Home Tags Posts tagged with "meucci casarano"

meucci casarano

Galatone– Scuole e giovani filmaker alla prova nella 13^ edizione del Festival nazionale del cortometraggio “Gabriele Inguscio”. L’evento gode del patrocinio di Apulia Film Commision ed è organizzato dall’omonima associazione culturale istituita per ricordare il giovane galatonese scomparso nel 2003, a soli 19 anni, per un incidente stradale. A presiedere il sodalizio è Teresa Gatto, la madre di Gabriele. La due giorni prende il via venerdì 14 alle 20.30, nell’atrio del Palazzo Marchesale, con il talk show dell’attore Michele Venitucci, ospite d’onore della manifestazione che dialogherà con i giovani registi Giuseppe Marco Albano (di Cisternino) e Nicola Ragone (di Roma). Sabato 14, sempre alle 20.30, ci sarà la proiezione dei 14 corti d’autore in gara.

Il corto del “Meucci” di Casarano Tra i tanti corti realizzati dalle scuole di tutta Italia, verrà premiato anche “Estate salentina”, opera dell’istituto superiore “Meucci” di Casarano (“Premio Città di Galatone”) che mette a confronto le bellezze e le contraddizioni delle località turistiche locali (da Gallipoli a Otranto, da Lecce a Leuca e altre ancora). A curare la regia è stato Diego Stefàno, con gli aiuto registi Davide Giangreco, Manuel Bruno e Daniele Baronetti, musiche di Cledi Panico, Davide Giangreco e Daniele Baronetti.

CASARANO – Lo storico calzaturificio “Elata” di Casarano apre le sue porte agli studenti. Venerdì 17 novembre i ragazzi del tecnico-industriale “Meucci” di Casarano (dirigente Concetta Amanti) e del tecnico-professionale “Lanoce” di Maglie (dirigente Giovanni Casarano) visiteranno dapprima (alle 9) l’opificio sito nell’area industriale (fondato nel 1923), e a seguire il Giardino botanico “La Cutura” a Giuggianello, nell’ambito della XVI Settimana della Cultura d’impresa organizzata da Confindustria.  La giornata rientra anche nella Settimana Europea delle “Piccole e medie imprese” promossa dalla Commissione Europea (“Industriamoci” lo slogan dell’ottava edizione). Nelle due visite, gli studenti saranno affiancati dagli imprenditori del Comitato piccola industria di Lecce e dai colleghi di Confagricoltura di Lecce.  «L’obiettivo – affermano i promotori – è quello di diffondere la conoscenza delle realtà produttive, del loro valore sociale e dell’impegno quotidiano a favore della crescita mediante un momento di esperienza diretta».

«Sono particolarmente grato a Martino Nicolazzo, del Calzaturificio Elata, per l’opportunità data a noi colleghi e agli studenti di entrare in un’azienda che coniuga perfettamente nella qualità innovazione e tradizione: una realtà di eccellenza che è un vero e proprio gioiello per il nostro territorio», afferma Vincenzo Portaccio, presidente del Comitato piccola industria di Confindustria Lecce. L’evento formativo, che si svolge alla presenza di Paolo Bastianello, presidente del Gruppo “Made in” di Confindustria, quest’anno è focalizzato sulla valorizzazione delle produzioni territoriali, sulla tracciabilità e sulla lotta alla contraffazione. Per l’occasione, inoltre, la Direzione generale per la Lotta alla contraffazione (Ufficio italiano brevetti e marchi) del Ministero dello Sviluppo economico ha aperto una sessione straordinaria del concorso a premi “Io sono originale” grazie al quale, dal 13 novembre al 2 dicembre, i giovani potranno partecipare all’iniziativa giocando con la app “Vinci originale”, allo scopo di promuovere la cultura della legalità contro il mercato del falso. «La visita al Giardino Botanico La Cutura sarà, poi, un viaggio alla scoperta delle innumerevoli varietà che la natura offre e darà la possibilità di capire quanta parte della nostra economia è legata all’ambiente e alle sue risorse”, continua Portaccio.

“Particolare gratitudine” ai due istituti scolastici viene espressa anche da Maurizio Cezzi, presidente di Confagricoltura Lecce: «In un momento cosi difficile per l’agricoltura italiana è importante dare ai ragazzi il giusto incentivo ed incoraggiamento per creare il proprio futuro lavorativo. Un ringraziamento particolare, inoltre, va a Salvatore Cezzi  proprietario de La Cutura che sorprenderà e affascinerà i ragazzi coinvolgendoli in un percorso naturalistico che si snoda tra le tante meraviglie floreali provenienti da tutto il mondo».

by -
0 1371

meucci-geometri-casarano-1teresa_bellanova_2-210x275CASARANO. “La scuola, officina di competenze” è il tema del seminario in programma questa sera, alle 18, presso l’auditorium di via Pendino dell’Istituto d’istruzione superiore “Meucci” di Casarano. L’incontro giunge a conclusione dei percorsi di “alternanza scuola-lavoro” che hanno avuto il coinvolgimento di 120 aziende della provincia nelle quali gli studenti dell’ultimo triennio della scuola diretta da Concetta Amanti hanno avuto la possibilità di vivere un’esperienza formativa improntata all’“apprendimento attraverso il fare” (“learning by doing”). Al seminario sono stati invitati il viceministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova e l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro Sebastiano Leo insieme ad esponenti del mondo della formazione e dell’università, degli ordini professionali e delle associazioni datoriali.

 

by -
0 1522

luigi scorrano 2CASARANO. L’Istituto superiore “Meucci” di Casarano rende omaggio ad uno dei suoi docenti più illustri, nonché apprezzato letterato e studioso.“Omaggio a Luigi Scorrano” è l’appuntamento di mercoledì 9 marzo alle 17,30, presso l’aula magna di via Pendino. Oltre all’intervento del professor Luca isernia, che si soffermerà su “Ludovico Ariosto”, l’ultimo lavoro di Scorrano, il programma prevede la testimonianza di colleghi e allievi di Scorrano che ripercorreranno le tappe più significative della sua carriere scolastica al “Meucci”. La compagnia teatrale “Calandra” porterà sulla scena alcuni stralci dell’Orlando Furioso mentre gli intermezzi musicali saranno a cura degli allievi della scuola diretta da Concetta Amanti. Versi liberi a cura di Maria Angela Zecca.

giornatamemoriaCASARANO. Letture, dibattiti e laboratori teatrali per commemorare le vittime dell’Olocausto e riflettere con consapevolezza su quello che è avvenuto poco più di 70 anni fa. Tante anche quest’anno le iniziative promosse dagli Istituti superiori di Casarano per celebrare il Giorno della Memoria. Martedì 26 gennaio alle ore 9:30 presso l’Auditorium del Liceo Scientifico G. C. Vanini si svolgerà “La Giornata della Memoria” – Readings e Musica del gruppo musicale” Vanini Ensemble” messa a punto dal Vanini Café, il progetto che vede un gruppo di ragazzi appassionati alla lettura riunirsi ogni mercoledì pomeriggio per leggere e commentare diversi libri e per approfondire l’epoca storica in cui è ambientato il romanzo. Ospite d’onore dell’evento di martedì sarà la scrittrice milanese Elena Rausa che per l’occasione presenterà il suo libro “Marta nella corrente”, una storia che, sullo sfondo della Milano degli anni Ottanta, mette in risalto la sofferenza dei sopravvissuti che in tutti gli anni della loro vita si sono portati nel cuore la tragedia della Shoah. Nell’incontro la scrittrice Elena Rausa racconterà come nasce il suo romanzo e proporrà dei brani accompagnati dalla musica del gruppo del Vanini.

L’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Meucci” organizza un’iniziativa dal titolo “La Giornata dell’ Eccellenza e della Memoria-Testimoniare la dignità, testimoniare la vita”, in programma per martedì 26 febbraio (ore 9:00) presso l’Aula Magna dell’Istituto, sita in Via Pendino. Oltre agli interventi dei relatori, che si soffermeranno su alcuni aspetti relativi alle deportazioni di civili e militari italiani all’interno dei lager nazi-fascisti dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 e sul destino di molti ebrei scampati alla Shoah, il programma prevede la premiazione degli studenti del “Meucci” che si sono distinti nel corso del precedente anno scolastico.

by -
0 2389
Da sinistra Matteo Portaccio, Davide Pisanò e Francesco Toma. Alle spalle le professoresse Stefanelli e Manzo

Da sinistra Matteo Portaccio, Davide Pisanò e Francesco Toma. Alle spalle le professoresse Stefanelli e Manzo

concetta amanti - dirigente MeucciCASARANO. Tre studenti dell’Istituto d’istruzione superiore “Antonio Meucci” di Casarano sono stati premiati, lo scorso 26 maggio, nell’ambito delle selezioni regionali delle “Olimpiadi della chimica 2015”. La manifestazione conclusiva si è svolta presso il Dipartimento di Chimica dell’Università degli studi del capoluogo pugliese alla presenza, tra gli altri, del professor Carlo Franchini, presidente della Società chimica italiana che ogni anno, su incarico del Ministero per l’istruzione, l’università e la ricerca, organizza e coordina i giochi di chimica.

Al termine delle dure prove selettive, Davide Pisanò (di Taurisano), Matteo Portaccio (di Taviano) e Francesco Toma (di Parabita) si sono classificati, rispettivamente, al terzo, sesto e nono posto tra la comprensibile soddisfazione dei genitori e dei docenti. Tra l’altro, la scuola diretta dalla professoressa Concetta Amanti (nella foto al centro) ha messo a disposizione di studenti, insegnanti e familiari un mezzo di trasporto per raggiungere Bari. A Pisanò, classificatosi al terzo posto finale, è andata una coppa mentre a tutti e tre i ragazzi partecipanti sono state conferite medaglie e attestati di merito. I tre studenti del “Meucci” sono stati preparati dalle professoresse Maria Grazia Manzo e Rosa Anna Stefanelli. Grande, ovviamente, la soddisfazione anche della dirigente scolastica che ha accolto con “gioia e orgoglio” i vincitori.  Data l’importanza della manifestazione barese, alle finali erano presenti anche la dottoressa Cosima Calvano, vice presidente regionale della Sci, ed alcuni rappresentanti del direttivo regionale della “Società chimica italiana”. I “Giochi”, nati nel veneto nel 1984, rappresentano una a manifestazione culturale che ha lo scopo di stimolare tra i giovani l’amore per questa disciplina e selezionare la squadra italiana per le Olimpiadi internazionali della Chimica.

by -
0 2022

catia pellegrino - nevianoCASARANO. “La scelta di Catia. L’impegno di una donna per i diritti umani” è il tema dell’incontro del 22 maggio, alle 9, presso l’auditorium dell’istituto  d’Istruzione superiore “Meucci” in via Pendino. Protagonista la giovane Catia Pellegrino (foto), originaria di Neviano, prima donna nella storia delle Forze armate italiane al comando di una nave della Marina militare. “La scelta di Catia” è anche il film-dcomentario prodotto dalla Rai che verrà proiettato per l’occasione. Seguirà un dialogo con Francesco Capezza, referente di Libera, ed Attilio Pisanò, docente dell’UniSalento. L’incontro giunge al termine del progetto sui diritti umani “Shantaram”. Nel l’ottobre del 2013, alla guida del pattugliatore “Libra”, la Pellegrino salvò 214 migranti dal naufragio al largo di Lampedusa, nell’ambito dell’operazione “Mare nostrum”, pochi giorni dopo il naufragio che costò la vita a 380 persone.

concetta amanti - dirigente Meucci

Da sinistra, l’imprenditore Gianluigi Parrotto, il magistrato Roberto Tanisi e la dirigente Concetta Amanti

Attilio Pisanò

Il professor Attilio Pisanò

CASARANO. Premiate le eccellenze del “Meucci”. Nel corso di un’apposita cerimonia sono state consegnate delle borse di studio agli alunni che hanno avuto la media più alta o si sono distinti nelle diverse competizioni alle quali hanno partecipato. Con l’occasione sono stati conferiti degli attestati anche a chi si è maturato nel corso del precedente anno scolastico con il massimo dei voti. Alla cerimonia hanno partecipato il magistrato Roberto Tanisi ed il giovanissimo imprenditore, nonché ex alunno del “Meucci”, Gianluigi Parrotto.

Nel frattempo ha preso avvio il progetto “Shantaram”, che si propone di promuovere la cultura dei diritti umani attraverso un articolato programma di attività didattiche e di cittadinanza attiva. Il progetto, di durata triennale e voluto dal docente universitario Attilio Pisanò, coinvolge gli alunni di ben sei istituti scolastici della Provincia: l’Istituto comprensivo “Calvino” di Alliste (scuola capofila), l’Istituto d’istruzione superione “Meucci” di Casarano (scuola ospitante), l’Istituto tecnico economico “De Viti De Marco” e l’Istituto professionale “Bottazzi”, anch’essi di Casarano, il Liceo classico “Virgilio” e il Liceo artistico “Ciardo-Pellegrino”, entrambi di Lecce.

L’Istituto diretto da Concetta Amanti ha inoltre aderito al progetto del Miur “Programma il futuro” che ha l’obiettivo di fornire agli studenti i concetti di base dell’informatica, in modo piacevole e divertente. La classe 1AI, ad esempio, è stata inserita all’interno dell’iniziativa l’”Ora del Codice”, nata negli Stati Uniti nel 2013 e volta a far sì che ogni studente, in ogni scuola del mondo, svolga almeno un’ora di programmazione informatica.

by -
0 1109

Istituto-MeucciCASARANO. Sono rivolti anche ai genitori del terzo anno delle scuole medie gli incontri organizzati dall’Istituto superiore “Meucci” e dal Liceo docet di Casarano sui “Bisogni educativi speciali”. Scopo del corso di formazione è, infatti, quello di approfondire gli aspetti legati ad aspettative e ansie che studenti e genitori vivono all’inizio di un nuovo percorso di studi. I tre incontri si terranno, dalle 15.30 alle 18.30, presso l’auditorium della sede di via Pendino. Il 28 novembre ed il 5 dicembre sono previsti i due moduli riservati ai docenti mentre l’incontro del 19 dicembre è aperto anche ai genitori. Interverranno la dirigente del “Meucci” Concetta Amanti, le docenti Maria Rosaria Orlando e Fernanda Rossetti, componenti del “Gruppo di inclusività” dell’istituto, la direttrice del Liceo docet Lucia Saracino e le psicologhe Patrizia Biasco e Daniela Giorgino.

CASARANO. «Nessuno si permetta di infangare il nome del “Meucci” di Casarano, da sempre riconosciuto come un polo di eccellenza». Questa la ferma reazione della dirigente Concetta Amanti alla segnalazione fatta da alcuni studenti dell’istituto tecnico in merito alle precarie condizioni di alcune aule della scuola di viale Ferrari. Il problema, tuttavia, sussiste (così come evidenziato dalle foto pubblicate sul sito piazzasalento.it) anche se è circoscritto ad un’ala dell’istituto chiusa a chiave da anni (per volontà della Provincia, ente proprietario) e non utilizzata per le lezioni. E non potrebbe essere altrimenti visti i bagni inagibili e i muri scrostati e umidi. Ciò che gli studenti segnalavano era il ritardo nel progetto da 700mila euro, già finanziato, con il quale poter eliminare tali situazioni precarie. Dalla scuola fanno, però, sapere che per questo “è stato fatto tutto quanto occorreva” e che ora “l’ultima mossa spetta alla Provincia”. Proprio per accertare chi abbia forzato gli infissi per scattare le foto nella struttura inagibile, la dirigente ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri.

by -
0 1261

fabio d'astore

CASARANO. Cosa fare per avere una vita matrimoniale felice? A distanza di quasi 21 secoli, i consigli sono quelli dei “Coniugalia praecepta” di Plutarco che il professor Giovanni Pietro Ruggiero ha tradotto e commentato nel  volume “Raccomandazioni coniugali” che verrà presentato giovedì 5 giugno (alle 9) nell’aula magna del liceo Classico “Dante Alighieri” di Casarano. Il docente brindisino dialogherà con il professor Fabio D’Astore, presidente della “Società Dante Alighieri” di Casarano.

by -
0 1268

Istituto-MeucciCasarano. In prima fila domani a Montecitorio, davanti alla presidente Laura Boldrini, ci saranno loro, gli studenti del “Meucci” di via Ferrari, tra le cinque scuole finaliste (su 61) del concorso nazionale “Dalle aule parlamentari alle aule di scuole. Lezioni di Costituzione”, ammesse alla fase nel dicembre scorso alla fase finale, insieme allo Scientifico “Da Vinci” di Maglie e agli istituti superiori di Fasano, Andria e Bitonto.

Il progetto con cui sono stati segnalati e adesso concorrono per il primo premio si chiama “La zuppa di pietra” e si ispira ovviamente al tema del concorso bandito dal Ministero della istruzione, università e ricerca, ispirato all’articolo 10 della Costituzione, di cui si festeggiano i 60 anni, riguardante la condizione giuridica dello straniero e il dritto di asilo politico. Alle 12 di domani gli studenti dell’istituto casaranese saranno ricevuti dal presidente del Senato, Pietro Grasso, dal presidente Boldrini e dal ministro Stefania Giannini che assisteranno alla premiazione. Già questo pomeriggio gli studenti del “Meucci” e i docenti che li accompagnano, hanno preso contatto con due dei più importanti palazzi romani, cioè Palazzo Madama e Palazzo di Montecitorio.

meucci casarano (2)
CASARANO. Continuano le celebrazioni del 50º anno di vita dell’Istituto d’istruzione superiore “Meucci”. A rendere ancora più felice il mezzo secolo di vita della scuola è arrivato, in questi giorni, il finanziamento da 700mila euro (140mila a carico della Provincia) che consentirà all’istituto di rifarsi il look. Il progetto del “Meucci” si è classificato al 99º posto tra i 125 interventi finanziati. La graduatoria è stata approvata con la determinazione numero 71 dal dirigente regionale del servizio “Scuola università e ricerca” dello scorso 14 ottobre. Sono previsti lavori di manutenzione straordinaria delle facciate e delle coperture.

Intanto, nell’ambito delle celebrazioni per l’importante anniversario, il recente seminario “Costruiamo il futuro: la formazione tecnica oggi”, è stato l’occasione per confrontarsi su un tema di straordinaria importanza. Ad intervenire sono stati i rappresentanti della formazione universitaria, degli ordini professionali e delle aziende del territorio, operanti nei settori informatica e telecomunicazioni, meccanica e meccatronica, elettronica ed elettrotecnica, costruzione, ambiente e territorio, corrispondenti agli indirizzi di studio dell’Istituto.

Ad aprire il seminario è stata la dirigente Concetta Amanti, che ha dato avvio ai lavori ponendo l’interrogativo, suggerito dallo stesso titolo del seminario, «Quale futuro per i tecnici e l’istruzione tecnica?». Numerosi i contributi in termini di analisi, riflessioni, esperienze e proposte, opportunamente stimolati dagli interventi degli studenti dei vari indirizzi di studio dell’Istituto. Dai vari interventi è emersa l’opportunità di rafforzare il rapporto tra scuola, impresa e mondo della ricerca, sulla base di una attenta lettura dei fabbisogni del mondo del lavoro e dei nuovi scenari tecnologici. Per questo motivo, come ha evidenziato Giuseppe Polimeno, docente di informatica e referente per i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore, è necessario rendere stabile e continua la collaborazione tra scuola ed impresa.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...