Home Tags Posts tagged with "migrazioni"

migrazioni

Nardò – A Nardò fu una delle sue ultime uscite pubbliche. E oggi, a un anno dalla sua morte, sono in tanti a ricordare Stefano Fumarulo, dirigente regionale esperto di antimafia sociale e politiche migratorie scomparso 38enne a Bari il 12 aprile 2017. In mattinata nel capoluogo il sindaco Antonio Decaro e il governatore Michele Emiliano hanno partecipato alla cerimonia di intitolazione della piazzetta a lui dedicata. Analoga iniziativa si svolse a Nardò nell’agosto scorso quando il presidente della Regione e il sindaco neretino Giuseppe Mellone a Fumarulo dedicarono il piazzale nei pressi di Masseria Boncuri, in cui era appena stata inaugurata la foresteria per lavoratori stranieri, altro obiettivo tenacemente perseguito dal giovane dirigente di viale Capruzzi.

A Nardò a ricordare oggi la sua figura è l’avvocato Vincenzo Renna, componente del nucleo di valutazione del Comune. Il 31 marzo di un anno fa in un incontro pubblico a Palazzo Personè, Renna illustrò a Fumarulo la proposta per la realizzazione di una filiera etica in agricoltura nel territorio neretino. «Credo davvero che il miglior modo di ricordare Stefano – ha dichiarato Renna – sia quello di misurare i successi delle politiche sociali regionali di contrasto ai fenomeni criminali organizzati, conseguiti con il concorso imprescindibile del suo naturale talento e della sua competenza scientifica». Con Fumarulo la Puglia è stata la prima regione italiana ad adottare un piano triennale dell’immigrazione che prevede misure per riconoscere diritti e doveri. «Questo recupero di umanità – prosegue Renna – è stata la risposta più utile alla logica del malaffare e alla sopraffazione mafiosa. Stefano è stato sempre accanto agli ultimi, dagli immigrati di Rignano Garganico o di Nardò alle vittime di soprusi e violenze delle associazioni criminali. Per usare un gergo calcistico – conclude – Michele Emiliano ha fatto bene a ritirare “la maglia” di Stefano perché campione inarrivabile; così come Pippi Mellone ha fatto altrettanto bene a dedicargli il piazzale della foresteria accanto a Masseria Boncuri. Adesso ben vengano aule universitarie, borse di studio e tutto ciò che possa ricordare Stefano, continuando le battaglie nel solco da lui tracciato». Intanto il governatore Emiliano ha annunciato che al giovane dirigente regionale sarà intitolata la nascente Fondazione Antimafia sociale.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...