Home Tags Posts tagged with "multe comunali"

multe comunali

by -
0 1777

gabriele marra comandante polizia municipale - casaranoCASARANO. Multe in aumento a Casarano. La conferma arriva dai dati contenuti nella relazione annuale della Polizia municipale, resa nota durante la recente cerimonia di San Sebastiano (il patrono del Corpo).

Nel 2013 l’inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni è stata netta grazie ai 1.039 verbali elevati dagli agenti (l’anno prima furono appena 600) ed ai 6.473 rilevati dagli ausiliari del traffico per la sosta irregolare sulle strisce blu (sono state 5000 nel 2012). Il dato conferma, tuttavia, come sia molto più facile farsi multare per aver dimenticato la scadenza del tagliando di sosta che per aver sostato irregolarmente o essere passati con il rosso, e ciò anche per il numero esiguo di agenti in servizio.

Insieme al comandante Gabriele Marra (foto) ci sono, infatti, solo undici agenti, spesso impegnati in attività extra quali le indagini svolte su delega della Procura, le notifiche degli atti sino alla non facile gestione dell’ufficio Traffico (prima di competenza dell’ufficio Tecnico). Proprio per integrare il numero dei vigili, l’Amministrazione comunale ha avviato una selezione di personale a tempo determinato e parziale (il bando scade il 10 febbraio) da utilizzare in caso di necessità. La relazione del 2013 segnala in aumento anche altri dati: le segnalazioni ricevute da utenti e cittadini sono passate da 2.370 a 2.394, le segnalazioni di abusi edili in Procura da due a sei (erano 18 nel 2011), le ordinanze per la modifica della circolazione stradale da 25 a 128.

agostino terragno - comandante Pm galatone   (1)GALATONE. Che fine fanno gli introiti delle multe galatee? Una delle ultime delibere di Giunta svela la quadruplice destinazione degli incassi. Secondo a quanto stabilito dall’esecutivo cittadino, l’introito totale dell’anno in corso ammonterebbe a circa 200mila euro; da questa somma, tuttavia, sono subito sottratti 40mila euro da destinare alla ditta “Park Signal s.r.l” (la società che gestisce le strisce blu in città) per la remunerazione dell’attività degli ausiliari del traffico. Dei 160mila euro restanti, solo la metà – così dispone la legge – può essere adoperata per vari interventi.

Ad attribuire al Comune tutti i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni accertate dalla Polizia locale è l’articolo 208 del Codice della strada, il quale permette agli enti comunali di reinvestire al massimo il 50% di quanto incassato.

Il Governo della città ha, allora, inteso destinare 20mila euro degli introiti delle multe ad interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento, messa a norma e manutenzione della segnaletica stradale comunale; altri 20mila euro, invece, andranno al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche mediante l’acquisto di automezzi e attrezzature della Polizia municipale; mentre i 40mila euro restanti verranno impiegati per migliorare la sicurezza stradale, garantire la manutenzione delle strade di proprietà del Comune e pianificare interventi per la sicurezza stradale degli utenti più deboli, in primis bambini, anziani, disabili e ciclisti.

by -
0 1741

vigili urbani ingresso centro storico gallipoli

GALLIPOLI. Eventi musicali di valenza internazionale; flussi turistici tra i più “animati” e consistenti; abusi e abusivi di ogni risma e dappertutto; circolazione caotica e straripante a causa di violazioni varie; malfattori giunti anche da fuori, che vanno dove c’è movimento di soldi: questo ed altro hanno cercato di fronteggiare – al pari delle assolutamente insufficienti forze di polizia – i vigili urbani gallipolini, guidati dalla dottoressa Paola Vitali.

«L’estate appena trascorsa si è distinta certamente per l’esorbitante flusso di presenze registrato; il ricco calendario di eventi ha messo Gallipoli al centro delle attenzioni particolarmente giovanili. In questo contesto – è il commento della comandante dei vigili –  abbiamo lavorato per fronteggiare le emergenze che la massiccia presenza di giovani ha provocato, presidiando al massimo i punti nevralgici, anche attraverso un nuovo servizio espletato nelle ore notturne. Un impegno notevole per il  Corpo di Polizia municipale a cui va il mio plauso ed i miei ringraziamenti. Adesso siamo già al lavoro per analizzare le criticità riscontrate per programmare al meglio la prossima stagione».

Alle parole si fanno seguire i numeri, anche questi da giudicare. Eccone alcuni in anteprima: il controllo della velocità (autovelox) dal 15 aprile al 23 settembre ha prodotto 11.990 verbali; il photored, dal 13 febbraio al 13 settembre ha registrato 950 infrazioni; da inizio anno al 24 del mese scorso i verbali elevati dai vigili sono stati 2.403, mentre i soli ausiliari (sei assunti da giugno e altri dieci dal 10 agosto) ne hanno fatti 7.400. Le violazioni del divieto di ingresso nel centro storico hanno infine registrato quasi 13mila casi da giugno a settembre.

Tra le novità, oltre ai controlli autovelox “senza risorse aggiuntive per il personale”, come sottolinea l’assessore Tony Piteo) e i servizi notturni fino alle 5, anche quella di accompagnare il deflusso di spettatori e frequentatori dai grandi concerti. Tutte le notti dal 9 agosto in poi i vigili hanno  controllato gli orari oltre i quali l’intrattenimento musicale doveva essere concluso, in particolare nei lidi balneari. Tra attività musicali senza autorizzazioni e licenze, oltre gli orari consentiti o per eccessive presenze ben oltre il numero autorizzato, una ventina di verbali sono stati affibbiati a lidi, esercizi pubblici, discoteche e bar; una quindicina  quelli per occupazione abusiva di suolo pubblico. «Abbiamo fronteggiato una metropoli con 17 vigili e 16 ausiliari – dice l’assessore Tony Piteo, che ringrazia per la collaborazione il consigliere comunale Paolo Barba e il Corpo dei vigili – ora siamo al lavoro per rivisitare il piano traffico, stringere sulle occupazioni abusive di suolo pubblico e destagionalizzare alcuni eventi agostani».

by -
0 890

La notizia è stata diffusa oggi dalle varie testate e tv, nazionali e locali: gli automobilisti che pagheranno la multa entro 5 giorni dalla notifica, avranno uno sconto del 30 per cento. La norma, in vigore da oggi, permetterà ai Comuni di far cassa, perché gli introiti delle contravvenzioni saranno intascati prima, anche se saranno ridotti. Ci si chiede, però, se tutto ciò non finirà per incoraggiare ancora di più gli automobilisti spericolati a compiere delle infrazioni, per la serie “tanto c’è lo sconto”. Voi che ne pensate? Rispondete al nostro sondaggio!

by -
0 1136

litoranea lido san giovanni vigili urbani gallipoli

GALLIPOLI. Undici vigili urbani in più a partire da sabato 10 agosto sono al lavoro col resto del Corpo di Polizia urbana di Gallipoli. Alcuni di loro, che hanno dichiarato la propria disponibilità, saranno impiegati anche in turni notturni in concomitanza  con concerti ed eventi di particolare richiamo. Con i nuovi assunti, presi direttamente dalla graduatoria appena ufficializzata dopo il recente bando pubblico, hanno formato tre altre squadre di vigili che presidieranno punti particolarmente sensibili come la zona Lido, la Baia verde e gli stabilimenti balneari, secondo le direttive impartite dall’Amministrazione comunale.

La loro assunzione è stata possibile grazie al gettito di multe e contravvenzioni che hanno rimpinguato notevolmente le casse comunali. Perchè non farle prima queste assunzioni, si chiederà più di qualcuno tra coloro che hanno avvertito forte l’esigenza di maggiori controlli e interventi pubblici? Spiega l’assessore Tony Piteo: «Abbiamo dovuto aspettare che la precedente graduatoria fosse esaurita completamente per farne una nuova in gran velocità e da lì attingere per le assunzioni temporanee».

Comunque è anche vero che di controllori sul territorio ce ne vorrebbero molti di più, tra affollamento di turisti soprattutto in questa settimana a cavallo di Ferragosto, esercizi commerciali ambulanti per lo più e spesso al limite delle regole se non oltre, occupazioni di suolo pubblico da controllare e qualche volta vietare, camperisti abusivi ed altre incombenze di stagione. Ma sembra che le ripetute riunioni interforze convocate dal Sindaco Francesco Errico con Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza non abbiamo dato i risultati sperati finora.

by -
0 3068

comune parabita

PARABITA. L’Amministrazione comunale ha reso noto che da domani, 10 agosto, sarà attivo il sistema per la rilevazione elettronica di una delle violazioni più abituali del codice stradale, il passaggio col rosso del semaforo. Due apparecchiature saranno installate presso la zona artigianale della città, in corrispondenza della strada provinciale che collega Casarano con la Parabita – Collepasso – Maglie, e controlleranno tutti coloro che la percorreranno nel doppio senso di marcia.

Chi sarà sorpreso dalle telecamere a passare col rosso, pagherà una multa da 162 euro a 646, e si vedrà sottratti 6 punti dalla patente.

by -
1 1054

Alezio. Nel 2011 sono state accertate 339 violazioni del Codice della strada, per un importo totale di 15.445 euro; cinque sono state le sanzioni per occupazione abusiva di suolo pubblico e otto gli incidenti stradali rilevati, di cui quattro con feriti; con una novità pressochè assoluta, l’Ufficio dei vigili urbani ha presentato un sintetico bilancio dell’attività dell’anno scorso. Il comandante Bruno Manco ed i tre vigili hanno segnato un record: nel 2009 le multe erano state 259 e 256 nel 2010 (con quattro vigili in più in estate).

Ma la polizia municipale si è anche occupata (“in un quadro di compiti crescenti” rileva il dottor Manco) di attività commerciale (circa 350 occupazioni di suolo pubblico) e di pubblica sicurezza, attività di polizia amministrativa (150 sopralluoghi per residenze ed altri 50 per accertamenti; tra l’altro, la cattura di otto randagi) riscontrando sette violazioni per un ammontare di 15.786 euro. In qualità di polizia giudiziaria sono stati poi accertati 12 abusi edilizi. Il settore Commercio e Attività produttive ha infine gestito 492 pratiche in entrata e ne ha concluse 431.

by -
0 1330

Il sottotenente Antonio Cimino

Racale. «Cari giovani di Racale, voi siete il futuro della nostra cittadina: non vi abbiamo insegnato a distruggere ma a conservare».
Con questo messaggio, dettato con la stessa scrupolosità con cui un padre si rivolge ai suoi figli, il sottotenente Antonio Cimino, responsabile del IV settore del corpo di polizia municipale di Racale, ha rivolto il suo saluto ai concittadini, al sindaco e all’Amministrazione comunale, in occasione della festività patronale di S. Sebastiano martire, che è anche protettore dei vigili urbani.

Come da tradizione, è stata diffusa la relazione sulle attività svolte nel corso dell’anno appena trascorso. Nel 2011 – si legge nella nota –  sono state rilevate 60 infrazioni al codice della strada, 40 incidenti stradali dei quali due mortali. Ben 1.155 le pratiche amministrative evase, cento quelle inerenti al settore anagrafico, a cui si aggiungono i canonici controlli sull’attività edilizia e la continua collaborazione con Procura, Prefettura, Questura, Compagnie di Carabinieri e Commissariati di P.S.

Oltre all’attività di controllo della viabilità, il corpo di polizia municipale (composto da quattro unità) è stato impegnato nell’ordinario servizio prestato durante processioni e cortei funebri e, nel periodo compreso tra il 15 giugno e il 15 settembre, nella sorveglianza della marina di Torre Suda.

Cimino, successore dell’ex comandante Giuliano Inguscio, da poco in pensione, si sofferma su due importanti punti: «Vorrei sensibilizzare i miei concittadini sul randagismo e sulla tutela dell’ambiente. Non abbandonate gli animali – ammonisce – ma interpellateci perché sapremo consigliarvi. I costi del randagismo, purtroppo, ricadono sulle tasche di tutti i contribuenti ed il fenomeno è in netta crescita come quello delle discariche a cielo aperto nelle periferie».

E continua precisando: «Chi ha bisogno di smaltire dei rifiuti speciali, ci contatti allo 0833-553316: una ditta specializzata verrà a ritirarli direttamente a casa vostra. È inammissibile – conclude – utilizzare in questo modo i campi che i nostri antenati hanno lavorato duramente per noi. Ci stiamo uccidendo da soli».
Quanto mai attuale risulta quest’ultima raccomandazione  del sottotenente considerate le ultime discariche a cielo aperto trovate e denunciate nel territorio del paese.

Marco Montagna

by -
0 1332

Il comandante dei vigili urbani di Gallipoli, Giuseppe Parisi

Gallipoli. Tre milioni di euro è la somma introitata dalle casse comunali grazie alle multe elevate, nel corso del 2011, dal Corpo di Polizia municipale.Un importo di certo rilavente che per metà va ad impinguare le casse comunali e per l’altra metà a finanzaire il miglioramento del servizio di vigilanza ed a coprire i costi degli agenti provvisori.

L’attività di controllo del territorio ha fatto registrare ben 35.605 infrazioni al codice della strada. Soltanto il varco elettronico posto sul ponte seicentesco ha permesso di rilevare, nel solo periodo estivo, 15.299 violazioni. L’autovelox sulla litoranea per Santa Maria di Leuca quasi 2.000 multe e quello sulla Statale per Lecce altri 6.408 verbali Su corso Roma le infrazioni sono state 2.145 mentre grazie ai photored sugli incroci di via Cagliari, Piazza Giovanni XXIII e Rivabella sono stati notificati 1.381 verbali.

«Quello dell’analisi dei dati di fine anno è sempre un momento importante che non deve essere, però – afferma il comandante Giuseppe Parisi (foto) – un semplice bilancio dell’attività svolta, ovvero una mera elencazione di numeri, ma un modo per analizzare le trasformazioni di una società che cambia con la conseguenza che il servizio della Polizia municipale è chiamato ad adeguarsi per restare al passo con i tempi».

La nota dolente però rimane l’organico ridotto ad appena 15 unità, mai integrato nppure con il ricorso all’istituto della mobilità. Tra pensionamenti e cambi di qualifica all’appello mancherebbero almeno 12 unità. «Per arrivare ai risultati censeguiti c’è voluto certamente un grosso impegno ed un grande sacrificio da parte dei miei collaboratori e delle loro famiglie. A loro – sottolinea Parisi –  devo rivolgere un plauso ed un sentito ringraziamento per quanto riescono a fare».
Tra i problemi più difficili da affrontare quello del rispetto delle ordinanze in merito alla diffusione sonora ed alla vivibilità del centro storico. «Noi – spiega il maggiore Parisi – avevamo chiesto che non venisse autorizzata la diffusione musicale tanto all’interno quanto all’esterno dei locali».

Nel corso dell’anno sono stati, inoltre, effettuati corsi sull’educazione stradale, sul conseguimento del patentino nelle scuole superiori e sul controllo e la repressione della pubblicità abusiva. Nel periodo estivo particolare attenzione è stata prestata ai problemi dell’occupazione del suolo pubblico nella Baia Verde e lungo la litoranea.

by -
0 700

Melissano. Multe comminate ma non notificate e quindi scadute: arriva un altro verbale del revisore unico dei conti Antonio Palma. Il professionista rileva che per l’anno 2011 non sarebbero state notificate nei termini utili contravvenzioni per 427 euro e che nel 2007 ce ne sarebbero altre per 204 euro: totale 631 euro.

L’attuale responsabile dell’ufficio di Polizia municipale avrebbe addotto, quale giustificazione, che il Comando fino allo scorso ottobre sarebbe stato disconnesso con il Ced della Motorizzazione a causa del mancato pagamento del canone, nonostate i solleciti prodotti all’ufficio competente. «Ho inviato ripetuti solleciti – dice il responsabile del Comando, Giovanni Schirinzi – all’ufficio Ragioneria, al sindaco e al segretario comunale segnalando la questione ed esonerandomi da ogni responsabilità per le mancate notifiche. L’ultimo nel maggio scorso. Tant’è che esiste anche una comunicazione da parte della Motorizzazione che minaccia il distacco del collegamento e l’incasso definitivo della cauzione versata dall’ente. Il Comando non ha alcuna responsabilità».

Inoltre, i verbali notificati e non riscossi relativi agli anni dal 2007 al 2010 non sarebbero stati ancora iscritti a ruolo ma, assicurano, lo si farà a breve. Dai banchi dell’opposizione, Progetto Melissano denuncia «questi fatti gravissimi, poiché stando alla motivazione rilasciata dal responsabile dell’ufficio di Polizia municipale, ci chiediamo come mai è possibile che ci si dimentica o non si rinnova il servizio Ced con la Motorizzazione? Non si  è rinnovato poiché il Comune non aveva disponibilità economiche per farlo? A quanto ammonta il rinnovo del servizio?»

by -
3 1107

La multa incorniciata nello studio del Sindaco

Parabita. La legge è uguale per tutti, ed è bene che si sappia. A finire nel mirino delle telecamere dell’autovelox locale, stavolta è stato proprio il primo cittadino, Alfredo Cacciapaglia.

Viaggiava a bordo della sua automobile sulla strada statale Parabita-Alezio ad una velocità di 80km/h, sforando  il limite consentito di 50, quando l’occhio elettronico, che lui stesso aveva autorizzato, ha fatto scattare il temuto click. Un po’ come in un vecchio film degli anni ’60, in cui Alberto Sordi interpretava l’irreprensibile vigile urbano Otello Celletti che, prendendo alla lettera l’invito ad essere intransigente, per dare prova di sè, andò a multare proprio il sindaco, incurante delle sue proteste.

Anche Cacciapaglia si è visto recapitare, il verbale di riscontrata infrazione delle norme del codice della strada, con un salato bollettino da pagare di 176.50 euro intestato al servizio tesoreria del Comune. Lui, però, a differenza del film, non solo non ha protestato, andandola a pagare regolarmente, ma ne ha anche fatto una fotocopia a colori che ha incorniciato e affisso fuori dal suo studio, nel palazzo comunale. Come a dire: qui non si fanno sconti a nessuno.

«Ho voluto dare l’esempio – ha commentato – Se ho sbagliato è giusto che io paghi. Ed è giusto farlo sapere a chi crede che ci siano corsie preferenziali per amministratori o amici. Non ci sono differenze tra i cittadini, e io sono un cittadino come gli altri”.

DP

by -
0 740

Racale. Sono in molti i cittadini, specialmente quelli che più trasgrediscono e sono sanzionati, a porsi questa domanda: «Va bene, io pago, ma che fine fanno i miei soldi?» Se può essere di consolazione, il fine è buono almeno per il 50%. D’altronde non è il singolo Comune a stabilirne l’utilizzazione ma una legge dello Stato.

Si tratta dell’articolo 208 del decreto legislativo 285/92 che impone di destinare almeno il 50% dei proventi introitati dai Comuni dalle multe per violazione del codice della strada a determinate spese che potremmo definire di pubblica utilità in quanto miranti a migliorare le condizioni di viabilità e a incentivare l’educazione stradale per le nuove generazioni.

L’importo presunto delle sanzioni amministrative dovrebbe essere per Racale di 900mila euro, quindi il Comune ha deciso come usare la metà, cioè 4.500 euro in questo modo e nelle percentuali seguenti: il 10% per spese per il miglioramento della circolazione stradale; il 10% per spese per il potenziamento e il miglioramento della segnaletica stradale; il 20% per spese per la fornitura di mezzi tecnici necessari per i servizi di competenza della polizia locale; il 50% per spese per assunzioni stagionali a progetto nelle forme di contratti a tempo determinato e altre forme flessibili di lavoro; il 10% per spese per la sicurezza stradale, in particolare a tutela degli utenti deboli quali bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti.

Come si vede c’è uno sguardo alla sicurezza, un altro alla prevenzione, e un altro ancora alla solidarietà. Sempre più difficile, infatti, diventa la mobilità di bambini, anziani, mamme con bambini piccoli anche per la presenza di barriere architettoniche.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...