Home Tags Posts tagged with "nardò-gallipoli"

nardò-gallipoli

Il Sindaco Marcello Risi

Il Sindaco Marcello Risi

Nardò. Come anticipato sul numero di Piazzasalento uscito giovedì scorso, la Metropolitana di superficie potrebbe presto prendere corpo, almeno sul versante jonico. Puntando ai finanziamenti che assicurano i progetti transfrontalieri, in questo caso tra Italia e Albania, il sindaco di Nardò Marcello Risi è stato ricevuto giovedì 22 ottobre dal ministro dei Trasporti del governo albanese Edmond Haxhinasto.
Al centro del colloquio, tenutosi a Tirana nella sede del Ministero, proprio la redazione di un progetto di metropolitana di superficie tra Valona e Scutari da un lato e i comuni di Nardò, Copertino, Carmiano e Novoli, con la Regione Puglia e il Governo dell’Albania.
Al centro il progetto da finanziare con Interreg, per l’ammodernamento e l’innovazione tecnologica della rete dei trasporti su rotaia.

L’idea dei sindaci di Nardò, Copertino, Carmiano e Novoli è quella di trasformare in una efficiente infrastruttura l’attuale linea ferroviaria della Sud Est che unisce Lecce e Gallipoli.
Il Sindaco di Nardò Marcello Risi si è detto molto soddisfatto del confronto. I primi cittadini delle città interessate (oltre a Risi, Sandrina Schito, Giancarlo Mazzotta e Gianmaria Greco) si riuniranno nei prossimi giorni per la formalizzazione delle intese.

Fernando FilogranaNardò. Anche la chiesa di Nardò- Gallipoli accoglie l’appello di Papa Francesco e non sarà da meno di altri nell’accogliere famiglie di migranti, mobilitando parrocchie, istituti religiosi e conventi. Venerdì 11 settembre se n’è già ampiamente parlato nell’assemblea del clero. Poi, il vescovo monsignor Fernando Filograna (foto), non essendo persona da farsi ripetere l’esortazione del Pontefice, è già passato dalle parole ai fatti: a Boncore, infatti, già da tempo sono ospitati undici ragazzi italiani e stranieri, mentre a Tuglie le suore fanno altrettanto con gli immigrati. Per ora la Caritas di don Giampiero Fantastico, neritino, e gli altri uffici di curia stanno procedendo alla individuazione di locali e di quanto necessario all’accoglienza, per dare risposte adeguate alla Conferenza episcopale italiana (Cei), che coordina in Italia l’iniziativa umanitaria. Il tutto, infatti, non è lasciato all’improvvisazione, anche perché l’accoglienza – per comprensibili motivi- dovrebbe avvenire seguendo le indicazioni di Prefettura e Questura.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...