Home Tags Posts tagged with "minoranza non vota"

minoranza non vota

Nardò – Il bilancio di previsione 2018-20 va. Il 2 marzo i consiglieri della maggioranza che regge il Sindaco Giuseppe Mellone ha detto sì al bilancio, al piano triennale delle opere pubbliche ed a tutti gli altri documenti allegati, tra cui il piano delle alienazioni: in vendita compare anche l’ex istituto di Biologia marina di Santa Caterina. Diciotto i voti a favore, mentre i cinque consiglieri della minoranza non hanno partecipato alla votazione, in totale dissenso sulle linee programmatiche.

Oltre al piano per le misure finalizzate al contenimento delle spese di funzionamento, come da prassi, i consiglieri hanno approvato il piano delle opere pubbliche, in cui c’è l’annunciato parco di via Incoronata, nello spazio che ha ospitato il palazzo di città demolito a gennaio scorso; il centro sportivo polivalente della zona 167, da recuperare anche con fondi della Regione (il Comune parteciperà ad un bando in arrivo ma intanto inserisce l’opera con la somma necessaria pari a 200mila euro; sette strade importanti da riasfaltare (via Benedetto Leuzzi, Oronzo Quarta, 2 Giugno, Antonio Secchi, Fiume, Penta, Pietro Bonfante) ed a cui il Comune ha dato la priorità con una spesa prevista di 400mila euro.

Nel piano finanziario e tariffario nulla di nuovo per i servizi di igiene ambientale. L’importo totale rimane invariato rispetto allo scorso anno – circa 6 milioni 600mila euro – così come è confermata la diminuzione del 10% della Tari, nonostante la novità importante dell’avvio della raccolta differenziata nelle marine, che ha un costo per il gestore di oltre mezzo milione di euro in più ma che non peserà sulle tasche dei cittadini. “Abbiamo approvato il bilancio – annuncia Mellone – con responsabilità, con grande attenzione per tutti, nei tempi dettati dalla legge. Spazziamo oggi altre macerie ereditate ed erigiamo nuovi muri di speranza, di futuro. Ricostruiamo un altro pezzo della città che ci hanno lasciato. Il bilancio è stato approvato con l’ennesima prova di compattezza e forza della maggioranza. La minoranza invece, dopo aver contestato tutto e anche oltre, non ha partecipato al voto, una ammissione di impotenza politica e amministrativa”.

“Questo è un bilancio eccezionale” per l’assessore alle Finanze, Tributi e Programmazione, Gianpiero Lupo: “Devo ringraziare i dipendenti di tutte le aree funzionali, a cominciare da quelli dell’Area 2, i dirigenti, gli assessori e i consiglieri, che hanno lavorato in maniera corale raggiungendo un risultato di cui essere orgogliosi. C’è stata a livello normativo una novità che ha stravolto l’idea stessa di redazione nel bilancio, cioè il fatto di dover allocare gli oneri di urbanizzazione a copertura degli investimenti, mentre ieri si poteva fare fino al 50% anche a copertura delle spese correnti. Una doccia fredda quella dell’obbligo di dover incassare per spendere, che non ci ha impedito tuttavia di presentare alla città un bilancio che tiene conto delle esigenze quotidiane del vivere comune, che tiene in considerazione le problematiche delle fasce deboli, che investe nei servizi e nella cura del territorio”.

 

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...