Home Tags Posts tagged with "museo civico messapico alezio"

museo civico messapico alezio

museo e biblioteca, ingresso. associazione amici antonio maglio

Il Museo civico e, sotto, l’assessore Walter De Santis

walter de santisALEZIO. C’è anche Alezio nella lista dei 15 comuni salentini firmatari della convenzione finalizzata alla promozione delle testimonianze messapiche. Solchi indelebili che non solo caratterizzano la storia delle comunità locali, ma ridisegnano i tratti dell’identità del “Grande Salento”. L’associazione nascente, frutto dell’accordo siglato il 23 gennaio nel Palazzo Baronale di Vaste, prevede lo “svolgimento coordinato di attività volte alla valorizzazione e alla promozione delle testimonianze archeologiche delle civiltà messapiche”, e si prefigge di stipulare dei protocolli di intesa con il Dipartimento di Beni culturali dell’Università del Salento e con l’associazione “I Leoni di Messapia”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

La singolare tomba messapica in mattoni crudi esposta all’interno del museo civico. In basso l’assessore Walter De Santis

ALEZIO. Museo civico ancora più ricco grazie al ritorno “a casa” di alcuni reperti finora lasciati presso la Soprintendenza di Taranto. «Non molto tempo fa –  spiega l’assessore alla Cultura, Walter De Santis – avanzammo alla Soprintendenza una richiesta di implementazione dei reperti archeologici presso il nostro museo, e dopo alcuni incontri e riunioni con il dirigente archeologo Arcangelo Alessi e il dottor Luigi La Rocca, soprintendente dei Beni archeologici della Puglia, abbiamo ricevuto il loro benestare». Già in estate, grazie ad un finanziamento stanziato dal ministero per i Beni e le attività culturali, era stata “riportata alla luce” dal giardino del museo, una tomba in mattoni crudi che, con i relativi suppellettili presenti al suo interno, è stata esposta al pubblico in occasione degli “Open days 2014”.

«Il restauro di questa tomba, rimasta lì per anni – continua l’assessore De Santis – è stato per noi un grande traguardo, e abbiamo potuto scoprire l’immenso e reale valore di questo bene. Grande interesse nei confronti del patrimonio archeologico aletino, è stato dimostrato dall’ex Ministro dei beni e delle attività culturali Massimo Bray e dall’attuale Dario Franceschini, con i quali ci sono state delle collaborazioni». Inoltre, il Comune di Alezio, insieme a Gallipoli, Nardò, Ugento ed altri comuni pugliesi “a valenza messapica”,  il 25 ottobre, a Poggiardo, ha preso parte ad una riunione, rivolta alla tutela valorizzazione e promozione della tradizione e cultura messapica. «Insieme al sindaco Vincenzo Romano – conclude De Santis – ci stiamo prodigando affinché i lavori svolti negli anni dalle varie amministrazioni vengano portati a termine e mettano definitivamente in luce le ricchezze archeologiche di Alezio».

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...