Home Tags Posts tagged with "neviano"

neviano

Neviano – Un torno di calciobalilla umano per ricordare un amico scomparso troppo presto. L’iniziativa è del parroco di Neviano don Fernando Stefanelli e dallo scorso 27 giugno coinvolge ben 33 squadre presso l’oratorio. Il primo “Memorial Riccardo Cartanì” è dedicato al parrocchiano scomparso il 27 giugno del 2015, all’età di 20 anni, per leucemia. «Scopo del torneo è quello di fare della comunità una grande famiglia dove convivono senza barriere grandi e piccoli, uomini e donne, anziani e bambini: questo – fanno sapere i promotori – da un senso all’esempio e al ricordo di Riccardo». Il torneo, infatti, ha avuto inizio nel giorno dell’anniversario  della morte di Riccardo e terminerà il prossimo  7 agosto nel suo giorno di nascita, con una serata di festa per tutta la comunità. Oltre alle finali del torneo e alla successiva premiazione, sarà ospite la cover band di Battisti “Anima Latina”. Nel corso delle serate sono previste degustazioni per tutti presso il bar dell’oratorio. Il giovane Riccardo, impegnato in parrocchia come responsabile del gruppo Giovanissimi della locale Azione Cattolica, si ammalò nel 2013 e neppure il trapianto di midollo riuscì a far regredire la terribile malattia. A tre anni dalla sua scomparsa è stato don Fernando Stefanelli a voler ricordare Riccardo pur non avendolo conosciuto direttamente.

Seclì – L’assessorato alla Cultura del Comune di Seclì, in collaborazione con l’associazione culturale nevianese “InventiamoEventi”, bandisce un concorso di poesia dal titolo “Seclì… in versi”. La partecipazione è aperta a tutti e completamente gratuita e nasce con lo scopo di valorizzare le opere a tema libero. Saranno premiati i primi tre classificati delle quattro categorie in gara: “Poesia in lingua edita”, “Poesia in lingua inedita”, “Poesia in vernacolo edita” e “Poesia in vernacolo inedita”. Gli elaborati e la scheda di partecipazione devono essere inviati, entro e non oltre il 20 luglio 2018, all’indirizzo mail concorsoseclinversi@gmail.com, o consegnati in busta chiusa (previa chiamata) al numero 333/6997919. La serata di premiazione, durante la quale saranno declamate le poesie vincitrici da parte degli stessi autori, si svolgerà venerdì 31 agosto 2018 nel Palazzo Ducale di Seclì. L’associazione “InventiamoEventi” è composta da Fiorella Mastria, Cristina Sansone (entrambe di Neviano) e Cinzia Panico (di Aradeo).

Neviano – Nelle sue voliere deteneva illegalmente uccelli appartenenti a specie protette e, per questo, il 59enne di Aradeo P.M. è stato denunciato a piede libero dai carabinieri della Forestale di Gallipoli. I militari sono intervenuti insieme ai carabinieri della Stazione di Neviano, della Asl di Lecce e dell’Ufficio tecnico comunale in località Minosi, nell’agro di Neviano, accertando la detenzione illegale di quattro esemplari di cardellino (“Carduelis carduelis”) appartenenti alla specie protetta dalla Convenzione di Berna, oltre a due esemplari di “Incardellato”, specie ibrida dei “Fringillidi”. L’uomo è stato denunciato perchè detentore delle specie di mammiferi e uccelli la cui detenzione, in assenza dei necessari documenti, è vietata dalla legge sulla protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio.

Neviano – Neviano in festa per l’ordinazione sacerdotale di don Gianni De Giorgi. Questa sera, alle ore 19 nella chiesa di San Michele arcangelo, il sacro rito alla presenza del vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli, monsignor Fernando Filograna, che nella mattinata ha concluso il ritiro spirituale, con l’assemblea del clero, nel  seminario di Nardò. La scelta della parrocchia di San Michele non è casuale perché proprio qui il neo presbitero (trentenne) è cresciuto e si è formato. Don Gianni è stato ordinato diacono il 18 aprile 2017 e ha completato gli studi di teologia nel pontificio seminario maggiore  di Molfetta. Del settembre 2017 è la nomina a collaboratore della parrocchia San Nicola Vescovo di Aradeo. Alla celebrazione odierna saranno presenti i suoi compagni di seminario, con il rettore don Gianni Caliandro, insieme al formatore don Francesco Nigro e al direttore spirituale don Flavio De Pascali.

Neviano – Tassa sui rifiuti, Unità cure primarie e scricchiolii in maggioranza: a Neviano il sindaco Silvana Cafaro interviene per dire la sua e per mettere i classici puntini sulle “i”. Dopo l’ultimo Consiglio comunale che ha varato l’aumento della Tari, il Primo cittadino commenta il discusso provvedimento (in questi giorni nuovamente contestato dalle opposizioni) ma dice la sua anche sulla “distanza” palesata dal vicesindaco Raffaele Birtele e sull’ormai conclusa vicenda del trasferimento dell’Unità cure primarie in via Tuglie.

L’aumento della Tassa sui rifiuti Un aumento, quello sulla Tari, che la maggioranza non avrebbe voluto. «Il problema spazzatura è stato seguito da Birtele – sottolinea la Cafaro – e se me ne fossi occupata io sin da subito avrei smontato tutto già dal primo momento. Mi sono trovata a trattare solo alla fine e mi hanno obbligato a firmare, altrimenti sarei stata denunciata. Secondo me il nuovo servizio non partirà nemmeno a ottobre, visto che la ditta ha già chiesto altri 180 giorni a partire dal 31 agosto». Una questione che vede coinvolti tutti i comuni dell’Aro 6, di cui, con Neviano, fanno parte anche Galatone, Seclì, Sannicola, Tuglie, Galatone, Collepasso, Aradeo e Nardò. «Stiamo convocando una riunione dei sindaci – continua il Sindaco – alla quale mi recherò accompagnata da un avvocato e da un tecnico: avevo dato disposizione perché il contratto non fosse firmato, ma siamo stati costretti, e per questioni di Bilancio abbiamo dovuto convocare il Consiglio per la Tari». Il punto all’ordine del giorno, che ha trovato l’opposizione della minoranza di piazza Concordia (dentro e fuori dal Palazzo), era stato ritirato dalla precedente assise: “Ero ancora in trattative e pensavo di non far firmare il contratto a nessuno, ma i sindaci hanno ceduto ingiustamente, come dice anche il presidente Gabellone”.

Capitolo Birtele Sembra destinata a far discutere ancora la posizione del vicesindaco e assessore al bilancio Birtele – il più suffragato alle amministrative di tre anni fa – da qualche tempo assente alle riunioni della Giunta e del Consiglio comunale. «Iniziare dal giorno dopo la mia elezione a parlare di prossima candidatura mi è sembrato eccessivo. È normale questo atteggiamento da parte di un vicesindaco? Per me – si chiede la Cafaro – non è rottura totale ma quando si fa parte di un’Amministrazione, da consigliere o da assessore, bisogna prendersi qualche responsabilità. Per il futuro politico non ho ancora in mente nulla. Questo è già il secondo mandato e quello che mi interessa è lasciare il paese in buone condizioni: da masseria, Neviano è diventata una cittadina».

Unità cure primarie In questi giorni, intanto, è andato definitivamente in porto il tanto discusso trasferimento dell’Unità cure primarie da via Dante a via Tuglie. «Per la questione sono stata dietro al presidente della Regione un’intera giornata, ottenendo garanzie sull’ordinanza», spiega il Sindaco. Il caso sta animando da tempo il dibattito in città anche perché tre consiglieri di minoranza su quattro (tra cui Luigi Stifani, uno dei medici del “supergruppo”) rivendicavano la destinazione d’uso della struttura di via Tuglie (casa-rifugio per donne vittima di violenza), in cui l’Ucp (già da stamattina) è ormai operativo. «Via Dante era un tugurio, non mi premono i medici ma i prelievi che si effettuano lì dentro, le visite cardiologiche e specialistiche, oltre al fatto che in quella sede i dottori prendessero il doppio dello stipendio. L’ex scuola Giovanni XXIII è una struttura nuova e non utilizzata», conclude il Primo cittadino.

Il Consiglio torna a riunirsi Intanto giovedì 14 giugno, alle ore 16, il Consiglio tornerà a riunirsi per discutere cinque punti all’ordine del giorno: tra questi l’approvazione del rendiconto di gestione 2017 e l’approvazione delle bozze dello statuto e della convenzione del Consorzio per la realizzazione del sistema integrato di welfare dell’Ambito territoriale sociale di Galatina.

Neviano – E’ andato a sbattere, intorno alle 4 della notte scorsa, contro un muretto a secco che costeggia la strada vicinale che da Neviano conduce a Seclì. A bordo della moto, guidata da un 33enne, vi era anche una donna, 29 anni di Aradeo, che per fortuna è rimasta illesa, Non è andata altrettanto bene invece al conducente della BMW R100 che dall’impatto col muretto ne è uscito malconcio. Tanto da dover chiamare con urgenza il servizio 118 che, constatate le condizioni del motociclista, lo ha portato all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. I sanitari del nosocomio leccese hanno constatato alcune fratture e previsto 30 giorni di prognosi per la guarigione.

Ma la brutta storia non è finita qui per il giovane nevianese. I carabinieri, giunti in ospedale, hanno proceduto ad accertare l’accaduto e poi a sottoporre il guidatore al controllo etilometrico. E, a sorpresa ma non troppo, dall’apparecchio è venuto fuori un valore positivo, con un tasso di 1,8. Per questo il giovane è stato denunciato all’autorità giudiziaria dai carabinieri della Compagnia di Gallipoli.

Neviano – Alta tensione a Palazzo di città per la tariffa sulla spazzatura e per alcune “frizioni” in maggioranza. Duro lo scontro nel corso dell’ultimo Consiglio comunale (e anche dopo) tra la maggioranza e le opposizioni che hanno avuto molto da ridire sul consistente aumento della Tariffa sui rifiuti, passato con 7 voti favorevoli e 3 contrari, dopo che la stessa tematica era stata ritirata dai punti all’ordine del giorno della seduta precedente. «Oggi, nonostante i cittadini di Neviano siano diventati alcune centinaia in meno, sono passati a pagare dai 645.237 euro di Tari del 2014 al 1.107.726 euro di oggi, secondo la delibera approvata», ha sottolineato Cosimo Pellegrino, evidenziando che il provvedimento doveva essere “confezionato su misura per le esigenze del Comune di Neviano” e che “il Piano finanziario è carente di alcuni dati che dovevano necessariamente indicati a monte per una più veritiera analisi dei costi e fissazione delle tariffe” oltre al fatto che “non sono previste agevolazioni tariffarie per i meno abbienti”.

Birtele si defila Ma a rispondere alla minoranza e spiegare i perché del provvedimento è stato l’ingegnere Alessandro Verona (dirigente del Comune) e non il vicesindaco e assessore al Bilancio Raffaele Birtele, da qualche mese in rotta di collisione con il Primo cittadino e la maggioranza, stando a causa (stando ad alcune indiscrezioni) di divergenze sul futuro politico della squadra che ha guidato il paese negli ultimi due mandati. «Sono distante dalle operazioni dell’Amministrazione, per ora non sto partecipando. La situazione è questa da diversi mesi, ma prima o poi dovremo uscire allo scoperto», confessa lo stesso Birtele, interpellato.

“Motivazioni tecniche”, dunque, quelle che hanno costretto il Comune all’aumento dell’imposta, stando alla relazione di Verona: «Questa procedura di gara non è stata seguita dall’ingegnere Verona o da chicchessia dei Comuni, ma da un Responsabile  nominato dalla Regione. Tutti i sindaci dell’Ambito di raccolta non hanno saputo nulla se non il giorno in cui è arrivata la convocazione formale per la sottoscrizione del contratto. Fino ad oggi il Comune di Neviano – ha ricostruito l’ingegnere – è quello i cui costi per la Tari sono tra i più bassi, perché in questi anni c’è stata una gestione per lo più politica molto pressante a non incrementare i costi. Questo è stato anche facilitato dal fatto che il costo maggiore lo dà il personale coinvolto, e con il nuovo servizio (al via probabilmente da ottobre, ndr) i lavoratori socialmente utili che saranno stabilizzati dall’azienda appaltatrice avranno i costi di uno stipendio di un operatore ecologico, ben lontano dai poco più di 500 euro lordi al mese previsti finora».

Neviano – Grande successo, anche quest’anno, per la manifestazione “Neviano in fiore”, organizzata per il terzo anno consecutivo dal “Gruppo donne Neviano”. Dal 13 al 27 maggio, le strade di Neviano si sono arricchite di profumi e colori grazie ai tanti cittadini che hanno addobbato le proprie abitazioni e gli angoli delle strade con variopinte composizioni floreali. Ma all’iniziativa hanno preso parte anche molte attività commerciali, che si sono dedicate all’addobbo delle proprie vetrine. Culmine dell’evento domenica 27 maggio con la realizzazione di un percorso infiorato per le vie del centro storico, al quale hanno partecipato le fioriste nevianesi (“La mimosa” e “La gardenia”), gli alunni dell’Istituto comprensivo di Neviano e Seclì e numerose associazioni. A sera si è svolta poi la premiazione delle composizioni più originali.

I premi Tanti i premi speciali: si è aggiudicato il “Premio continuità” Lucia Giustizieri, il “Premio Facebook” Luigia De Pascalis e il “Premio vetrina in fiore” l’esercizio commerciale “Griko Sapori Autentici”. Questo invece il podio dell’iniziativa: al terzo posto si è classificata Anna Maria Simone, al secondo Maria Donadei e a vincere l’edizione 2018 dell’evento è stata Luigia De Pascalis. «Il successo di questa edizione – dichiarano le organizzatrici dell’evento – ci fa credere che la manifestazione possa ancora crescere. La collaborazione di tutta la comunità nevianese è stata straordinaria».

Neviano – Alunni della scuola secondaria di Neviano e Seclì protagonisti alla nona edizione del festival del Veliero parlante, la rete di 44 scuole salentine che dal 2008 sperimentano insieme un modello di didattica orientato alla costruzione delle competenze. Guidati dai professori Danilo Nobile e Antonio Lella, gli alunni del Comprensivo dal 12 al 19 maggio, presso le Manifatture Knos di Lecce, hanno partecipato con elaborati grafici e con una poesia, classificandosi al quarto posto ex equo al concorso “Uliando-Uliando”. Nell’ambito dei progetti di fine anno scolastico, inoltre, sempre i ragazzi della scuola secondaria hanno preso parte al progetto comunale “Neviano in fiore”, realizzando un disegno per l’infiorata del 27 maggio e mettendo a dimora piante da fiore nelle aiuole di piazza Salvo D’Acquisto; i bambini della Primaria e della scuola dell’Infanzia hanno, invece, partecipato con la realizzazione di manufatti sul tema.

La Tosca in Comune A Scanzano Ionico, inoltre, dal 21 al 25 maggio si è svolto il progetto “Beach and volley school”, un’esperienza educativa in ambito sportivo dedicata ai ragazzi della scuola secondaria di tutta Italia: 36 sono stati gli alunni delle classi terze della Secondaria di Seclì e Neviano coinvolti nelle attività. Infine, sempre gli alunni delle classi terze, il prossimo 30 maggio, presso l’aula polifunzionale del Comune di Neviano, assisteranno alla proiezione di “Tosca”, di Giacomo Puccini, a conclusione del progetto dedicato all’opera lirica realizzato dai professori Cosimo Resta e Anna Maria Mangia.

Neviano – “A spasso con filosofia e poesia” è il tema della serata proposta dall’assessorato alla Cultura di Neviano. Venerdì 25 maggio, alle ore 19.30 presso la sala consiliare, sarà ospite Alessandra Peluso (nella foto) che presenterà i suoi testi su poesia e filosofia. Con l’autrice leccese ci saranno il sindaco Silvana Cafaro, l’assessore alla Cultura Antonio Megha e Fiorella Mastria dell’associazione “Inventiamo eventi”. Alessandra Peluso collabora con l’Università del Salento ed ha al suo attivo numerose pubblicazioni scientifiche. “canto d’anima amante” è stata, nel 2010, la sua prima raccolta di versi mentre del 2015 è il saggio “Happy different. per una filosofia del benessere”.

by -
0 838

Neviano – Torna per il terzo anno consecutivo il concorso di addobbo floreale “Neviano in fiore”. L’iniziativa, ideata ed organizzata dal “Gruppo Donne Neviano”, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del comune di Neviano, premia la composizione più originale con cui vengono addobbati balconi, logge e verande del paese, nell’intento di valorizzarne i particolari architettonici e di promuovere i valori della cultura del verde e del rispetto dell’ambiente. Gli addobbi floreali, realizzati a partire dal 13 maggio, rimarranno esposti fino a domenica 27, giornata conclusiva della manifestazione, quando  verrà inoltre realizzata l’infiorata degli studenti vincitori del concorso “Disegniamo l’infiorata” e si svolgerà, a partire dalla 16.30, in via Dante, il concorso di disegno “Gio’ Madonnari”, a cura del Centro turistico giovanile. Dalle 19.30 in poi avrà, infine, inizio la serata di intrattenimento conclusiva della manifestazione, in cui si procederà alla proiezione delle fotografie degli allestimenti e alla premiazione dei partecipanti ai concorsi “Neviano in fiore”, “Disegniamo l’infiorata” e “Gio’ Madonnari”. L’atmosfera sarà resa ancor più festosa dall’esposizione dei manufatti degli artigiani locali, dalle opere realizzate con materiale di riciclo dai bambini dell’Istituto comprensivo e dalle esibizioni degli artisti di strada.

 

Silvia Resta

Neviano – Nuovo ed importante traguardo della Neviano calcistica: al primo tentativo, vincendo la finale playoff del campionato di Terza categoria Maglie, la Polisportiva Neviano ha conquistato la promozione in Seconda categoria. Nata appena tre anni fa con il solo settore giovanile, la squadra del presidente Luciano Marzo e del tecnico Pasquale Greco ha collezionato per tutta la stagione importanti successi, anche con squadre molto più strutturate e con un organico dall’età media decisamente più alta di quella dei giovani calciatori nevianesi. A fare la differenza è stata l’euforia, il cuore e la grinta con la quale la grande famiglia della Polisportiva ha affrontato il campionato, che le ha permesso una storica promozione in un campionato che mancava da Neviano da oltre dieci anni. «Ci fa piacere essere riusciti ad approdare in Seconda categoria proprio con il nome di Polisportiva Neviano – racconta il vicepresidente Antonio Mastore –  storica e vincente associazione calcistica nevianese che abbiamo voluto riportare alla luce». Ed ora si guarda già al futuro: «Dopo la grandissima festa per la promozione, che ci ha regalato emozioni indescrivibili, siamo già proiettati alla prossima stagione. Stiamo contattando gente nuova e abbiamo già ricevuto la disponibilità di ragazzi del luogo che vedendo i bei risultati della squadra hanno manifestato la volontà di unirsi al nostro gruppo. Speriamo che questo sogno continui anche il prossimo anno e negli anni a venire».

 

Galatina – Ora i piccoli “aquilotti” del 61° Stormo avranno un luogo tutto loro per imparare a “volare”, e non solo loro. È stato inaugurato nei giorni scorsi presso l’aeroporto militare di Galatina un asilo nido destinato ai figli del personale militare e civile della Base, e aperto anche alla società civile: destinatari del servizio attivato dalla base aeronautica saranno infatti anche i piccoli delle famiglie residenti nei comuni limitrofi. La struttura è stata realizzata recuperando vecchi locali ormai dismessi e potrà accogliere fino a 16 bambini. All’inaugurazione del “Nido degli Aquilotti” erano presenti il Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Umberto Baldi, l’Ordinario militare Monsignor Santo Marcianò, e numerose autorità locali tra cui i sindaci dei paesi vicini. «La realizzazione dell’asilo nido costituisce un significativo traguardo per migliorare la qualità della vita del personale, recependone bisogni e aspettative”, ha sottolineato il colonnello pilota Luigi Casali, comandante dell’aeroporto. Il generale Baldi, nel corso del suo intervento, ha invece ricordato l’importanza del processo di internazionalizzazione della scuola di volo di Galatina che “porta indubbi benefici all’intero Sistema-Paese” e ha voluto infine rimarcare il forte connubio della Base aerea con il territorio circostante.

 

Neviano – Si conclude mercoledì 25 aprile il mini-ciclo di proiezioni “Odio gli indifferenti”, promosso dall’associazione Ciaula. Proprio in occasione della festa della Liberazione, nella nuova sede di via Madonna delle Nevi sarà proiettato “Partigiano Salento, presente!” del regista-partigiano Sergio Spina, seguito dall’incontro con Alessandro Santoro dell’associazione “Oistros”. Quello del 25 aprile è il quarto appuntamento della rassegna: il 22 i ragazzi di Ciaula hanno proiettato “Un giorno di fuoco. Parole, immagini, musica per Beppe Fenoglio”, mentre nella questa mattina (martedì 24) a ricevere la visita dell’associazione sono state le classi della scuola media del Comprensivo di Seclì per assistere al film “Non ci è stato regalato niente” di Eric Esser, già proposto l’11 aprile alle classi nevianesi.
Il lavoro nel vigneto Non solo memoria e Resistenza per la giovane associazione presieduta da Sharon Orlandi: sabato 28 si torna “al vigneto”, per lo sfalcio dell’erba e il trattamento con microrganismi compost the e macerato di fico d’india al vigneto Santu Nicola. Come sempre un’iniziativa che i promotori puntano a realizzare in maniera “partecipata” coinvolgendo chiunque fosse curioso di mettersi al lavoro “sul campo”: raduno in piazzetta Caduti alle 15.

Neviano – Il martanese Luigi Stomeo è salito sul gradino più alto del podio della sesta edizione del Trofeo “Li Scorpi”. Il biker tesserato per gli Amici del Veledromo ha dato spettacolo in occasione della gara valevole come tappa del “Challenge Bike Salento”, che si è svolta domenica scorsa a Neviano con l’organizzazione della Società Ciclistica Aradeina presieduta da Stefano Colizzi di Aradeo. In sella alla sua mountain bike, il ciclista di Martano ha fatto registrare il tempo di 01:16:40 viaggiando ad una media di 25 chilometri orari a fronte di un tracciato di 31.5 chilometri suddiviso in 5 giri da 6 chilometri l’uno. La competizione ciclistica si è tenuta presso le campagne della masseria “Donna Laura” tra dirupi, rocce, discese e salite. Stomeo si è confermato ai massimi livelli della specialità bissando il successo ottenuto l’anno scorso e sbaragliando la concorrenza. La gara è stata caratterizzata da un percorso molto tecnico immerso nel verde della natura, che ha esaltato le doti dei 122 bikers giunti al traguardo. Gli iscritti si sono dati appuntamento domenica scorsa alle 7.30 presso l’Area Mercatale di Neviano, in attesa di spingere sui pedali delle ruote grasse a partire dalle 9. Tra i partecipanti si è distinta la prova di Marco De Donno della Maglie Bike Asd, che ha raggiunto il terzo posto assoluto con il tempo di 01:19:34 alle spalle del secondo classificato Cosimo Quarta della Tre Cycling. L’ottimo risultato del magliese è valso anche il secondo posto per la categoria M2.

Neviano – Le ruote grasse delle mountain bike attraverseranno il percorso tecnico e spettacolare della sesta edizione del Trofeo “Li Scorpi”. La manifestazione organizzata dalla Asd Società Ciclistica Aradeina del presidente Stefano Colizzi di Aradeo, si svolgerà domenica prossima a Neviano presso le campagne di masseria Donna Laura tra dirupi, rocce, discese e salite. Un tracciato caratterizzato da 31.5 chilometri su 5 giri da 6 chilometri l’uno, che esalterà le qualità tecniche dei numerosi bikers, pronti alla partenza fissata per le ore 9. In attesa del via, oltre 150 ciclisti si raduneranno alle 7.30 presso l’Area Mercatale di Neviano. La gara di mountain bike sarà valevole come tappa del “Challenge Bike Salento”. Nell’ambito della precedente edizione fu Luigi Stomeo ad aggiudicarsi la competizione. L’anno scorso il biker di Martano, tesserato per gli Amici del Velodromo, si impose con il tempo di 01:28:11 sbaragliando la concorrenza di oltre cento ciclisti.

Casarano– Si è svolta venerdì 23 marzo presso l’auditorium Benedetto XVI di Alessano la prima rassegna dei cori scolastici delle scuole aderenti alla rete del “Veliero parlante”. Diciassette scuole della provincia di Lecce si sono esibite in una eccezionale  kermesse presentando, ognuna, un brano tradizionale di una nazione europea. La manifestazione è stata aperta dall’orchestra dell’Istituto comprensivo di Alessano ed ha registrato il debutto del coro interscolastico “I Corsari del veliero” diretto da Carla Casarano.  Tra le scuole partecipanti anche l’Istituto superiore “SalveminI” di Alessano, la scuola primaria dell’Istituto comprensivo di NevianoSeclì e l’Istituto comprensivo Polo 2 di Casarano con il coro diretto da Ester Rausa in collaborazione con Maria Domenica Minonni. La scuola diretta da Luisa Cascione ha presentato un brano il lingua Rumena, “nazione scelta poiché nelle classi dell’istituto sono presenti diversi alunni provenienti dalla Romania che, inizialmente, hanno avuto qualche difficoltà con la nostra lingua”.

 

Collepasso – Nuovo servizio di raccolta dei rifiuti per i Comuni dell’Aro 6. Nei giorni scorsi è avvenuta l’aggiudicazione, per nove anni, all’Associazione temporanea di imprese (Ati) composta da Bianco igiene ambientale srl, Gial Plast srl e Armando Muccio srl. È così giunto a compimento il bando da oltre 103 milioni di euro avviato nel 2015 per i i servizi di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti nei comuni di Nardò (capofila), Alezio, Aradeo, Collepasso, Galatone, Neviano, Sannicola, Secli, Tuglie.

Firmato il contratto, rimane il problema di dove conferire la frazione umida del rifiuto e dei relativi costi di conferimento “visto che – come sottolineato dagli amministratori coinvolti nel bando – oggi unico impianto più vicino disponibile è quello di Modugno con costi aggiuntivi di trasporto fuori provincia della frazione organica”. In merito alla nuova aggiudicazione interviene Paolo Menozzi, sindaco di Collepasso, comune direttamente coinvolto in quanto il responsabile unico del procedimento, ovvero colui che ha condotto e portato a termine tutto l’iter fino all’aggiudicazione del gestore unico, è stato l’architetto Martire Imperiale, responsabile del settore Ambiente.

«Un altro passo in avanti è stato fatto con l’affidamento di un servizio di gestione rifiuti urbani con ridotto impatto in un ottica di sostenibilità ambientale. I nuovi servizi – afferma Menozzi – saranno maggiormente performanti rispetto agli attuali standard perché consentiranno di raggiungere percentuali di differenziata all’incirca del 70%. Questo grazie all’implementazione della raccolta “porta a porta” anche dell’umido, che sarà differenziato rispetto al secco residuo, e ad una serie di servizi “a chiamata”, “di prossimità” e con l’efficientamento del circuito dei centri comunali di raccolta (ecocentri), oltre all’informatizzazione di tutti i servizi in appalto. Molto dipenderà anche dalla collaborazione dei cittadini». Circa la possibilità di costruire in zona un impianto di trattamento della frazione umida per la trasformazione del compost, è stato il Comune di Nardò ad offrire  la propria manifestazione di interesse alla Regione Puglia.

Neviano – Facebook al vetriolo, carte bollate e anche una denuncia alla Corte dei conti: non si placa il duro scontro tra l’esecutivo del sindaco Silvana Cafaro e l’opposizione consiliare sulla questione della collocazione dell’”Unità cure primarie”, il cosiddetto ‘supergruppo’ di medici che fino ad oggi ha offerto i propri servizi nella centrale piazza Concordia, e che il Primo cittadino vorrebbe collocare nella struttura socio-assistenziale di via Tuglie per lasciare spazio all’asilo nido che sorgerà in piazza al suo posto, e per il quale stanno per avviarsi le procedure di gara d’appalto.
La questione ha rappresentato, sin dall’avvio del secondo mandato della Cafaro, un aspro terreno di confronto: l’opposizione (di cui fa parte anche il medico Luigi Stifani, tra i quattro professionisti che andrebbero a spostarsi) sottolinea che la “casa-rifugio” per le donne vittima di violenza di via Tuglie non può essere destinata ad usi diversi da quelli per cui è stata finanziata, come invece il sindaco intende fare.

Il “botta e risposta” – «I documenti parlano chiaro e dicono – scrive Stifani in una nota – che il sindaco ha ristrutturato tutta l’ex scuola elementare con fondi destinati alle donne vittime di violenza, quindi tutta la struttura è destinata e vincolata a quell’uso». Secondo Stifani e i colleghi della minoranza Cosimo Pellegrino e Anna Chiara Tundo si rischierebbe, dunque, di dover poi restituire il finanziamento ottenuto pari a quasi mezzo milione di euro. «Quella struttura l’ho voluta io – tuona, in uno sfogo sui social il Sindaco – e io l’ho realizzata con fondi del Comune e fondi regionali. È grandissima, sufficiente ad ospitare sia la casa-rifugio che il poliambulatorio». La Cafaro accusa apertamente di “remare contro” il paese i consiglieri coinvolti. «L’appartemento potrebbe ospitare fino a cinque donne, ma nell’anno 2017 non abbiamo avuto alcun caso in tutto l’Ambito sociale di Galatina. Stiamo cercando di dare una sede decente anche al poliambulatorio ma voi – sostiene il Sindaco – vi siete messi di traverso con diffide alla Regione e denunce alla Procura della Corte dei conti».

by -
0 306

Martano – I podisti tesserati per le associazioni sportive a sud del Salento continuano a distinguersi per risultati e continuità di rendimento. In occasione della nuova edizione del “Cross della Grecìa Salentina” che si è svolto domenica scorsa a Martano, si sono evidenziate le prestazioni di Salvatore Minisgallo della Saracenatletica. L’atleta di Neviano, che ha gareggiato per la categoria Senior Master 60, ha primeggiato nella prima batteria della classifica generale facendo registrare il tempo di 13:53. Tra le donne, invece, si è fatta valere la prova di Barbara De Luca di Matino facente parte della Podistica Parabita, che ha ottenuto il quarto piazzamento assoluto con il personale di 14:34. La competizione svoltasi sotto l’egida del Comitato Provinciale della Fidal Lecce e organizzata dalla Asd Grecìa Salentina di Martano, è stata valida per il campionato provinciale Master di corsa campestre individuale e a squadre. Centinaia di iscritti si sono sfidati nelle campagne dell’azienda Agricola Masseria Capasa, situata sulla via vicinale Capasa con ingresso dalla S.P. 48 Martano-Soleto. Nella seconda batteria ha trionfato Giovanni Chiriatti di Borgagne tesserato per l’associazione organizzatrice, che ha fermato il cronometro a 20:55 sbaragliando la concorrenza. Per quanto riguarda la terza ed ultima batteria, si è evidenziata la prova di Emanuele Capasa. Il podista di Bagnolo del Salento, facente parte dell’Atletica Amatori Corigliano, ha ottenuto la medaglia di bronzo dopo aver fatto registrare il tempo di 20:04.


Neviano
– È di due anni e nove mesi di reclusione la pena inflitta alla 28enne di Neviano Laura Giuri (nella foto). Sono numerosi i casi di coinvolgimento della giovane in fatti legati allo spaccio di droga. Nel 2012 la giovane venne coinvolta (insieme ad altre 15 persone) nell’operazione antidroga “Coffee drug” condotta dalla Squadra mobile e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia. Detenzione, cessione e vendita di sostanze stupefacenti i reati contestati, commessi  continuativamente dal 31 gennaio al 25 febbraio 2012. Le indagini furono avviate in seguito all’arresto di Antonio Nardelli (di Gallipoli) trovato, nell’ottobre 2011, in possesso di un chilo e mezzo di eroina, altrettanto di hashish, un chilo di marjiuana e alcuni grammi di cocaina.Nel marzo del 2014, la stessa Giuri venne arrestata dai carabinieri perchè in un’abitazione di Lecce venne sorpresa insieme ad un 40enne (già noto) con un pezzo di eroina da 32 grammi oltre ad altre piccole dosi e a materiale ultile per confezionare le dosi. Sabato 3 marzo sono stati i carabinieri della Stazione di Neviano a notificare all’inyteressata l’ordine di carcerazione ed il contestuale decreto di sospensione.

 

Casarano – Novità in vista, e anche di rilievo, per gli istituti scolastici per l’offerta formativa 2018-2019. Sono quelle previste dal  Piano regionale di dimensionamento adottato di recente dalla Giunta regionale. A Casarano gli Istituti comprensivi saranno soltanto due, con il Polo 3 di piazza San Domenico (foto) che assorbirà il Polo 1 di via Ruffano. Per garantire negli anni l’equilibro tra i due Istituti, però, la Regione ha autorizzato lo scorporo della  scuola dell’Infanzia di via Agnesi (in contrada Pigne) dal Polo 1 al Polo 2 di via Messina. La riduzione  viene giustificata dall’andamento (negativo) dei nuovi nati residenti in città che nel 2016 sono stati appena 157 contro i 181 dell’anno precedente. Considerato il limite di 600 alunni quale “soglia minima” per l’autonomia, fatto salvo il Polo 2 di via Messina, con un totale di 965 iscritti per l’anno corrente, il problema è da sempre legato al Polo 1, che infatti conta solo 553 iscritti, mentre il Polo 3 conta 618 alunni.

Una vera e propria rivoluzione è in vista tra Galatone, Seclì, Aradeo e Neviano: cesserà di esistere l’attuale istituto Comprensivo di Neviano e Seclì con la sede di Neviano accorpata al Comprensivo di Aradeo e quella la di Seclì che convergerà verso il Polo 2 di Galatone. Tale  decisione è scaturita dal mancato raggiungimento del numero minimo di alunni (600) nel Comprensivo di Neviano e Seclì, situazione che negli ultimi due anni aveva già portato alla perdita della dirigenza dell’istituto. In un primo momento il Consiglio d’istituto di Neviano aveva proposto l’accorpamento il Comprensivo di CollepassoTuglie, la Regione ha però considerando l’accorpamento ad Aradeo più proficuo per la distanza tra i due comuni e per il fatto che entrambi appartengono all’Ambito territoriale sociale di Galatina e allo stesso Distretto sanitario. Quanto alla sede di Seclì, si è deciso di accorparla al Polo 2 di Galatone su proposta dei Comuni interessati. Anche il Polo 1 di Galatone aveva avanzato la proposta di accorpamento, ma la Regione ha scelto il Polo 2 in quanto ciò assicura a quest’ultimo un aumento della popolazione scolastica e di conseguenza una maggiore stabilità nel tempo.

Altre novità per le scuole superiori con la soppressione della sede di Ruffano dell’Istituto “Bottazzi” (con sede centrale a Casarano) visto che l’indirizzo “servizi commerciali” registra ad oggi una sola classe quinta con appena 10 studenti. Per il “Salvemini” di Alessano, invece, viene autorizzata la riattivazione del corso serale ad indirizzo “elettronica ed elettrotecnica” e di “meccanica e meccatronica” con l’attivazione del primo anno di corso. Il “Medi” di Galatone acquista, invece, l’indirizzo “Industria e artigianato per il made in Italy”. Novità anche al “Vanoni” di Nardò, con l’istituzione dell’indirizzo “arti figurative”, ed al “Giannelli” di Parabita con l’indirizzo “industria e artigianato per il made in Italy” ed il corso antimeridiano “servizi culturali e dello spettacolo”.

(ha collaborato Silvia Resta)

 

Galatina – “Piano territoriale sociale di zona” in elaborazione per l’Ambito di Galatina. Venerdì 23 febbraio presso la sala polifunzionale dell’Ambito di Galatina, in via Montegrappa n. 8, sono chiamati a raccolta i soggetti protagonisti del IV Piano territoriale sociale di zona 2018-2020 dei comuni di Galatina (capofila), Aradeo, Cutrofiano, Neviano, Sogliano Cavour e Soleto. Il “tavolo di concertazione” riguarda vari temi: famiglie e minori, percorsi di inclusione attiva per il contrasto alla povertà, interventi di prevenzione e contrasto in tema di dipendenze patologiche, cultura dell’accoglienza – potenziamento del welfare d’accesso (immigrazione – segretariato sociale), presa in carico disabilità e non autosufficienza, contrasto maltrattamento e violenza. I promotori consigliano, prima di partecipare ai Tavoli di progettazione, di prendere visione dei servizi erogato dell?Ambito sociale pubblicati sul portale dell’Ats sull’indirizzo www.ambitozonagalatina.it. Ogni intervento, tra l’altro, dovrà essere preliminarmente espresso sulla scheda idea-progetto. Entro giovedì 22 febbraio, quanti sono interessati a partecipare alla realizzazione del Piano sociale di zona 2018-20 dovranno produrre la dichiarazione di manifestazione di interesse a percorso di progettazione, la scheda idea-progetto (non obbligatoria), la fotocopia del documento di identità del dichiarante (i moduli sono scaricabili in formato elettronico sui siti internet dei Comuni interessati).

Neviano – Appuntamento giovedì 15 febbraio alle ore 20, presso l’aula polifunzionale del Comune di Neviano, per la seconda edizione del “Gran premio Giovanissimi del Salento”, l’evento creato ed organizzato dall’omonima testata giornalistica sportiva diretta da Alessio Quarta. La manifestazione di quest’anno (con il patrocinio del comune di Neviano) vede la partnership di Musicaos Editore di Luciano Pagano, che presenterà al pubblico il romanzo del giornalista (di Nardò) Raffaele Pappadà “Senza Riserve” dedicato al mondo del calcio. Durante la serata, organizzata da Michele Giannotta e condotta da Fiorella Mastria, verranno premiate le “eccellenze” del calcio salentino che si sono contraddistinte non solo per importanti risultati agonistici ma anche per la dedizione alle tematiche sociali, nell’ambito del mondo del calcio giovanile.

I vincitori di ogni categoria: Tanti i premi conferiti a personaggi e realtà legate al mondo dello sport salentino. Ad Antonio Imperiale (di Tuglie) va il premio giornalistico alla carriera mentre al sindaco di Racale Donato Metallo il premio quale “miglior amministratore pubblico salentino. Al  gruppo Caroli Hotels di Gallipoli, impegnato a 360 gradi nella promozione dello sport, va un riconoscimento per l’Impresa sociale per lo sport e l’editoria sportiva. All'”Asd Fabrizio Miccoli” il premio per il miglior settore giovanile a all’Ssd brindisi quello per la “società nuove speranze”. “Migliore allenatore” ad Angelo Sanapo (di Tricase) e “migliore allenatrice” ad Alessia Bergamo. “Società calcistica per l’integrazione” all’Usd Spartak Lecce e  “Premio Etica Sportiva” all’Asd Capo di Leuca, “Personaggio sportivo maschile dell’anno” è Andrea Corallo, ex calciatore (Casarano, Lecce e Nardò) ed attuale direttore sportivo del Nardò calcio. “Personaggio sportivo femminile dell’anno” è Vera Indino, di Racale, allenatrice della Salento Woman. Il titolo di “Miglior dirigente dell’anno” va ad Alessandro Adamo, amministratore delegato dell’Us Lecce. Per l’Etica sportiva un premio va alla Fondazione “Banca Popolare Pugliese Giorgio Primiceri onlus” (con sede a Matino) che da tempo sostiene molte iniziative sportive. A Salento Sport va il premio quale migliore testata giornalistica sportiva salentina.  Altri riconoscimenti per il premio “Editoria solidale” a Radio Salentina e premio al giornalista dell’anno per Francesco Buja.

NevianoSannicola – Telefonini rubati e ritrovati dai carabinieri in seguito alle denunce dei legittimi proprietari. A Galatina i militari hanno deferito per ricettazione il 44enne di Neviano C.C. perché trovato in possesso di un cellulare Huawei P8 la cui scomparsa era stata denunciata dalla proprietaria il 9 aprile del 2017. Simile operazione a Sannicola dove i carabinieri hanno denunciato il 53enne A.R.A. nato a Parabita ma residente ad Alezio perché trovato in possesso di un Huawei modello Ascend Y600 oggetto di furto lo scorso 20 ottobre.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...