Home Tags Posts tagged with "mosaici casaranello"

mosaici casaranello

chiesa-casaranello-restauro-2011-CasaranoCasarano. Alla ricerca dei misteri custoditi nella chiesa di Santa Maria della Croce.

Ha avuto avvio nelle scorse settimane il progetto di ricerca condotto dal dipartimento di Storia, culture e civiltà, sezione di Archeologia, dell’Università di Bologna. Lo scopo è quello di individuare la presenza di ambienti sotterranei o oggetti sepolti in corrispondenza dell’edificio sacro o nelle sue immediate vicinanze. Il progetto, promosso dall’associazione Archeo Casarano “Origini e Futuro”, presieduta da Alessandro De Marco, con la partecipazione del comune di Casarano in qualità di proprietario della chiesa, è diretto dalla docente dell’ateneo bolognese Isabella Baldini.

Nello specifico, sono state effettuate delle prospezioni geofisiche, vale a dire dei rilevamenti mediante impulsi elettromagnetici, i cui risultati saranno resi pubblici nei primi mesi del 2014.

L’interessante ricerca non sarebbe potuta essere condotta senza il contributo concreto dei Lions club Casarano, di “Arredi sacri Ferrari”, “Edildì” e “Galma ristruttura”. A dispetto delle sue piccole dimensioni, la chiesa di Casaranello è un vero e proprio scrigno d’arte. I suoi mosaici, riportati alla luce solo nel 1907 dall’archeologo tedesco Arthur Haseloff, dopo essere stati nell’oblio per centinaia di anni, sono tornati, dall’inizio del XX secolo, al centro dell’attenzione di studiosi di fama internazionale e non è detto che per osservare le meraviglie custodite dalla piccola chiesa si debba necessariamente guardare in alto.

È probabile, infatti, che anche il sottosuolo, così come le pareti interne e la volta absidale, custodisca preziosi reperti, in grado di gettare luce sul millenario passato della chiesa di Casaranello.

by -
0 1951

Casarano. Dagli antichi cammini dei pellegrini, diretti a Leuca e in Terra Santa, alle nuove opportunità di sviluppo locale e professionale. Questo il tema del recente incontro svoltosi presso la sede dell’Accademia nuovi studi internazionali (Ansi) dal titolo “Viator”.

Crocevia ideale di tale percorso la chiesetta di Casaranello, con i suoi affreschi e mosaici (foto). 

«Il programma, rientrante nel progetto per il riconoscimento europeo di itinerario culturale, ha preso in considerazione le antiche tratte di percorrenza, alla luce dei documenti storici ed archeologici e delle testimonianze relative alla diffusione del cristianesimo nei primi secoli, attestata proprio a Casarano dalla splendida opera musiva di Santa Maria della Croce», hanno affermato Elvino Politi, direttore del gruppo archeologico di Terra d’Otranto, e Marco Cavalera, presidente dell’associazione Archès, tra i promotori dell’iniziativa.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati i corsi formativi per l’anno 2013 finalizzati alla preparazione di figure professionali operative nell’ambito dei sistemi di cooperazione transfrontaliera legata agli itinerari culturali e che possano operare nei contesti archeologici strettamente legati all’ambito di studi. I corsi proposti, riconosciuti con protocollo Eden dalla Comunità europea, mirano alla formazione di consulenti alla programmazione europea del settore cultura e di progettisti turistici culturali e ad offrire una specializzazione in archeologia cristiana e iconologia.

Tra i partner del progetto, l’Istituto europeo per gli itinerari culturali del Consiglio d’Europa, il Touring club italiano e la Rete nazionale dei cammini.

Alberto Nutricati

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...