Home Tags Posts tagged with "minoranza"

minoranza

Nardò – Paolo Maccagnano (foto a destra) non può fare il consigliere comunale? Nei giorni scorsi a lanciare l’accusa nei confronti dell’esponente di maggioranza è stato il sito internet Liberanotizia.it, che ha pubblicato un verbale Asl del settembre 2017 dal quale si evincerebbe che Maccagnano, funzionario appartenente al Servizio igiene assistenza veterinaria, ha partecipato a un sopralluogo-controllo presso l’area mercatale di Nardò, città nella quale ricopre appunto la carica di consigliere comunale. L’accusa rivoltagli è che vestirebbe gli “incompatibili” panni di controllore e controllato. Due giorni fa i consiglieri di opposizione Daniele Piccione, Lorenzo Siciliano, Carlo Falangone e Giancarlo Marinaci, con una mozione urgente hanno chiesto al presidente del Consiglio comunale e al segretario generale di verificare la posizione di Maccagnano rispetto alla normativa vigente del Testo unico degli Enti Locali.

Maccagnano, eletto nel 2016 nella lista “Nardò Liberal” per Marcello Risi sindaco, oggi siede tra i banchi della maggioranza melloniana come esponente di “Fronte Democratico”, corrente del governatore pugliese Michele Emiliano. A Palazzo Personè il “Fronte” è rappresentato da lui e da Alessandro Presta, ex fittiano neoarrivato in maggioranza. Quali conseguenze in caso di decadenza? La prima: salvo ulteriori movimenti Michele Emiliano a Nardò perderebbe il gruppo consiliare, visto che nel “Fronte Democratico” resterebbe il solo Presta. La seconda: in Consiglio subentrerebbe l’avvocato Francesco Polo (a sinistra) , primo dei non eletti in “Nardò Liberal” alle comunali di due anni fa (per lui si trattò di seggio sfiorato: appena una quindicina i voti in meno di Maccagnano, unico eletto di quella lista).

Dalla maggioranza al momento non ci sono reazioni. Ma più d’uno si dimostra tranquillo: “Sono tentativi ricorrenti e piuttosto noiosi – si liquida la questione – se di incompatibilità si può parlare essa riguarderebbe solo figure apicali in altri Enti e niente più. Non si spiegherebbero tanti primi cittadini e assessori in questa provincia, tutti dipendenti da Asl per esempio, e tutti regolarmente ai loro posti. Lo dice proprio la “267” del 2000  appunto (il Testo unico, ndr)”.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...