Home Tags Posts tagged with "mondiali ju jitzu"

mondiali ju jitzu

luciano perrone (sx) e gabriele grecoGALLIPOLI. Passione, impegno, disciplina. Così si diventa campioni dentro e fuori il tatami, praticando il Ju Jitzu.  Questa la strada che ha portato  Gabriele Greco (a destra), 16 anni, e Luciano Perrone (a sinistra) 18, atleti di Gallipoli della scuola Hiwashita dei maestri Roccadoro,  ai campionati mondiali di Atene con la nazionale italiana under 21.  “Un’emozione fortissima” per i due giovanissimi che ora sognano San Pietroburgo il prossimo anno.
Gabriele, tra i più piccoli della  squadra, ha iniziato quando aveva 4 anni. «Questo sport comporta sacrifici e molte rinunce – dice – devi essere bravo a organizzare la giornata perché allenarsi ogni giorno e studiare non è facile soprattutto se ci si allena molte ore al giorno, andando a casa sfinito. Il giorno della gara ero molto emozionato ma ero concentrato per dare il massimo perché  orgoglioso di rappresentare la mia nazione e Gallipoli».

Anche Luciano si dice “orgoglioso di quello che siamo riusciti a dimostrare davanti a tutto il mondo”. Tra i momenti indimenticabili per lui  l’atmosfera che si sentiva entrando  nel palazzetto,  il tifo che la squadra italiana è riuscita a fare ad ogni incontro di uno dei suoi componenti. «Ricordo – dice –  i brividi e la pelle d’oca nel sentire risuonare  l’inno di Mameli quando  l’Italia ha conquistato la prima medaglia d’oro. Se  siamo arrivati a questi livelli è  soprattutto merito dei nostri maestri che ci hanno trasmesso l’amore di quest’arte e ci hanno dato un grande bagaglio tecnico». Entrambi ringraziano i genitori per i sacrifici e il supporto e i maestri che credono nel loro potenziale.  Ora in programma c’è un duro e costante allenamento per conquistare  un posto nella nazionale italiana per la trasferta in Russia per i campionati europei.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...