Home Tags Posts tagged with "MONTEFIORE"

MONTEFIORE

Gallipoli – Quasi trent’anni di attività e migliaia di ragazzi visti correre e formarsi sui suoi campi. L’Asd Montefiore è ormai una istituzione del calcio giovanile salentino. “Abbiamo cominciato nell’87 – racconta Maurizio Marzo, di Gallipoli, presidente dell’associazione – organizzavamo tornei sul campo senza recinzione. Poi nel ’90 c’è stata l’apertura ufficiale del centro sportivo e l’inizio dei corsi di scuola calcio”. Sei categorie di squadre, dai piccoli amici agli allievi: “Attualmente, siamo poco sotto i duecento tesserati – continua Marzo – vengono ad allenarsi da Gallipoli, Alezio, Sannicola, Nardò, ma anche da Acquarica del Capo, Ugento, Melissano, Neviano e Aradeo. Cerchiamo di mettere ognuno nelle condizioni di giocare al proprio livello”.

Un’esperienza così prolungata nel tempo, da costringere l’associazione a confrontarsi anche coi cambiamenti della società: “I ragazzi di oggi – dice sempre Marzo – sono meno smaliziati, più oberati dalla scuola ed interessati al pc. Lo abbiamo capito già da sei, sette anni che l’approccio doveva cambiare. Non cerchiamo più solo allenatori, ma istruttori che abbiano capacità di dialogo e facciano innamorare il bambino del gioco. È un compito delicato”. Sicuramente complicato da genitori insistenti: “I genitori sono la piaga delle scuole calcio – afferma il presidente – ma qui è stata sempre di lieve entità, perché all’atto di iscrizione parliamo chiaro con i genitori: il protagonista è tuo figlio. Negli ultimi anni, qualcuno non ha capito e ha portato via i ragazzi. Gli abbiamo chiesto di fare un gesto di coraggio: dire al figlio che la colpa dell’addio è del genitore. Non sappiamo se l’abbiano fatto”.
Un’attività quella della “Montefiore” che non si fermerà neanche in estate. A metà giugno partirà un torneo per i ragazzi dal 2001 al 2006 che durerà fino a fine luglio. (Nella foto il presidente Marzo tra gli istruttori Gaballo e novembre)

M.C.

Elia NataliGALLIPOLI. Quasi 15 anni, gallipolino doc e già bomber riconosciuto: Elia Natali (foto), fresco partecipante al campionato Giovanissimi regionale con i colori della “Montefiore”, ha segnato 34 gol in 22 partite. Praticamente, meglio di Higuain, anche se non è il goleader del Napoli l’idolo di Elia: lui si ispira a Messi e Cristiano Ronaldo, giusto per dire. Ma il ragazzino col vizio del gol, che appare riservato e misurato, non va sopra le righe: «Mi piacciono, sono i miei campioni preferiti», dice tranquillo. Così come tranquillamente aggiunge: «Sì, la scuola viene prima, poi questa passione che avevo già a cinque anni». Il padre Marco conferma: l’impegno tra i banchi del “Vespucci”, indirizzo commerciale-sportivo, non manca. Come non mancano trofei e coppe nella sua stanza, insieme alla fascia di capitano della sua squadra. Recentemente Elia Natali è stato visionato dai tecnici della Rappresentativa di categoria: attende risposta, ma sempre senza troppa ansia.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...