Home Tags Posts tagged with "MULTE"

MULTE

Casarano – Proseguono, a Casarano, i  controlli della Polizia municipale con lo “street control”. La vettura del locale Comando, dotata del dispositivo elettronico di lettura, pattuglierà numerose strade e piazze della città con il compito di rilevare, anche in assenza di trasgressore, le violazioni relative alle soste irregolari e agli obblighi di copertura assicurativa e di revisione del veicolo. Il servizio si svolge tutti i giorni, esclusi i festivi , dalle ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 20.

Le strade interessate – Il controllo, così come comunicato dallo stesso Comando di Polizia locale, interesserà le piazze San Domenico, San Pietro e San Giovanni, i viali Ferrari e Stazione, corso XX Settembre (e traverse) e le vie IV Novembre, Vittorio Emanuele II, D’Astore, Padova, San Domenico, Brindisi, Maggia, Ruffano (Conad), Ombrone, Delle industrie, ,Lupo, Matino, Vecchia Matino, Dogliotti, Solferino, Roma, Nardo’, Carlo Magno, Poerio, Giusti (tra via Amalfi e via Tasso) e via Roma.

 

Casarano – Multe in aumento a Casarano. Il dato emerge dalla relazione annuale sull’attività della Polizia locale reso noto, come tradizione, in occasione del patrono San Sebastiano. Quest’anno, però, non si terrà la consueta cerimonia religiosa “considerata la pochezza numerica del personale in organico e di quello effettivamente in servizio”, come comunicato dal nuovo comandante “facente funzioni” Vincenzo Ferenderes. Ad oggi, infatti, gli operatori sono appena dieci (oltre ad un collaboratore amministrativo). I verbali elevati per violazioni del Codice della strada nel corso del 2017 sono stati 1415 (ben 1130 soltanto negli ultimi tre mesi), quasi il doppio rispetto all’anno precedente. Da ultimo ad integrare l’attività degli agenti c’è anche il ricorso allo street control, l’apparecchiatura elettronica in grado di rilevare automaticamente la presenza di veicoli in sosta in doppia fila, ovvero sugli stalli per disabili o su attraversamenti pedonali, intersezioni stradali e marciapiedi dove vige il divieto di sosta e di fermata, ma anche i veicoli sprovvisti di copertura assicurativa e di collaudo. I controlli effettuati con l’ausilio dello “street control” (ma anche per le nuove zone a disco orario) sono stati nel complesso  693 mentre è dalla fine del 2014 che mancano i verbali degli ausiliari del traffico per le irregolarità nel servizio di parcheggio a pagamento (la riattivazione delle “strisce blu” è attesa nel corso dell’anno in seguito all’espletamento del nuovo bando). Gli incidenti stradali rilevati sono stati nel complesso 84, dei quali uno mortale, 39 senza  feriti e 44 con feriti (74 le persone a referto). I vari dissesti segnalati (tra buche e segnaletica divelta) sono stati 159 mentre 451 i guasti alla pubblica illuminazione segnalati all’ufficio tecnico comunale.

Volontari da ringraziare – Proprio in considerazione della cronica carenza di organico del Corpo (che ha perso il comandante Gabriele Marra ed ha accolto l’agente scelto Antonio Verona), un “ringraziamento particolare” viene rivolto  ai “Nonni vigile” Antonio De Donno, Rita Ingrosso, Giovanni Conte, Eugenio Toma, Giuseppe Bortone, e al personale di vigilanza ausiliaria Donato De Donatis e Francesco Legittimo, “per l’attività di vigilanza prestata con grande senso civico a favore dei nostri giovani studenti”, e ai volontari che collaborano nello svolgimento di alcuni servizi: Donato Buellis, presidente della Protezione civile e Volontari, Gabriele Scappaldi, presidente della Protezione civile Primo intervento, ed ai suoi collaboratori Giuseppe Ventura, Giovanni Conte, Eugenio Toma, Renato Coti, Silvia Carbone, Maria Luce Scappaldi, Simona Carbone, Stefano Fasano, Federico Cossa, Andrea Muscella, Alessio Fasano, Andrea Crimi e Vittorio Amici, “per l’impegno profuso e per la costante presenza in tutte le manifestazioni svoltesi in città”.

by -
0 2130

Casarano – Tornano a Casarano i controlli della Polizia municipale con lo “street control”. La vettura del locale Comando, dotata del dispositivo elettronico di lettura, effettuerà pattuglierà numerose strade e piazze della città con il compito di rilevare, in assenza di trasgressore, le violazioni relative alle soste irregolari e agli obblighi di copertura assicurativa e revisione del veicolo. Il servizio, avviato lunedì 15 gennaio ed esteso anche alla zona a traffico limitato di piazza Garibaldi e Quartiere Vecchio, si svolgerà sino al 31 gennaio in tutti i giorni, esclusi i festivi , dalle ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 20.
Le strade interessate – Nelle specifico il controllo interesserà le piazze San Domenico, San Pietro e San Giovanni, i viali Ferrari e Stazione, corso XX Settembre (e traverse) e le vie IV Novembre, Vittorio Emanuele II, D’Astore, Padova, San Domenico, Brindisi, Maggia, Ruffano (Conad), Ombrone, Delle industrie, ,Lupo, Matino, Vecchia Matino, Dogliotti, Solferino, Roma, Nardo’, Carlo Magno, Poerio, Giusti (tra via Amalfi e via Tasso) e via Roma.

Gallipoli – Incassare le multe dai residenti all’estero si può. Alla data del 21 dicembre 2017 il Comune di Gallipoli è riuscito, infatti, ad introitare 9.683,67 euro da quanti, magari in vacanza nella “Città Bella”, hanno violato il Codice della strada salvo ritornare a casa pensando di averla fatta franca. La somma non sarà altissima ma indica un’inversione di tendenza, visto che finora, su 7000 multe elevate nei confronti di automobilisti stranieri, appena cinque avevano messo mano al portafoglio spontaneamente. «Di fatto è la prima volta che il Comune di Gallipoli riesce a incassare somme di questo tipo», fa sapere Dario Vincenti, l’assessore comunale al Bilancio. L’operazione avviata in relazione a 540 verbali del 2016 (e 12 del 2017) andrà avanti, grazie all’ausilio di un’agenzia specializzata in tale tipo di riscossione cui l’Amministrazione comunale ha conferito espresso incarico ed il cui guadagno viene determinato in percentuale su quanto incassato. Fermo restando le difficoltà burocratiche in tale tipo di operazioni  (visto anche che  molti Paesi dell’Unione Europea neppure hanno sottoscritto la Convenzione di Strasburgo del 1977 in materia di scambio di dati e notifiche). Inoltre le multe all’estero “viaggiano” con posta raccomandata ordinaria e non, come in Italia, con ricevuta di ritorno, per cui la mancata notifica significa che il previsto incasso si volatilizza.

I Paesi stranieri – In questa prima fase dell’operazione, al 21 dicembre 2017 sono stati inviati 540 verbali dei quali 188 notificati e 87 di questi pagati per un incasso, come detto, che sfiora i 10mila euro. Tra i paesi destinatari delle missive fa la voce grossa la Francia (con 206 verbali), seguita da Svizzera (68), Belgio (70), Gran Bretagna (45), Germania (34), Olanda (31) e Stati Uniti (22), ma non mancano Australia (10), Romania (9), Norvegia, Canada  e Repubblica Ceca (8), Brasile (4), Danimarca, Lussemburgo e Austria (3), Israele, Malta (2), Lituania e Turchia (1).

Porto Cesareo – Cinquantuno vasetti di tonno sott’olio ma del tutto anonimi sono stati rinvenuti e bloccati dagli ispettori del settore pesca dalla Guardia costiera di Gallipoli, ufficio di Torre Cesarea. I vasetti, subiti sequestrati, sono stati trovati in un ristorante di Porto Cesareo, per un peso complessivo di prodotto di venti chili circa. Gli agenti hanno contestato l’assoluta mancanza di indicazioni e documenti per individuare la provenienza ed altri dati. Il ristoratore è stato multato per 1.500 euro. Le indagini successive però hanno rintracciato anche il “fornitore” del prodotto ittico, ma anche in questo caso non sono stati forniti documenti relativi alla cattura del tonno e del luogo di provenienza. A quest’ultimo, titolare di una pescherie in loco, è stata comminata una multa di 4mila euro.  Toccherà adesso alle analisi identificare quantomeno la specie di tonno (dichiarata dagli interessati come alalunga).

GALLIPOLI. Via libera il 31 marzo scorso nell’aula del Consiglio comunale al primo bilancio di previsione della maggioranza del sindaco Stefano Minerva che con un largo consenso (13 voti favorevoli e tre contrari) approva il principale documento amministrativo e politico del suo mandato. Una manovra finanziaria quella del Comune di Gallipoli che si attesta sui 40 milioni di euro annui, tra previsioni di entrata e di spesa, e che in ottemperanza della legge di bilancio 2017 prevede il blocco degli aumenti dei tributi locali. Il gettito della Tari, la tassa sui rifiuti, dovrà assicurare la copertura integrale dei costi d’investimento e di esercizio annuale pari ad oltre 7milioni e 300 mila euro e l’amministrazione comunale punta ad intensificare la lotta all’evasione del tributo dalla quale per il 2017 si spera di incamerare 340 mila euro oltre le 250 mila dell’anno scorso.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

multaACQUARICA. Opporsi a una multa considerata ingiusta costa di più. È quanto previsto dal decreto Renzi-Madia del 25 giugno 2014 che ha portato il costo del contributo unificato da pagare per presentare ricorso al giudice di pace da 37 a 43 euro. Anche grazie a questo decreto il numero dei ricorsi si è ridotto e gli incassi provenienti dalle multe per infrazione al codice della strada sono aumentate, rimpinguando le casse di tantissimi comuni. Se si considera che per una multa per eccesso di velocità non superiore a 10 chilometri orari, si usufruisce di uno sconto del 30% pagando entro 5 giorni, si capisce come anche in presenza di una multa ingiusta tantissima gente preferisca pagare. Ma Antonio Cantoro, operaio 57enne di Acquarica, non ci sta a subire questa logica ed è ostinato a presentare ricorso. Giorni fa gli veniva notificato un verbale dal Comando di Polizia Municipale di Taranto con il quale gli si contesta di aver lasciato il 6 dicembre 2016 alle ore 05,25 in sosta il veicolo di sua proprietà in via Fortini Pietro, su area ove era stato apposto il cartello di divieto di sosta per l’esecuzione di lavori di pulizia.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

multe gallipoliGALLIPOLI. Verbali da autovelox del 2012 per ammontare di 500.396 euro; stesso anno ma col photored altri 197.677 euro: dal varco ztl, autovelox e photored del centro storico, sempre anno 2012 ma per mano degli ausiliari, 63.786 euro; verbali per violazioni al Codice della strada da parte dei vigili urbani pari a 124.302 euro cui vanno aggiunti altri 22.566 euro da un secondo pacchetto di contravvenzioni; verbali degli ausiliari del traffico per un totale di 136.188 euro; poi ci sono altri 280.073 euro e infine 592.040 euro del solo varco elettronico per il centro storico.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

street control.docx fotoCASARANOAttenzione allo “street control” dalla prossima settimana a Casarano. L’occhio elettronico contro le infrazioni al Codice della strada sarà attivo lunedì 14 e mercoledì 16 novembre, dalle ore 9 alle 12, su via Matino, via Carlo Magno, Corso XX Settembre, via Solferino, viale Ferrari e piazza Garibaldi (nella zona a traffico limitato). Il controllo elettronico, attivo sulle auto della Polizia municipale, è in grado di rilevare automaticamente la presenza di veicoli in sosta in doppia fila ovvero sugli stalli per disabili o su attraversamenti pedonali, intersezioni stradali e marciapiedi dove vige il divieto di sosta e di fermata. Non solo: le sanzioni arriveranno anche per i veicoli sprovvisti di copertura assicurativa e di collaudo.  Solo le prime date dei controlli verranno comunicate sul sito istituzionale del Comune. « Il servizio automatizzato è finalizzato a migliorare la circolazione e a garantire maggiore sicurezza stradale, oltre che a sopperire alla carenza di organico del Corpo di Polizia municipale. Sono sicuro – afferma l’assessore Adamo Fracasso – che i cittadini sono al nostro fianco, poiché si va a sanzionale solo quella minoranza di automobilisti indisciplinati, il cui comportamento va a svantaggio di tutti».    

 

polizia-nardoNARDÒ. Quanti saranno ed a cosa saranno destinati i soldi provenienti da multe per la violazione delle norme del Codice della strada? Lo ha stabilito la Giunta comunale uscente qualche tempo fa con una specifica deliberazione, passata però sotto silenzio. Intanto gli amministratori neretini, coadiviudati dal responsabile del servizio di Polizia municipale, hanno previsto che le entrate ammonteranno a 250mila euro,in base anche all’andamento degli anni scorsi. Di tale somma, si calcola che ben 246mila proverranno dalle diverse violazioni del Codice della strada e 4mila dai limiti di velocità “stabiliti dall’articolo 142 attraverso l’impiego di apparecchi o di sistemi di rilevamento della velocità”. Quindicimila euro degli incassi andranno a migliorare la segnalsetica stradale con potenziamento, messa a norma e manutenzione dell’esistente; 20mila euro saranno impiegati per le attività di controllo e accertamento delle violazioni “anche attraverso l’acquisto di automezzi e attrezzature varie come i varchi elettronici, videosorveglianza, strumenti di controllo della velocità”; 5mila euro per manutenzione di strade comunali; 50mila per assunzione di personale stagionale; 20mila per previdenza e assistenza complementare per il personale; 13mila per progetti di controllo ai fini della sicurezza e prevenzione delle infrastrutture stradali, anche con interventi notturni.

by -
0 597

piazzaSalandraNardò. Cinquantamila euro per le assunzioni temporanee finalizzate a servizi notturni e di prevenzione; altrettanti per l’acquisto di beni di consumo, potenziamento dell’attività di controllo ed acquisto di autovetture ed attrezzature tra i varchi elettronici necessari, fra l’altro, all’avvio pieno della zona a traffico limitato nel centro storico; 15mila euro per il miglioramento e la manutenzione della segnaletica stradale; altri 25mila euro sono stati destinati a “misure per il fondo di assistenza e previdenza” della Polizia municipale e a corsi didattici finalizzati all’educazione stradale tenuti ovviamente da vigili; infne 10mila euro al miglioramento della sicurezza stradale, con interventi sul manto bituminoso, messa a norma delle barriere e l’installazione di nuovo. Il totale è 150mila euro, la metà esatta degli introiti di multge e contravvenzioni che, come stabilisce la legge, deve essere reimpiegata nello stesso settore della Polizia urbana, queste le decisioni della Giunta comunale prese alcuni giorni fa.

by -
0 1408

cosimo tarantino comandante vigili urbaniNardò. Lo scorso 20 gennaio, giorno di San Sebastiano, le polizie locali hanno celebrato il loro patrono. Giorni utili anche a tracciare un bilancio dell’anno appena trascorso.
Oltre 4mila richieste di interventi e 13mila verbali per infrazioni al Codice della strada. Questi i numeri della municipale a Nardò. «Nel 2014 circa 6-7mila multe – dichiara il comandante Cosimo Tarantino (foto) – sono state emesse dai nostri agenti e più o meno altrettante dagli ausiliari del traffico». Un aspetto, quest’ultimo, che ha scatenato polemiche. Diversi automobilisti, infatti, hanno ritenuto illegittime le multe per divieto di sosta non emesse da agenti di polizia locale. È lo stesso Comandante a chiarire: «Grazie alla legge Bassanini – spiega – gli ausiliari del traffico possono non soltanto sanzionare per la mancanza del ticket-parcheggio ma, se autorizzati da specifico decreto sindacale, nell’ambito delle aree di propria competenza possono emettere verbali anche per divieti di sosta, stalli per diversamente abili, ecc. Il sindaco, su input dell’assessore alla polizia locale e del sottoscritto, ha raccolto un anno fa la nostra richiesta e ha previsto, per tale figura, questo compito».

Ma non c’è solo la questione viabilità. «Aumentano – prosegue il comandante Tarantino – le indagini che ci vengono “girate” dalla Procura, che prima erano di esclusiva competenza delle forze dell’ordine. E questo ci gratifica».
Circa 300 invece i verbali emessi per infrazioni diverse dal Codice della strada: il 15% di questi riguarda reati in materia ambientale. Il 2014 è stato l’anno della raccolta differenziata porta a porta. In molti sono ancora restii ad adottare il nuovo sistema e liquidano la faccenda gettando spazzatura nelle campagne. L’assessore comunale alla polizia locale, Giuseppe Tarantino, ammette: «Quanto può fare la polizia locale per contrastare l’inciviltà? Non tanto, purtroppo. Il territorio è troppo vasto e l’organico insufficiente. Alcune località si sono trasformate da subito in discariche a cielo aperto. Siamo riusciti almeno un po’ a circoscrivere il fenomeno, che però non è stato ancora del tutto debellato».

by -
0 911
comune casarano nuove  (3)

Palazzo di Città. In basso il comandante della Polizia municipale Gabriele Marra

SAMSUNGCASARANO. Multe in calo a Casarano. Il dato emerge dalla relazione annuale della Polizia municipale resa nota durante la recente cerimonia di San Sebastiano. Se, nel corso del 2014, i verbali elevati dagli agenti sono stati 1.266 (ovvero più dei 1.039 del 2013 e degli appena 600 del 2012), le multe degli ausiliari del traffico per le irregolarità nella sosta dei veicoli sulle strisce blu sono, invece, diminuite. Non si tratta di una maggiore “magnanimità” degli uomini in pettorina quanto, piuttosto, dell’inevitabile conseguenza per l’interruzione forzata del servizio (che riprenderà con il nuovo bando) a causa della disdetta da parte della Sis srl, la società che ha finora gestito il servizio. Malgrado già a partire dalle ultime settimane del 2014 il parcheggio a pagamento sia stato interrotto, i verbali elevati per i pagamenti irregolari sono stati pur sempre 4.989, contro i 6.473 del 2013 ed i 5.000 del 2012. Nel totale, nel corso del 2014 tutte le multe sono state 6.255 contro le 7.512 dell’anno precedente.
Da segnalare come appena 225 siano stati i ricorsi inoltrati al Prefetto. Oltre al controllo del traffico e della viabilità, la Polizia municipale, guidata dal comandante Gabriele Marra, svolge indagini su delega della Procura, notifiche di atti e, sino a novembre scorso, ha pure gestito l’ufficio Traffico.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...