Home Tags Posts tagged with "niccolò fabi"

niccolò fabi

by -
0 1232

905847_262418780608453_7025445131419743206_oNardò. Si avvia a conclusione la rassegna estate “Mediterraneo insieme 2015”.  Protagonisti della serata di martedì 25 agosto alle 20 nei pressi della chiesa della Purità saranno i Lame da Barba. Il gruppo bolognese, spazierà dall’acustica, al folk, alla tarantella, alla pizzica sino alla musica world ed etnica. Il loro è un repertorio che attinge alla musica strumentale di stampo italiano ed europeo puntando sulla tradizione mandolinistica del seicento e sulle esperienze di stampo classico popolare di fine Ottocento inizio Novecento, fino alle composizioni riconducibili alle prime immigrazioni oltre Oceano. I musicisti sono Francesco Paolino (chitarra, organetto e mandolino), Alessandro Predasso (mandolino, chitarra fisarmonica), Stefania Megale (sassofono), Alberto Mammolino (percussioni). La serata sarà caratterizzata dalle letture curate dallo scrittore Livio Romano per introdurre spettatore nella storia e nella realtà dei vari paesi del mediterraneo. Prevista anche una degustazione di vini locali abbinati a dolci tipici.

Due gli ultimi appuntamenti di “Appuntamenti nel borgo all’ora dell’aperitivo. Suoni, canti e letture sui sagrati delle Chiese”, la rassegna organizzata dall’Assessorato al Turismo e alla valorizzazione del centro storico: l’1 settembre presso la chiesa di San Giuseppe si esibiranno i musicisti Nigro, Andrioli, Hasa. Grande attesa per il concerto di Niccolò Fabi, che si esibirà in acustica con lo Gnu Quartet giovedi 27 agosto in piazza Salandra con inizio alle ore 21,30. I biglietti per i posti a sedere numerati (per un totale di 450) sono acquistabili presso lo sede dello Iat in piazza Salandra. Prenotazioni: tel. 0833836928 – 3277513787. Il resto della piazza sarà libero per chiunque voglia assistere al concerto.

 

 

PzzSlnt_32_01.indd

Mattinata del 10 agosto: operai installano finalmente l’ormai “famoso” (per quanto se n’è parlato) dissuasore

niccolo--fabi.jpg___th_220_220Nardò. E il centro storico si “gode” la discussa chiusura al traffico. Proprio in questi giorni gli operai sono al lavoro per installare il dissuasore elettronico all’ingresso di corso Vittorio Emanuele per impedire alle auto l’accesso in piazza Salandra. Un divieto finora regolamentato da semplici transenne, che talvolta qualche automobilista ha “garbatamente” spostato per passare, ignorando norme e prescrizioni. La polemica rimasta ancora in piedi riguarda “i tempi”: da più parti infatti c’è chi ritiene che la chiusura al traffico sarebbe stata utile solo dopo il trasferimento nel centro storico degli uffici comunali (operazione prevista per settembre) e aver migliorato i servizi necessari alla pedonalizzazione della piazza.

Se le polemiche non si placano, lo stesso si può dire della musica. Concerti e feste di piazza animano le serate estive e nuove attività aprono i battenti. O li riaprono, come nel caso dello storico “Caffè Parisi”, nel cuore di Piazza Salandra, che dopo anni di chiusura è stato restituito alla città lo scorso 5 agosto grazie all’intraprendenza di un giovane imprenditore neretino. Ma torniamo alla musica di “Mediterraneo insieme…”, tutta gratuita. Dopo i “Minimal Klezmer trio”, esibitisi davanti alla Chiesa di Santa Teresa l’11 agosto, il 13 è la volta della “Barcellona Gipsy Klezmer Orchestra” in piazza Salandra: si tratta di un collettivo con sede a Barcellona ma dalle origini più disparate (Serbia, India, Italia, Francia, Spagna, Grecia, Messico, Germania). Il 18 agosto invece un trio tutto neretino composto da Giuseppe Tarantino, Raoul De Razza e Marco Tuma suonerà davanti al sagrato della Chiesa di San Domenico su testi di Livio Romano. Il 20 agosto, di nuovo in piazza Salandra, si esibiranno i “Kerkim” e Maria Mazzotta per un progetto che prevede l’incontro tra il Salento e le altre culture musicali mediterranee. Il 25 agosto invece la Chiesa della Purità farà da sfondo alle “Lamedabarba”, quartetto siciliano che esegue musica strumentale di stampo italiano ed europeo, dal repertorio mandolinistico seicentesco al repertorio classico popolare di fine Ottocento e inizio Novecento. Il gran finale agostano il 27, con il concerto in piazza Salandra di Niccolò Fabi (a sinistra). Ultima curiosità: ad aver scelto Nardò per le vacanze estive è anche l’attore Toni Servillo, che in questi giorni alloggia proprio nella città vecchia. Insomma, un centro storico da Oscar.

livio romano (1)

Lo scrittore Livio Romano

Nardò. I luoghi, le strade, le piazze barocche del centro storico di Nardò che accolgono turisti e visitatori tra suoni, profumi e sapori di terre lontane che si mescolano: è “Mediterraneo Insieme…”, il festival, giunto alla quarta edizione, che svela i tesori artistici e architettonici del cuore antico cittadino con esperienze artistiche e culturali provenienti da diversi luoghi del Mediterraneo. Il festival, organizzato dall’Assessorato al Turismo e alla valorizzazione del Centro storico, guidato da Maurizio Leuzzi, è composto da due rassegne: “Suoni, colori, sapori dai Paesi del Mediterraneo” e “…gli appuntamenti all’ora dell’aperitivo”, sta entrando nel vivo e chiuderà solo l’1 settembre. Il prossimo appuntamento in cartellone, il 4 agosto, è con il gruppo italo-greco-albanese “Thalassos” che si esibirà sul sagrato della Cattedrale.

«“Mediterraneo Insieme…” si basa su una formula, ormai collaudata e rivelatasi vincente: quella di riunire nel nostro centro storico – dice l’assessore Leuzzi – esperienze artistiche provenienti da diversi Paesi del bacino mediterraneo, in modo che la nostra città diventi, durante l’estate, crocevia di popoli e culture, e di suoni, colori e profumi facciano sentire i turisti al centro del Mediterraneo». Per la rassegna “Suoni, colori, sapori dai Paesi del Mediterraneo”, sono quattro gli appuntamenti, tutti nella barocca piazza Salandram inizio 21,30: il 6 agosto, la tradizione popolare napoletana con lo storico gruppo “E’ Zèzi”; il 13 agosto con i catalani “Barcelona Gipsy Klezmer Orchestra”; il 20  agosto la musica mediterranea degli italo-spagnoli “Kërkim” con Maria Mazzotta, una delle voci più affascinanti del panorama salentino. Per finire, il 27 agosto con l’appuntamento clou di questa prima rassegna: il concerto, sperimentale e acustico per archi e fiati, del cantautore romano Niccolò Fabi insieme ai virtuosi “GnuQuartet”.

Prevedono sette concerti sui sagrati delle chiese gli “appuntamenti all’ora dell’aperitivo” S. Trifone, Carmelo, Cattedrale, S. Teresa, S. Domenico, Purità, S. Giuseppe) con inizio all’ora del tramonto, corredati e preceduti da visite guidate nel borgo (prenotazione anche telefonica 0833- 836928 o 327-7512787, presso lo Iat che ha sede al Sedile di piazza Salandra); visite delle chiese aperte e visitabili, nel periodo estivo, dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 22,30; degustazioni di vini nel tardo pomeriggio. La novità di quest’anno è che ogni serata sarà caratterizzata da letture curate dal giornalista e scrittore Livio Romano, con cui lo spettatore sarà introdotto nella storia e nella realtà dei vari paesi del Mediterraneo. Ancora in cartellone: l’11 agosto, Minimal Klezmer Trio (chiesa di S. Teresa); il 18 agosto, il trio Tarantino, De Razza, Tuma, (S. Domenico; il 25 agosto, 25 Lamedabarba (Purità), l’1 settembre, il trio Nigro, Andrioli, Hasa (S. Giuseppe).

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...