Home Tags Posts tagged with "mons. Filograna"

mons. Filograna

Gallipoli – Domenica 15 alle 20,15 si inaugura, alla presenza del vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli, mons.Fernando Filograna,  il Centro di ascolto cittadino, sito in piazza Imbriani, 9, nel centro storico. Sinora, alle numerose richieste di aiuto  e segnalazioni di disagio avevano fatto fronte le varie Caritas  parrocchiali: ora la svolta “per venire incontro ai molteplici bisogni della comunità cittadina, con una particolare attenzione alle fasce della popolazione meno abbienti”.

E’ prevista una prima fase di ascolto presso ogni parrocchia (cinque in tutto, di cui una nel centro storico, le altre al borgo), e una seconda fase presso la nuova sede  di piazza Imbriani, dove un’équipe di volontari (persone con un periodo significativo di formazione) garantirà la presenza giornaliera con l’ausilio di esperti qualificati. Così, alle già operative  “Mensa della carità “S. Francesco d’Assisi” di via Micetti e la struttura di Accoglienza notturna “AgaPolis” presso la parrocchia S. Antonio di Padova, si potrà ora contare anche su un segretariato sociale per il disbrigo di pratiche presso uffici pubblici, per l’accesso a servizi sociali e di natura fiscale (mod. Isee, 730, invalidità civile, Caf e patronato). Vengono pure assicurate sia la consulenza medica qualificata con guida ai servizi ambulatoriali territoriali ed ospedalieri, sia anche la consulenza legale per problematiche di carattere personale o familiare, oltre alla tutela dei diritti di cittadinanza.

Sono altresì previste iniziative di sostegno alla persona, con particolare riguardo alle problematiche intra ed extra familiari, alle devianze di vario genere e al rapporto educativo. Promotore e artefice dell’iniziativa il parroco della cattedrale di S. Agata, mons. Piero De Santis (il primo da destra), che ha messo a disposizione i locali parrocchiali, tra l’altro molto appetibili dal punto di vista commerciale: “Non esiste una Chiesa senza carità, e la carità è la carezza della Chiesa al suo popolo; la carezza della Madre Chiesa ai suoi figli; la tenerezza, la vicinanza” – dice il parroco, facendo sue le parole di Papa Francesco – Desideriamo così offrire il nostro contributo efficace  per la costante realizzazione della civiltà dell’amore, per generare un vero sviluppo che coinvolge tutti, nessuno escluso.  Siamo convinti – conclude mons. De Santis – che tutto ciò esige l’ascolto del grido dei poveri e l’impegno a sollevarli dalla loro condizione di emarginazione”.

GALLIPOLI. «Vi auguro ciò che in tanti mi hanno chiesto, di tornare qui come visitatori. Un paio di giorni in moto me li faccio anch’io»: la chiusura dell’intervento di mons. Liberio Andreatta, amministratore delegato dell’Opera romana pellegrinaggi, all’apertura del 13° Coordinamento tecnico nazionale martedì 22, testimonia il clima di vivo interesse verso quella che è stata – per moltissimi dei 220 partecipanti – una gradevole scoperta. Prima di riunirsi a “Le Sirené”, assistenti spirituali, animatori pastorali, promotori, organizzatori ed “influencer” nell’ambito dei pellegrinaggi, hanno avuto un paio di ore per arrivare nel porto in autobus, salire le scale, entrare nel centro storico e visitare il monastero delle Carmelitane, la Cattedrale, la chiesa della Purità. “Che Cattedrale”, “Che splendore la Purità” sono le frasi dei sorpresi visitatori che mons. Andreatta riferisce. È dal 2010 che, a causa anche delle turbolenze terrostiche, le mete più famose dei pellegrinaggi a livello mondiale hanno lasciatoun po’ di spazio ai territori e alle realtà “minori”, ma talmente ricche di cultura e religiosità da compensare la mancanza di un marchio di gran richiamo. Come il Salento “terra finora sconosciuta”. I ringraziamenti al Gruppo di azione locale (Gal) “Terra d’Arneo” presieduto da Cosimo Dirante che ha tessuto una trama che ha dato per ora questo risultato li ha fatti il Sindaco Stefano Minerva, ” orgoglioso di ospitare questa folta delegazione che si combina con la tendenza che vogliamo implementare e arricchire, quella del turismo religioso”. In prima fila gli amministratori di Nardò, Galatone, Porto Cesareo, Alezio, Guagnano ed altri del Gal che, secondo il programma, riceveranno la visita del coordinamento (dal 21 al 26 i giorni di permanenza) fino al ritorno per Roma fissato per sabato 26.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Voce al Direttore

by -
"Ma com'è possibile che un giorno sì e l'altro pure si sequestrano lidi abusivi? A volte gli stessi di qualche giorno prima?" La domanda,...