pronto per l’Estate Galatea, la rassegna allestita dall’Amministrazione comunale con eventi sino a settembre. Il calendario ufficiale è stato  sviluppato sulla falsariga delle indicazioni generali fornite in occasione del Forum delle Associazioni del mese scorso, mentre la Giunta comunale ha stanziato 15mila euro (5mila in più dello scorso anno) per la realizzazione dell’intera rassegna.
Il 19 e 20 luglio arriva l’ottavo Festival nazionale del cortometraggio, dell’associazione “Gabriele Inguscio”, con proiezioni e premi; il 27 e il 28 è il turno di “Galatonesi nel mondo”, attività molto promossa dall’Amministrazione comunale con la due-giorni dedicata alla valorizzazione del territorio e agli emigranti galatei che oggi vivono lontani; il 29 agosto la “Notte glamour”, quest’anno abbinata alla finale regionale di Miss Mondo; il 31 la seconda edizione di “Galatone in…sport” mentre dal 20 al 22 settembre l’associazione “Verbumlandiart” presenta il primo premio nazionale e internazionale “Città del Galateo”, dedicato alla prosa e alla poesia.
Molte le rappresentazioni teatrali (con l’Istituto d’istruzione superiore “Enrico Medi”, la compagnia “Civico 20”, il “Teatro Solatia” e “Compagnia di Santu Luca”), gli spettacoli di danza delle diverse scuole di ballo, il nono appuntamento con il Palio delle Contrade (4 agosto), la giornata del 13 agosto interamente dedicata alla storia della Taranta, e il 18 spazio al dramma sui martiri di Otranto. E ancora serate di musica, le mostre fotografiche del fotoclub “L’Occhio”, presentazioni di libri, cabaret e la caccia al tesoro dell’associazione ecomuseale Kroke. E se il 20 agosto torna la “Sagra del diavolo” organizzata dalla “Ill Sun Records” della band dei Muffx, nel frattempo i musicisti e la loro casa discografica sono attivi con alcuni eventi al di fuori della rassegna: il 5 luglio piazza San Pio ha ospitato il primo appuntamento di “Concerti in villa”, con il gruppo avellinese “G.B. Husband and the Ungrateful Sons”.

Daniele Greco con Christian Taylor

Galatone. Ennesima impresa per il triplista galatonese Daniele Greco, che al recente Golden Gala di Roma ha raggiunto il secondo posto nella sua specialità. Sugli spalti dello stadio Olimpico, a tifare per lui, i suoi genitori ed una delegazione  del Liceo scientifico  “Vanini” di Casarano, dove insegna il suo allenatore Raimondo Orsini (di Matino), con il dirigente Sergio Pagliara ed il suo vice Giuseppe Isernia.

Greco ha dedicato i suoi salti a Pietro Mennae, il primatista mondiale sui 200 metri di Barletta scomparso nel marzo scorso, e sebbene non al meglio della condizione, per via di alcuni infortuni, non ha deluso le aspettative di tutti coloro che, ormai da più di un anno, lo seguono in tutte le sue imprese. Con una misura di 17,04 metri, l’atleta poliziotto ha conquistato il secondo gradino del podio conquistato dallo statunitense Christian Taylor (i due nella foto), il campione mondiale ed olimpico capace di una misura di soli quattro centimetri superiore a quella del galatonese.

Ma le emozioni non sono state vissute solo nel paese dove l’atleta vive, ma anche e soprattutto sugli spalti dell’Olimpico: lì, infatti, a poca distanza dalla pista di atletica, c’erano Giuseppina e Tonino, madre e padre dell’azzurro, che per la prima volta hanno seguito da vicino l’impresa del loro ultimogenito. Ora l’attenzione è tutta concentrata sugli imminenti campionati Mondiali di Mosca, dal 10 al 18 agosto. Dopo il terzo posto alle Olimpiadi di Londra dello scorso anno ed il titolo europeo indoor di marzo a Goteborg, Greco vuol stupire ancora.

  DC

I lavori per la centrale a biogas in contrada Rose

Galatone. Continua a far discutere la centrale a biogas di contrada “Le Rose”. Dopo l’interrogazione presentata dal senatore del Psi Riccardo Nencini, sono ora i parlamentari del “Movimento 5 Stelle” ad aver inoltrato al ministero dell’Ambiente “quelle stesse domande già poste alle Amministrazioni comunali di Galatone e Nardò ma rimaste senza risposta”.

Si chiedono, tra l’altro, informazioni circa l’iter procedimentale seguito e garanzie sulle analisi del terreno e dell’acqua in falda, nonchè “se risulti essere stato esaminato l’effetto delle dispersioni di varia natura prodotte dalla centrale”. Si tratta di quegli odori “nauseabondi” già segnalati dai residenti della contrada posta al confine con il territorio neretino ed evidenziate, da ultimo, anche dai referenti locali di “Assoimprese”. «Se ci sono delle autorizzazioni ci chiediamo come siano state date considerando che la zona in questione è abitata da non pochi nuclei familiari e frequentata da tanti lavoratori», si legge in una nota, a firma dell’associazione di categoria, nella quale  si segnalano “malesseri provocati dalle sgradevoli esalazioni che derivano, probabilmente, da materiali vegetali in decomposizone”. Proteste anche dai grillini di Galatone (con uno striscione si sono appellati al patrono San Sebastiano) e dall’associazione “Verde, ambiente e società”.

I gruppi e le associazioni contarie alla centrale sono in continua mobilitazione ed hanno in programma per domenica 16 giugno, alle 10, una manifestazione di protesta.

Voce al Direttore

by -
Ci siamo. Puntuale come ogni anno, il balletto delle cifre è qui tra noi: quanti ne mancano all’appello? “Almeno il 40%”. “Macché! Siamo al...