Home Tags Posts tagged with "nociglia"

nociglia

Muro Leccese – Muro Leccese festeggia oggi la raccolta del cece nero con il mercato dei sapori antichi. Si terrà questa sera alle 20 presso la villa comunale del paese a pochi chilometri da Maglie, la prima edizione di presentazione del legume tipico locale. Organizzata dall’associazione Arci “Liberi cantieri” con il patrocinio del Comune di Muro e l’Arci di Lecce, il mercatino sarà un occasione per celebrare il cece nero e altre eccellenze locali.

Molto diffuso nei tempi passati, il cece nero è un legume dalle notevoli qualità. Molto resistente sia al freddo che alla siccità, il cece nero ha trovato nel Salento, con la sua terra rossa e povera di calcare, l’habitat ideale. Al giorno d’oggi rischia di scomparire ma resiste ancora negli orti di qualche anziano contadino.

“Prodotti gustosi, musica e colori” promettono gli organizzatori: “Li abbiamo piantati, sarchiati e ‘vattuti’ e ora siamo pronti a presentarveli”, insieme ad altre produzioni locali. L’elenco dei produttori comprende Arci Liberi cantieri, la cooperativa agricola Karadrà tra Aradeo e Cutrofiano, la masseria Arci Miele di Lecce, l’azienda agricola Aia del Convento di Muro, Vivere la Canapa di Vaste (Poggiardo) e l’azienda agricola L’amaca di Nociglia. Alle 21 inizierà un incontro su tematiche ed opportunità del settore agricolo, a cui seguirà lo ska reagge di Christian Bevilacqua.

Nociglia – Giunge alla sua seconda edizione il Nucijazz Festival, che sarà ospitato dal 16 al 18 agosto presso il giardino di Palazzo Baronale. Tre serate e altrettanti appuntamenti in musica con alcuni fra i grandi nomi della scena jazz italiana e internazionale. Inizio concerti ore 21,30. Biglietto d’ingresso euro 10 per giovedì 16; euro 15 per venerdì 17; sabato 18 ingresso libero. Abbonamento giovedì 16 e venerdì 17 euro 20. Info e prenotazioni ai numeri: 327.5733604 – 329.8236668.

Il programma del Festival – Ad aprire Nucijazz, nella serata del 16 agosto, sarà il chitarrista e compositore Fabio Zeppetella, con Alessio Busanca all’hammond, Gianfranco Menzella al sax e Alessandro Napolitano alla batteria. Venerdì 17 spazio invece alla voce di Greta Panettieri e alla tromba di Flavio Boltro, con Andrea Sammartino al piano, Daniele Mencarelli al basso e Alessandro Paternesi alla batteria. Si chiude sabato 18 con le atmosfere anni ’50-’60 della musica del quartetto pugliese Jazz Sounders, composto da Francesco Defelice al vibrafono, Roberto Inciardi alla chitarra, Giuseppe D’Abramo al contrabbasso e Aldo Bagnon alla batteria.

Nucijazz Festival è un evento organizzato dal Comune di Nociglia e dall’associazione culturale OltreTromba Jazz Club. La direzione artistica è affidata al maestro Riccardo Coratelli.

by -
0 698

Nociglia – Sabato 30 dalle 15 alle 20 e domenica 1 luglio dalle 9 alle 13 presso il locali del Castello baronale di Nociglia incontri di informazione e comunicazione pugglici per prendere visione del progetto della futura zincheria che dovrebbe sorgere nella zona industriale di Nociglia, “delle criticità connesse con tale installazione e per condividere idee e suggerimenti in merito a tale problematica”: l’iniziativa è a cura del comitato No Zincheria sorto lo scorso 26 maggio.

Si tratta di un comitato spontaneo di cittadini “finalizzato ad impedire la realizzazione, nelle immediate vicinanze del Parco agricolo multifunzionale dei Paduli”, della fabbrica “per il trattamento di superfici metalliche mediante processi elettrolitici o chimici con vasche di trattamentio di volume non superiore a 30 metri cubi”.Si legge questo nella comunicazione della Provincia di Lecce del 2 maggio scorso indirizzata al Comune di Nociglia, All’Arpa Puglia, all’Asl di Lecce e, per conoscenza alla società Cp Zinc di Lecce. La Provincia deve verificare se la procedura è soggetta a valutazione di impatto ambientale.

La zincheria a caldo è ritenuta dal comitato una “industria insalubre e potenzialmente dannosa per l’intero territorio dei Comuni delle Terre di Mezzo”; preoccupazioni ed allarmi sarebbero giunte infatti anche da paesi vicini a Nociglia, come San Cassiano, Botrugno, Supersano, Surano e Montesano.

Scopo dichiarato del comitato è quello di “promuovere ogni iniziativa utile e necessaria volta a tutelare l’ambiente, la salute e la qualità della vita dei cittadini, agendo in particolare attraverso campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e di tutti gli Organi Istituzionali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta o indiretta sulla questione”. Chi ne volesse sapere di più può scrivere a comitato.nozincheria.nociglia@ gmail. 

Gallipoli – E’ un inno alla libertà a cominciare dal titolo “Free”, il nuovo film del regista Fabrizio Maria Cortese, originario di Nociglia. Ma è anche divertente questo esilarante viaggio verso il Salento, nel lungometraggio prodotto da Golden Hour films con Rai Cinema, in associazione con Ismaele film ed in collaborazione con Caroli hotels ed il centro di riabilitazione “Opera Don Guanella- Casa San Giuseppe”. “Free è la libertà in tutte le sue forme – afferma il regista Fabrizio Maria Cortese- cioè di poter agire, di poter partire, di poter decidere e anche libertà di poter sbagliare, ma sempre cercando di riuscire ad ottenere quello che si desidera. Il messaggio di questo film è che non è mai troppo tardi per rincorrere i propri sogni, perché ognuno di noi, a qualsiasi età, ha un sogno nel cassetto e bisogna muoversi per cercare di realizzarlo, per non avere poi nessun rimpianto”.

La storia è quella di cinque anziani ricoverati in una casa di riposo di Roma, annoiati dalla vita quotidiana e delusi per il distacco dea loro affetti più cari; perciò decidono di fuggire verso la Puglia per realizzare il sogno della loro vita. I protagonisti sono Rocco (Ivano Marescotti), trader fallito; suo fratello Luchino (Enzo Salvi), cuoco ossessivo compulsivo; Antonio ( Babak Karimi), ex capitano di lungo corso;  Erica (Corinne Clery), ex cantante cardiopatica e Mirna, (Sandra Milo), arrivata in Italia dalla Serbia allo scoppio delle guerre jugoslave. Innamorati dell’avventura che Mirna sta per intraprendere per ritrovare il pluriricercato Dragomir ( Antonio Catania), suo vecchio amore creduto morto ma in realtà nascosto da anni a Racale, paese del Salento, i quattro si uniscono al viaggio, convinti che la loro vita cambierà in meglio una volta incontrato il potente criminale. Durante il loro viaggio in pullman alla volta del Salento, conoscono Paola (Shalana Santana), fidanzata del giovane Donato (Michele Venitucci), con cui condivide la passione romantica per i vecchi cinema di paese ormai in disuso. Guidato dall’amore di Mirna, il gruppo incontrerà Dragomir, scomparso dai radar della polizia di tutto il mondo da 30 anni.

Le storie personali si alterneranno in un susseguirsi di vicende tra passione e avventura, in un Salento che farà da cornice alle loro emozioni, tra attori professionisti e veri ospiti di una casa di riposo.  Tra gli altri attori, ci saranno anche Martina Palmitesta nel ruolo di Tania; Marco Marzocca (Primo) e Sergio Friscia (Secondo). Continua ad occuparsi dunque del tema dell’inclusione sociale il regista salentino che dopo il tema della disabilità del film “Ho amici in Paradiso” girato sempre nel Salento, tra Nardò e Gallipoli (andato in onda su Rai Uno in prima serata, ottenendo un’audience di 2 milioni 185 mila telespettatori ed attualmente in concorso al David di Donatello 2018), parla ora degli anziani, spesso abbandonati dalla famiglia e dalla società.

“Siamo qui da tre giorni – conclude Cortese – ospitati nel Bellavista club, hotel del gruppo Caroli; e ringrazio sinceramente il direttore Attilio Caputo per la collaborazione. Ci fermeremo a Gallipoli per tutto il mese di maggio e poi ci sposteremo a girare le altre scene a Racale”. Fabrizio Maria Cortese cura nel film regia e soggetto; la sceneggiatura è dello stesso Cortese insieme a Carlo Lagreca, Marcello Cantoni e Alfredo Civita. L’Organizzatore generale è di John Cesaroni, Direttore della fotografia è Dario Di Mella, lo Scenografo è Massimiliano Mereu, Costumista Camilla Giuliani, Montatore Luigi Mearelli e Musiche del Maestro Stefano Caprioli.

 

 

Nociglia – Nessuna produzione di marijuana né tanto meno attività di spaccio: a fare “chiarezza” sul sequestro operato lo scorso 13 dicembre dai carabinieri a Nociglia giunge, a distanza di alcuni mesi, l’esito della  consulenza tecnica disposta sui campioni di sostanza. Nei confronti  del 38enne S.M., originario di Pietrelcina (in provincia di Benevento) ma residente a Nociglia, era stato avviato un procedimento penale da parte della Procura della Repubblica di Lecce perché i carabinieri intervenuti presso la sua abitazione nella notte tra il 13 ed il 14 dicembre scorsi, per un principio di incendio (presumibilmente di natura dolosa) appiccato alla porta di ingresso dell’abitazione, ebbero modo di appurare la presenza di numerose  piante in essicazione per loro “sospette”, insieme ad oltre tre chilogrammi di foglie e semi. È stata ora la dottoressa Maria Corbelli, nominata Ctu dal sostituto procuratore Paola Guglielmi, ad analizzare quanto sequestrato dai militari giungendo alla conclusione, attraverso una perizia chimico-tossicologica, che “le foglie e le infiorescenze analizzate sono sicuramente derivate da piante di Canapa sativa poiché contengono delta-9 Tetraidrocannabinolo (Thc), principio ad attività stupefacente, con concentrazione molto bassa (inferiore al limite di sensibilità) e contengono altri cannabinoidi, in particolare il cannabidiolo (Cbd)”. Trova, dunque, conferma la tesi sostenuta sin dall’inizio da parte del diretto interessato il quale si è dichiarato “fine coltivatore di canapa presso terreni regolarmente denunciati”. Già pronta la richiesta di risarcimento per i danni subiti quantificati dall’uomo in “non meno di 25mila euro”.

Botrugno – Due uomini di Botrugno sono stati denunciati dai carabinieri di Nociglia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’abitazione del 38enne D.M. e del 33enne A.L.M.M. i militari hanno ritrovato un panetto da 82,6 grammi di hashish ed un involucro contenente altri 1,8 grammi della medesima sostanza. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro mentre per i due è scattata la denuncia in stato di libertà. L’operazione è stata condotta insieme ai carabinieri del Nucleo cinofili di Modugno.

Surano – Infortunio sul lavoro a Surano dove un operaio di 56 anni è stato travolto da un autocarro in manovra. L’uomo è stato ricoverato presso l’ospedale di Tricase dove gli è stata diagnosticata una prognosi di 40 giorni a causa delle varie ferite riportate. L’incidente è avvenuto martedì 10 aprile all’interno di una ditta che opera nel settore del recupero di materiale ferroso sulla strada statale 275 MaglieSanta Maria di Leuca. Per cause in corso di accertamento, un autocarro Iveco 35 condotto da un dipendente 41enne della società con sede a Francavilla Fontana, urtando la pedana del bilico ha coinvolto anche l’operaio addetto alla pesa che era in quel momento nei pressi. L’autocarro è stato sottoposto a sequestro mentre sul posto, insieme ai carabinieri di Nociglia ed al personale del 118, sono intervenuti anche gli operatori dello Spesal di Maglie, il Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro per ricostruire la dinamica dei fatti.

Maglie – Frodi informatiche sempre d’attualità: questa volta, però, non si è trattato della solita compravendita con trucco, ma di una vera e propria truffa nella quale è incappata una ragazza di Nociglia alla ricerca di lavoro. Dopo aver inserito il suo profilo professionale su di un noto sito commerciale molto utilizzato a tale scopo, però, la donna è stata contattata telefonicamente da una presunta responsabile dello stesso sito internet che, con raggiri e artifici, è riuscita a farsi accreditare quasi 5mila euro facendole credere di essere incappata in gravi irregolarità nella pubblicazione dell’inserzione. Al fine di regolarizzare la situazione, la malcapitata è stata indotta a versare ben 4.980 euro sulla carta postepay intestata alla 48enne R.C., nata e residente a Napoli. Le indagini che hanno portato a smascherare la truffatrice, incrociando i dati del versamento con i tabulati telefonici, sono state condotte dai carabinieri di Maglie e di Nociglia.

Nociglia – Anche Nociglia avrà le sue “Guardie ambientali”. Il “lieto evento” è fissato per domani, sabato 10 febbraio, alle 19 nel palazzo baronale, dove il Comune presenterà l’associazione “Guardie ambientali d’Italia”. In una nota che annuncia questo appuntamento si chiarisce che “le guardie ambientali hanno la funzione della conservazione e valorizzazione dell’ambiente degli animali e della natura mediante opere di sensibilizzazione e di vigilanza sul rispetto delle leggi, contribuendo allo sviluppo e alle attività connesse alla conservazione del patrimonio naturale e paesistico, offrendo il loro servizio a titolo volontario e gratuito, operando nei settori, ittici, venatori e zoofili”. Naturalmente le guardie ambientali saranno sempre pronte e disponibili a collaborare con le Istituzioni e le forze dell’ordine. «La tutela dell’ambiente – commenta il sindaco Massimo Martella – è tra le priorità del nostro programma. Sicuramente la presenza delle Guardie ambientali sarà importante per la salvaguardia del nostro territorio, proprio per questo motivo le abbiamo volute fortemente a Nociglia». Interverranno, oltre al Sindaco Martella, Giuseppe Lazzari (vicecomandante della Polizia provinciale), Massimo Chirivì (esperto di sicurezza informatica e pubblica amministrazione digitale), Davide Rizzello (presidente provinciale dell’Associazione guardie ambientali). Proprio in questi giorni il paese si sta interrogando su di un quesito lanciato via facebook proprio dal Sindaco Martella: fototrappole (sistemi per fissare perché colti sul fatto quanti abbandonano immondizie a caso) sì o no? La maggioranza delle risposte è favorevole, per tentare di frenare questo deprecabile andazzo che interessa purtroppo l’intera provincia leccese ed oltre.

Nociglia – Musica, pasticcini e una dolce sorpresa per chi è lontano dai propri cari. L’idea di “Aspettando la Befana, un thè a Casa Capece” nasce da Cgil, Spi Cgil, Coordinamento delle pensionate Spi Cgil Lecce, nell’ambito del progetto “Insieme” e il 4 gennaio alle ore 15,30 farà tappa nella residenza socio sanitaria nel centro storico di Nociglia, che ospita 40 anziane ed anziani non autosufficienti bisognosi di assistenza continua. Il momento clou a Casa Capece sarà l’arrivo della Befana, ma la sua attesa sarà ingannata con note e dolcezze: dopo le presentazioni, previsto un intervento musicale dei ragazzi del Liceo “Girolamo Comi “ di Tricase, coordinati dalla musicologa Deborah De Blasi, poi un brindisi al nuovo anno con dolci natalizi e sorpresa finale. «Dopo gli incontri già tenuti a Lecce, lo Spi torna a proporre giornate che hanno come obiettivo principale la creazione di una rete di solidarietà intorno a chi, a causa di avverse circostanze, è costretto ad abbandonare la propria abitazione per vivere, gli ultimi anni della propria vita, lontano dagli affetti più cari. A loro lo Spi offre occasioni per vivere assieme ai parenti giornate diverse, in allegria e spensieratezza», dice il segretario generale dello Spi-Cgil Lecce, Ninì De Prezzo.

 

Surano – La ristrutturazione della casa in campagna è totalmente abusiva e, a Surano, scattano quattro denunce. L’intervento di questa mattina da parte dei carabinieri di Nociglia ha permesso di accertare che le opere in corso di esecuzione in un manufatto agricolo ricadente nel territorio di Surano fossero prive di alcuna autorizzazione, e quindi perfettamente abusive. Le trasformazioni in edilizie stavano portando alla parziale demolizione di alcune murature ed alla diversa distribuzione interna, con sostanziali variazioni della cubatura complessiva. Sono stati denunciati per inosservanza alle norme in materia edilizia i due proprietari, un uomo e una donna di 70 e 67 anni, entrambi nati e residenti a Nociglia, e i due esecutori dei lavori, un  54enne nato a Martano ed un 22enne nato a Tricase. L’opera abusiva sequestrata ammonta ad un valore di circa 10mila euro.

Nociglia – Un incendio (forse doloso) permette di scoprire una serra di marijuana nascosta in casa. La singolare coincidenza è accaduta a Nociglia nella notte tra mercoledì 13 e giovedì 14 dicembre quando i carabinieri sono accorsi, insieme ai vigili del fuoco di Maglie, per un principio di incendio (presumibilmente di natura dolosa) appiccato alla porta di ingresso dell’abitazione utilizzata da un 38enne del posto. Nell’occasione, infatti, i militari hanno potuto appurare come all’interno dell’immobile vi fossero numerose piante di marijuana in fase di essiccazione, nonché foglie e semi dello stesso stupefacente per oltre tre chilogrammi, oltre ad una serra per la coltivazione, un bilancino di precisione ed altro materiale utile per il confezionamento delle dosi da spacciare.  Dopo aver sequestrato quanto di illecito rinvenuto, i carabinieri  della locale Stazione, insieme al personale del Nucleo radiomobile di Maglie, hanno denunciato in stato di libertà il giovane S.M., nato a Pietrelcina, in provincia di Benevento, ma residente a Nociglia.

by -
0 413

NOCIGLIA. Si colora di jazz l’inverno salentino con la prima edizione dell'”Oltretromba Jazz Winter”, al via a Nociglia da domenica 19 novembre. Realizzata da Oltretromba Jazz Club, con il patrocinio dei Comuni di Poggiardo e di Nociglia e con il sostegno di Anacleto Longo srl, l’iniziativa, diretta da Riccardo Coratelli, propone incontri con artisti di primo piano del panorama nazionale e internazionale. Primo appuntamento “Night of blues & ballads feat. Ares Tavolazzi”, viaggio musicale che ripercorre un repertorio di standard di blues e ballads di grandi autori. Sul palco Ares Tavolazzi (contrabbasso), ex membro degli Area e come session man dei più grandi musicisti pop e jazz. Ad acompagnarlo tre musicisti: Stefano Luigi Mangia (voce), Gianni Lenoci (pianoforte), Giacomo Mongelli (batteria). Tavolazzi sarà il protagonista anche del workshop “Analisi armonico/melodica delle songs” che si terrà domenica 19 novembre alle ore 9.30 presso il Palazzo Baronale di Nociglia. (Per maggiori info: 327.5733604, 329.8236668 – per adesioni: riccardocoratelli@gmail.com)

 

Scorrano – Due rapine in rapida successione si sono verificate ieri poco dopo le 19 ai danni di distributori di carburanti. Il primo, che i carabinieri hanno fissato alle 19,15, ha visto in azione due persone col volto coperto, dei quali uno armato di pistola arrivare alla stazione di servizio “Samer” sulla Statale 275; sotto la minaccia dell’arma, si sono fatti consegnare i contanti – 600 euro circa – dal dipendente di turno e poi si sono dati alla fuga senza lasciare alcuna traccia, a quanto pare. Le ricerche subito scattate, non hanno portato a nulla, Stecca dinamica e stessa modalità di approccio ci sono registrate pochi minuti dopo, sempre sulla Statale 275, ai danni questa volta della stazione di servizio Esso”. I due autori, sempre col volto coperto, sono scappati portando con sé 500 euro in contanti. Anche qui indagini infruttuose, per il momento. In entrambi i casi non ci sono stati danni alle persone.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...